Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 16-03-2005, 16.13.37   #31
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Citazione:
Messaggio originale inviato da GiraSole
Quanti esperti...
Approfitto per fare una domanda, ma uno
(non Uno) che ancora non ha un'ego lo può "perdere"? (per usare la vostra definizione che non condivido)

Ma questo "uno" e' un essere umano?
Conosci esseri umani senza ego?
O che l'hanno perso?
L'ego volta la schiena al Padre, ma una volta che il Padre si scoccia lo prende e lo gira dalla Sua parte, questo e' un momento evolutivo ma indipendente dalla volonta' personale.
Se invece intendi un ego poco evoluto...ebbene questo...il livello di evoluzione...e' solo Egli a conoscerlo*......sempre e solo lo Santo Padre Tutto.....l'umano concetto di evoluzione e' solo un concetto....


* anche se i livelli piu' grossolani sono facilmente intuibili...anche a noi...

Ultima modifica di Yam : 16-03-2005 alle ore 16.27.10.
Yam is offline  
Vecchio 16-03-2005, 16.58.24   #32
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Quoto Yam ma rispondo anche a Mirror

Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Ma questo "uno" e' un essere umano?
Conosci esseri umani senza ego?
O che l'hanno perso?

Questa è una cosa che devi chiedere per esempio a Mirror, anche se adesso ha leggermente corretto il tiro.
Certo "superare" e "trascendere" sono parole che nella sostanza non sono molto diverse da "perdere".... non sto pignoleggiando sulle parole... se si vuole abbandonare logica, mente etc bisogna farlo completamente e disinteressandosi completamente di ciò che dicono e/o pensano coloro che ancora la usano, si dice tutto accade (ed in parte è vero, in parte no) ma poi si cerca di convincere gli altri che devono lasciarsi accadere, perchè?
Perchè uno sveglio dovrebbe dire ad uno che dorme che sta dormendo? Se dorme non lo sente... e se tutto accade non è nelle possibilità dello sveglio di svegliare uno che dorme... non mi si racconti la balla dello strumento divino... che è una gratificazione dell'ego anche quella "io sono tutt'uno con il capo" ma allora è ancora una divisione... perchè se lo sei (unito tutt'uno) decidi....

Io avevo scritto che usavo la vostra definizione....



P.s. c'è anche un'altra discussione che ancora aspetta una risposta da Atisha ed eventualmente anche una di Yam (non siete obbligati ovviamente)
Uno is offline  
Vecchio 16-03-2005, 17.03.28   #33
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
x Yam

Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
.....l'umano concetto di evoluzione e' solo un concetto....
Solo un concetto?

"Evoluzione" in rapporto ad "involuzione" è un concetto, ti pare? L'evoluzione in sè, esiste, anche se potrebbe essere considerata "involuzione"... è comunque un progressivo cambiamento che insegue una causa con l'effetto di un adattamento.

Se la causa trascende l'effetto si ha l'estinzione...

Anche in campo spirituale avviene una "evoluzione" e consiste nel far conseguire alla "conscia" Consapevolezza la extra-conscia (che non sta per "inconscia") realtà della nostra essenza spirituale (essere, quale oggetto ideale nel contesto del Resto).
Mistico is offline  
Vecchio 16-03-2005, 17.14.33   #34
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
x Gira

Mi chiedevo, qualche passaggio fà, quale fondamentale differenza ci fosse tra la mia filosofia e quella di Mirror (che Ivo ce lo conservi): Credo di averla individuata...

"La concezione del ruolo dell'Io."

Se il taoismo (che credo Mirror professi) considera l'Io come un impedimento alla possibilità di concepire l'unità del sè con il Resto, per me l'Io costituisce impedimento fino ad un determinato momento, oltre il quale cessa di essere un ostacolo, ed, anzi, l'Io diviene uno strumento che consente una buona accelerazione del progresso interiore spirituale.

Se è vero che tutto è parte di Dio, ogni Parte ha valenza uguale alle altre. Dunque l'Io è ancora importante ...anche spiritualmente.


P.S.
Non dobbiamo attribuire all'Io solo caratteristiche negative. Siamo senzienti perchè macchine biologiche, ma come parti del Tutto, noi siamo Spirito nello Spirito... mooolto alcolici!!!

Ultima modifica di Mistico : 16-03-2005 alle ore 17.19.57.
Mistico is offline  
Vecchio 16-03-2005, 17.17.00   #35
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Re: x Yam

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mistico
Solo un concetto?

"Evoluzione" in rapporto ad "involuzione" è un concetto, ti pare? L'evoluzione in sè, esiste, anche se potrebbe essere considerata "involuzione"... è comunque un progressivo cambiamento che insegue una causa con l'effetto di un adattamento.

Se la causa trascende l'effetto si ha l'estinzione...

Anche in campo spirituale avviene una "evoluzione" e consiste nel far conseguire alla "conscia" Consapevolezza la extra-conscia (che non sta per "inconscia") realtà della nostra essenza spirituale (essere, quale oggetto ideale nel contesto del Resto).

Sai perche' e' solo un concetto?
Perche' nessuno ha una risposta "concettuale" al mistero dell'incarnazione....sconfiner esti nel paradosso.
Yam is offline  
Vecchio 16-03-2005, 17.23.28   #36
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Aspetta... aspetta!

Questo mi interessa...
Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Sai perche' e' solo un concetto?
Perche' nessuno ha una risposta "concettuale" al mistero dell'incarnazione....sconfiner esti nel paradosso.

In cosa consiste per te il "mistero dell'incarnazione"?

Ultima modifica di Mistico : 16-03-2005 alle ore 17.25.29.
Mistico is offline  
Vecchio 16-03-2005, 17.29.20   #37
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Re: Quoto Yam ma rispondo anche a Mirror

Citazione:
Messaggio originale inviato da GiraSole
Questa è una cosa che devi chiedere per esempio a Mirror, anche se adesso ha leggermente corretto il tiro.
Certo "superare" e "trascendere" sono parole che nella sostanza non sono molto diverse da "perdere".... non sto pignoleggiando sulle parole... se si vuole abbandonare logica, mente etc bisogna farlo completamente e disinteressandosi completamente di ciò che dicono e/o pensano coloro che ancora la usano, si dice tutto accade (ed in parte è vero, in parte no) ma poi si cerca di convincere gli altri che devono lasciarsi accadere, perchè?
Perchè uno sveglio dovrebbe dire ad uno che dorme che sta dormendo? Se dorme non lo sente... e se tutto accade non è nelle possibilità dello sveglio di svegliare uno che dorme... non mi si racconti la balla dello strumento divino... che è una gratificazione dell'ego anche quella "io sono tutt'uno con il capo" ma allora è ancora una divisione... perchè se lo sei (unito tutt'uno) decidi....

Io avevo scritto che usavo la vostra definizione....


Onestamente, anche se a te potrebbe sembrare il contrario, il livello di confronto su questo forum e' molto alto. A volte si possono creare problemi di linguaggio, come in questo caso, ma il succo e' sempre lo stesso: un sempre e maggior affinamento della capacita' di "estrarre l'essenza". C'e' una onesta' di fondo in Yam, in Mirror, in ognuno di noi. Questo cuore fiducioso e' un cuore vicino al Divino....da li inizia il Sentiero, quello vero.
Yam non puo' che esprimersi come si esprime, non e' voluto, non e' cercato, e' spontaneo, sincero....
Il fatto e' che quell' accadere e' un momento particolare in cui accade qualcosa che e' "impersonale", qualcosa di mai conosciuto prima...ma da sempre presente qui con noi....ed e' talmente ovvio che a volte scoppi in una risata fragorosa....
Yam is offline  
Vecchio 16-03-2005, 18.43.55   #38
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Re: Re: Quoto Yam ma rispondo anche a Mirror

Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Onestamente, anche se a te potrebbe sembrare il contrario, il livello di confronto su questo forum e' molto alto. A volte si possono creare problemi di linguaggio, come in questo caso, ma il succo e' sempre lo stesso: un sempre e maggior affinamento della capacita' di "estrarre l'essenza". C'e' una onesta' di fondo in Yam, in Mirror, in ognuno di noi. Questo cuore fiducioso e' un cuore vicino al Divino....da li inizia il Sentiero, quello vero.
Yam non puo' che esprimersi come si esprime, non e' voluto, non e' cercato, e' spontaneo, sincero....
Il fatto e' che quell' accadere e' un momento particolare in cui accade qualcosa che e' "impersonale", qualcosa di mai conosciuto prima...ma da sempre presente qui con noi....ed e' talmente ovvio che a volte scoppi in una risata fragorosa....

E' da qualche tempo che Yam esprime, anticipa, sinteticamente e con chiarezza, ciò che vorrei dire in risposta ad alcuni interventi.
C'è una sinergia non voluta in ciò...curiosamente...accade!

x GiraSole

Si, è vero sono solo parole.
Ma senza essere minimamente in antagonismo con il tuo modo di vedere, senza spirito egoico competitivo, mi sento amichevolmente di farti notare le identificazioni (i principi animatori della tua presunta libera volontà) che ancora vedo in te.
Cerco di far intuire...ma anche questo accade!

x Mistico

Mirror non professa più nessuna filosofia, tanto meno il Taoismo.
Riconosco il Taoismo, insieme ad altre filosofie non dualistiche, come fonti d'ispirazione che mi hanno aiutato a Vedere chiaramente, naturalmente.
Tutti questi preziosissimi insegnamenti sono dita che indicano...tutte invitano al medesimo "non Luogo" Silenzioso.

La "Verità" alla quale alludono, però, la si può percepire, intuire, "sperimentare" solo nell'assoluto Silenzio della mente.
E' quel Silenzio è oltre ogni religione, filosofia, musica, poesia...
E' Unico e inesprimibile...é in noi...in Te...dappertutto.


Ultima modifica di Mirror : 16-03-2005 alle ore 18.46.14.
Mirror is offline  
Vecchio 16-03-2005, 18.46.57   #39
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
x Yam

Molto vero... rispecchia perfettamente la mia idea del singolo che è in realtà un gruppo!

Tutti noi, in questo forum, siamo un più grande "singolo", un gruppo più grande e capace dei vari gruppi ("noi" individualmente presi) che lo compongono.

Siamo pensieri che si avvicendano e sondano le oscurità negli angoli bui che non abbiamo esplorato. Siamo ricordi di testimonianze che ci tornano alla luce.

Siamo una più capace mente.

Non ve ne rendete conto?

Ultima modifica di Mistico : 16-03-2005 alle ore 18.50.17.
Mistico is offline  
Vecchio 16-03-2005, 18.47.05   #40
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
l'Ars...

Citazione:
Messaggio originale inviato da GiraSole
Quanti esperti...
Approfitto per fare una domanda, ma uno
(non Uno) che ancora non ha un'ego lo può "perdere"? (per usare la vostra definizione che non condivido)

Sono esperta...cioè ne ho fatta esperienza, conosco quello che dico...ma aimè conoscere non è saper comunicare adeguatamente...
Trasmettere è ben altra cosa...la Trasmissione può avvenire anche silenziosamente...e quidi un accadere..una predisposizione dei due (o più individui) che si com-prendono...vibrando nel silenzio del corpo-mente...com-penetrandoSi.


Un individuo che non ha "ego"..cioè che non ha raggiunto quella matura identificazione o struttura narcisistica mentale..lo può comunque "perdere" (virgoletto per rendere comune l'idea della disidentificazione)....
Non è sempre necessario far viaggi "introgalattici" all'interno della coscienza sopita...o scrollarla a tutti i costi..o cercare di mantenerla vigile e ricettiva..pronta insomma all'Avvenimento.
Il "mistico" (non Umberto) ne è la prova...ma sono casi limiti...
(Lasciamo per un attimo il Karma..le vite precedenti che ci hanno inoltrato nel sentiero...)
Un forte ego...ben strutturato è più difficile da demolire..da disidentificare..da "perdere"...diciamo che è più difficile prepararlo, riassettarlo all'Avvenimento....
Esiste comunque nella maggior parte dei casi un'opera da compiere all'interno di questa struttura corpo-mente sostanziale!...sia che essa avvenga da iniziati alchimisti o da "liberi viaggiatori" come li chiamo io.
Tutto questo lavorone o lavoretto per avvicinarsi in "trasparenza" al Principio..al Divino...verso l'Assoluto.
Bisogna ad un tratto giungere vicini il più possibile a quell'Essenza....a quel Vuoto pieno di Silenzio e di "immobilità"...
Bisogna giungere vicini a quello stato di Coscienza Superiore e permettere alla stessa di penetrarci..
Bisogna cercare l'arresa...totale...per permettere all'Energia Superiore di "Trapassarci"..o alla Grazia di accadere...o svelare in Noi la completezza dell'Uno...o permettere l'autosvelamento del Sé...chiamiamolo come vogliamo..ma è il percorso..arriviamoci a nuoto o in aereo o a piedi..ma è il percorso.
percorso da fare..fino all'accadere involontario...ma l'accadere accadrà solo nello stato di rilassamento...nello stato di abbandono, nello stato dove tutto dovrà essere abbandonato..la ricerca..la meditazione...
E' un'Attesa nell'abbandono.
In quel nuovo accadere si sperimenta una mente nuova..si sperimenterà un nuovo stato di coscienza..si ri-conoscerà l'Atman..
...e si tornerà ad osservare tutto con Consapevolezza, che non è Potere superiore..o conoscere le Leggi che governano il Supremo...
Esisterà comunque l'eterna Ignoranza...ed il nuovo potere che la stessa energia libera di muoversi in noi...donerà.
Chi professa il contrario è fermo all'aspetto dell'effetto speciale..effetto stesso dell'energia accumulata strada facendo..ma non è ancora giunto all'Unione..non Vive ancora nel aver realizzato il Padre..nel Tutto..è ancora in parte governato da uno stato mentale.
Bisogna uscire dalla mente..per poi tornarci...
Ecco perchè trovo che per certi aspetti l'oriente concluda un aspetto che all'occidente manca..perchè ancora vincolato da sottili paure..quelle dell'abbandono TOTALE.
Ma così è volere Divino ed ha un perchè.

Inizio di un Viaggio che si espande.... dilata senza più un senso del fare..senza un senso del "compito"..ma si viaggia nel senso dell'accadere, dell'attimo dopo attimo e di ciò che la Vita stessa stimola e offre nel qui e ora.
Spariscono gli obiettivi..
non esite quella "responsabilità" ancora frutto di un agire autonomo..
Si vive in fiducia dell'accadere..e lo stesso accadere offrirà sicuramente senza nulla fare...l'azione da fare, svolgere..
ma tutto in armonia....senza regolamento o condotta...senza piano o aspettativa.
Non è più possibile nessuna costruzione o qualcuno che svolga una funzione..
Esiste solo il Sé..che dirige..fa..toglie.
Si è fatta la Sua Volontà.
Questo ai più sembra un discorso basato sull'irresponsabilità..sulla mancanza d'azione..
beh così pensavo anch'io, quando vivevo nell'enfasi costruita del fare e del preoccuparmi..
ora non più..eppure l'azione si sviluppa consapevolmente senza un senso od una motivazione..
Accade...






ad ogni livello di consapevolezza corrisponde un grado di Silenzio...
atisha is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it