Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 13-01-2008, 21.18.58   #11
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: Tre domande

Citazione:
Originalmente inviato da nevealsole
Ciao Gianfry,
ho letto con interesse.

Avrei piacere di porti qualche domanda.

1) Esiste per ciascuno di noi una sola forma gemella?

2) La similitudine è solo nell'anima o anche fisica? (mi sembra una volta di aver letto un libro in cui si diceva che vi erano dei segni fisici che permettevano di riconoscere l'anima gemella)

3) Come si fa a riconoscere l'anima gemella, o meglio, a far sì di ricongiungersi ad essa (è un problema di condizionamento del pensiero, mi domando)?

A rileggerti!

1) le forme gemelle possono essere solo due: una maschile e l'altra femminile

2) e 3) La similitudine, a mio avviso, vale solo nello spazio-tempo. Non penso che ci siano segni fisici che facciano riconoscere l'anima gemella. L'unico modo per ricongiungersi alla propria anima gemella è quello di ascendere sia spiritualmente (purificando i propri pensieri) sia umanamente (purificando i propri comportamenti). Quando le due forme hanno raggiunto una elevata comunanza di pensieri allora si attrarranno fra loro. Ci possono essere dei casi in cui due forme gemelle si trovano l'una accanto all'altra senza che se ne rendano conto. Poi col tempo evolvendo la loro attrazione diventa sempre più forte fino al punto che prendono coscienza di essere due forme gemelle.
Gianfry is offline  
Vecchio 15-01-2008, 14.11.44   #12
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: L'Amore tra forme umane gemelle e non gemelle

Gianfry, continuo a non essere d'accordo con te. Correggimi se sbaglio.
Hai una concezione di vita e dell'esistenza che si basa molto sulla logica e tenta di unire il senso fisico della realtà con quello metafisico ( ricordo sempre che metafisica non è sinonimo di spiritualità o di spirito, checché se ne dica! ).
In questo 3d hai trattato di "anima gemella", come se la vita di una persona fosse programmabile... ma questo non è possibile farlo, dato che siamo liberi, proprio perché l'amore è libero e riempie tutte le cose.
Quello che mi attira più di tutte le cose è proprio poter comprendere non tanto in che cosa consiste l'amore o quale sia la sua formula fiscio-psico-chimica, ma quale sia la sostanza dello stesso. Dio è un termine umanizzabile, che sia più o meno condivisibile, ma Dio per me non è soggettivabile. Ne possiamo fare esperienza, rispetto a noi, a quello che siamo, a quello che diveniamo, alla nostra crescita e quanto a cui realmente aneliamo.
Dai una nozione, un termine, ad ogni cosa, ma questo trovo sia molto mentale e davvero poco spirituale.
Una macchina ha la sua funzione, una Legge ha le sue regole ed una consapevolezza è come una Teoria scientifica, ovvero ha senso in quanto è falsificabile, perché la Verità non si presta ai termini della mente fisica umana.
L'uomo e la donna rispondono a livello più profondo del sé, al cuore, come tu stesso dici in alcuni tuoi link sull'argomento. Non spieghi però che cosa intendi o che cosa si debba intendere per "cuore".
Dare la vita per amore è per te "cuore" ?
Credere per un amore unicamente di dare è per te "cuore ?
Comprendere di non essere in grado di amare è per te "cuore" o credi che nel nostro insignificante ego abbiamo l'amore in noi stessi ?
Se l'amore è un dare, allora sono CERTO di non possedere l'amore, finché qualcuno - chiunque o forse chi meno mi aspetto - me lo dia, me lo doni.
Siamo a forma di amore ?
Io credo di sì.
Siamo amore ?
Io credo di no, ma siamo il frutto di esso che sta nella gioia della vita.
Mi spiego meglio:
chi possiede l'amore gioisce nel dare e l'oggetto di tale amore siamo noi, persone in grado e all'altezza di comprendere con il proprio cuore l'amore e di rispondere con infinita gioia ad esso.

Chi/qual è l'"anima gemella" ?
Io credo solo chi nella propria libertà ha deciso di rispondere al nostro esclusivo amore di solo dare. Se nessuno può dire di essere l'amore, può però dire di essere il frutto dell'amore, un frutto di qualcosa che moltiplica se stesso nella gioia.
Chi ama non ha bisogno di essere amato, ma di trovare un oggetto del suo amore che scelga di rispondere ad esso, accogliendolo dentro di sé. Se è vero questo, l'anima gemella non può essere lontana da noi, ma si trova dietro l'angolo della strada che stiamo percorrendo. E' la persona che la vita ci ha messo posto davanti, così come è e così come siamo...

Comprendere l'amore credo sia lo scopo della nostra vita e avrei tante, troppe cose da dire, sentendo da dentro quanto mi viene da esso, attraverso la mia coscienza e libertà di uomo.

L'amore è fedeltà, caro Gianfry, è maturità in esso, non in se stessi e nel proprio io. L'amore non è un gioco col montepremi di un'avventura alla D&D, relativamente al punteggio acquisito.
L'Ascensione non è materiale o mentale, ma di cuore e questo non dipende che da quanto è gratuito, si dà/dona/sacrifica senza misura ed è libero ( ma non da un punto di vista materiale .. ).

Chi ha può dare, ma ha solo chi ha ricevuto gratuitamente e senza alcun merito.
L'"anima gemella" è dentro ognuno di noi, ma si libera nel dare ed il dare è gratuito, come Dio che è amore ( non uomo e donna, che sono Figli di Dio e Tempio di Dio o incarnazione dell'Amore di Dio ) non ha preferenze, ma dà totalmente, senza "ragione" alcuna ed incessantemente .. ( Egli unisce e vive in tutte le cose che sono ).
koan is offline  
Vecchio 15-01-2008, 16.25.07   #13
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: L'Amore tra forme umane gemelle e non gemelle

Citazione:
Originalmente inviato da koan
Gianfry, continuo a non essere d'accordo con te. Correggimi se sbaglio.
Hai una concezione di vita e dell'esistenza che si basa molto sulla logica e tenta di unire il senso fisico della realtà con quello metafisico ( ricordo sempre che metafisica non è sinonimo di spiritualità o di spirito, checché se ne dica! ).
In questo 3d hai trattato di "anima gemella", come se la vita di una persona fosse programmabile... ma questo non è possibile farlo, dato che siamo liberi, proprio perché l'amore è libero e riempie tutte le cose.
Quello che mi attira più di tutte le cose è proprio poter comprendere non tanto in che cosa consiste l'amore o quale sia la sua formula fiscio-psico-chimica, ma quale sia la sostanza dello stesso. Dio è un termine umanizzabile, che sia più o meno condivisibile, ma Dio per me non è soggettivabile. Ne possiamo fare esperienza, rispetto a noi, a quello che siamo, a quello che diveniamo, alla nostra crescita e quanto a cui realmente aneliamo.
Dai una nozione, un termine, ad ogni cosa, ma questo trovo sia molto mentale e davvero poco spirituale.
Una macchina ha la sua funzione, una Legge ha le sue regole ed una consapevolezza è come una Teoria scientifica, ovvero ha senso in quanto è falsificabile, perché la Verità non si presta ai termini della mente fisica umana.
L'uomo e la donna rispondono a livello più profondo del sé, al cuore, come tu stesso dici in alcuni tuoi link sull'argomento. Non spieghi però che cosa intendi o che cosa si debba intendere per "cuore".
Dare la vita per amore è per te "cuore" ?
Credere per un amore unicamente di dare è per te "cuore ?
Comprendere di non essere in grado di amare è per te "cuore" o credi che nel nostro insignificante ego abbiamo l'amore in noi stessi ?
Se l'amore è un dare, allora sono CERTO di non possedere l'amore, finché qualcuno - chiunque o forse chi meno mi aspetto - me lo dia, me lo doni.
Siamo a forma di amore ?
Io credo di sì.
Siamo amore ?
Io credo di no, ma siamo il frutto di esso che sta nella gioia della vita.
Mi spiego meglio:
chi possiede l'amore gioisce nel dare e l'oggetto di tale amore siamo noi, persone in grado e all'altezza di comprendere con il proprio cuore l'amore e di rispondere con infinita gioia ad esso.

Chi/qual è l'"anima gemella" ?
Io credo solo chi nella propria libertà ha deciso di rispondere al nostro esclusivo amore di solo dare. Se nessuno può dire di essere l'amore, può però dire di essere il frutto dell'amore, un frutto di qualcosa che moltiplica se stesso nella gioia.
Chi ama non ha bisogno di essere amato, ma di trovare un oggetto del suo amore che scelga di rispondere ad esso, accogliendolo dentro di sé. Se è vero questo, l'anima gemella non può essere lontana da noi, ma si trova dietro l'angolo della strada che stiamo percorrendo. E' la persona che la vita ci ha messo posto davanti, così come è e così come siamo...

Comprendere l'amore credo sia lo scopo della nostra vita e avrei tante, troppe cose da dire, sentendo da dentro quanto mi viene da esso, attraverso la mia coscienza e libertà di uomo.

L'amore è fedeltà, caro Gianfry, è maturità in esso, non in se stessi e nel proprio io. L'amore non è un gioco col montepremi di un'avventura alla D&D, relativamente al punteggio acquisito.
L'Ascensione non è materiale o mentale, ma di cuore e questo non dipende che da quanto è gratuito, si dà/dona/sacrifica senza misura ed è libero ( ma non da un punto di vista materiale .. ).

Chi ha può dare, ma ha solo chi ha ricevuto gratuitamente e senza alcun merito.
L'"anima gemella" è dentro ognuno di noi, ma si libera nel dare ed il dare è gratuito, come Dio che è amore ( non uomo e donna, che sono Figli di Dio e Tempio di Dio o incarnazione dell'Amore di Dio ) non ha preferenze, ma dà totalmente, senza "ragione" alcuna ed incessantemente .. ( Egli unisce e vive in tutte le cose che sono ).

Caro Koan,

non devo correggere nessuno. Questa è la tua verità e va bene così! E' degna di rispetto!
Detto questo, rispondo ad alcune tue domande.
Sono poche le cose che Gesù ci ha insegnato:
1) la preghiera del Padre nostro;
2) raccomandazione. "...ama il prossimo tuo come te stesso."

Ora come faccio ad amare il prossimo se non amo me stesso? In altre parole come posso dare se non ho niente? Quindi prima devo amare me stesso e poi dalla mia abbondanza posso donare agli altri.
Chi ama veramente viene amato, per la legge del "simile attira simile". Chi dona amore, riceve amore.
Per me il cuore è l'anima. Infatti il nostro Corpo di Luce risiede nel nostro cuore.
Sebbene tutto sia amore, occorre specificare che c'è amore vero ed amore distorto. Generalmente quello che noi chiamiamo amore è amore distorto o egoico. Il vero amore si raggiunge gradualmente con l'evoluzione, eliminando l'ego e rilasciando il proprio karma negativo.

Per il resto, nulla da obiettare!
Gianfry is offline  
Vecchio 15-01-2008, 17.22.26   #14
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: L'Amore tra forme umane gemelle e non gemelle

Citazione:
Originalmente inviato da Gianfry
Sebbene tutto sia amore, occorre specificare che c'è amore vero ed amore distorto. Generalmente quello che noi chiamiamo amore è amore distorto o egoico. Il vero amore si raggiunge gradualmente con l'evoluzione, eliminando l'ego e rilasciando il proprio karma negativo.
Che cosa intendi per vero amore ? che cos'è per te il vero amore ?
koan is offline  
Vecchio 15-01-2008, 17.43.46   #15
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: L'Amore tra forme umane gemelle e non gemelle

Citazione:
Originalmente inviato da Gianfry
Generalmente quello che noi chiamiamo amore è amore distorto o egoico. Il vero amore si raggiunge gradualmente con l'evoluzione, eliminando l'ego e rilasciando il proprio karma negativo.
Concordo totalmente,Gianfry..
Penso comunque che senza ego non ci si sia più un se stessi e..l'altro..
Noor is offline  
Vecchio 15-01-2008, 20.00.49   #16
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: L'Amore tra forme umane gemelle e non gemelle

Citazione:
Originalmente inviato da koan
Che cosa intendi per vero amore ? che cos'è per te il vero amore ?

Il vero Amore, a mio avviso, è purezza di pensiero (mente) e di comportamento (cuore). Quando avremo incorporato completamente lo Spirito, ossia la nostra Anima, in noi allora avremo raggiunto il vero amore che è uno stato dell'Essere che è: Unità con il Tutto, Pace interiore ed esteriore, Rispetto per se stessi, per gli altri e per l'ambiente, Solidarietà, Equità, Giustizia, Gioia, Serenità, Creatività, Unità nella Diversità, ecc. Man mano che incorporiamo lo Spirito in noi, rilasciamo sempre più paure ed illusioni. Infatti dove c'è paura non può esserci amore e viceversa.
Gianfry is offline  
Vecchio 15-01-2008, 22.33.48   #17
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: L'Amore tra forme umane gemelle e non gemelle

Citazione:
Originalmente inviato da Gianfry
. Man mano che incorporiamo lo Spirito in noi, rilasciamo sempre più paure ed illusioni. Infatti dove c'è paura non può esserci amore e viceversa.
Sì,accogliere e rilasciare tutto il dolore (karma)e le paure.
Le maglie di ombre-paura prodotte dall'ego offuscano l'amore,producendo ristagno energetico.
Trovo anch'io che sia questa l'unica strada verticale verso lo Spirito.
Prima di ciò l'amore è solo un concetto,un ideale senza forma o essenza.Senza energia che possa produrre trasformazione-evoluzione.
Noor is offline  
Vecchio 19-01-2008, 09.21.13   #18
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: L'Amore tra forme umane gemelle e non gemelle

Gianfry:
Citazione:
Il karma può essere positivo o negativo, cioè relativo a pensieri di unità o separazione. Quelli di separazione (quindi karma negativo) comprendono sia pensieri polarizzati da trascendere, sia le distorsioni estreme di tali pensieri polarizzati, cioè pensieri di super-luce (illusioni) e di super-distruzione (paure).


puoi per favore, quando puoi allargare questo punto? grazie
atisha is offline  
Vecchio 19-01-2008, 14.56.53   #19
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: L'Amore tra forme umane gemelle e non gemelle

Citazione:
Originalmente inviato da atisha
Gianfry:


puoi per favore, quando puoi allargare questo punto? grazie

Esiste il karma spirituale che crea l'anima sui piani di luce ed esiste il karma umano che l'anima porta con sé quando si incarna in una forma umana.

Cos'è il Karma e come si forma, sui Piani di Luce.

Con il termine Karma si indica la qualità e la quantità di forme - pensiero (eteriche) e di pensieri (fisici) che vengono trasmessi da forma a forma nello spazio - tempo (con forma intendiamo qualsiasi essere vivente e non vivente). Oppure, alternativamente, la qualità e la quantità di pensieri che vengono trasmessi da Anima ad Anima sui Piani di Luce.

Le Anime, sui Piani di Luce, si trasmettono le informazioni per via olografica. L'ologramma è una struttura sferica che si trova in ogni Anima e che permette ad essa di avere accesso in modo automatico a tutte le informazioni provenienti da tutti i pensieri di tutte le altre Anime.
Per le Anime possiamo parlare di pensieri così come di forme - pensiero poiché sui Piani di Luce, dove esse vivono, non vi è una distinzione tra eterico e fisico come nello spazio-tempo.
Il fatto che le Anime condividano per via olografica tutte le informazioni non significa naturalmente che esse crescano assieme e si trovino sempre ad uno stesso livello di consapevolezza, perché è chiaro che una cosa è interiorizzare un'informazione facendola propria, ben altra è "leggere" le informazioni espresse da un altro Essere.
La possibilità di trasmissione dell'informazione da se stessi ad un altro Essere è il presupposto fondamentale affinché si possa creare Karma in un Essere, sia esso Karma positivo o negativo.
Facciamo un paio di esempi schematici: Se A invia un pensiero negativo a B e B ci crede (pensiero creduto, senza comprenderlo), il karma (in questo caso negativo) se lo crea sia A perché ha danneggiato B, sia B perché ha assorbito un pensiero negativo creduto (non interiorizzato).
Se A invia un pensiero positivo o neutrale a B e B ci crede (pensiero creduto), soltanto B si crea karma, di tipo positivo (una credenza positiva non danneggia alcuno).
Premettendo che l'interiorizzazione di pensieri puri magnetici non crea alcun tipo di karma ma semplicemente attira ciò che è simile a quei pensieri e che non è in alcun modo possibile interiorizzare un pensiero distorto (l'Anima conosce solo energia puramente magnetica e quindi non può interiorizzare un pensiero se anch'esso non è puramente magnetico), possiamo affermare che il karma si forma a causa di Credenze (positive o negative), cioè pensieri di Credenza e non pensieri di Saggezza o di Sapienza (che al contrario sono informazioni realmente interiorizzate). Per puntualizzare: le credenze positive vanno a formare le illusioni, le credenze negative invece vanno a formare le paure.
Solo quando un Essere ha la possibilità di comunicare con l'esterno ed in entrambi i sensi (espressivo e ricettivo), allora ha senso responsabilizzare quell' Essere stesso di tutto ciò che crea con il proprio pensiero, poiché solo in quel caso infatti il pensiero può interferire, volontariamente o involontariamente, con il pensiero altrui e quindi interferire sulla formazione del pensiero di un altro Essere, e quindi sulla crescita dello stesso.
Solo se vi è cioè una capacità comunicativa completa allora un Essere può, trasmettendo e ricevendo informazioni, mancare di Rispetto ad un altro Essere.
In sintesi, mentre una credenza positiva (e la conseguente illusione) responsabilizza solo chi la riceve e non chi la invia, una credenza negativa (e la conseguente paura) responsabilizza sia chi la riceve sia chi la invia.


La nozione di karma nello spazio-tempo è in parte diversa da quella vista precedentemente per i Piani di Luce. Vediamo dapprima i punti in comune e poi successivamente quelli diversi.

Anche quando parliamo di karma di una data forma spazio-temporale, non è in realtà la forma in quanto tale che crea karma, bensì l'Anima incarnata in tale forma. Il karma è quindi sempre un concetto spirituale.

Anche nello spazio-tempo il karma che si può creare può essere positivo o negativo. E medesimo è il meccanismo di responsabilizzazione delle parti: una credenza positiva (e la conseguente illusione) responsabilizza solo chi la riceve (il quale creerà karma positivo) e non chi la invia, mentre una credenza negativa (e la conseguente paura) responsabilizza sia chi la riceve sia chi la invia (i quali entrambi creeranno in tal caso karma negativo).

Nello spazio-tempo le anime incarnate non si trasmettono il karma per via olografica, come succede sui Piani di Luce, bensì attraverso attaccamenti eterici e/o la parola e/o l'azione. Le anime incarnate quindi non hanno accesso alle informazioni che le stesse Anime hanno sui Piani di Luce, ciò al fine di permettere a tali anime incarnate di godere dell'esperienza spazio-temporale senza sapere già tutto degli altri, cosa che impedirebbe l'apprendimento delle lezioni sensoriali tipicamente spazio-temporali.

Nello spazio-tempo l'informazione che viene trasmessa e crea karma deve essere distinta, a differenza di quanto accade nei Piani di Luce, in informazione eterica ed informazione fisica. La prima si trasmette attraverso attaccamenti eterici, parola ed azione. La seconda invece si trasmette solo attraverso la parola e l'azione.

A differenza di quanto accade sui Piani di Luce, nello spazio-tempo è possibile per l’Anima vivere (indirettamente) anche pensieri distorti, dato che la forma spazio-temporale può anche vivere di energia non puramente magnetica (elettromagnetica, elettrica e radioattiva). Anzi, l'esperienza spazio-temporale serve proprio per permettere all'Anima di fare esperienza non solo della propria Saggezza (pensieri di comunione) ma anche della propria Sapienza (pensieri di autodifesa): l'Anima sui Piani di Luce non ha alcun bisogno di difendersi dato che non vi è alcuna esperienza sensoriale che permetta l'attacco verso qualcuno, e perciò in tali piani l'autodifesa è una distorsione (a differenza di quanto accade nello spazio-tempo dove l'autodifesa è una necessità). Nello spazio-tempo la Sapienza è necessaria, di conseguenza ciò di cui fa esperienza nello spazio-tempo l’Anima che si è autodifesa nei Piani di Luce è di una rispettiva offesa (Credenza), che è una distorsione nello spazio-tempo.

Ora, dopo quanto detto riguardo al karma nei Piani di Luce ed al karma nello spazio-tempo, è chiaro che solo quelle caratteristiche in comune ad entrambi tali tipi di karma possono causare una reincarnazione dell'Anima in corpi diversi, dato che il concetto di reincarnazione di un'Anima ha senso proprio per poter permettere ad un'Anima di comprendere nello spazio-tempo ciò che non ha compreso nei Piani di Luce.

Basandoci quindi sulle caratteristiche sopra delineate in comune tra i due tipi di karma, possiamo affermare:
- che ciò che si reincarna sono solo le Anime.

- che ciò che si reincarna è l'Anima e non la forma spazio-temporale o una parte di essa (ad esempio, il corpo astrale). L'Anima si incarna completamente una sola volta nello spazio-tempo in questo ciclo spazio-temporale di espansione e contrazione (vedi anche: http://www.ascensione.org/il_gioco_della_vita.htm ).

Tuttavia l'Anima si può collegare (senza cioè incarnarvisi completamente, ma solo parzialmente) a molteplici forme spazio-temporali nello stesso ciclo spazio-temporale ed anzi, ancor più, anche contemporaneamente.
In quanto Spirito tout court, solo le Anime creano karma. In quanto Spirito incarnato nello spazio-tempo, tutte le forme di Spirito (scintille divine, spiriti collettivi ed Anime) creano karma in quanto forma spazio-temporale, e tale karma si trasmette geneticamente da forma a forma.
- che la reincarnazione avviene non solo se c'è karma negativo, ma anche karma positivo: entrambi si basano infatti su Credenze, ossia su pensieri distorti.
- che la reincarnazione avviene indipendentemente dalla buona fede dell'Anima in questione: anche se cioè il karma è stato creato involontariamente ossia inconsciamente, esso comunque viene ad esistere e porta alla ripetizione karmica delle esperienze attirate da tale karma fintantoché non verrà compreso e quindi rilasciato.
Gianfry is offline  
Vecchio 19-01-2008, 15.50.38   #20
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: L'Amore tra forme umane gemelle e non gemelle

Salve e buon pomeriggio!
posso scrivere solamente, data la mia ottisità e chiusura, pazzesco claudio

ps non è polemica ma sono veramente abbacinato, all'amico gianfry mi viene sinceramente da chiedere se quanto da lui postato lo colloca in quello che definisce karma positivo, quindi buono solo per chi lo riceve nullo per chi lo invia...un suggerimento non ti stancare a me no che non sei un E.T.
fallible is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it