Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-09-2007, 15.53.30   #1
samarcanda
Ospite abituale
 
L'avatar di samarcanda
 
Data registrazione: 15-08-2007
Messaggi: 62
l'amore tra due persone.....

Ho un dubbio molto forte.......vorrei sapere il vostro pensiero ......
Secondo voi una persona , un cercatore di verità , come riesce a conciliare la propria tensione spirituale e l'amore per una singola persona ?
Se L'amore è con-divisione l'altra persona dovrebbe perlomeno comprendere la spiritualità dell'altro, se no, come si può amare senza condividere?
Forse parto da presupposti sbagliati....ho un po' di confusione in merito....mi piacerebbe sapere come intendete l'amore per gli altri e quello di coppia...
Forse la domanda sembra banale, ma ho bisogno di capire il vostro punto di vista......grazie.
samarcanda is offline  
Vecchio 08-09-2007, 17.35.40   #2
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: l'amore tra due persone.....

Citazione:
Originalmente inviato da samarcanda
una persona , un cercatore di verità , come riesce a conciliare la propria tensione spirituale e l'amore per una singola persona ?
Se L'amore è con-divisione l'altra persona dovrebbe perlomeno comprendere la spiritualità dell'altro, se no, come si può amare senza condividere?

Non capisco bene i tuoi dubbi..
Non ci sono presupposti nell'amore,a parte chiaramente il rispetto reciproco.
Amando l'altro lo si accetta per quel che e'..naturalmente.
Certo..se la condivisione e' piu' profonda ,non puo' che arricchirsene il rapporto...Ma non e' certo una condizione presupposta.
Noor is offline  
Vecchio 08-09-2007, 18.45.30   #3
samarcanda
Ospite abituale
 
L'avatar di samarcanda
 
Data registrazione: 15-08-2007
Messaggi: 62
Riferimento: l'amore tra due persone.....

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Non capisco bene i tuoi dubbi..
Non ci sono presupposti nell'amore,a parte chiaramente il rispetto reciproco.
Amando l'altro lo si accetta per quel che e'..naturalmente.
Certo..se la condivisione e' piu' profonda ,non puo' che arricchirsene il rapporto...Ma non e' certo una condizione presupposta.

grazie per la risposta,
Ma come fai ad amare se non c'è totalità con l'altro?
Non so....... mi sembrerebbe di amare una foto.......
samarcanda is offline  
Vecchio 08-09-2007, 18.58.35   #4
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: l'amore tra due persone.....

Citazione:
Originalmente inviato da samarcanda
grazie per la risposta,
Ma come fai ad amare se non c'è totalità con l'altro?
Non so....... mi sembrerebbe di amare una foto.......

Ci sara' sempre qualcosa da condividere..ma non tutto il Giardino..
(anzi..forse e' meglio tenerlo segreto..)
Noor is offline  
Vecchio 08-09-2007, 19.53.40   #5
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Riferimento: l'amore tra due persone.....

Citazione:
Originalmente inviato da samarcanda
Ho un dubbio molto forte.......vorrei sapere il vostro pensiero ......
Secondo voi una persona , un cercatore di verità , come riesce a conciliare la propria tensione spirituale e l'amore per una singola persona ?
Se L'amore è con-divisione l'altra persona dovrebbe perlomeno comprendere la spiritualità dell'altro, se no, come si può amare senza condividere?
Forse parto da presupposti sbagliati....ho un po' di confusione in merito....mi piacerebbe sapere come intendete l'amore per gli altri e quello di coppia...
Forse la domanda sembra banale, ma ho bisogno di capire il vostro punto di vista......grazie.
Sarò breve ora, perchè sennò i negozi mi chiudono...

I tuoi presupposti mi paiono molto “giusti”. Sì, per me, non si può amare senza “condividere” e non esistono nemmeno “perlomeno”, nessun compromesso, nessuna logica differente da quella del “cercatore di verità”, che è appunto quella di aspirare alla “verità” o non-verità o chiamala-come-ti-pare, qualunque essa sia, in qualunque modo o strada si presenti. L’amore che fluisce ancora verso delle entità presuppone un “oggetto” e l’oggetto in un modo o nell’altro lo si vuol “possedere”. La persona, l’universo infinito, lo si vorrebbe ridurre ad una mera finitezza e naturalmente l’essere lo sente e si ribella. Se si muta, per esempio, accade che mutano le “reazioni”, perché pare la persona sia “differente”, estranea e può accadere in ogni periodo della vita in qualsiasi “rapporto”, genitori-figli, “coppia” ecc... e non c’è nulla di sbagliato in ciò, anche se è molto difficile da digerire per “noi” abituati ad anni, vite, secoli, millenni, di schiavitù di pensiero e d’essere. Un “cercatore della verità” dovrebbe dunque, per esempio, mettere in conto ciò quando sente che il suo amore sta per spandersi nei confronti di un altro essere. E l’altro dovrebbe essere anch’egli “cercatore della verità” e questo perché entrambi non dovrebbero limitare il proprio essere, l’essere... e si farebbero del male... vi dovrebbe essere una chiarezza, direi cristallina, su questo, così che il dolore che può scaturire da un percorso profondo di conoscenza fosse accolto veramente in due, come comprensione del meccanismo a specchio che agisce in ogni momento nella “relazione” e che magnificamente ci consente di crescere, perché ci mette di fronte a noi stessi, ai nostri pregi, ai nostri bui, alla nostra poca conoscenza di noi stessi.

Qui credo stia il “paradosso” (e so che a qualcuno tale termine non piacerà...) che è insito nella domanda di Samarcanda: come “essere insieme” senza limitarsi? Come liberamente abbracciarsi? Bene, quando a poco a poco, e non solo a parole, si iniziano a comprendere i meccanismi profondi che ci muovono, allora quell’amore cambia la sua essenza e perde il suo nome, l’ “oggetto” tende a scomparire e non si “ha” più, quanto piuttosto si è, E’... si mira nella medesima direzione di conoscenza profonda di sé e dell’altro e si attinge energia vitale da quel senza nome che fluisce in ogni cosa e che proprio grazie all’unione con quell’ “altra” persona, copiosamente insieme nutre e rende “potenti”... nella vita, nella propria esistenza qui e ora sul pianeta terra, nell'affermare con gioia se stessi, il “Sì, sono, ora!”... e con i diversi caratteri, le superfici, si potrà giungere a giocare... si parlerà in modo differente, magari con parole differenti, ma una più sottile -comunicazione- avverrà e sarà chiara, in quei momenti, anche se il buio delle menti tenderà a sporcarla e si cadrà, forse molte volte, rovinosamente, ma se -veramente- quelle scintille le si è respirate insieme... bene... sarà il cielo in terra, senza più cielo né terra... e nell'abbraccio d'unione di quelle due persone danzerà insieme l'universo, perchè quell'abbraccio non "rifletterà" altro che il gioco di cui tutti facciamo parte, senza esserne solo "parte"...

nexus6 is offline  
Vecchio 09-09-2007, 01.02.40   #6
oytis00
Ospite
 
Data registrazione: 17-08-2007
Messaggi: 4
Riferimento: l'amore tra due persone.....

Citazione:
Originalmente inviato da samarcanda
Ho un dubbio molto forte.......vorrei sapere il vostro pensiero ......
Secondo voi una persona , un cercatore di verità , come riesce a conciliare la propria tensione spirituale e l'amore per una singola persona ?
Se L'amore è con-divisione l'altra persona dovrebbe perlomeno comprendere la spiritualità dell'altro, se no, come si può amare senza condividere?
Forse parto da presupposti sbagliati....ho un po' di confusione in merito....mi piacerebbe sapere come intendete l'amore per gli altri e quello di coppia...
Forse la domanda sembra banale, ma ho bisogno di capire il vostro punto di vista......grazie.

non è una domanda banale. Il rischio è che probabilmente lo sarà la risposta.
Ti racconto in breve la mia di situazione.
Ho la stessa tua domanda che da tempo mi rigira nelle varie parti dell'animo. A volte, riflettendo, penso che in fondo siamo un pò tutti "cercatori" . Alcuni cercano solo in modi stravaganti, forse non sanno neanche loro cosa e sè cercano.
Forse.
Io, credo, sono un cercatore. Se si può dire di verità o di cos'altro non sò. sicuramente non di conchiglie, ricerco qualcosa di ulteriore, di spirituale.
Ciò che cerco da una vita mi si è iniziato a rivelare-credo- un pò di tempo fà, e continua a lasciare traccie che continuo a seguire. Vivo da molto tempo con una persona che esteriormente è tutto ma non una ricercatrice "spirituale". Non gli interessa minimamente. Eppure io "sento" che esiste una tensione spirituale il Lei. Sento che questa tensione esiste in molte persone. La mia sete di ricerca è appagata, alimenata anche dalla sua presenza. dal confronto continuo. dalle critiche,a volte giuste. forse dal fatto che vedere cosa siamo e come ci comprtiamo è un pò come voler vedere la propria schiena senza specchio: ne vedi solo un pezzetto e male. Ci vuole qualcun'altro, magari appunto uno specchio. un'altro punto di vista, un pò più ravvicinato rispetto a chi non vive con noi.
Mi chiedo, a volte, se il fatto di desiderare al mio fianco una persona che condivide il mio cammino non sia altro che una manifestazione egoica. Una voglia di condividere un cammino che nella sua essenza non può essere che solitario. (a volte i sentieri si inrociano, ma solo a volte)
E questa è stato il mio sfogo di ego.
Tornando alla domanda, posso dire solo che credo che nella vita di coppia non sia strettamente necessaria una condivisione . per me è sufficiente una accettazione anche critica critica. sempre ovviamente nel rispetto reciproco...ovviamente.

"chi cerca il bello finisce per trovarlo ovunque"
oytis00 is offline  
Vecchio 09-09-2007, 09.44.51   #7
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: l'amore tra due persone.....

Citazione:
Originalmente inviato da samarcanda
grazie per la risposta,
Ma come fai ad amare se non c'è totalità con l'altro?
Non so....... mi sembrerebbe di amare una foto.......

infatti.. c'è parziale condivisione.. ovvero non c'è totalità nella coppia..

io lo trovo semi impossibile.. ad un certo punto...
atisha is offline  
Vecchio 09-09-2007, 12.42.17   #8
ancient
Ospite abituale
 
L'avatar di ancient
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 758
Riferimento: l'amore tra due persone.....

Citazione:
Originalmente inviato da samarcanda
Ho un dubbio molto forte.......vorrei sapere il vostro pensiero ......
Secondo voi una persona , un cercatore di verità , come riesce a conciliare la propria tensione spirituale e l'amore per una singola persona ?
Se L'amore è con-divisione l'altra persona dovrebbe perlomeno comprendere la spiritualità dell'altro, se no, come si può amare senza condividere?
Forse parto da presupposti sbagliati....ho un po' di confusione in merito....mi piacerebbe sapere come intendete l'amore per gli altri e quello di coppia...
Forse la domanda sembra banale, ma ho bisogno di capire il vostro punto di vista......grazie.

Purtroppo l'amore su questo terra di rado - forse mai - è come quello che sperimenti nell' "aldilà". Lì non ci sono mediazioni, maschere, involucri, c'è il sentire immediato tuo e dell' "altro", la comunicazione e condivisione totale. Mi è capitato di sperimentarlo in meditazione, ma questo mi ha forse reso solo un perenne insoddisfatto, un intollerante dell'imperfezione e delle limitazioni cui siamo costretti su questa terra. Che possiamo fare? Non ho ricette, ho solo la nostalgia e l'anelito a quell'Amore assoluto di cui qui fatico a ritrovare traccia...
ancient is offline  
Vecchio 09-09-2007, 16.53.08   #9
Aisha
Ospite abituale
 
L'avatar di Aisha
 
Data registrazione: 07-09-2007
Messaggi: 72
Riferimento: l'amore tra due persone.....

Come Oythis00, provo a raccontarti la mia esperienza che forse è la migliore risposta che possa darti...
Io e il mio compagno credo che possiamo definirci due cercatori di verità, almeno nel senso che mi sembra tu dia a questa definizione, ultimamente i nostri modi di cercare si sono molto avvicinati (inizialmente non era così), ma rimangono delle diversità a volte notevoli e non di rado quando si parla di spiritualità.
Quello che sto cercando di dirti con questa mia esperienza, è che secondo me ci sono diverse cose da tenere conto: l'ideale sarebbe una meraviogliosa e percepile unità di sentire, ma allora forse, il benessere di coppia che si percepirebbe porebbe fine alla ricerca, perchè essa nasce proprio da un senso di sana ed eterna insoddisfazione; la cosa più facile che può capitarti è che tu trovi, se non l'hai già trovata, una persona che sia "Ricercatrice" ma che inevitablmente, soprattutto all'inizio del rapporto sarà diversa da te nel suo cercare, perchè tutti proveniamo da strade diverse, e più onesta e profonda è la nostra ricerca, più sarà personale e dalle forme soggettive... ciò che devi sempre considerare è che è diversa solo soggettivamente, poichè la Verità è Una ed è di questo che si deve tenere conto nel confronto tra due persone, che facciano o no parte di una coppia.
La condivisione non vuol dire necessariamente che l'altro con-divida il mio pensiero, lo accetti e lo faccia suo, ma che sia in grado di dialogare con me apertamente e con Amore.

Aisha
Aisha is offline  
Vecchio 09-09-2007, 22.49.22   #10
Flow
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2006
Messaggi: 317
Riferimento: l'amore tra due persone.....

L'amore di coppia si basa su immagini, che si ha l'uno dell'altro.
La ricerca della verita' si basa sull'immaginine che si ha della verita'.

Conciliare il tutto richiede una grande capacita' di immaginazione.
Flow is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it