Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 11-03-2005, 09.38.25   #41
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Umano, troppo umano

Condivido in pieno tutto il post che ha introdotto l’argomento in questione, cioè il primo. La ‘via ascensionale’ è un percorso complesso, che si esplica come se si affrontasse un’erta salita, nel corso del quale è necessario prima scendere all’interno della propria anima/psiche e poi riemergere stringendo fra le dita il trofeo rappresentato dal proprio Io, dall’essenza del proprio essere umani. Una volta arrivati in fondo a quello che io chiamo ‘orrido pozzo degli umori’, è necessario rimestare il fondo per far riemergere quel che vi è contenuto: il magma ribollente. E’ necessario districarsi in quell’aggroviglio di umori, di doppie personalità, di sensazioni, toccarle con mano, rivivere le emozioni a queste collegate, scoperchiare il pentolone che contiene questo magma ribollente, isolare ciascun ingrediente di questa massa informe che determina il proprio agire, riportandole alla superficie dell’Io, della propria coscienza, analizzare il tutto singolarmente, imparare a conoscerne il significato, non perderle (fanno parte dell’uomo), ricomporle, ricostruirle e ricollocarle, quindi, all’interno del proprio io proiettandoci sopra un fascio di luce che diradi le ombre entro cui hanno subdolamente agito per tanto tempo. Questo processo, che avviene in due fasi successive, la prima delle quali la definirei ‘destrutturante’, la successiva ‘ristrutturante’ (perché nulla deve essere perso, altrimenti si perderebbe anche la memoria emotiva), lo vedrei come un processo ‘ri-costruttivo’. Questo è un metodo di conoscenza di sé stessi che non comprendo però bene cosa abbia a che vedere con la spiritualità. L’intero post credo che sarebbe stato meglio nella sezione psicologia del forum (provoco: per provocare sono nato, per provocare esisto… ma non mento ). Infatti è un metodo d’indagine del profondo che attiene molto alla psicoanalisi, o meglio alla psicologia del profondo, che, guarda caso proprio della psiche/anima si occupa. Nel corso di questa operazione d’indagine ed analisi del proprio Io, è possibile rivivere le sensazioni e le emozioni che ad ogni singolo ingrediente sono collegate. Ri-costruire sé stessi non significa però annientare il proprio Io, ma come ben fai osservare tu, semplicemente riequilibrarlo, e renderlo cosciente di sé. Ribadisco, processo estremamente complesso che richiede attenzione, concentrazione, per evitare di disperdere energie, e tanto tempo, nonché un’elevatissima intelligenza speculativa ed emotiva, quindi è un processo che si compie anche con l’ausilio delle proprie facoltà mentali, non certo umorali o spiritual/divine. Significa riportare a galla, liberandola, la luce che ciascuno di noi ha spesso ben celata nei reconditi del proprio io, nutrendola e facendola avvampare. Ne conseguirebbe, secondo il mio modo di vedere le cose, che si tratterebbe di un processo psicoanalitico, non certamente spirituale. Ancora una volta: Umano, troppo umano.
Ciaooooo
visechi is offline  
Vecchio 11-03-2005, 10.12.22   #42
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
x Visechi...l'Amico mio..

Citazione:
umano, troppo umano


attentissima analisi..perfetta...
unica cosa che non viene rivelata alla mente..ma questo è il patrimonio che ci portiamo a fardello "condizionante"..è che noi siamo umani sì..ma nello stesso tempo Divini
Cosa è mai il divino?
cosa è mai l'energia,, la forza che fa muovere sole e pianeti? che ci permette di respirare? muoverci? amare?
qual'è quella forza misteriosa ?
non è altro che l'Esistenza ..la Sorgente ...il ..L'Amore (maiuscolo)..non è forse DIO???
Non è forse l'insieme di Intelligenza più Amore..questo UNO?
Quindi CHI siamo noi..se non l'espressione di DIO? possiamo quindi noi essere Dio? Divini?
Sì!
Purtroppo ci hanno sempre insegnato a negarlo questo dio e metterlo a noi lontano..giudicante...e noi miseri mendicanti dello stesso dio barbuto..dimoranti fuori del paradiso.
Cosa mai avrà voluto sottendere Gesù il Cristo se non di trovare il "cristo" in noi???l'evoluzione ascensionale? il ri-collegamento?
Cosa è mai la nostra Vita se non questa possibilità finale?
Spazzoliamo fuori per un attimo la Chiesa cattolica..e osserviamo solo le parole di tutti i Grandi saggi e Maestri..
Sono sempre le stesse... ci riportano sempre alla visione interna di noi stessi..
Dove dimora Dio...
IO sono Dio...è una bestemmia pensare il contrario..NON essere Dio....e irrispettoso pensare di NON esserlo..di essere in peccato.
prendi queste parole:
Poichè la luce (la pura consapevolezza) pervade il corpo intero, si sviluppa attaccamento per il corpo, lo si confonde con il Sé e si considera il mondo separato da se stessi (Sri Ramana Gita)
Come liberarci da questa separazione?
con la via ascensionale..con ciò che tu hai perfettamente focalizzato e riproposto...
Dove finisce la psicologia..inizia la Psicologia sacra...la Spiritualità
Cos'è la spiritualità?
continuare quel viaggio dato all'uomo alla ricerca della sua Coscienza...senza sogno.


un abbraccio
atisha is offline  
Vecchio 11-03-2005, 10.18.20   #43
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
x Visechi

Ben trovato Sir,

Come mai hai diradato tanto i tuoi interventi? Una volta eri più assiduo.

Sento il dovere di richiamarti alle tue responsabilità: Non puoi, prima guadagnarti uno spazio e poi lasciare tanto a lungo un buco vuoto dove dovresti esserci tu!

Ciao...
Mistico is offline  
Vecchio 11-03-2005, 11.50.28   #44
webmaster
Ivo Nardi
 
L'avatar di webmaster
 
Data registrazione: 10-01-2002
Messaggi: 957
Re: x Visechi

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mistico
Ben trovato Sir,
Come mai hai diradato tanto i tuoi interventi? Una volta eri più assiduo.
Sento il dovere di richiamarti alle tue responsabilità: Non puoi, prima guadagnarti uno spazio e poi lasciare tanto a lungo un buco vuoto dove dovresti esserci tu!
Ciao...
Per tutti.
Approfitto di questo messaggio di Mistico per invitare tutti, quando si tratta di comunicazioni personali e quindi off topic, ad utilizzare i Messaggi Privati del forum.
Grazie
webmaster is offline  
Vecchio 11-03-2005, 12.12.00   #45
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Bellissimi grani di sabbia

Citazione:
<… attentissima analisi..perfetta...>
diciamo che ho letto qualcosina in merito, ma soprattutto, di recente, ho avuto modo di leggere qualche poesia

Ma nonostante tutto, essendo un po’ tonto, non riesco ancora a definire Dio il coacervo di forze ed energie che pervadono l’Universo. Magari penserai si tratti di un diverso modo di definire la stessa cosa, ma non è così. Il mio Dio, Caso evolutivo autoregolatosi e intra-governantosi, scaturente dal Caos, non ha nulla di trascendente, non staziona all’interno dell’intimo umano, ne stà al di fuori. E’ un complesso di forze che interagisce con gli uomini, che lo condizionano, che s’imprime nel proprio intimo, fino quasi a giungere a con-fondersi con esso… l’intimo umano è parte di questo intrico, ma conduce con esso un’eterna battaglia in un rapporto dialettico. Noi siamo entità immerse in questa bolla primigenia, ne assaporiamo le essenze, di esse ci pasciamo, ce ne nutriamo fino a farne indigestione. Sono queste indigestioni lo scompenso che talvolta rileviamo nel nostro cuore. Entrare in comunione con le forze (non perfette) che governano l’Universo, non è, a parer mio, valicare la soglia immaginifica che ci condurrà all’interno del Tutto, ma percepire il Tutto, cioè l’Universo, e ancor più chi ci vive accanto, con la propria individualità in un rapporto simbiotico d’amore e simpatia (non innamoramento), ove è espunta la competizione, ove il merito è reso funzionale alla crescita del proprio intimo, ove noi diventiamo tassello di un complesso sistema definito umanità… in sintesi la mia, personalissima ‘anima mundi’. Se questo è Dio, bene, anch’io avverto di possedere una fiammella divina, che però è ineluttabilmente destinata a svanire, nelle sue potenzialità di mutazione, crescita e sviluppo ulteriore, con la mia morte fisica. La mia ‘eternità’ post mortem sarà tanto protratta nel tempo, quanto sarà stata importante, anche per un solo essere o per una sola sequenza di esseri umani che mi seguiranno, l’eredità che avrò lasciato in dote. Siamo qui dentro senza uno scopo specifico, non è fissato in origine, mai definito completamente; il senso della nostra esistenza è giustappunto quello che noi riusciamo a scovare vivendo intensamente questo breve segmento che ci è dato in sorte dal caso… ancora lui.

Scarne considerazioni in finta poesia:
Siam poveri grani di policroma sabbia, lanciati per aria da invisibile palmo di mano per caso o per celia. Un vento impetuoso ci colse e costrinse con sé, per spargerci attoniti fra i misteri di un cosmo remoto. Siam piccoli corpi di corruttibile carne, finiti e imperfetti, che creano a sé stessi solenni illusioni. Corriamo affannati dietro a mille visioni, celando la vista alle cose essenziali. Siam piccole lucciole che rischiaran ben poco, che intrepide sognano di essere Luce. Abbiamo certezze di quanto non c’è, scordando ogni giorno quel poco che è vero. Viviamo nell’ansia e fra mille paure, per sconfigger le quali inseguiamo Chimere. Annaspiamo in un mare d’incerti colori, per crederci eterni e sconfigger la morte. Non paghi di ciò, crediamo talvolta di esser già dei, disdegnando così il nostro essere umani, più spesso però ci creiamo gli dei per non essere soli, obliando per sempre chi è inchiodato alla croce. Con passione e rigore riveliamo misteri che nessuno conosce, consacrati per veri. Quando il dubbio ci coglie, ignoriamo quel fiato, trasformandolo presto in sterile ciarla. Ci creiamo Sapienze di cui non abbiamo la chiave, esperienze lunari che a tutti narriamo ed ipotesi strane mai viste o sentite, eludendo ogni volta di prestare attenzione a quel poco di vero entro cui siamo immersi. Ci crediamo padroni del nostro pensiero, elevandoci fieri più in su di ogni voce, ma scordando per strada che siam solo minuti granelli di policroma sabbia. Frastornati, ogni tanto, soggiacciamo all’imperio del vento che, con impeto ‘insano’, spazza via l’effimera rocca, per lasciarci avviliti e ricondurci per mano alla solida terra che un bel dì lasceremo.

Ciao … comunque ribadisco che fa piacere sentirsi definire amico… ricambio con un abbraccio.
Come vorrei vedere la Follia dei sentimenti impossessarsi un po’ di tutti

visechi is offline  
Vecchio 11-03-2005, 12.29.11   #46
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Re: Bellissimi grani di sabbia

Citazione:
Messaggio originale inviato da visechi
...Se questo è Dio, bene, anch’io avverto di possedere una fiammella divina, che però è ineluttabilmente destinata a svanire, nelle sue potenzialità di mutazione, crescita e sviluppo ulteriore, con la mia morte fisica. La mia ‘eternità’ post mortem sarà tanto protratta nel tempo, quanto sarà stata importante, anche per un solo essere o per una sola sequenza di esseri umani che mi seguiranno, l’eredità che avrò lasciato in dote...
Se questo è Dio, Sir, prova ad immaginarlo collocato nel tempo intero. Forse riuscirai ad intravedere che nessuna cosa "cessa" o "muore".
Se questo è Dio, allorà è sempre lì dov'è fatto di tutte le cose che occupano ciascuna il proprio tempo ed il proprio luogo... ma "OCCUPANO", sottolineo. Faranno per sempre parte di Dio, se questo è Dio.

Ciao
Mistico is offline  
Vecchio 11-03-2005, 17.58.23   #47
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
x Visechi

Citazione:
E’ un complesso di forze che interagisce con gli uomini, che lo condizionano, che s’imprime nel proprio intimo, fino quasi a giungere a con-fondersi con esso…


ok Amico..alla fine, gira che ti gira stessa cosa.
potremo cambiare i termini condizionanti..usiamo Forze interagenti anzichè Energia creatrice...ma è la stessa cosa...(fino a qui)

Citazione:
Entrare in comunione con le forze (non perfette) che governano l’Universo, non è, a parer mio, valicare la soglia immaginifica che ci condurrà all’interno del Tutto,


infatti..a noi ora non compete entrare in quel tipo di Tutto dissolutivo, non dovrebbe interessare..
siamo qui, nel mondo e dobbiamo fare i conti con questo corpo-mente..che spesso ci mente anche delle sue energetiche capacità...
La trasformazione dovrà avvenire (qui e ora ...) quando impiegheremo finalmente la "nostra" energia..quando "bolliremo" ed evaporeremo....quando ci eleveremo verso il Padre.
Sono espressioni metaforiche..in effetti nessun "bollitomisto" per cena avverrà..però ci sarà anche l'ultima cena...ed una nuova pasqua..una ri-nascita.
Questa possibilità ci è stata donata. Sta a noi coglierla o no.

L'inconsapevolezza tende a rilegarci al "buio", all'oppressione.

Sentirsi all'interno del Tutto..in Fusione è saper che il nostro albero cresce sopra ma anche sotto..in entrambe le direzioni..
la natura non è divisa..noi sì..la natura sa come muoversi sa vivere e morire..noi no..ci muoviamo e crediamo di essere vivi..soffriamo e diamo colpa sempre all'altro..o al dio che non ci ha fatto come volevamo..
Invece l'albero E'..non è ubriaco nel sonno come noi.

ti abbraccio

un complimento alla finta poesia!!!





ps..
non siamo poi così lontani...
atisha is offline  
Vecchio 13-03-2005, 08.24.18   #48
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Re: Bellissimi grani di sabbia -ovvero- "umano.. poco <umano>..!"

Citazione:
Messaggio originale inviato da visechi
..Scarne considerazioni in finta poesia:

Vera poesia.. in essente considerare:

La scura statua di pietra di Goya
sta tra gli alberi
all'entrata laterale del
Museo del Prado
Indossa un lungo pastrano
e ha in mano un alto cappello di castoro
Più grande del naturale
avanza risoluto a larghi passi
su un piedistallo in cima a
un basso rilievo su quattro lati
scolpito nella bianca pietra
sul quale sono raffigurate
varie figure in lotta
della sua scandalosa collezione
di umani e non umani
alla base è inciso
el sueno de la razòn
produce monstruos

Un uomo di pietra dorme o piange
proprio sopra i mostri
con pipistrelli alati
attorno a lui
Il sole della tarda mattinata
scintilla da Goya
e le ombre delle foglie
delle piante d'acacia
cadono su di lui
come se le foglie stesse
stessero cadendo
(Ma non cadono)
Studio il suo volto
per qualche piccolo cenno di riconoscimento
ma il suo lungo sguardo duro
mi passa oltre
La Ragione dorme sotto di lui
ma sopra
contro l'immensità azzurra del cielo
ogni cosa è intensamente sveglia
nell'immobile
e atroce trasparenza
del suo sguardo lontano

("Goya & il sonno della ragione" Ferlinghetti)

Gyta

Ultima modifica di gyta : 13-03-2005 alle ore 08.31.57.
gyta is offline  
Vecchio 13-03-2005, 08.27.20   #49
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Re: Bellissimi grani di sabbia

od ancora un po' più.. <dolcemente> :


Ancora colpiti dalle stelle
stiamo sdraiati sotto di esse
nella volta della notte
e mentre ruotano
nelle loro rivoluzioni
creando e ricreando
le loro splendifere
costruzioni fosforescenti
Ah il loro carraio
(uomo o donna che sia)
l'artefice capo
della sua notte
della notte in cui sistemare
questo diagramma di diamante
intagliato nel vetro
Al piano di sopra
nell'attico illuminato
sotto le grondaie infiammate
del tempo
sono appese luci
(per guidare viaggiatori molto più distanti
di noi)
Ancora stelle bizzarre
guizzano velocissime
esplodono -
ribelli erranti
perfino qui
nello schema perfetto
di qualche utopia
passando velocissime
strappando
la ragnatela d'argento
Come nel palmo di una mano
lo schema perfetto della linea
della vita del cuore e della testa
attraversata all'improvviso
da una
cataclismica lacrima
Eppure non tutte separate
non tutte perse nell'oscurità
tutte tenute ancora insieme
in qualche centro immobile
perfino ora
nell'alba quasi incendiaria
mentre ancora un'altra
ribelle che brucia intensamente
sfrega il suo fiammifero sulla
nostra notte



(sempre.. Ferlinghetti)





Gyta
gyta is offline  
Vecchio 13-03-2005, 09.15.40   #50
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Citazione:
Messaggio originale inviato da Paolo77
Un altra cosa secondo me inerente è quello che diceva Gurdjieff e cioè che la Conoscienza non è disponibile a tutti, è limitata, che solo pochi individui posso accedervi e che se ogni persona sapesse prenderne una quantità per sè, non rimarrebbe nemmeno la possibilità per quei pochi individui di usufruirne....

Uhmmmm.... mi sembra tanto "cristiana" come convinzione, quasi da Testimoni di Geova (144mila che si salveranno... e gli altri?)
Mr. Bean is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it