Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 09-03-2005, 08.49.30   #1
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
La Via Ascensionale

Per sfuggire alla sofferenza, ad un’esistenza priva di senso, spesso l’uomo ricorre da sempre ad una sorta di fantasia settaria…ecco perché i guru a questo punto avanzano come i funghi dopo il temporale, portatori di verità, di particolari fantastiche tradizioni, e vengono a volte imposte con fermezza..
Queste sono tradizioni (anche se le stesse hanno un’unica “madre”) che rispecchiano ciò che è oramai morto, ed anziché liberare l’uomo avviluppato dalla forma dell’ego , ne accrescono la stessa energia e le convinzioni con un magnetismo che attraverso formulazioni specifiche fanno credere che si sviluppino qualità superiori che non possono realmente svilupparsi….
È ciò che in materia viene chiamato sfruttamento psichico alla ricerca del Super Uomo.

Per portare un vero cambiamento al mondo estero è innanzitutto necessario portare un cambiamento interno, cioè una totale rivoluzione psicologica interiore…
Questo e solo questo porterà di conseguenza in modo naturale un vero cambiamento sociale in ogni campo…
Fino a che non avremo sviluppato una comprensione radicale dell’intera struttura del nostro “io”, rimarremo vincolati dentro piccole “riforme” che le vecchie tradizioni con un po’ di esperienza ci servono da sempre, ma sempre con un ottica a parola “salvezza”..cioè agendo e pensando con un contenuto separato dalla coscienza…l’osservatore e l’osservato continuano a vivere in conflitto…

Questa scissione adattata a sacrificio e devozione e non a vera evoluzione che possa riflettere un giusto equilibrio interiore, mai giungerà a governare intelligentemente gli impulsi animali e le virtù..perché l’io sarà sempre velato dall’attenzione ma concentrato su se stesso..
Fino a che l’uomo andrà a rifugio nelle sole obsolete tradizioni, mai potrà subire una trasformazione radicale soprattutto allargata e ascensionale. Non è solo una mia affermazione, ma una semplice realtà osservabile con un po’ d’intelligenza..

Per vedere questo aspetto distorto di se stessi bisogna innanzitutto denutrite l’ego e non alimentarlo, dovremo osservare la nostra coscienza con tutti i suoi orrendi contenuti.. i suoi demoni, dovremo visionare tutte le nostre paure ed esaltazioni, da dove le stesse hanno origine..
E’ questo il coraggio che ci manca fino in fondo?..guardare la nostra paura e scoprire che la stessa è solo esistente perché esiste un “io” con le sue svariate forme colorate…
Vivere “senza io” (virgoletto…) è possibile? Sì..
Vivere senza io è corrispondente a vivere con un “io” sano ed equilibrato e non più cieco e riverente..
Si può!

Ultima modifica di atisha : 09-03-2005 alle ore 08.54.03.
atisha is offline  
Vecchio 09-03-2005, 09.02.13   #2
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
Dal punto di vista della gente comune, inconsapevole dei processi interiori, cosa risponderebbe una persone se le chiedessi :"Vorresti vivere senza io?" ?
Paolo77 is offline  
Vecchio 09-03-2005, 09.20.38   #3
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Citazione:
Messaggio originale inviato da Paolo77
Dal punto di vista della gente comune, inconsapevole dei processi interiori, cosa risponderebbe una persone se le chiedessi :"Vorresti vivere senza io?" ?


Probabilmente la persona inconsapevole intelligente chiederebbe cosa significa vivere senza io..(ed ho già dato una basilare risposta alla velata domanda..."Vivere senza io è corrispondente a vivere con un “io” sano ed equilibrato e non più cieco e riverente..")


Probabilmente la persona inconsapevole dotata di minor intelligenza, si fermerebbe alla superficie della domanda e direbbe "No!"..e girando le spalle andrebbe per la sua strada senza problemi.
atisha is offline  
Vecchio 09-03-2005, 09.28.22   #4
diecidieci
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-03-2005
Messaggi: 88

bellissimo...approvo quello che dici ....
diecidieci is offline  
Vecchio 09-03-2005, 09.31.54   #5
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Citazione:
Messaggio originale inviato da diecidieci

bellissimo...approvo quello che dici ....

grazie!!!
atisha is offline  
Vecchio 09-03-2005, 09.36.50   #6
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
"Persona inconsapevole intelligente" stride un pò....cmq secondo me chiederebbe :"Perchè dovrei vivere senza io?"...
bisogna dire che per arrivare a dire di voler vivere con un io sano prima bisogna essere stanchi di quello presente.
Per portare un cambiamento al mondo esterno, bisogna come dici tu cambiare a livello individuale, però a livello evolutivo generale siamo al terzo corpo, quindi ce ne vorrà di tempo, come è giusto che sia perchè la natura faccia il suo corso...
Paolo77 is offline  
Vecchio 09-03-2005, 09.39.13   #7
diecidieci
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-03-2005
Messaggi: 88
che bello ..ciao paolo...si diamo tempo al tempo..... se consideri che tu sei eternamente qui per comprendere.....abbiamo tutto il tempo che vogliamo......
Perchè vivere sensa io??? io gli chiederei cosa hai ottenuto ora vivendo solo con il tuo io???
diecidieci is offline  
Vecchio 09-03-2005, 09.46.39   #8
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
Un altra cosa secondo me inerente è quello che diceva Gurdjieff e cioè che la Conoscienza non è disponibile a tutti, è limitata, che solo pochi individui posso accedervi e che se ogni persona sapesse prenderne una quantità per sè, non rimarrebbe nemmeno la possibilità per quei pochi individui di usufruirne....
Paolo77 is offline  
Vecchio 09-03-2005, 09.49.38   #9
diecidieci
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-03-2005
Messaggi: 88
Citazione:
Messaggio originale inviato da Paolo77
Un altra cosa secondo me inerente è quello che diceva Gurdjieff e cioè che la Conoscienza non è disponibile a tutti, è limitata, che solo pochi individui posso accedervi e che se ogni persona sapesse prenderne una quantità per sè, non rimarrebbe nemmeno la possibilità per quei pochi individui di usufruirne....
sai paolo non la penso proprio così per me la Conoscienza è lì ed è disponibile a tutti per il semplice motivo che tu sei UNO e sei TUTTO allo stesso tempo.....
diecidieci is offline  
Vecchio 09-03-2005, 10.18.58   #10
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
elasticità...

Citazione:
Messaggio originale inviato da Paolo77
Un altra cosa secondo me inerente è quello che diceva Gurdjieff e cioè che la Conoscienza non è disponibile a tutti, è limitata, che solo pochi individui posso accedervi e che se ogni persona sapesse prenderne una quantità per sè, non rimarrebbe nemmeno la possibilità per quei pochi individui di usufruirne....

certo..dire come gurdjieff o come dieceidieci...fa parte sempre della stessa medaglia...
sia una parte che l'altra dicono in sintesi la stessa cosa...

la Conoscenza NON è disponibile per tutti..perchè c'è la mente di mezzo dell'individuo che frena...blocca la stessa auto-rivelazione

la Conoscenza E' disponibile per tutti...ma pochi la colgono, sempre per lo stesso motivo sopra: la mente, la formazione della stessa che blocca..

Oggigiorno però vi è più materiale a nostre mani..vi è più conoscenza dei meccanismi stessi e di come potersene liberare....
il Confine si espande...l'uomo nuovo avanza...
atisha is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it