Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 05-07-2006, 10.46.25   #11
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Non ho detto ne pensato che tu appartenessi a nulla
Si è vero che si può chiedere, ma in quel caso mi diresti quello ti passa per la testa, a me piace osservare quello che passa per il cuore delle persone, poi lo confronto con ciò che passa nella loro testa.
Chiedo scusa a tutti per essere andato fuori tema.

Anche se non sono nelle categorie richieste, partecipo lo stesso alle domande/risposte almeno per allieviare il mio O.T.

La mia colpa, unica grande colpa è quando non faccio le cose come posso farle, quando non metto tutto il mio impegno in qualsiasi cosa io faccia, che io la faccia giusta o sbagliata secondo la morale umana se io metto tutta la mia anima in ciò che faccio secondo Dio sarà giusta ed il suo castigo (che non temo ma tengo in considerazione) quando manco sarà nel farmi rifare la cosa in un'altro modo finchè non ho imparato a farla bene. Questo non deve farmi adagiare in un letto di rose sapendo che posso riprovarci, ma neanche non farmi dormire la notte, libero arbitrio significa che ha lasciato a me la scelta di quanto tempo ci metto per vivere il mondo nei limiti da lui concessomi.
Conosco ottimi sacerdoti, tra gli anziani e tra i giovani e ne conosco di pessimi in entrambe le categorie, il loro rapporto con le persone è conseguenza. Questa domanda comunque meritava un thread a parte, sarebbe interessante sapere cosa uno si aspetta da un sacerdote, se si aspetta qualcosa, la maturità di un essere sarebbe non aver bisogno di un intermediario per ricordarsi quello che ho scritto sopra, purtroppo sono ancora necessarie queste figure (sacerdoti) e quelli tra loro che svolgono bene il loro compito possono aiutare molte persone, gli altri avrebbero bisogno a loro volta di qualcuno che gli ricordi di dare il meglio di se stessi.
Amare significa dare il meglio che si ha.........

Uno is offline  
Vecchio 05-07-2006, 13.21.29   #12
davide50
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-06-2006
Messaggi: 88
grazie di cuore della risposta.
cosa significa O.T.?
ciao

ps- è molto raro che io parli solo di testa. Se non ci metto anche il cuore, mi viene da stare zitto. ciao ancora
davide50 is offline  
Vecchio 05-07-2006, 13.43.27   #13
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Citazione:
Messaggio originale inviato da davide50

cosa significa O.T.?

E' un inglesismo abbreviato
"Off Topic" = fuori tema.

Uno is offline  
Vecchio 05-07-2006, 19.00.24   #14
davide50
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-06-2006
Messaggi: 88
per Uno

grazie di nuovo per il tuo intervento di stamattina, non credo di doverlo commentare, dice già tutto da sé, e nella sua prima parte sa quasi di poesia. Sa anche di libertà pagata a caro prezzo senza sconti nella vita, e di maturità cresciuta nel silenzio.
davide50 is offline  
Vecchio 07-07-2006, 01.22.33   #15
rezan
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Re: 3 domande ai cristiani e cattolici del forum

Citazione:
Messaggio originale inviato da davide50
Vorrei chiedere ai cristiani (e soprattutto ai cattolici) che intervengono in questo forum

a- in che misura si sentono tenuti a seguire l’insegnamento dei preti, dei vescovi e del papa nel campo della affettività e della sessualità?
b- in che misura temono il giudizio e il castigo di Dio?
c- cosa pensano del clero cattolico e del rapporto fra il clero e i laici?

vi ringrazio

a - penso che sia meglio vivere secondo quanto noi stessi pensiamo sia giusto, anche se ciò che facciamo risultasse poi sbagliato.
b - non credo ci sia nessun giudizio
c - che non ha nessuna importanza

se quanto detto non rispecchia gli standard cattolici, allora non sono cattolico, "sono" e mi basta.
rezan is offline  
Vecchio 07-07-2006, 17.30.19   #16
euterpe
Ospite
 
L'avatar di euterpe
 
Data registrazione: 07-07-2006
Messaggi: 7
a- in che misura si sentono tenuti a seguire l’insegnamento dei preti, dei vescovi e del papa nel campo della affettività e della sessualità?
Sono una ragazza di 20 anni cristiana cattolica praticante
laddove vivessi la mia affettività e sessualità lo farei esclusivamente per amore con convinzione d'aver trovato la persona giusta.
b- in che misura temono il giudizio e il castigo di Dio? ho timor di Dio ma forse non abbastanza lo ammetto. di conseguenza cerco di comportarmi il più possibile rettamente.
c- cosa pensano del clero cattolico e del rapporto fra il clero e i laici?
E' UN rapporto talvolta conflittuale con molti punti oscuri. per quel che mi riguarda faccio il modo che sia più limpido possibile.
euterpe is offline  
Vecchio 07-07-2006, 19.36.17   #17
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Hoda tempo smesso di ascoltare le prediche e commento da sola il vangelo....ci sono dtati buoni papi e soprattutto pieni di buone intenzioni e carichi di grandi responsabilità ma io ho il mio credo personale, non credo in castighi e punizioni se non conseguenti a mancanza di Amore e tutto in me tende all'Amore .
Sono convinta che nell'Universo esista solo quello, che ciò che noi riteniamo punizione divina è soltanto un'auto punizione e che nella dimensione dello spirito non può che esserci accoglienza e AMORE, pertanto la condotta buona, i buoni rapporti , il rispietto servono al nostro mondo tridimensionale per vivere bene, in equilibrio e in armonia....
Credo che qualunque eccesso e dipendenza possa far male e pertanto anche la sessualità se non è vissuta come rapporto di fusione con l'amato, ma come pura soddisfazione dei sensi
potrebbe condurre a dipendenza e quindi a disarmonia....
e tuttavia anche la soddisfazione di un bisogno è importante...
Quanto ai preti .....alcuni sono senz'altro in buona fede m altri
mi fanno pena perchè sono predas delle loro passioni più di un qualunque laico ......
paperapersa is offline  
Vecchio 08-07-2006, 13.07.28   #18
dana
Ospite abituale
 
L'avatar di dana
 
Data registrazione: 18-10-2003
Messaggi: 0
Citazione:
Messaggio originale inviato da davide50
a- in che misura si sentono tenuti a seguire l’insegnamento dei preti, dei vescovi e del papa nel campo della affettività e della sessualità?
b- in che misura temono il giudizio e il castigo di Dio?
c- cosa pensano del clero cattolico e del rapporto fra il clero e i laici?

-Secondo me l'insegnamento della chiesa dovrebbe aver la funzione di far riflettere, ma poi la decisione è personale, così come la responsabilità delle nostre azioni.
Che valore avrebbe seguire un insegnamento non per convinzione, ma per comodità (così non devo pensare) o per paura? Credo nessun valore.
Come ha detto Don Milani, in un altro contesto, "l'obbedienza non è una virtù, ma la più subdola delle tentazioni".

-Dio è Amore, come si può temerlo?

-Per quanto riguarda il clero penso che i preti e le suore sono uomini e donne, che hanno scelto una vocazione di servizio agli altri, ma hanno tutti i nostri limiti umani.
E umanamente si vorrebbe che fossero pieni di carisma e di perfezione, testimoni coerenti e quasi divini. Ma anche loro combattono quotidianamente con la loro fragilità umana.

Ultima modifica di dana : 08-07-2006 alle ore 13.09.42.
dana is offline  
Vecchio 09-07-2006, 09.29.11   #19
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Citazione:
Messaggio originale inviato da dana
-Secondo me l'insegnamento della chiesa dovrebbe aver la funzione di far riflettere, ma poi la decisione è personale, così come la responsabilità delle nostre azioni.
Che valore avrebbe seguire un insegnamento non per convinzione, ma per comodità (così non devo pensare) o per paura? Credo nessun valore.
Come ha detto Don Milani, in un altro contesto, "l'obbedienza non è una virtù, ma la più subdola delle tentazioni".

-Dio è Amore, come si può temerlo?

-Per quanto riguarda il clero penso che i preti e le suore sono uomini e donne, che hanno scelto una vocazione di servizio agli altri, ma hanno tutti i nostri limiti umani.
E umanamente si vorrebbe che fossero pieni di carisma e di perfezione, testimoni coerenti e quasi divini. Ma anche loro combattono quotidianamente con la loro fragilità umana.

e fra questi ultimi ci sono persone meravigliose che aiutano veramente il prossimo e lo amano e si impegnano dimenticando la propria stessa vita perchè sanno che la verità è nella spiritualità
e che l'Amore vero è vedere Dio in tutto e tutti e pertanto rispettare ed amare ogni cosa è il loro modo di vivere.....
paperapersa is offline  
Vecchio 09-07-2006, 17.39.44   #20
davide50
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-06-2006
Messaggi: 88
per Rezan
per Malu
per Euterpe
per Dana
vi ringrazio delle vostre risposte.
In modo particolare mi fa bene ricordare quel pensiero di don Milani, "l'obbedienza non è una virtù, ma la più subdola delle tentazioni".
ciao
davide50 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it