Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 21-06-2006, 14.02.45   #51
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
molto chiaro anche questo...
diciamo che il buddhino è ego incanalato...e connesso...
e quando la mente pensa di avere compreso... e si "frappone"... l'ego risulta invece distorto...

il buddhino chiamiamolo "raggio" della luce del buddha...

ma non è "solo" quello...
perchè la sua "voce" se lasciata fluire liberamente... è unica...
turaz is offline  
Vecchio 21-06-2006, 14.02.49   #52
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mirror
Ok. Mi sposto, mi siedo e... rifletto.

Però non dirmi che sono io l'elefante, magari Ganesh!


Leggiti la Ganapathiupanishad e' molto bella e profonda, Om Ganapataye Namah!
Yam is offline  
Vecchio 21-06-2006, 15.03.06   #53
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
molto chiaro anche questo...
diciamo che il buddhino è ego incanalato...e connesso...
e quando la mente pensa di avere compreso... e si "frappone"... l'ego risulta invece distorto...

il buddhino chiamiamolo "raggio" della luce del buddha...

ma non è "solo" quello...
perchè la sua "voce" se lasciata fluire liberamente... è unica...

già....
atisha is offline  
Vecchio 21-06-2006, 15.34.41   #54
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Capisco che con tutti questi libri che avete letto abbiate raggiunto un livello di evoluzione spirituale ben più rispettabile del mio.

Ma continuo a sperare che la vostra levatura spirituale non sia d'ostacolo allo spiegarmi che cos'è che viene scambiato per una corda.
nonimportachi is offline  
Vecchio 21-06-2006, 21.28.35   #55
rezan
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Bell'intervento, anche io ho queste informazioni, ma le ho ricevute e meditate, ma non realizzate.
Nel Buddismo ci sono dieci terre di Bodhisattva (Bhumi) che corrispondono ad altrettanti livelli di Coscienza, Dopo C'e' lo stato di Buddha. Il potere sugli elementi non ha a che fare con i primi livelli di Illuminazione dove dimorano e hanno dimorato la maggior parte degli esseri cosiddetti "illuminati" su questo pianeta e che di solito insegnano utilizzando la parola. Si dice che ad un alto livello di Illuminazione il saggio non parla piu', ma agisce nell'invisibile. Anche nel Taoismo e nell'Advaita Tradizionale ci sono queste informazioni. Nella Cabbalah, nel Tantra e nel Taoismo si parla poi di Maestro Divino, cioe' una "voce" che proviene da un'altra dimensione.
Quella dimensione, secondo i miei studi dovrebbe corrispondere al Brahman Saguna o Ishvara e' il Logos o Nous o Figlio o Intelletto Agente (Intellectus Agens o Angelo Metatron). Il Padre sta ancora oltre (Parabrahman che e' Brahman Saguna).
In sostanza c'e' una dimensione pura dove la dualita' non e' ancora sorta dove dimorano i cosiddetti Vidyadhara (detentori della Conoscenza, tib. Rig Dzin), sono corpi di Luce, esseri che hanno terminato il ciclo delle incarnazioni. Sono tanti ma sono UNO. In quella dimensione l'energia si manifesta attraverso suoni , luci e raggi (essenza degli elementi).
Questo e' quello che dice la letteratura e alcuni dei miei Maestri, che sostengono di avere un tale Maestro.

Io non so nulla.

Sulle Egregore ovviamente popolano il cosiddetto Inconscio collettivo o Astrale, dove vengono potenziate da entita' Angeliche, il panteon di tante regligioni e' composto da tali forme pensiero, spesso adorate come divinita'.

Ma anche questo non l'ho verificato se non intuitivamente.
Quindi non so nulla, un bel niente di niente.

Sul tutto e' concetto, e' vero in assoluto, ma bisogna comprendere cosa questo significhi in profondita', perche' se diventa una convinzione ideologica e' un problema.

In ogni caso non do molta importanza a questo aspetto della ricerca, che e' importante, ma assolutamente secondario al mio livello di pratica.

beh Yam, io non ho molti approfondimenti in merito, non conosco ne nomi di grandi maestri, ne quali siano realmente le dottrine buddiste. so solo che ho letto un libro scritto da due scrittori che incontrano nel piano astrale un monaco buddista morto in un campo di concentramento dei kmer rossi. Questo monaco invita loro ad alcune riflessioni. La visione della vita vista al di fuori dal cerchio o dei vicoli ciechi in cui spesso ci cacciamo inconsapevolmente è di una semplicità quasi inverosimile, tanto che alla fine pensare che sia proprio così diventa automatico. Il bello è che pur capendo quali siano i giochi di potere, le piccolezze umane per le quali uno è disposto anche a morire, non viene espresso alcun odio e nemmeno chi legge viene stimolato ad esprimere odio, semplicemente si guarda il mondo da un piano superiore come se fossimo degli osservatori esterni, lo si analizza senza l'intervento dell'ego. Si capiscono i perchè di determinate scelte, anche scelte di morte perchè no.
rezan is offline  
Vecchio 22-06-2006, 10.31.28   #56
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
chiaramente...
diciamo che l'osservatore "nota".
ma da li si dovrebbe partire cogliendo l'essenza e andando ad essa.
imparando giorno per giorno a essere
e a vivere secondo l'essere in funzione dell'IO
turaz is offline  
Vecchio 22-06-2006, 13.44.20   #57
rezan
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Citazione:
Messaggio originale inviato da nonimportachi
Capisco che con tutti questi libri che avete letto abbiate raggiunto un livello di evoluzione spirituale ben più rispettabile del mio.

Ma continuo a sperare che la vostra levatura spirituale non sia d'ostacolo allo spiegarmi che cos'è che viene scambiato per una corda.
non credo ci sia molto di filosofico, piuttosto è questione di logica. Se vedi una corda arrotolata in mezzo ad un bosco è facile scambiarla per un serpente in quanto la foresta è l'habitat naturale dei serpenti e non delle corde. Però per contro, si potrebbe anche scambiare un serpente per una liana, se ha lo stesso colore ed è appeso allo stesso modo.
rezan is offline  
Vecchio 22-06-2006, 22.13.49   #58
rezan
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
chiaramente...
diciamo che l'osservatore "nota".
ma da li si dovrebbe partire cogliendo l'essenza e andando ad essa.
imparando giorno per giorno a essere
e a vivere secondo l'essere in funzione dell'IO

sì, è molto probabile che si riesca a muoverci partendo da un punto di osservazione del tutto estraneo e obiettivo. Se ti trovi su una collina e vedi due automobili in rotta di collisione, ma loro hanno una curva in mezzo per cui non si vedono, tu puoi prevedere l'incidente e magari cercare di evitarlo, i guidatori invece no.
rezan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it