Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 18-02-2008, 15.51.21   #1
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
E se le religioni servissero solo a tramandare i testi sacri?

E se la religioni avessero lo scopo di tramandare i testi sacri, quindi proteggerli dalla distruzione, e basta?
Chiunque ha avuto a che fare con un bambino sin dalla nascita, sa che se non sarà pronto e maturo per apprendere una determinata conoscenza, non ci sarà modo per trasmettergliela .
Seppur sarà maturo, ogni bambino a comunque un modo diverso per apprendere, e diversamente dimostrerà di aver appreso.
In ogni caso, non possiamo essere certi, che avrà appreso in maniera indelebile e completa ciò che era nostra intenzione apprendesse.
Ci saranno delle conoscenze poi,che non gli apparteranno mai, nonostante i nostri sforzi.
Ora detto ciò, se ci pensate, l’essere umano, ha diverse fasi storiche, che possono in qualche modo corrispondere alle fasi di crescita di un singolo essere umano moderno.
Esempio : l’infanzia potrebbe coincidere con la preistoria e via di seguito.
Io sono fra quelli che sostengono che Gesù non poteva nascere molto prima ,o molto dopo di quando è successo, credo infatti, che la nascita di Gesù corrisponda con la maggiore età, in cui non c’è più bisogno di dimostrare la Fede con i sacrifici, o simili.
Nello stesso periodo di tempo circa, in uno spazio ristretto, sono nati altri profeti che nell’insieme rappresentano le maggiori religioni .

Statistiche sulla popolazione religiosa nel mondo:

In questa sede diamo i dati percentuali tratti da una fonte cristiana (2001 World Christian Trends)


Cristiani(*) 1.999.563.838 33,0%
Musulmani(**) 1.188.242.789 19,6%
Atei e non religiosi 918.248.462 15,2%
Induisti 549.583.323 9,1%
Seguaci delle religioni cinesi 384.806.732 6,4%
Buddhisti 359.981.757 5,9%
Seguaci delle religioni etniche 228.366.515 3,8%
Seguaci delle nuove religioni 102.356.297 1,7%
Sikh 23.258.412 0,4%
Ebrei 14.434.039 0,2
Seguaci dello spiritismo 12.333.735 0,2%
Altri 273.873.101 4,5%
TOTALE 6.055.049.000 100,0%
Insomma, io se fossi Dio dividerei la Verità tra diverse religioni,per impedire ciò di cui si parla nella Torre di Babele,
http://it.wikipedia.org/wiki/Torre_di_Babele
lascerei una parte di uomini, quelli appunto non poveri di spirito, i più saggi, senza Spirito Santo, e non gli chiederei di aderire ad alcuna religione, saranno infatti loro a contestare chi sulle religioni creerà delle ricchezze etc.


“Non hanno bisogno
del medico i sani,
ma gli ammalati;
non sono venuto a
chiamare a penitenza
i giusti, ma i peccatori”.
(Lc. 5,31)

Allora non distribuisco la Conoscenza ad un unico gruppo, affinché questo non lo tenga per se, per dominare il mondo come infatti le varie chiese hanno fatto, o hanno tentato di fare.
Non rispondo ad una parte di uomini se già saggi, per opporsi a chi sfrutta il potere dato dalla Fede che hanno in me.
Considerato che in un altro post, ho appunto scritto che a mio avviso, essendo noi umani dotati di Libero Arbitrio, quando preghiamo ,io per esempio come Cristiana dico il Padre Nostro, entro in contatto con lo Spirito Santo, che mi da delle risposte. Un cattolico invece si sottomette al dogma della Chiesa Cattolica,si sottomette quindi ad essa.
Ma come si trasmette la Conoscenza? Attraverso i testi sacri, questi forse devono sopravvivere oltre la Nostra vita.
Se io fossi in Dio, quindi dono la libertà di scegliere tra bene e male ,famosa mela, a dei bambini, che devono crescere attraverso i secoli.
Ben sappiamo che per Lui la Nostra vita terrena non è importante,
Quindi il potere delle chiese potrebbe essere strumentale alla salvezza dei testi sacri .
Voi che ne pensate?Questo giustificherebbe il rogo di Giordano Bruno avvenuto il 17 febbraio del 1600, o altre atrocità compiute in nome di Dio?
ornella is offline  
Vecchio 19-02-2008, 09.21.32   #2
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: E se le religioni servissero solo a tramandare i testi sacri?

Ciao Ornella!

Citazione:
Da Ornella:
Ben sappiamo che per Lui la Nostra vita terrena non è importante,

Veramente io pensavo che la nostra vita terrena per Lui è importante ( "più di quella dei passeri e dei gigli"... )

Comunque per quanto riguarda i testi sacri, dal mio punto di vista li ritengo importanti ma certo non indispensabili a livello "pratico", nel senso che lo Spirito può percorrere infinite strade e quella attraverso cui parla in modo eccelso è il cuore, la nostra interiorità... i testi possono aiutare, ma dallo Spirito si "nasce", ovvero siamo "noi" il nostro testo sacro indispensabile...
...in mancanza di testi scritti probabilmente verrebbe tutto tramandato oralmente, cosa che sicuramente, nel segreto, alcuni stanno già facendo...

I bambini per crescere e conoscere hanno soprattutto bisogno di un esempio... un sacro esempio che li conduca verso l'infinito che è in loro...
( perché non è detto che avere un testo sacro ci assicuri una conoscenza, piccola o grande, della "verità"... con tutto il dovuto rispetto per i testi sacri, ovviamente! )
"La parola conduce
l'esempio trascina"
Buona giornata!
veraluce is offline  
Vecchio 19-02-2008, 12.04.35   #3
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: E se le religioni servissero solo a tramandare i testi sacri?

Citazione:
Originalmente inviato da veraluce
Ciao Ornella!



Veramente io pensavo che la nostra vita terrena per Lui è importante ( "più di quella dei passeri e dei gigli"... )

Comunque per quanto riguarda i testi sacri, dal mio punto di vista li ritengo importanti ma certo non indispensabili a livello "pratico", nel senso che lo Spirito può percorrere infinite strade e quella attraverso cui parla in modo eccelso è il cuore, la nostra interiorità... i testi possono aiutare, ma dallo Spirito si "nasce", ovvero siamo "noi" il nostro testo sacro indispensabile...
...in mancanza di testi scritti probabilmente verrebbe tutto tramandato oralmente, cosa che sicuramente, nel segreto, alcuni stanno già facendo...

I bambini per crescere e conoscere hanno soprattutto bisogno di un esempio... un sacro esempio che li conduca verso l'infinito che è in loro...
( perché non è detto che avere un testo sacro ci assicuri una conoscenza, piccola o grande, della "verità"... con tutto il dovuto rispetto per i testi sacri, ovviamente! )

"La parola conduce
l'esempio trascina"
Buona giornata!
La vita è credo strumentale alla Nostra vita ultraterrena, in tal senso non è importante.

"I bambini per crescere e conoscere hanno soprattutto bisogno di un esempio... un sacro esempio che li conduca verso l'infinito che è in loro...
( perché non è detto che avere un testo sacro ci assicuri una conoscenza, piccola o grande, della "verità"... con tutto il dovuto rispetto per i testi sacri, ovviamente! )"Infatti, Lui si definisce nostro Padre, hai notato che strano il comandamento "Onora il padre e la madre"? Al tempo stesso nei Vangeli è chiaramente scritto di riconoscere come Padre solo Dio.
Se rifletti sulla Bibbia, prima di Gesù, le punizioni erano dirette, e veniva chiesta agli uomini la prova della loro Fede.La paura muoveva e spingeva il fedele, e non la molla dell'Amore, verso il Nostro prossimo, e verso Dio.Siamo fatti a sua immagine e somiglianza, e Lui è Nostro Padre.Per ora mi fermo qui, spero prosegua questa discussione
ornella is offline  
Vecchio 27-02-2008, 22.44.37   #4
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: E se le religioni servissero solo a tramandare i testi sacri?

Citazione:
Originalmente inviato da ornella
E.....Quindi il potere delle chiese potrebbe essere strumentale alla salvezza dei testi sacri .
Voi che ne pensate?Questo giustificherebbe il rogo di Giordano Bruno avvenuto il 17 febbraio del 1600, o altre atrocità compiute in nome di Dio?

Potrei benissimo sbagliarmi ma dai testi sacri sono venute fuori più scelleratezze e mostruosità che benefici veri e propri. compresa la morte di milioni di innocenti.

Ultimamente ho trovato la risposta ad una domanda che mi ponevo da parecchio tempo: perchè Gesù, che sapeva leggere e scrivere, non ha lasciato niente di scritto? Neppure una mezza paginetta?

Semplicemente perchè non voleva fondare una nuova religione.
La faccenda di Pietro è stata ben inserita dalla chiesa per darsi un'aria di legittimità, un diritto di esistere.

Gesù ha fornito delle spiegazioni semplicissime: vi riconosceranno da come vi amerete gli uni con gli altri.
Quindi non c'era alcun proselitismo da fare ma solo un insegnamento attraverso l'esempio.
Poi ha detto che esiste un solo comandamento: ama Dio, ama il prossimo, ama te stesso.
Ecco la vera e reale e divina trinità comprensibile per tutti.

Per concludere, tramandare oralmente due cosine come queste non ci volevano certo scienziati o appunti scritti. E ciascun individuo avrebbe lavorato su questi due punti cardine con la propria vita, la propria esperienza, il proprio personale impegno di testimonianza e attuazione della Sua Parola.
Tutto quello che viene scritto muore, si paralizza, si cristallizza, viene privato di ogni forma di vitalità. Ed è su questa forma mortale che la chiesa ha fondato il proprio impero.
Lo scritto divenuto mutabile solo attraverso traduzioni su traduzioni non basate sull'esperienza ma su cultura più o meno elevata, è destinato a perdere il significato originario, divenendo così strumento fuorviante, paralizzante, oppressivo, distruttivo.
Mary is offline  
Vecchio 28-02-2008, 11.46.51   #5
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: E se le religioni servissero solo a tramandare i testi sacri?

Citazione:
Originalmente inviato da ornella
E se la religioni avessero lo scopo di tramandare i testi sacri, quindi proteggerli dalla distruzione, e basta?
Certamente ha anche questa funzione storica.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 28-02-2008, 13.12.00   #6
daniele75
Ospite abituale
 
L'avatar di daniele75
 
Data registrazione: 12-10-2007
Messaggi: 127
Riferimento: E se le religioni servissero solo a tramandare i testi sacri?

é se un giorno capiresti che un fondo di verità giace nei testi sacri? é ti concentreresti sul messaggio dei profetti che trabocca di verità?a che ti servirebbe sapere che le religioni aspirano a tramandare i testi sacri?

Vedi il lato positivo,nei testi sacri vi é racchiusa la verità,leggili é analizzali con il cuore,con l'intuito,dimentica per un attimo tutto quello che ti hanno raccontato frutto della loro incomprensione oppure di una comprensione voluta a scopo di tenere a bada la massa.Hai a disposizione dei testi molto importanti che possono svelarti la realtà universale che trascende ogni divisione,perche perdersi in domande cosi razionali?
Vuoi ancora dare ascolto a quel piccolo 9% della mente pensante ricca di cultura illosoria o vuoi cominciare a risvegliare il divino che stà in tè?
A loro non interessa che tu ti risvegli,ti vogliono insicura e superficiale,completamente soggiogata dalla tua stessa cultura che ti tiene all'interno di quei quattro muri che caratterizzano la mente pensante(il 9%).
Ascolta Gesù,il buddha,maometto et etc,loro ti dicono la verità,ascolta con il cuore......
daniele75 is offline  
Vecchio 28-02-2008, 22.00.21   #7
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: E se le religioni servissero solo a tramandare i testi sacri?

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Potrei benissimo sbagliarmi ma dai testi sacri sono venute fuori più scelleratezze e mostruosità che benefici veri e propri. compresa la morte di milioni di innocenti.

Ultimamente ho trovato la risposta ad una domanda che mi ponevo da parecchio tempo: perchè Gesù, che sapeva leggere e scrivere, non ha lasciato niente di scritto? Neppure una mezza paginetta?

Semplicemente perchè non voleva fondare una nuova religione.
La faccenda di Pietro è stata ben inserita dalla Chiesa per darsi un'aria di legittimità, un diritto di esistere.

Gesù ha fornito delle spiegazioni semplicissime: vi riconosceranno da come vi amerete gli uni con gli altri.
Quindi non c'era alcun proselitismo da fare ma solo un insegnamento attraverso l'esempio.
Poi ha detto che esiste un solo comandamento: ama Dio, ama il prossimo, ama te stesso.
Ecco la vera e reale e divina trinità comprensibile per tutti.

Per concludere, tramandare oralmente due cosine come queste non ci volevano certo scienziati o appunti scritti. E ciascun individuo avrebbe lavorato su questi due punti cardine con la propria vita, la propria esperienza, il proprio personale impegno di testimonianza e attuazione della Sua Parola.
Tutto quello che viene scritto muore, si paralizza, si cristallizza, viene privato di ogni forma di vitalità. Ed è su questa forma mortale che la chiesa ha fondato il proprio impero.
Lo scritto divenuto mutabile solo attraverso traduzioni su traduzioni non basate sull'esperienza ma su cultura più o meno elevata, è destinato a perdere il significato originario, divenendo così strumento fuorviante, paralizzante, oppressivo, distruttivo.
Credo che ora che c'è più accessibilità, alla cultura, e quasi tutti sappiamo leggere, perdano senso le religioni, ma forse nei millenni,i testi sacri se non protetti da un potere, forse sarebbero andati perduti, magari per riscaldarsi, in una notte troppo fredda. Credo che Gesù non ha scritto nulla, perchè l'altrui testimonianza, ha sicuramente più valore del parlarsi addosso, ti immagini che tristezza il resoconto di suo pugno dei miracoli. Non voglio dire che Gesù intendesse fondare una Chiesa, ma sapeva che diverse sarebbero sorte a Lui ispirate. Questo conferma la mia tesi. Cioè sapeva di lasciare una situazione ambigua, non ci ha dato indicazioni precise, e inequivocabili. Perchè probabilmente, solo attraverso, il nostro ragionamento, possiamo comprendere. Se ho Fede, devo credere che il senso ultimo delle sue parole, è rimasto, immutato. Credo che la Bibbia, si sveli, o riveli, oltre la normale logica, attraverso lo spirito Santo, si adegui al singolo che in quel momento la legge. Per questo motivo a parer mio non andrebbe spiegata, ma vissuta.Credo sappiate che dopo che Gesù è risorto, lo Spirito Paraclito o Santo, è divenuto accessibile a tutti, e non solo ad alcuni profeti.Noi ora qui ci confrontiamo, diverso, è porsi, come maestro infallibile come le Chiese fanno.
Per Daniele, il tuo è un punto di arrivo, è ciò che suppongo, spero che per cultura illusoria, intendi i dogmi, in questo caso sarei d'accordo.E' un confronto, quello che cerco, per non ragionare sempre da sola.
ornella is offline  
Vecchio 03-03-2008, 23.06.17   #8
Mosè
Ospite
 
L'avatar di Mosè
 
Data registrazione: 02-03-2008
Messaggi: 19
Riferimento: E se le religioni servissero solo a tramandare i testi sacri?

Citazione:
Originalmente inviato da ornella
La vita è credo strumentale alla Nostra vita ultraterrena, in tal senso non è importante.

"I bambini per crescere e conoscere hanno soprattutto bisogno di un esempio... un sacro esempio che li conduca verso l'infinito che è in loro...
( perché non è detto che avere un testo sacro ci assicuri una conoscenza, piccola o grande, della "verità"... con tutto il dovuto rispetto per i testi sacri, ovviamente! )"Infatti, Lui si definisce nostro Padre, hai notato che strano il comandamento "Onora il padre e la madre"? Al tempo stesso nei Vangeli è chiaramente scritto di riconoscere come Padre solo Dio.
Se rifletti sulla Bibbia, prima di Gesù, le punizioni erano dirette, e veniva chiesta agli uomini la prova della loro Fede.La paura muoveva e spingeva il fedele, e non la molla dell'Amore, verso il Nostro prossimo, e verso Dio.Siamo fatti a sua immagine e somiglianza, e Lui è Nostro Padre.Per ora mi fermo qui, spero prosegua questa discussione

Hai giorni nostri non credo che se uno ama Dio lo fa per paura , anche perche ho visto in questo forum che concetto c e sul inferno, il fatto di onorare il padre e la madre non significa che li devi mettere a posto di Dio .
Il Signore si ti comanda di onorarli e rispettarli per allungare i giorni della tua vita ma al primo posto devi mettere il Signore .
Per esempio se tuo padre ti obbligasse a far del male alle persone , allora no devi fare la volontà di Dio , non devi fare del male a nessuno , questo intendeva il vangelo ma il rispetto verso il genitore ci va sempre .
spero di esprimermi in modo chiaro .
saluti
Mosè is offline  
Vecchio 03-03-2008, 23.15.00   #9
Mosè
Ospite
 
L'avatar di Mosè
 
Data registrazione: 02-03-2008
Messaggi: 19
Riferimento: E se le religioni servissero solo a tramandare i testi sacri?

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Potrei benissimo sbagliarmi ma dai testi sacri sono venute fuori più scelleratezze e mostruosità che benefici veri e propri. compresa la morte di milioni di innocenti.

Ultimamente ho trovato la risposta ad una domanda che mi ponevo da parecchio tempo: perchè Gesù, che sapeva leggere e scrivere, non ha lasciato niente di scritto? Neppure una mezza paginetta?

Semplicemente perchè non voleva fondare una nuova religione.
La faccenda di Pietro è stata ben inserita dalla chiesa per darsi un'aria di legittimità, un diritto di esistere.

Gesù ha fornito delle spiegazioni semplicissime: vi riconosceranno da come vi amerete gli uni con gli altri.
Quindi non c'era alcun proselitismo da fare ma solo un insegnamento attraverso l'esempio.
Poi ha detto che esiste un solo comandamento: ama Dio, ama il prossimo, ama te stesso.
Ecco la vera e reale e divina trinità comprensibile per tutti.

Per concludere, tramandare oralmente due cosine come queste non ci volevano certo scienziati o appunti scritti. E ciascun individuo avrebbe lavorato su questi due punti cardine con la propria vita, la propria esperienza, il proprio personale impegno di testimonianza e attuazione della Sua Parola.
Tutto quello che viene scritto muore, si paralizza, si cristallizza, viene privato di ogni forma di vitalità. Ed è su questa forma mortale che la chiesa ha fondato il proprio impero.
Lo scritto divenuto mutabile solo attraverso traduzioni su traduzioni non basate sull'esperienza ma su cultura più o meno elevata, è destinato a perdere il significato originario, divenendo così strumento fuorviante, paralizzante, oppressivo, distruttivo.

Mamma mia mary i comandamenti di Gesù erano due ,non uno, amerai il Signore tuo Dio con tutto te stesso 2 e amerai il prossimo tuo come te stesso
il fanatismo porto l uomo alle guerre di religioni però , in tutte queste guerre cerano gli interessi al potere alle terre e alle ricchezze , non al amore verso Dio sono cose diverse , tutti coloro che scelgono la guerra non sono veritieri , non hanno lo spirito del Signore , perche Dio e amore e pace .
Un animo buono si apre alle scritture , prega e leggi vedrai le cose più chiaramente
Mosè is offline  
Vecchio 04-03-2008, 14.27.30   #10
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: E se le religioni servissero solo a tramandare i testi sacri?

Citazione:
Originalmente inviato da Mosè
Hai giorni nostri non credo che se uno ama Dio lo fa per paura , anche perche ho visto in questo forum che concetto c e sul inferno, il fatto di onorare il padre e la madre non significa che li devi mettere a posto di Dio .
Il Signore si ti comanda di onorarli e rispettarli per allungare i giorni della tua vita ma al primo posto devi mettere il Signore .
Per esempio se tuo padre ti obbligasse a far del male alle persone , allora no devi fare la volontà di Dio , non devi fare del male a nessuno , questo intendeva il vangelo ma il rispetto verso il genitore ci va sempre .
spero di esprimermi in modo chiaro .
saluti
Infatti ho detto "muoveva" e non "muove".
Credo ci volesse indicare con quel comandamento un percorso di crescita. Onora il padre e la madre, anche se non hanno un comportamento accettabile? Forse si, accetta il padre e la madre, per i loro limiti, perchè tante nostre paure sono dovute ai loro limiti, perchè tutti i figli imputano ai genitori delle mancanze, ma noi dobbiamo onorarli. Nel fare realmente ciò si perdonano, e si diventa fratelli agli occhi di Dio, perchè maturati e liberi da questo vincolo psicologico .
ornella is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it