Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 13-03-2005, 09.17.21   #51
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Citazione:
Messaggio originale inviato da GiraSole
Gurdi non diceva così... diceva che c'è una certa determinata quantità in un determinato tempo... e che quella quantità può essere poca per tutti o tanta per pochi (come tutte le ricchezze del resto)
e io per esperienza sono d'accordo e sottoscrivo


Questo già mi piace di più!

Inoltre, sono d'accordo con chi afferma che per apportare un cambiamento al mondo esterno occorra partire da noi stessi. Pretenderlo dagli altri e non dare l'esempio, ovvero non essere noi artefici del cambiamento nostro e di chi ci circonda, equivale a lamentarsi e a non capire....
Osho diceva: "Butta un santo all'inferno e lo trasformerà in un paradiso, butta un diavolo in paradiso e lo trasformerà in inferno".

Ultima modifica di Mr. Bean : 13-03-2005 alle ore 09.20.09.
Mr. Bean is offline  
Vecchio 17-03-2005, 16.19.34   #52
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Fabri

Osho è una chiave che apre le serrature ma non le chiude.

Lui non vede che l'intorno dà forma al centro ed il centro dà forma all'intorno.

Anche un santo potrebbe diventare un dannato in condizioni differenti.

Lo vedi sempre nella vita:

Se vuoi un grande cambiamento nel tuo mondo, devi fare un grande cambiamento in te stesso.

Ogni cambiamento produce una valanga di assestamenti.

C'è gente scontenta che scappa dal suo intorno per andare altrove... e crede che ovunque poi non resti che andar via, mentre sarebbe bastato cambiare qualcosa in sè per risparmiarsi tanta altra fatica.
Mistico is offline  
Vecchio 17-03-2005, 16.24.08   #53
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Re: Fabri

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mistico
Osho è una chiave che apre le serrature ma non le chiude.

Lui non vede che l'intorno dà forma al centro ed il centro dà forma all'intorno.

Anche un santo potrebbe diventare un dannato in condizioni differenti.

Lo vedi sempre nella vita:

Se vuoi un grande cambiamento nel tuo mondo, devi fare un grande cambiamento in te stesso.

Ogni cambiamento produce una valanga di assestamenti.

C'è gente scontenta che scappa dal suo intorno per andare altrove... e crede che ovunque poi non resti che andar via, mentre sarebbe bastato cambiare qualcosa in sè per risparmiarsi tanta altra fatica.


mistico...ti senti bene?
atisha is offline  
Vecchio 17-03-2005, 16.26.54   #54
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
se sto zitto ...no...
Mistico is offline  
Vecchio 17-03-2005, 16.40.59   #55
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Re: Fabri

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mistico
..C'è gente scontenta che scappa dal suo intorno per andare altrove... e crede che ovunque poi non resti che andar via, mentre sarebbe bastato cambiare qualcosa in sè per risparmiarsi tanta altra fatica.

Sono d'accordo su quest'ultimo punto!
Ma effettivamente.. che c'entra osho??
Cioè il fatto di 'aprire' le serrature,
anzi contribuire a farsi 'dinamica di scatto' è un conto,
ma perché mai qualcuno dovrebbe tentarne dal di fuori
la nuova 'collocazione interna' (ciò che chiami -non so perché- chiusura)? (Il cammino lo si può parzialmente indicare,
e normalmente nessuno può al posto nostro..)
(Che tu stimi o non stimi osho 'capace' non è per me un problema..)..
Ciò che dici io non riesco a vederlo.. ma cosa hai letto sui suoi discorsi.. se è lecito? Quando dici:"Lui non vede che l'intorno dà forma al centro ed il centro dà forma all'intorno"



Gyta
gyta is offline  
Vecchio 17-03-2005, 20.14.44   #56
parsifal8
In Cammino
 
L'avatar di parsifal8
 
Data registrazione: 07-07-2004
Messaggi: 33
Talking Timore

Ho timore che entrando in meditazione e liberando il Sè possa in qualche modo far del male a qualcuno.
Il Sè puo' essere per caso un Dottor Jeckyll e Mr. Hide?
Puo' un illuminato far del male.
Una volta in un libro di esoterismo tantrico lessi che un illuminato è al di là del bene e del male, è indifferente.
Puo' con indifferenza far del male o esiste un freno che impedisca al Sè di nuocere visto che per lui tutto è Maya.
Grazie per la gradita risposta.

parsifal8 is offline  
Vecchio 17-03-2005, 20.41.58   #57
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Re: Timore

(Mio.. pensiero-risposta)

Citazione:
Messaggio originale inviato da parsifal8
..Il Sè puo' essere per caso un Dottor Jeckyll e Mr. Hide?
Puo' un illuminato far del male.
Una volta in un libro di esoterismo tantrico lessi che un illuminato è al di là del bene e del male, è indifferente.

Il 'Sè' maiuscolo non è il Dottor Jeckyll e Mr. Hide,
quello sta nel io/ o sé o melanzana umana..

Un <illuminato> cioè uno che non è (al) <buio> (!)
è "al di là del bene e del male" umani, soggettivi,
e non dentro l'apatia o indifferenza che si voglia..

Chi è realmente al di sopra dell'agire-vedere polare (bene-male >umano) non ha semplicemente più il potere
(del piccolo bene o del piccolo (o devastante) male, ma il 'potere'Punto.).. di far del male !!

Tutto è 'illusione' non significa tutto è stupido e vano,
ma di guardare al di sotto, molto al di sotto dell'apparenza,
senza dimenticarci che siamo nient'altro (come apparenza-corpo) che parametri,
strumenti di 'altro',
strumenti di un sentire,
sempre a questa 'modalità' apparente limitato..

Il 'pericolo' dell'apatia nichilista è dove si compie
-a mio avviso!- il percoso solo per il primo tratto,
senza scavare ancora al di sotto..



Gyta
gyta is offline  
Vecchio 17-03-2005, 23.42.54   #58
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Re: Timore

Citazione:
Messaggio originale inviato da parsifal8
Ho timore che entrando in meditazione e liberando il Sè possa in qualche modo far del male a qualcuno.
Il Sè puo' essere per caso un Dottor Jeckyll e Mr. Hide?
Puo' un illuminato far del male.
Una volta in un libro di esoterismo tantrico lessi che un illuminato è al di là del bene e del male, è indifferente.
Puo' con indifferenza far del male o esiste un freno che impedisca al Sè di nuocere visto che per lui tutto è Maya.
Grazie per la gradita risposta.


timore più che..umano!
Ora sei Dr Jeckyll e Mr Hide
ed anche in coppia, appoggiati l'uno all'altro..quindi moltiplica i personaggi per due..quattro sei ecc...
poi si diventa individui e l'individuo essendo fine a se stesso può anche decidere di camminare da solo, non ha più bisogno di stampelle..perchè non è più condizionabile da un rapporto stretto e bisognoso.
Ed a chi può far male? solo all'ego dell'altro...quello a volte sì..
Un essere risvegliato però saprà anche aver maggior comprensione, compassione.
Ciò che tu nomini "indifferenza" io la chiamerei "pace"..equilibrio ed armonia..
Può l'armonia nuocere a qualcuno? difficilmente..
semmai attira a sè...
L'armonia e l'equilibrio sono dati dallo sviluppo bilanciato della natura emozionale dell'uomo...
Il Sè non va liberato...è già libero..siamo in effetti noi a credere di essere liberi, mentre in realtà viviamo spesso imprigionati dalle nostre espressioni della personalità limitante..
Controllare le emozioni non significa sopprimerle, significa trasformarle da negative a positive, ed il saper compiere per se stessi (e conseguentemente sugli altri) notevoli "meraviglie"...
Questo è il nostro Sé..la bellezza che trascende l'istinto animale disarmonico, pur accettandolo in sé..

ti sento confuso sulla meditazione...liberazione....( ?) accade a volte ..è sempre la mente che ha paura..
ma uscendo dalla stessa meditando, si avrà una visione ben diversa..nuova.
atisha is offline  
Vecchio 18-03-2005, 17.07.41   #59
parsifal8
In Cammino
 
L'avatar di parsifal8
 
Data registrazione: 07-07-2004
Messaggi: 33
Smile Timore

Grazie per la tua risposta Atisha.
Purtroppo il timore resta.
Una volta spenta la mente, una volta che il Sè inizia a guidare.
Chi mi dice che il Sè è un bravo autista o un pirata della strada?
Passato il testimone al Testimone, è Lui che conduce il gioco.
Fiducia, Fede, forse rispolverando il Cristianesimo.
Il timore resta.

parsifal8 is offline  
Vecchio 18-03-2005, 17.22.38   #60
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Mah... secondo me ti conviene provare, poi al massimo finirai col pensarla come me che non credo alla meditazione ed all'ombelico quale parte sovrana del nostro corpo.

Misteri e cose intentate, come i pensieri rimossi che indagano sui dogmi assiomatici sono le cose che non fanno crescere spiritualmente.

Prova questa famosa meditazione, Parsifal, poi andiamo a prendere un caffè al bar e mi racconti...

Però, se vuoi un consiglio, sdraiati questa prossima estate, in una notte stellata, sulla sabbia di una spiaggia e guarda il cielo allargando gambe e braccia: sentirai come la terra sia una piccola pallina dietro di te, perduta nell'immensità di Dio, e riconoscerai te stesso in Lui.

Quella sarà stata VERA meditazione, ...non aver fretta, ora.


P.S.
...e... quel giorno pensa a me che ti dico: "...Ti presento Dio..."

...con la tua voce.

Ultima modifica di Mistico : 18-03-2005 alle ore 17.28.17.
Mistico is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it