Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-01-2006, 20.49.36   #21
giuseppe di davide
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-10-2005
Messaggi: 366
Re: L'insegnamento della religione cristiana per un bambino di sei anni

Citazione:
Messaggio originale inviato da Kim
Quest'anno devo iscrivere mio figlio alla prima classe della scuola elementare, di rito mi viene chiesto di scegliere se desidero che il bimbo partecipi all'ora di religione.

Anni orsono, con l’altro mio figlio oramai quattordicenne non ho avuto nessun problema nella scelta, infatti non ci ho pensato affatto! E se mai l’avessi fatto..è prevalso un piccolo condizionamento che mi diceva: “se non partecipa si sentirà diverso” oppure “se poi vuole sposarsi in chiesa, gli toccano cinque anni di studi per recuperare la comunione e la cresima” e via dicendo…

Ora con un altro tipo di consapevolezza, ma soprattutto osservando quanti anni e quante esperienze negative ho dovuto spiegarmi senza l’aiuto della religione cristiana, quanti condizionamenti mi hanno bloccato, quanti sensi di colpa inutili e non per ultimo questo, visto che sto ancora cercando lumi.

Vi chiedo: cosa fareste voi con un bambino di sei anni? Da quale punto di vista dovrei scegliere per lui di avvalermi dell’insegnamento, se io stessa l’ho trovato limitante e forviante? ma dall’altro lato mi domando… e se poi lui per una vita intiera fosse orfano di un credo? Che faccio? è un dilemma terribile scegliere per gli altri….mi piacerebbe tanto essere esonerata dal compito…ma sono la madre e quindi mi tocca.

Che fare????

non credo che hai scelto il luogo adatto per avere delle risposte
dove presiede l'ateo,lo gnostico,il buddismo e i terminetor della chiesa cattolica.
che senzo fargli seguire l'ora di religione cristiana quando tu stessa non ci credi.
cosa si ritrovera da grande una madre che dice si al figlio per l'insegnamento di religione cristiana quando lei stessa e scettica.
la religione non uccide le persone ne tanto meno le costringe ad esse, vige la regola del libero albitrio magari nella religione cristiana trovera lumi e sapienza cosi come tanti altri l'hanno trovata e prega per tuo figlio che questo avvenga potrebbe assere lui a dissipare tutte le tue nebbie.
giuseppe di davide is offline  
Vecchio 08-01-2006, 21.00.02   #22
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
che senzo fargli seguire l'ora di religione cristiana quando tu stessa non ci credi.
cosa si ritrovera da grande una madre che dice si al figlio per l'insegnamento di religione cristiana quando lei stessa e scettica.

Perchè tutti quelli che fanno seguire al figlio l'ora di religione cristiana sono credenti praticanti...?..non ti dico!!! almeno non sono ipocrita, visto che me ne frego se il non essere cristiano vuole dire porsi solo il problema dell'emarginazione che attuano gli altri...quelli "cristiani"!!!..nebbie..? è chi non ne ha??? tu credi di andartene avendo dissipato le tue??...beato te....

Kim is offline  
Vecchio 08-01-2006, 21.17.56   #23
giuseppe di davide
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-10-2005
Messaggi: 366
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kim
che senzo fargli seguire l'ora di religione cristiana quando tu stessa non ci credi.
cosa si ritrovera da grande una madre che dice si al figlio per l'insegnamento di religione cristiana quando lei stessa e scettica.

Perchè tutti quelli che fanno seguire al figlio l'ora di religione cristiana sono credenti praticanti...?..non ti dico!!! almeno non sono ipocrita, visto che me ne frego se il non essere cristiano vuole dire porsi solo il problema dell'emarginazione che attuano gli altri...quelli "cristiani"!!!..nebbie..? è chi non ne ha??? tu credi di andartene avendo dissipato le tue??...beato te....

stiamo parlando di te e non degli altri.
stiamo parlando di te e non di me.
giuseppe di davide is offline  
Vecchio 08-01-2006, 21.35.31   #24
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
No io stavo parlando se sia il caso o meno di far rimbambire uno spirito libero, da un prodotto preconfezionato ed obsoleto...in cui Dio è li solo ad uso e consumo.

buona serata!
Kim is offline  
Vecchio 09-01-2006, 10.48.32   #25
Donatella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-12-2005
Messaggi: 301
Anche io mi sono trovata davanti a questo dilemma anni fa. Oltretutto vivo in una zona dove pare che tutto sia convenzione, dove conta più quello che pensano gli altri che ciò che si ha dentro al cuore. Tante persone hanno cercato di convinvermi che mio figlio si sarebbe sentito un "diverso", un emarginato. Mi sentivo accusata di toglierli qualcosa. Io dentro di me invece ho sempre sentito di non imporgli una cosa che non mi convinceva, anche perchè l'insegnante che avrebbe avuto in quel periodo era di quelle che io definisco "manipolatrici". Peccato perchè in certe scuole elementari è previsto l'insegnamento di diverse religioni e non solo di quella cattolica, ma purtroppo non abbiamo avuto questa opportunità.
Con mio figlio è stato molto facile, comunque. Appena è stato in grado di capire queste cose ne abbiamo parlato e ha sempre deciso lui. L'unico problema lo abbiamo avuto quando aveva 3 anni, con una delle insegnanti della scuola materna che ci ha trattati come fossimo alieni (mi sono dovuta rivolgere alla direttrice didattica per chiarire la situazione, questa tipa si era messa in testa che fossimo testimoni dei geova).
Ora mio figlio frequenta le scuole medie, continua ad essere esonerato dall'ora di religione ma ha la libertà di assistere o meno alle lezioni, a sua scelta.
Donatella is offline  
Vecchio 09-01-2006, 18.08.17   #26
giuseppe di davide
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-10-2005
Messaggi: 366
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kim
No io stavo parlando se sia il caso o meno di far rimbambire uno spirito libero, da un prodotto preconfezionato ed obsoleto...in cui Dio è li solo ad uso e consumo.

buona serata!
ma allora se hai le idee chiare che lo spirito del tuo figliulo si rimbambisca con lora di religione cristiana che casa domandi a fare qua e la non mandarcelo almeno gia parti avvantaggiata di soddisfare la tua ideologia.
tu cerchi solo consenzi di altri che la pensano come te e anno agito come te cosi poi spiegherai a tua figlio che molti altri hanno fatto la stessa cosa che hai fatto tu.
giuseppe di davide is offline  
Vecchio 09-01-2006, 20.11.57   #27
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
tu cerchi solo consensi di altri che la pensano come te e anno agito come te cosi poi spiegherai a tua figlio che molti altri hanno fatto la stessa cosa che hai fatto tu.


Sinceramente credimi se ti dico che quello che pensa la gente è poca cosa per cui mi debba preoccupare…..

Porsi il problema credo sia importante, ti ho già risposto ieri...tutti quelli che mandano i figli all'ora canonica di religione, non sanno minimamente cosa gli propinino!!! stanno alle regole! tutto qui. ma non si chiedono mai il perchè...io credo che la ricerca di un qualsiasi Dio nasca nel momento in cui si ha la necessità di trovare delle risposte...che queste abbiano con il tempo i connotati del sentire od anche del pensare, sarà problema suo!


Forse ho espresso male la domanda di partenza, ovvero per tanti l'appartenenza per nascita ad un gruppo religioso non è poi limitante nella ricerca di una propria identità spirituale....

Io comunque credo che insinuare il dubbio ...è, e rimane un atto d'amore, perchè le "verità" in ogni caso relative, non conquistate! non migliorano ne aiutano nessuno!....
Kim is offline  
Vecchio 09-01-2006, 20.46.29   #28
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kim
tu cerchi solo consensi di altri che la pensano come te e anno agito come te cosi poi spiegherai a tua figlio che molti altri hanno fatto la stessa cosa che hai fatto tu.


Sinceramente credimi se ti dico che quello che pensa la gente è poca cosa per cui mi debba preoccupare…..

Porsi il problema credo sia importante, ti ho già risposto ieri...tutti quelli che mandano i figli all'ora canonica di religione, non sanno minimamente cosa gli propinino!!! stanno alle regole! tutto qui. ma non si chiedono mai il perchè...io credo che la ricerca di un qualsiasi Dio nasca nel momento in cui si ha la necessità di trovare delle risposte...che queste abbiano con il tempo i connotati del sentire od anche del pensare, sarà problema suo!


Forse ho espresso male la domanda di partenza, ovvero per tanti l'appartenenza per nascita ad un gruppo religioso non è poi limitante nella ricerca di una propria identità spirituale....

Io comunque credo che insinuare il dubbio ...è, e rimane un atto d'amore, perchè le "verità" in ogni caso relative, non conquistate! non migliorano ne aiutano nessuno!....

Posso darti il mio parere?
Io insegno in una scuola pubblica dove ho una collega che fa il suo mestiere con grande passione, quasi sacerdotasle, pur essendo donna con figli grandi etc etc....
i bambini sanno che io mi occupo di spiritualità e mi fanno sempre tante domande alle quali io rispondo secondo il mio modo di credere e la mia ricerca,,,,vedo nei loro occhi tanto interesse e
spesso sono loro stssi che manifestano dubbi su tante cose.....
Un giorno mi chiese la collega se avevo parlato di reincarnazione e le dissi di sì e che ognuno credeva ciò che voleva.....e non replicò essendo donna intelligente e collega carina, forse un altro tipino sarebbe sorso dal Preside ad accusarmi..... ma non lo ha fatto e se i ragazzi mi parlano in momenti di distensione e fuori dalle lezioni io non posso non parlare con loro e offendere le loro intelligenze.
Inoltre io penso che nulla nella vita avviene per caso. Se siamo nati in occidente e siamo cristiani ci sarà un motivo, foss'anche quello di partire dal cristianesimo per fare ricerca come è avvenuto per me e che non c'è nulla di male se ci insegnano i concetti evangelici, i dogmi sono altra cosa e i sensi di colpa altro ancora, quello potrà servire a tuo figli o figlia per ampliare la conoscenza di sè crescendo
In ogni caso una religione, qualunque essa sia, deve insegnarti valori quali il rispetto, l'amore, la tolleranza e il cristianesimo lo fa...toccherà alla intelligenza critica dei tuoi figlioli scoprire le incongruenze se ve ne saranno.....
paperapersa is offline  
Vecchio 09-01-2006, 21.27.11   #29
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
toccherà alla intelligenza critica dei tuoi figlioli scoprire le incongruenze se ve ne saranno.....

Bella esperienza la tua, ma non tutti sono come te!...


Le incongruenze ci sono, ci sono, mi pare ridicolo rimbambire per mezza vita una persona e poi far leva sul suo spirito critico (sempre che abbia la voglia di svilupparsi) per il restante, cercare alternative valide, e quindi a parte mio figlio se non vi è intelligenza critica...ciò equivale all'ammissione che la religione è costituita da pecoroni al comando di despoti che ne reggono le fila...almeno fossero idealisti...ma se lo fossero, non sarebbero quello che sono: speculatori dell'altrui vivere, questo sono!...che credo sia l'ignomia peggiore che un uomo si posso macchiare....

L'intelligenza critica si sviluppa attraverso la considerazione di diversi "credo" e non certo attraverso l'indottrinamento che non sviluppa nulla, figuriamoci lo spirito critico......


Se siamo nati in occidente e siamo cristiani ci sarà un motivo

No! Noi siano nati in occidente che siamo cristiani non è un motivo è una scelta d’altri!…gli stessi che non hanno mai scelto e che non scelgono mai di cambiare nulla! Perché i cambiamenti con le parole sono assai piu’ semplici che con i fatti!…. le parole di certe persone sono come le parole scritte…e dalle mie parti (Milano) si dice che la carta prende tutto!!!

Buona serata!

Comunque credo di aver capito il messaggio grazie tante!

Ultima modifica di Kim : 09-01-2006 alle ore 21.30.33.
Kim is offline  
Vecchio 09-01-2006, 21.36.43   #30
giuseppe di davide
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-10-2005
Messaggi: 366
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kim
toccherà alla intelligenza critica dei tuoi figlioli scoprire le incongruenze se ve ne saranno.....

Bella esperienza la tua, ma non tutti sono come te!...


Le incongruenze ci sono, ci sono, mi pare ridicolo rimbambire per mezza vita una persona e poi far leva sul suo spirito critico (sempre che abbia la voglia di svilupparsi) per il restante, cercare alternative valide, e quindi a parte mio figlio se non vi è intelligenza critica...ciò equivale all'ammissione che la religione è costituita da pecoroni al comando di despoti che ne reggono le fila...almeno fossero idealisti...ma se lo fossero, non sarebbero quello che sono: speculatori dell'altrui vivere, questo sono!...che credo sia l'ignomia peggiore che un uomo si posso macchiare....

L'intelligenza critica si sviluppa attraverso la considerazione di diversi "credo" e non certo attraverso l'indottrinamento che non sviluppa nulla, figuriamoci lo spirito critico......


Se siamo nati in occidente e siamo cristiani ci sarà un motivo

No! Noi siano nati in occidente che siamo cristiani non è un motivo è una scelta d’altri!…gli stessi che non hanno mai scelto e che non scelgono mai di cambiare nulla! Perché i cambiamenti con le parole sono assai piu’ semplici che con i fatti!…. le parole di certe persone sono come le parole scritte…e dalle mie parti (Milano) si dice che la carta prende tutto!!!

Buona serata!

Comunque credo di aver capito il messaggio grazie tante!
finalmente hai buttato giu la maschera e che aspettavi a giudicare pecoroni chi evangelizza il cristianesimo.
il veleno non puo' stare a lungo nelle veve.
giuseppe di davide is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it