Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 27-01-2008, 15.59.44   #31
daniele75
Ospite abituale
 
L'avatar di daniele75
 
Data registrazione: 12-10-2007
Messaggi: 127
Riferimento: La ricerca spirituale avvicina alla verità?

La verità assoluta é la base di tutte le religioni,chi affronta una ricerca spirituale avrà molte possibilità di rispolverare una verità sepolta da millenni.
La verità detto dai saggi é la semplicità(dovendo usare un termine,per comodità d'uso).La verità é un insieme di correnti di acqua calda che si trovano immerse in un mare di acqua fredda (conoscenza),come riconoscerla?
con la consapevolezza del verbo e delle sue mal interpretazioni,la verità ultima non ha parole e definizioni,é muta,inodore,insapore,incolore ...E' senza tempo,un tutt'uno privo di distinzioni e catalogazioni,di mio e tuo.....Un unica forma vivente che si manifesta in diverse "forme" illusorie.La mente vede quello che può vedere,la mente spirituale consapevole vive L'"adesso" puro incomprensibile e indecifrabile,al primo tentativo di dargli un nome,crolla...

daniele75 is offline  
Vecchio 27-01-2008, 17.48.38   #32
oroboros
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-01-2008
Messaggi: 175
Riferimento: La ricerca spirituale avvicina alla verità?

Crolla solo se crede che quel nome sia quella realtà innominabile, altrimenti si deve dare un nome, fittizio giocoforza, per dire a cosa ci si vuole riferire. È questo un obbligo del relativo per tentare di dibattere sulle realtà che più sono vicine, anche nella loro relatività, al loro Principio. Il termine Indù "Brahaman" si traduce dal Sanscrito in "Quello", proprio per far capire che non c'è modo preciso di nominare senza far fuggire. Nell'Islam è detto che quando si parla dell'Uno... diventano molti. Pur nel suo essere superiore alla parola, al silenzio non è consentito avere solo un'accezione positiva, perché il silenzio può anche negare, oltre che affermare. A questo proposito è utile ricordare che la negazione di una negazione è la miglior affermazione possibile, per questa ragione la negazione dell'Assoluto, operata nella relativa manifestazione è, in realtà, un'affermazione, perché la manifestazione è limitata e negativa rispetto all'illimitatezza dell'Assoluto.
oroboros is offline  
Vecchio 28-01-2008, 10.29.14   #33
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: La ricerca spirituale avvicina alla verità?

Citazione:
Originalmente inviato da oroboros
Crolla solo se crede che quel nome sia quella realtà innominabile, altrimenti si deve dare un nome, fittizio giocoforza, per dire a cosa ci si vuole riferire. È questo un obbligo del relativo per tentare di dibattere sulle realtà che più sono vicine, anche nella loro relatività, al loro Principio. Il termine Indù "Brahaman" si traduce dal Sanscrito in "Quello", proprio per far capire che non c'è modo preciso di nominare senza far fuggire. Nell'Islam è detto che quando si parla dell'Uno... diventano molti. Pur nel suo essere superiore alla parola, al silenzio non è consentito avere solo un'accezione positiva, perché il silenzio può anche negare, oltre che affermare. A questo proposito è utile ricordare che la negazione di una negazione è la miglior affermazione possibile, per questa ragione la negazione dell'Assoluto, operata nella relativa manifestazione è, in realtà, un'affermazione, perché la manifestazione è limitata e negativa rispetto all'illimitatezza dell'Assoluto.

Queste parole, a mio modo di vedere, sono molto filosofiche, tuttavia indicano proprio qualcosa di molto importante, anzi direi che indicano proprio la natura ultima della realta'....che e' oltre il nome-forma.
Tuttavia anche il nome-forma e' la realta' ultima, cioe' il dio con attributi (Brahman Saguna).
Yam is offline  
Vecchio 28-01-2008, 11.03.27   #34
oroboros
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-01-2008
Messaggi: 175
Riferimento: La ricerca spirituale avvicina alla verità?

A proposito, Daniele, la citazione riportata nella tua firma come dovrebbe, secondo te, essere applicata all'azione del male? Complicala un poco, specificala almeno da toglierle quell'aria qualunquista che allontana dalla volontà del Bene universale... se vuoi, naturalmente.
oroboros is offline  
Vecchio 28-01-2008, 12.41.40   #35
oroboros
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-01-2008
Messaggi: 175
Riferimento: La ricerca spirituale avvicina alla verità?

Vedi che hai sbagliato, Yam. Si scrive "Brahma Saguna", accanto a "Brahma Nirguna" (Nirguna indica una negazione di attributi), non Brahman, perché Brahma costituisce già la prima affermazione dell'innominabile Mistero, Brahaman (Quello). La differenza è essenziale e sostanziale insieme. L'aspetto, per gli Induisti, personale della Divinità è, infine, designato col nome di Ishvara, al quale corrisponderebbe l'immagine generalizzata di Dio, nella nostra "civiltà" occidentale.
oroboros is offline  
Vecchio 28-01-2008, 13.19.15   #36
daniele75
Ospite abituale
 
L'avatar di daniele75
 
Data registrazione: 12-10-2007
Messaggi: 127
Riferimento: La ricerca spirituale avvicina alla verità?

Citazione:
Originalmente inviato da oroboros
A proposito, Daniele, la citazione riportata nella tua firma come dovrebbe, secondo te, essere applicata all'azione del male? Complicala un poco, specificala almeno da toglierle quell'aria qualunquista che allontana dalla volontà del Bene universale... se vuoi, naturalmente.

Se ti rifferisci a me,spiegati meglio,usa un linguaggio più semplice,abbi pazienza,a scuola non mi piaceva la grammatica ....avevo brutti voti!
daniele75 is offline  
Vecchio 28-01-2008, 13.49.49   #37
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: La ricerca spirituale avvicina alla verità?

Citazione:
Originalmente inviato da oroboros
Vedi che hai sbagliato, Yam. Si scrive "Brahma Saguna", accanto a "Brahma Nirguna" (Nirguna indica una negazione di attributi), non Brahman, perché Brahma costituisce già la prima affermazione dell'innominabile Mistero, Brahaman (Quello). La differenza è essenziale e sostanziale insieme. L'aspetto, per gli Induisti, personale della Divinità è, infine, designato col nome di Ishvara, al quale corrisponderebbe l'immagine generalizzata di Dio, nella nostra "civiltà" occidentale.

Brahman...non Brahma.
Brahma e' un aspetto del Saguna Brahman o Ishvara, insieme a Visnu e Shiva.
Yam is offline  
Vecchio 09-02-2008, 13.13.20   #38
marco cossu
Ospite abituale
 
L'avatar di marco cossu
 
Data registrazione: 30-01-2008
Messaggi: 92
Riferimento: La ricerca spirituale avvicina alla verità?

Citazione:
Originalmente inviato da freedom
Non è una domanda peregrina. Anche se, di primo acchito, tutti siamo portati a rispondere di sì.

A ben guardare, tuttavia, vediamo che l'universo della spiritualità è infarcito di tanti e tali contraddizioni da mettere in dubbio la convinzione che il ricercatore spirituale è anche un ricercatore di verità.

Non voglio negare tutte quelle cose che, in qualche modo, ritroviamo in tutte le religioni e vie spirituali. Desidero solo affermare che, quasi tutte le verità proclamate a gran voce da ogni via sono, di fatto, in netto contrasto fra loro.

Anche le esperienze (rare) così forti che alcuni ricercatori hanno fatto e che li hanno convinti dell'esistenza di............appunto di cosa?? non aggiungono nulla alla ricerca di verità. Se non la sicurezza che altri stati di coscienza esistono.

Ma la verità, questa donna bellissima ed irraggiungibile, non si vede. Tutto ciò che riguarda la teologia, la cosmogonia e, in ultima analisi, la risposta agli eterni quesiti dell' uomo (da dove veniamo, dove andiamo e perchè siamo qui) deve ancora essere trovata. O, forse è meglio dire, resa pubblica!

In buona sostanza navighiamo in un mare magnum di ipotesi più o meno verosimili.

Siamo nel mondo delle opinioni. Della fede. Anzi delle credenze.............

E' per questi motivi che mi sento di affermare, in tutta onestà, che non credo più a nulla che non sia frutto della mia diretta esperienza, dimostrabile con la logica e verificabile dal buon senso.

E non è finita qui: anche i sensi possono ingannare, la logica può sembrare corretta ma potrei tranquillamente sbagliare ritendo logico ciò che non lo è, il buon senso può sembrare esserci ma potrebbe essere vero il contrario.

Ho fede in Dio e nella mia coscienza. Non mi rimane altro. E, forse, è già troppo!

si, la ricerca spirituale avvicina alla verità.

tu dici: Tutto ciò che riguarda la teologia, la cosmogonia e, in ultima analisi, la risposta agli eterni quesiti dell' uomo (da dove veniamo, dove andiamo e perchè siamo qui) deve ancora essere trovata. O, forse è meglio dire, resa pubblica!


io ti dico che non veniamo da nessuna parte ma siamo parte di tutto ciò che esiste, non andiamo da nessuna parte perchè non veniamo da nessuna parte e che esistiamo per un unico scopo: esistere.
marco cossu is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it