Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 18-03-2008, 08.15.59   #21
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: La Natura Della Compassione

Citazione:
Originalmente inviato da Flow
Quello che c'e' o non c'e' e' relativo,
scaturisce dalla compassione nell'atto di conoscersi..
Ecco..così oltre ad essere più chiaro,dici ciò che è sottinteso:che ciò la Compassione c'è sempre..
Forse dovremmo metterci d'accordo su quale "piano " parlare,o sottolinearlo tutte le volte,per non vederselo sottolineare..
Ehi Yam..ma quante penne rosse hai distribuito in giro?
Ciao Flow
Noor is offline  
Vecchio 18-03-2008, 09.11.09   #22
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: La Natura Della Compassione

Citazione:
Originalmente inviato da Flow
Nel tentativo di unire la forma con quello da cui la forma ha origine si ha invece l'incompassione, cioe' l'inconsapevolezza della separazione, il non-dimorare nel cio' che e', il non-trovare cio' che e', e il non amare cio' che e'..

Ciao Flow
Vuoi dire che chi tenta di unire la forma con l'origine della forma non giunge alla compassione? Perché c'è "forzatura" nel tentativo?

In proposito vorrei porvi un ulteriore domanda
Faccio un esempio: ci sono due persone che si comportano entrambe con compassione... una di queste lo fa in modo naturale e l'altra lo fa perché crede che sia giusto, è intenzionato ad avere compassione (la differenza tra i due è la stessa che c'è tra chi è in Dio, nell'Essere,etc e chi invece crede in Dio, nell'Essere, etc )

A livello interiore, evolutivo, karmico, etc.. in cosa sono realmente "diverse" queste due persone?

Non so se ho posto bene la domanda... spero che si capisca...

Buona giornata a voi!
...e grazie Yam per la risposta
veraluce is offline  
Vecchio 18-03-2008, 10.44.19   #23
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: La Natura Della Compassione

Citazione:
Citazione:
Originalmente inviato da Flow
Nel tentativo di unire la forma con quello da cui la forma ha origine si ha invece l'incompassione, cioe' l'inconsapevolezza della separazione, il non-dimorare nel cio' che e', il non-trovare cio' che e', e il non amare cio' che e'..
ben detto.....

Citazione:
Ciao Flow
Vuoi dire che chi tenta di unire la forma con l'origine della forma non giunge alla compassione? Perché c'è "forzatura" nel tentativo?
perchè c'è "intenzione" (desiderio, ego...)....

Citazione:
In proposito vorrei porvi un ulteriore domanda
Faccio un esempio: ci sono due persone che si comportano entrambe con compassione... una di queste lo fa in modo naturale e l'altra lo fa perché crede che sia giusto, è intenzionato ad avere compassione (la differenza tra i due è la stessa che c'è tra chi è in Dio, nell'Essere,etc e chi invece crede in Dio, nell'Essere, etc )
la compassione non è ostentazione di "buone azioni" per conseguire immagine, meriti terreni, ultraterreni, karmici.... quindi nel secondo caso non si può parlare di compassione...

Citazione:
A livello interiore, evolutivo, karmico, etc.. in cosa sono realmente "diverse" queste due persone?
lascia perdere esseri, evoluzioni e karmi.... sempre desideri.....
andre2 is offline  
Vecchio 18-03-2008, 11.17.31   #24
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: La Natura Della Compassione

Citazione:
Originalmente inviato da sorrydi
....spero mi consenta di avere aiuti a livello pratico/virtuale,ricordandoti,di soprassedere alla tua/vostra paura,nei miei,o di chiunque confronti,di non capire,o fraintendere la parola virtuale.

in sostanza compassione...
atisha is offline  
Vecchio 18-03-2008, 11.55.07   #25
sorrydi
Ospite abituale
 
L'avatar di sorrydi
 
Data registrazione: 07-03-2008
Messaggi: 44
Riferimento: La Natura Della Compassione

Citazione:
Originalmente inviato da veraluce
Ciao Flow
Vuoi dire che chi tenta di unire la forma con l'origine della forma non giunge alla compassione? Perché c'è "forzatura" nel tentativo?

In proposito vorrei porvi un ulteriore domanda
Faccio un esempio: ci sono due persone che si comportano entrambe con compassione... una di queste lo fa in modo naturale e l'altra lo fa perché crede che sia giusto, è intenzionato ad avere compassione (la differenza tra i due è la stessa che c'è tra chi è in Dio, nell'Essere,etc e chi invece crede in Dio, nell'Essere, etc )

A livello interiore, evolutivo, karmico, etc.. in cosa sono realmente "diverse" queste due persone?

Non so se ho posto bene la domanda... spero che si capisca...

Buona giornata a voi!
...e grazie Yam per la risposta

Ciao veraluce,vorrei provare a rispondere io alla tua domanda.
Penso che la persona che è conpassionevolmente piu' naturale,si avvicini piu' a "Dio",al suo centro .
Viceversa una persona che ha conpassione,perchè crede che cio' sia giusto,si trova in una condizione di identificazione,piu' senplicemente sa' che è quella la strada,ma non lo ha ancora assimilato,lo fa per processo meccanico,che non è ancora vero Amore.
sorrydi is offline  
Vecchio 18-03-2008, 18.14.00   #26
Flow
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2006
Messaggi: 317
Riferimento: La Natura Della Compassione

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Ecco..così oltre ad essere più chiaro,dici ciò che è sottinteso:che ciò la Compassione c'è sempre..
Forse dovremmo metterci d'accordo su quale "piano " parlare,o sottolinearlo tutte le volte,per non vederselo sottolineare..



Quando sono arrivato qui' sul forum mi e' capitato di usare questi concetti tipo il manifesto, l'immanifesto, l'illuminazione, la forma, non-forma, i livelli di coscienza.. ecc.. senza sapere bene cosa volessero dire. Non ho mai veramente imparato questa cosa dei "piani", cosa vuol dire compassione in ogni piano di coscienza ecc.. imparo sul momento, uso il significato percepito sul momento di cosa si intende per "piani", mi ritrovo gia' in me questo significato, le circostanze della vita sono gia' in me, con internet per esempio si perde il concetto di circostanze della vita inteso come esteriori, ambiente in cui si vive.. si potrebbe dire che tutto e' una circostanza interiore, (come dice Atisha che tutto e' mente forse..) quindi non c'e' bisogno di unire qualcosa, o raggiungere qualcosa, si sa che l'inconsapevolezza della separazionee' e' il concetto stesso che e' preso per vero, che si manifesta in quel meccanismo che e' intenzione di annullare la tenzione, (il gatto che si morde la coda..)
Quando scrivo per esempio non so bene casa scrivo.. il mio scrivere procede finche non sento piu' quella sensazione di avere come una zecca conficcata nel cuore, ma non ho proprio idea cosa puo significare per voi.. io sono in qualche modo costretto a 'svuotarmi', altrimenti non mi reggo nemmeno in piedi.. e' una maledizione-benedizione senza via d'uscita..
Ad un certo piano di consapevolezza ci si rende conto che c'e' un'influenza geografica dei significati, qui' per esempio 'compassione' (che e' di origine buddista mi pare), e' molto influenzato da quello cattolico.. (pieta' e buonismo)
Flow is offline  
Vecchio 18-03-2008, 18.41.29   #27
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: La Natura Della Compassione

Citazione:
Originalmente inviato da Flow
Quando scrivo per esempio non so bene casa scrivo.. il mio scrivere procede finche non sento piu' quella sensazione di avere come una zecca conficcata nel cuore, ma non ho proprio idea cosa puo significare per voi.. io sono in qualche modo costretto a 'svuotarmi', altrimenti non mi reggo nemmeno in piedi.. e' una maledizione-benedizione senza via d'uscita..
Grazie Flow per questa tua schietta confessione,che accolgo
Vedo che c'è una motivazione catartico nel tuo scrivere..va benissimo..nulla da dire..Pian piano ci si conosce meglio..

PS Per "piani " intendo o s'intende quello relativo o duale da quello Assoluto,non mentale non duale.
Noor is offline  
Vecchio 18-03-2008, 18.54.53   #28
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: La Natura Della Compassione

Citazione:
Originalmente inviato da Flow
Ad un certo piano di consapevolezza ci si rende conto che c'e' un'influenza geografica dei significati, qui' per esempio 'compassione' (che e' di origine buddista mi pare), e' molto influenzato da quello cattolico.. (pieta' e buonismo)

Spesso si fa questa confusione.
Karuna e' il termine sanscrito che indica compassione, non e' un termine buddista.
La compassione in questo caso e' l'unione degli opposti.
Non e' ne gioia ne dolore, ma entrambi fusi in un unico sentire.
Quando la separazione tra noi e tutto il resto viene a cessare, nella non dualita', rimane quell'unico sentire.
Siccome ora tu sei nella dualita', e io anche, cio' che possiamo fare e' discriminare tra il vero Se' e il falso se' (Drigdrisyaviveka nell'Advaita).
Quando impariamo a riconoscere il nostro vero Se' e a dimorarci diveniamo piu' compassionevoli semplicemente perche' tutte le nostre energie non vengono disperse all'esterno. Tutto si focalizza nel momento presente, non essendo piu' distratti dal pensiero, e quindi cogliamo ogni movimento della Vita, come unica Vita.
Leggere U.G. ti ha fatto male.
Yam is offline  
Vecchio 19-03-2008, 08.43.28   #29
sorrydi
Ospite abituale
 
L'avatar di sorrydi
 
Data registrazione: 07-03-2008
Messaggi: 44
Riferimento: La Natura Della Compassione

Citazione:
Originalmente inviato da atisha
in sostanza compassione...


E gia' Atisha,non ci avevo pensato.
sorrydi is offline  
Vecchio 19-03-2008, 09.41.53   #30
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: La Natura Della Compassione

Citazione:
Da Andre2:
lascia perdere esseri, evoluzioni e karmi.... sempre desideri.....

Ciao Andre2 ...
Scusami, giusto per sapere: Ma il Buddhismo di cui spesso hai parlato, non fa riferimento anche al Karma?

La tua risposta l'ho compresa, l'apprezzo in quanto spontanea e personale (suppongo) e nel contenuto anche la condivido... ma i buddhisti (mi riferisco a questi perché mi pare che sovente in passato ti sei ricollegato a tale tipo di percorso spirituale) cosa dicono: i "karmi" sono desideri?


X Sorrydi:

Da quanto avevi scritto nel primo post:

Citazione:
Da Sorrydi:
Ricapitolando,nel mio profondo, so che abita il bene,ma in superficie,a volte non accetto di essere conpassionevole,anzi per essere preciso,non è che non accetto di avere conpassione,per un mio simile,ma non ho nemmeno lo stimolo opposto,qualsiasi sia l'opposto di conpassione.
Forse il problema, sta' nel fatto che appunto, non vado oltre,e non vedo,la profondita' dell'essere aldila' della superficie,aldila' dell'onda.
Ora comincio a intravvedere la mia profondita',di conseguenza posso specchiarmi,spero di trovare Amore profondo e conpassione
.

A quanto sei riuscito ad esprimere nel dare una risposta alla mia domanda:

Citazione:
Da Sorrydi:
Ciao veraluce,vorrei provare a rispondere io alla tua domanda.
Penso che la persona che è conpassionevolmente piu' naturale,si avvicini piu' a "Dio",al suo centro .
Viceversa una persona che ha conpassione,perchè crede che cio' sia giusto,si trova in una condizione di identificazione,piu' senplicemente sa' che è quella la strada,ma non lo ha ancora assimilato,lo fa per processo meccanico,che non è ancora vero Amore.

...ho l'impressione che ci stai riuscendo ad andare oltre la superficie...
...bentrovato Sorrydi , grazie per la risposta.

Buondì a tutti!
veraluce is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it