Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 04-09-2007, 18.20.01   #51
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: Gesù ["veramente" uomo e dio?]

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Io le persone come Hetman e Ozner le invidio. Non so cosa darei per aver fede anch'io. Ma la mia fede è ormai perduta da quattro anni.
Allora se hai voglia leggiti la "parabola" ( parabola= discorso paraboloide che nasconde, occulta, vela, o leggermente o molto, a seconda che l'uditore sia o meno sordo, sia materialmente, che spiritualmente, ed ora anche mentalmente) detta da Gesù e che parlava di esperti venditori di perle o povere donne che perdevano monete d'oro sotto le assi del pavimento, e la loro immensa gioia; il primo infatti aveva comprato senza che il venditore sapesse, la perla più bella del mondo ad un prezzo da miseria; la seconda racconta di una povera donna, oggi casalinga, che aveva perso malauguratamente il mensile del marito, un po' manesco, oggi sarebbe andato in galera; oppure di una donna che adorava il marito non si sa perchè, forse perchè lo vedeva lavorare tanto per il loro nido, come gli uccelli del cieloi; a te berenger11, ti sembrano tutti uguali i personaggi o ci rifletti per vedere le differenze? comunque allora, a quei tempi, molti avevano più mogli da mantenere, il marito non ci è dato sapere se quella donna avesse o no il marito, io penso che i soldi erano suoi, è più carina e finiamola con questol marito che lavora notte e giorno per sfamare la sua numerosa famiglia.
Prova a leggerle e proiettetaci, citi, come diavolo si dice, anzi come Satana, si dice o come Satana si dice...ah! proiettatici e poi immagina e poi ancora vivici per capire la parabola, come hai potuto ben notare non era molto semplice viverle, perchè a quei tempi, o in quella generazione,Gesù, ti permetteva di viverle le sue parabole.
aaauuuggghhh111
ciao.
ozner is offline  
Vecchio 05-09-2007, 00.57.04   #52
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Gesù ["veramente" uomo e dio?]

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Mi chiedo perché tante cose siano state falsificate. Come suo fratello Giacomo al quale affidò i suoi discepoli e che la chiesa ha praticamente occultato. Perché altrimenti Maria non poteva essere vergine. E addio dogma.

A mio parere ha dell'assurdo arrivare a parlare di falsificazione, quando coloro che falsificano [le persone che hanno scritto il N.T.] trasmettono un messaggio di amore e un messaggio pacifico - questo al di là di quanto fa e non fa la Chiesa.

Dire ad esempio che Paolo manipolò il messaggio di Cristo, ha dell'assurdo, pensando al fatto che Paolo ha scritto (o dettato) potremmo dire alcuni dei passi più belli del Nuovo Testamento, come 1 Corinzi 13, o Romani 12:9-21, ecc.
Ha molto più senso semai parlare di evoluzione, di presa di coscienza, di cambiamento positivo, che utilizzare termini spregiativi come manipolazione o falsificazione, o quant'altro ancora.

Qui c'è un sacco di gente che sta smontanto un messaggio che ha dell'incredibile, che ha del miracoloso, e lo si vuole far passare per una mera falsificazione, che nulla vale. La cosa ha del ridicolo, ed è assai triste da constatare.

Come si può avere come obiettivo nella propria vita quello di smontare un messaggio d'amore? È pazzia. C'è qualcosa che non va.

E se la Chiesa ha raccontato una marea di cavolate, se si trascina con sé ambigue e discutibili tradizioni, se non si è affatto comportata in modo santo nel corso della storia, amen, bisogna saper andare oltre, e accettare il fatto che anche la Chiesa può sbagliare, essere imperfetta e commettere errori, oltre che continuare a stare nell'errore.

Il Gesù giovanneo non è venuto nel mondo per giudicarlo, ma per salvarlo... (cfr. Giovanni 12:47), quindi perché stare qua a giudicare la Chiesa? Cerchiamo semai di salvarla, per quanto ci è possibile. E di amarla.
La vita ha senso solo se si ama (citazione di Annalena Tonelli).

E allora, amiamoci, al posto di star qui a spararci contro (parole) a vicenda.

Per quanto riguarda comunque Giacomo e quel che capitò dopo la morte di Gesù - su chi stava al comando della comunità -, Paolo riporta che le colonne erano tre (cfr. Galati 2:9), cioè Giacomo, Pietro e Giovanni, e non accenna ad una posizione di rilevanza di Pietro rispetto agli altri.
Marco nel suo Vangelo non riporta nemmeno nulla a riguardo, anzi, mette in bocca a Pietro come ultime parole quelle mentre lui tradisce Gesù, senza nemmeno poi una riconciliazione, o perdono, come avviene in Giovanni ad esempio (tre volte Gesù chiede a Pietro: Tu mi ami?, come tre volte lo tradì, proprio per riabilitarlo), il che è assai significativo. Non in tutte le cominità Pietro era ben visto o amato, ma solo in alcune.
Matteo ad esempio è colui che riporta il famoso passo "tu sei Pietro e su questa pietra io edificherò la mia chiesa", insomma dove Pietro era preso maggiormente in considerazione.
In ambienti gnostici invece si pone più l'accento su Giacomo (e talvolta su Maria Maddalena - vedi ad esempio il Vangelo di Maria, o il Vangelo di Filippo, dove Maria Maddalena ha l'esclusiva rispetto ai dodici apostoli). Lui viene considerato come il vero erede, non altri, e non in particolar modo Paolo.

In definitiva, cercando di fare un quadro generale, e considerando le parole neotestamentarie di Gesù:

Giunsero a Capernaum; quando [Gesù, ndr] fu in casa, domandò loro [ai discepoli, ndr]: «Di che discorrevate per strada?» Essi tacevano, perché per via avevano discusso tra di loro chi fosse il più grande. Allora, sedutosi, chiamò i dodici e disse loro: «Se qualcuno vuol essere il primo, sarà l'ultimo di tutti e il servitore di tutti».
(Marco 9:33-35)

Gesù, chiamatili a sé, disse loro [ai discepoli, ndr]: «Voi sapete che quelli che son reputati principi delle nazioni le signoreggiano e che i loro grandi le sottomettono al loro dominio. Ma non è così tra di voi; anzi, chiunque vorrà essere grande fra voi, sarà vostro servitore; e chiunque, tra di voi, vorrà essere primo sarà servo di tutti. Poiché anche il Figlio dell'uomo non è venuto per essere servito, ma per servire...
(Marco 10:42-45)

Mi vien da ipotizzare che quanto esposto da Paolo sia alla fin fine il quadro migliore e più veritiero. Non c'era un'unica persona che prese in mano le redini, ma più persone che agivano e discutevano assieme alla pari, magari anche discordando a volte su determinate questioni (come ad esempio se estendere il messaggio di Cristo ai pagani o non limitarlo agli ebrei e basta). Tra le personalità più di spicco troviamo sicuramente Giacomo, che prese in mano la comunità di Gerusalemme, ma non solo, anche Pietro e Giovanni ebbero di certo un ruolo di prima categoria. Può darsi in realtà che anche alcune donne ebbero un ruolo importante, in particolar modo Maria Maddalena, ma questa tradizione è stata scartata e dimenticata a livello ortodosso. Peccato. Troviamo comunque traccie a riguardo anche nei Vangeli canonici, vedi ad esempio Luca 8:1-3, Giovanni 20 (è Maria Maddalena a vedere per primo Gesù risorto, una donna!), ecc.

Per ciò che concerne invece la verginità di Maria - la madre di Gesù il Nazareno -, quello che ti sei dimenticato di precisare, è che tu intendi la verginità perpetua. Dimmi se sbaglio. Faccio questa precisazione, perché al giorno d'oggi in ambito protestante non si ha alcun problema nell'affermare che Gesù ebbe fratelli carnali. Ma come? Beh, Maria sarà sì stata vergine, ma solo fino alla nascita di Gesù, dopo, avendo avuto altri figli, perse la sua verginità. Quindi il problema sta più nella verginità perpetua, che nella verginità in sé.
Per non parlare poi del fatto che la verginità non è nemmeno una caratteristica assurda o non credibile in alcun modo. La vera differenza tra Maria e le altre donne infatti sta nel fatto che a concepire Maria fu lo Spirito Santo, mentre di solito è il seme dell'uomo a farlo. Una donna in realtà può rimanere incinta anche con l'imene ancora intatto, e senza aver avuto ancora coiti. La probabilità è assai remota, ma non impossibile. Per questo si sconsiglia di eiaculare sulla vagina di una donna, senza le dovute precauzioni (ad esempio pillola anticoncezionale). Anche se non c'è stata alcuna penetrazione, non si sa mai nella vita.
Insomma, il vero miracolo non è vedere una donna vergine incinta (imene intatto e mai avuto un amplesso con un uomo), perché la cosa in sé è fattibile e plausibile (al giorno d'oggi ancor di più con le tecnologie avanzate di cui disponiamo*), ma il fatto che sia stato lo Spirito Santo a mettere incinta una donna.

* Si potrebbe infatti benissimo far restare incinta una giovane ragazza vergine, utilizzando altre vie, che non siano quelle della vagina.

E con questo chiudo.
Elijah is offline  
Vecchio 05-09-2007, 02.22.56   #53
lupoblù
Ospite
 
Data registrazione: 18-08-2007
Messaggi: 10
Unhappy Riferimento: Gesù ["veramente" uomo e dio?]

Citazione:
E se la Chiesa ha raccontato una marea di cavolate, se si trascina con sé ambigue e discutibili tradizioni, se non si è affatto comportata in modo santo nel corso della storia, amen, bisogna saper andare oltre, e accettare il fatto che anche la Chiesa può sbagliare, essere imperfetta e commettere errori, oltre che continuare a stare nell'errore.

la chiesa non doveva sbagliare a parere mio come sta continuando a fare
lupi vestiti di agnello bruciano le nostre anime nascosti dietro la sacra parola di Gesù

MA ORMAI ANNO BRUCIATO IL LORO TEMPO E PRESTO LA SCIAGURA BRUCERÀ ALLE RADICI IL LORO SEME.

questo e quello che succederà e una cosa inevitabile tropi sbagli
stanno allontanando la gente dalle chiese,ma non dal credere

Gesù diceva andate in mezzo alla gente,ma loro si sono posizionati al disopra


tra noi e dio,per questo penso che la lezione arriverà per loro

infatti la chiesa si sta disgregando a causa di questo,e purtroppo in tanti veramente devoti saranno come in tutte le tragedie le vittime innocenti
lupoblù is offline  
Vecchio 07-09-2007, 15.35.54   #54
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: Gesù ["veramente" uomo e dio?]

Citazione:
Originalmente inviato da lupoblù
la chiesa non doveva sbagliare a parere mio come sta continuando a fare
lupi vestiti di agnello bruciano le nostre anime nascosti dietro la sacra parola di Gesù

MA ORMAI ANNO BRUCIATO IL LORO TEMPO E PRESTO LA SCIAGURA BRUCERÀ ALLE RADICI IL LORO SEME.

questo e quello che succederà e una cosa inevitabile tropi sbagli
stanno allontanando la gente dalle chiese,ma non dal credere

Gesù diceva andate in mezzo alla gente,ma loro si sono posizionati al disopra


tra noi e dio,per questo penso che la lezione arriverà per loro

infatti la chiesa si sta disgregando a causa di questo,e purtroppo in tanti veramente devoti saranno come in tutte le tragedie le vittime innocenti
Caro Lupoblù, per ma sei andato un pochino fuori tema.
E' vero che la chiesa dovrebbe comportarsi comre Cristo comanda, ma cerchiamo di apprezzarla solo per il messaggio che porta.
A me quello interessa, poi per quanto mi riguarda gli altri facciano come vogliono, è di non giudicare nessuno,c'è già, e questo Gesù lo dice da uomo e da dio, chi giudica, e meglio di lui non c'è nessuno perchè è Dio.
ozner
ozner is offline  
Vecchio 08-09-2007, 11.10.20   #55
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: Gesù ["veramente" uomo e dio?]

Citazione:
Originalmente inviato da atisha
più che miscredenti io direi che ci sono tanti ricercatori e sperimentatori del Verbo...

qui sta la differenza
a me non risulta nella mia vita ho trovato molte persone rassegnate alle regole del mondo, spersonalizzate dell'intimo se non addirittura schiavizzate, verso la ricerca del mio( egoico, come dici tu) invece che del nostro o "nous"(cio che ci lega tutti).
ozner is offline  
Vecchio 11-09-2007, 14.50.49   #56
aschilio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2007
Messaggi: 60
Riferimento: Gesù ["veramente" uomo e dio?]

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Guarda Aschillo che Gesù non centra niente con Nazareth, a quel tempo nemmeno esisteva il paese, e solo un madornale voluto errore di traduzione. Lo chiamavano Gesu il nazireo, perche di quella setta faceva parte. Signori aprite gli occhi perchè altrimenti è inutile discutere. Se siete convinti che i vangeli sono oro colato allora ogni ogni accenno di discussione è inutile. Per la cronaca vi è almeno l'85% di falsità. Oggi ho letto qualche frammento del libro di Robert Eisenman su Giacomo, il fratello di Gesù, uno dei sei come minimo che aveva( altro che storie di madri vergini e dogmi vari!!!) questo prof. insegna religioni del medio oriente a oxford e alla california state universiti. Uno dei massimi esperti mondiali dei rotoli di Qumram. Solo leggendo la prefazione c'è da mettersi le mani nei capelli! State attenti a quel che la chiesa vi da in pasto. come diceva quel detto? UOMO I TUOI OCCHI SONO APERTI MA TU NON VEDI NULLA.
Io non c'ero. Non so di che parli quando scrivi a quel tempo Lo chiamavano Gesù il nazireo? ...e allora?... Come fai a saperlo...lo hai conosciuto?...dai ...non credo che tu l'abbia conosciuto personalmente...parli da studioso, da storico, da ricercatore di quanto detto da altri ricercatori...bravi ad interpretare i segni dei tempi...io non parlo di libri (vangelo, bibbia e altro...) nè di reperti (rotoli di Qumram,ecc..), ...non parlo del libro di Eisnman .... dico solo che Dio è non è stato nè sarà ...è... e basta, naturalmente per chi ha fede.... Poi che questo Dio lo si identifichi con Gesù di Nazareth o con Eisnman ...bè..non cambia nulla: Dio in quanto Dio... è! perchè si deve coniugare un tempo ad un essere eterno: nè passato nè futuro....solo il presente... Come vedi non parlo di fede, quella o c'è, o non c'è... non parlo nemmeno di miscredenza.... parlo solo di coniugazione del verbo essere al presente quando si parla di un entità eterna come di solito si considera Dio. Se siamo d'accordo su questo, allora possiamo capirci ...altrimenti...non ci si può capire ... e allora è come dire capre ed intendere cavoli, insomma è perdere tempo! e per noi, che non siamo Dio nè Dei ma solo piccoli, piccolissimi uomini e/o donne, il tempo è veramente prezioso. Chi ha orecchie per intendere intenda...grazie comunque per aver letto e risposto al mio post.... almeno...tu le orecchie per intendere hai mostrato di averle!!
aschilio is offline  
Vecchio 11-09-2007, 16.52.47   #57
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Gesù ["veramente" uomo e dio?]

Citazione:
Originalmente inviato da ozner
a me non risulta nella mia vita ho trovato molte persone rassegnate alle regole del mondo, spersonalizzate dell'intimo se non addirittura schiavizzate, verso la ricerca del mio( egoico, come dici tu) invece che del nostro o "nous"(cio che ci lega tutti).

Non sarebbe strano ..visto che ce li hai sotto gli occhi..o meglio ci dialoghi..ed evidentemente non te ne avvedi..
Noor is offline  
Vecchio 11-09-2007, 23.19.02   #58
alocin
.
 
Data registrazione: 10-09-2007
Messaggi: 17
Riferimento: Gesù ["veramente" uomo e dio?]

Vorrei salutare tutti del forum, essendo nuovo
Per me Gesù è l'essenza della luce che discende luminosa in forma di Gnosis (femminile), dall'alto, e s'immette, attraverso le doglie del parto, come Gesù-dio ebbe a dire, nell'ignoranza della materia, creazione dell'Arconte, per ritrovare Dio attraverso la luce dell'intelletto e ottenere così la conoscenza divina.
Gesù-uomo invece potrebbe essere il Gesù umano, con i difetti degli umani,che si dimentica del Gesù-divino ed ama e disprezza come gli umani, è stremato dopo aver combattuto aspramente nel deserto contro satana a suon di verità, rivelate.Per non parlare della sua passione.
Secondo me, ozner, nel Gesù del deserto, credo si trovi il Gesù-uomo che ha fame, e il Gesù-dio che scaccia il male.
Poi Gesù-dio che scaccia i demoni e Gesù-uomo che gioisce e beve vino allegramente, come se lui fosse lo sposo e gli altri gli amici invitati alle nozze, con tutti quelli che vanno da lui; Gesù-uomo-eroe positivo, che stava schierato sempre dalla parte dei deboli, anche contro le leggi dei voraci e ipocriti governanti, curava i malati e sanava gl'infermi, ciechi ,sordi, ossia la feccia del mondo, ma soprattutto li consolava; a questo punto mi è piaciuto l'intervento non ricordo di chi, che parlava della parabola dei "vignaioli omicidi", che amano rapinare i benefattori, e oggi credo ce ne siano molti in circolazione, specialmente tra il Clero come sempre.
Per concludere questo mio primo intervento: io direi che Gesù è Dio quando non è uomo,con i certi requisiti divini,come per esempio scacciare i demoni con il dito di Dio, ed è uomo quando la sua natura divina viene annichilita e diventa uomo fino alla fine, per riacquistare quella divina con l'ascesi della gnosi ( saphia) che era scesa fino a noi.
Nelle parabole invece a me sembra che ci siano tutte e due le presenze.

Si, questo discorso è molto interessante e mi piacerebbe approfondirlo,cioè in quanti e quali aspetti possiamo riconoscere la vera natura del Gesù dei Vangeli, che, se letti con la gnosis, luce dell'intelletto, non finiscono mai di stupire per quante cose ci insegnano.
Tu che ne pensi ozner, visto che mi sembri abbastanza preparato su tali cose?
Ciao aloh cin il cinese
alocin is offline  
Vecchio 12-09-2007, 11.30.42   #59
aschilio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2007
Messaggi: 60
Riferimento: Gesù ["veramente" uomo e dio?]

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
grazie per le parole di conforto, siete veramente gentili, ma se madre Tersa è rimasta al buio 40 anni quanto ci rimarro io che nel frattempo continuo a cercare nel passato e a volte, ieri sera ad esempio, rimango di stucco quando riesco a collegare diversi indizzi. ieri sera mi è caduto il libro di mano per lo stupore, per il disgusto con cui ho appreso di un'altra falsità che va avanti da 17 secoli. auguratemi buona fortuna.
Più scopri falsità, più ti avvicini alla Verità. Lo stupore è indice di innocenza e quindi della tua capacità a scoprire la Verità. Più ti stupisci più sei in grado di scoprire la Verità. Vedi bene che sei sulla buona strada. Buona fortuna berenger11
aschilio is offline  
Vecchio 12-09-2007, 14.19.22   #60
aschilio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2007
Messaggi: 60
Riferimento: Gesù ["veramente" uomo e dio?]

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Non sarebbe strano ..visto che ce li hai sotto gli occhi..o meglio ci dialoghi..ed evidentemente non te ne avvedi..
Non c'e' creazione,ne' distruzione,non c'e' sentiero ne' meta,non c'e liberta'ne' predestinazione. Niente e' mai accaduto. Ramana Maharshi
Bravo... discepolo di Ramana Maharshi .... e perchè scrivi,... se niente è mai accaduto?... ...
aschilio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it