Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 23-08-2006, 20.14.29   #21
Marynella
Ospite
 
Data registrazione: 08-08-2006
Messaggi: 35
Riferimento: Abisso dell'Essere

Scusami Uno....ma io trovo un po' assolutistiche le tue affermazioni...

In base a cosa, cio' che tu dici dovrebbe "essere" cosi' per tutti?
Anche la guerra, che di fatto e' un accadimento oggettivo, puo' non essere vissuta come abisso ma come necessario sacrificio per cose nuove, da chi la guerra la vuole e la fa!
Allora anche l'oggettvita' di un evento puo' essere benefica o malefica a seconda della "soggettivita'" di chi lo "esperisce".
Non e' questione di essere superficiali, o di voltarsi altrove, ma a quel punto e' questione di valori e di scelte.

Probabilmente la parola "illusione" si presta a giochi di interpretazione che risultano ambigui...e quindi io sono anche disposta a non chiamarla illusione, quella sensazione che angelo tenta di descrivere.

Ma qui bisogna chiederci se le parole sono colori che usiamo per descrivere qualcosa che nella sostanza ci sforziamo di percepire assieme, oppure se sono colori che ci sparano via lontanissimi da quello che tentiamo di trasmettere.

Io ho fatto uno sforzo ed ho cercato di capire in che modo "illusione" poteva sposarsi meglio con un concetto che io avrei espresso differentemente.

Tu mi parli di illusionismo...ma vedi Uno...noi parliamo di abissi individuali che non hanno confini netti, e che per questo possono essere piu' o meno profondi a seconda del nostro vissuto, della nostra capacita' di guardarci dentro, della nostra sensibilita' e cosi' via....cosa c'entra l'illusionismo?

Quando siamo nel profondo del nostro abisso, ne conosciamo sempre i confini?
Quando usciamo, dal nostro abisso, siamo sempre capaci di vedere i contorni netti di cio' che ci siamo lasciati alle spalle?
A volte c'e' la nebbia....e in maniera forse maldestra o forse un po' poetica angelo quella nebbia l'ha chiamata illusione...

Scusa, io forse ti provoco un po'....ma credo di non poter giudicare davvero gli abissi altrui...e dalla risposta che angelo mi ha dato, penso di aver ben inteso il senso del suo discorso...

Anche in un 3d precedente mi hai fatto notare che io scrivo senza voler veramente dialogare o entrare in contatto con gli altri (in quel caso con te)...onestamente io non lo sento vero, e se ribadisco alle tue affermazioni e' solo per rispondere ad uno scambio, che e' tale, nel quale nessuno vuole imporre la propria idea...spero che questo sia chiaro e credibile per te.

Insomma, non concordo col tuo pensiero, perche', forse a torto, lo sento come un'affermazione che taglia di netto qualunque altra possibilita' del sentire ...se pero' sbaglio, sono piu' ottimista di te, me ne scuso anticipatamente, perche' sono certa che, anche se abbiamo modi di ragionare differenti, io sento che il dialogo c'e' sia da parte tua che da parte mia...

A presto..
Marynella is offline  
Vecchio 23-08-2006, 21.05.10   #22
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Riferimento: Abisso dell'Essere

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
leggo anch'io molto attentamente e se non capisco lo chiedo, ma se credo di aver capito non c'è motivo che lo chieda. Può essere che cabbia capito una cosa per un'altra questo forse è l'errore che ho commesso in questo caso. Io parlo del "mio abbisso" perchè parlo della "mia vita", se vuoi che parliamo di terza guerra mondiale va bene, ma dimmi chi lo avrebbe voluto questo "abbisso oggettivo". Ma se capisco bene, per abbisso intendi quello in cui nostro malgrado ci troviamo coinvolti?
riguardo gli illusionisti, per definizione: illusionisti sono coloro che trasformano una realtà illusoria in un altra realtà illusoria, in un modo che può sembrare magico solo perchè non si capisce come facciano. Una volta capito il trucco però, è quasi inevitabile dire: "che stronzata!"
alla stessa stregua un "non illusionista" prende una manciata di terra ne fa un mattone e costruisce una casa. Tutti hanno visto ciò che ha fatto e come lo ha fatto, ma a nessuno verrebbe in mente di dire toh! una magia, prima era solo terra ed ora è una casa, perchè tutti conoscono il trucco. Cambiano solo le modalità, ma abbiamo comunque trasformato una materia per adattarla all'immagine dei nostri desideri.

Ti chiedo la cosa che non capisco ora: Perchè sei pienamente convinto di aver capito quello che volevo dire e mi hai aggredito?


Inizio dal fondo, si ho visto che non avevi capito e lo hai già confermato ammesso che mi fosse servito, non ti ho aggredito, però certo dato che non è la prima volta (in pochi post) che non capisci quello che esprimo ma sentenzi, ho giocato con te, senza cattiveria o malevoli scopi.

Bene vedi che sotto sotto stai definendo una stronzata ciò che scrivo , nessun problema ma non hai capito quello che stavo dicendo.
Ci riprovo ma molto in sintesi....
Si ci ritroviamo in un abisso prima o poi o comunque ne subiamo gli influssi volenti o no, coscienti o no, se ne stiamo fuori, se ci teniamo alla larga non sappiamo distinguere ciò che da esso proviene, se lo conosciamo non possiamo evitare le sue manifestazioni ma possiamo vedendole agire regolare le nostre azioni
Uno is offline  
Vecchio 23-08-2006, 21.09.50   #23
angelo2
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 237
Riferimento: Abisso dell'Essere

sai una cosa Marynella, in realtà hai ragione tu, ha ragione Uno ed ho ragione io.
Senza andare su esempi complessi vediamo di fare un esempio semplice che possiamo verificare al momento:

io ho scritto un messaggio. Questo messaggio è scritto nero su bianco, è immutabile ed è lì a disposizione di chi lo vuole leggere. Ora:

1) tu lo leggi e mi dai una risposta
2) Uno lo legge e mi da una risposta completamente diversa.

Qualcuno qui sa dirmi quale sia la realtà? Come può Uno affermare che la sua è la giusta visione e come puoi affermarlo tu?
eppure quello che c'è scritto è immutabile proprio come l'abbisso oggettivo di Uno.

la realtà è solo quella che noi decidiamo che sia.
angelo2 is offline  
Vecchio 23-08-2006, 21.23.12   #24
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Riferimento: Abisso dell'Essere

Citazione:
Originalmente inviato da Marynella
Scusami Uno....ma io trovo un po' assolutistiche le tue affermazioni...[]

Se vuoi con te dirò: "Marynella forse c'è da qualche parte un abisso ma non ne sono sicuro, aspetta che ci penso "
No scusa... esprimono certezze alcuni che non hanno neanche capito di cosa sto parlando, non vedo perchè non posso farlo io che ho proposto l'argomento... puoi non essere d'accordo e questo non mi crea problemi, puoi dirmi perchè non sei d'accordo e proverò a vedere se c'è un punto di incontro, ma non ha senso discutere se vuoi adattare qualcosa che ti passa per la mente al "mio" discorso.
Tu hai fatto uno sforzo per far coincidere illusione con una cosa che non c'entrava nulla, io non lo faccio... qualsiasi cosa si intenda al posto di quella parola non c'entra nulla, sto parlando di una cosa reale... e la nebbia è nella testa di chi non vuole vederla.
Se tu credi in Dio e io ti dicessi che è un'illusione, che è un'illusione come la prenderesti? E stiamo parlando per quanto mi riguarda non di una credenza ma di una cosa che ho esplorato... e che tengo d'occhio costantemente.. certo potrei essere un pò suonato ma allora non perdere tempo con me e non è perchè mi provochi, è perchè pretendi di dialogare usando termini, paragoni, nozioni in maniera non esatta, ci passerei sopra con tutto il cuore se non vedessi che cerchi pure di convincermi e/o convincerti

Saluti a te
Uno is offline  
Vecchio 23-08-2006, 21.27.23   #25
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Riferimento: Abisso dell'Essere

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
sai una cosa Marynella, in realtà hai ragione tu, ha ragione Uno ed ho ragione io.
Senza andare su esempi complessi vediamo di fare un esempio semplice che possiamo verificare al momento:

io ho scritto un messaggio. Questo messaggio è scritto nero su bianco, è immutabile ed è lì a disposizione di chi lo vuole leggere. Ora:

1) tu lo leggi e mi dai una risposta
2) Uno lo legge e mi da una risposta completamente diversa.

Qualcuno qui sa dirmi quale sia la realtà? Come può Uno affermare che la sua è la giusta visione e come puoi affermarlo tu?
eppure quello che c'è scritto è immutabile proprio come l'abbisso oggettivo di Uno.

la realtà è solo quella che noi decidiamo che sia.

Vale anche per te l'ultima risposta a Marynella
Uno is offline  
Vecchio 23-08-2006, 21.36.31   #26
angelo2
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 237
Riferimento: Abisso dell'Essere

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
Inizio dal fondo, si ho visto che non avevi capito e lo hai già confermato ammesso che mi fosse servito, non ti ho aggredito, però certo dato che non è la prima volta (in pochi post) che non capisci quello che esprimo ma sentenzi, ho giocato con te, senza cattiveria o malevoli scopi.

Bene vedi che sotto sotto stai definendo una stronzata ciò che scrivo , nessun problema ma non hai capito quello che stavo dicendo.
Ci riprovo ma molto in sintesi....
Si ci ritroviamo in un abisso prima o poi o comunque ne subiamo gli influssi volenti o no, coscienti o no, se ne stiamo fuori, se ci teniamo alla larga non sappiamo distinguere ciò che da esso proviene, se lo conosciamo non possiamo evitare le sue manifestazioni ma possiamo vedendole agire regolare le nostre azioni


Sentenzio? Hai giocato con me senza cattiveria e malevoli scopi? Hai giocato da solo però perchè, io non sospettavo di non capire quello che dicevi, semplicemente non ricevevo rispote. e tu? mi hai etichettato come "ignorante" ed hai pensato che non vale nemmeno la pena rispondere per poi venir fuori tutt'un botto con dei messaggi di stizza?
sei proprio sicuro che sia io a non capire? Non potresti nemmeno lontanamente supporre che forse sei tu a non spiegarti in modo comprensibile?
per chiarezza sugli abissi, ho "capito" il tuo vedere, e ti ho risposto che il mio vedere è diverso.
angelo2 is offline  
Vecchio 23-08-2006, 21.48.43   #27
angelo2
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 237
Riferimento: Abisso dell'Essere

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
Se vuoi con te dirò: "Marynella forse c'è da qualche parte un abisso ma non ne sono sicuro, aspetta che ci penso "
No scusa... esprimono certezze alcuni che non hanno neanche capito di cosa sto parlando, non vedo perchè non posso farlo io che ho proposto l'argomento... puoi non essere d'accordo e questo non mi crea problemi, puoi dirmi perchè non sei d'accordo e proverò a vedere se c'è un punto di incontro, ma non ha senso discutere se vuoi adattare qualcosa che ti passa per la mente al "mio" discorso.
Tu hai fatto uno sforzo per far coincidere illusione con una cosa che non c'entrava nulla, io non lo faccio... qualsiasi cosa si intenda al posto di quella parola non c'entra nulla, sto parlando di una cosa reale... e la nebbia è nella testa di chi non vuole vederla.
Se tu credi in Dio e io ti dicessi che è un'illusione, che è un'illusione come la prenderesti? E stiamo parlando per quanto mi riguarda non di una credenza ma di una cosa che ho esplorato... e che tengo d'occhio costantemente.. certo potrei essere un pò suonato ma allora non perdere tempo con me e non è perchè mi provochi, è perchè pretendi di dialogare usando termini, paragoni, nozioni in maniera non esatta, ci passerei sopra con tutto il cuore se non vedessi che cerchi pure di convincermi e/o convincerti

Saluti a te
se nessuno ti capisce forse è meglio che parli da solo oppure solo con quelli che ti capiscono. Se io credessi in Dio e tu mi dicessi che è un'illusione ti direi che non è vero niente, se fossi un ateo ti direi che hai ragione. Se tu leggessi i messaggi e provassi a chiederti cosa centrino con quanto hai da dire tu, forse troveresti delle risposte. ma credo che tu non voglia rispote diverse da quelle che hai già deciso che ti calzano. Se mio nonno avesse 5 palle io sarei un flipper. La cosa reale di cui stai parlando non la conosce nessuno perchè non l'hai detta quindi dov'è il problema? Domani quando esco di casa guarderò dove metto i piedi, potrei caderci dentro.
angelo2 is offline  
Vecchio 23-08-2006, 23.18.07   #28
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Riferimento: Abisso dell'Essere

Anche questa è una manifestazione dell'abisso, è un illusione o non vista per chi non vuole vedere, che poi sono gli stessi che non mi capiscono... è un problema mio? E' un problema loro? Ma no, non è un problema... questo si che sarebbe un'illusione....

andiamo in pace (e ricordate le clausole iniziali del thread, ma sa di non trascendere mai l'educazione ed il rispetto in primis per se stesso, perchè se si scendono certi livelli non si manca di rispetto agli altri ma a se stessi.)

Proseguo domani il discorso per me stesso, se ho tempo
Uno is offline  
Vecchio 24-08-2006, 01.00.17   #29
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
abisso

H. P. LOVECRAFT E LE PORTE DELL'ABISSO
“Sebastiano Fusco, nell’introduzione al bel volume "Il Vento delle Stelle", da lui curato e tradotto, comprendente scritti inediti di Lovecraft, scrive: <<Baratri vertiginosi, da cui sortiscono terrori e meraviglie, dèi e mostri, incubi e visioni, demoni e archetipi. Inutilmente si cerca di attingere il fondo della voragine: l’immane spaccatura s’affonda nelle viscere del nostro inconscio, e quindi non conosce fine>>. Lì si trova tutto ciò che trascende l’individuale. E’ paradiso e inferno allo stesso tempo – [i]


Continuo a credere che esplorare l’abisso sia pericoloso. Se lo fai con una guida come ricercatore spirituale,può anche andare bene, se lo fai da solo, quello che vedi ti travolge e prima o poi noi puoi più ritornare. Non è che ritornare ti dona una grande cosa , ma una volta perduto nell’abisso, ti arrampichi sugli specchi infernali. Non è una passeggiata diventare “pazzo” ed essere consapevole di questa. La pazzia duole ed è peggiore della morte.

Chi dal suo abisso ritorna a fatica e l’immersione è stata casuale (non tanto, ma prendiamola così) e riesce a rendersi conto del vissuto può anche dire che comprende meglio la vita, che è un risvegliato, che c’è l’energia incredibile che ti illumina, ecc. Ma quest’energia ha dei vortici.

Dice Hamlet:
<<Potrei essere rinchiuso in un guscio di noce e considerare me stesso il re di uno spazio infinito>>.
L’abisso è l’infinito dentro di noi.

“Ma l'infinito non è solo divina proporzione e stupore. Può essere l'abisso in cui la mente si perde e perde i contatti con la realtà. Come diceva Nietzsche, <<quando guardi dentro l'abisso, anche l'abisso guarda dentro di te>>.



L’abisso è lo stesso per tutti nella misura in quale siamo tutti simili. Può darsi per questo motivo tutto ciò che vediamo in altri e non ci piace, esiste anche dentro di noi, ma mi domando in quale misura? O nella stessa misura solo che per una “ragione” oscura, ognuno di noi viene al mondo in altre condizioni, è unico perché deve fare un cammino diverso… altrimenti in sostanza siamo la stessa “polvere”.

Un saluto
edali

p.s. Non so per quale ragione mi viene in mente la storia di Orfeo:
Narrando la storia di Orfeo ed Euridice nei nostri tempi. Orfeo è innamorato di Euridice bella, buona e brava, la quale un giorno inizia a drogarsi. Orfeo si rimbocca le maniche per aiutarla ad uscirne fuori solo che decide troppo presto di guardare l’amata come un’amante e si schifa; sguardo che non sfugge ad Euridice che ritorna nel mondo della droga definitivamente.


p.s.2 Sulla dinamicità dell’abisso ancora sto pensando.
edali is offline  
Vecchio 24-08-2006, 10.03.25   #30
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Abisso dell'Essere

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
Non è che "apertura e cuore puro" sono il risultato conseguente della comprensione dell'abbisso? Non vedo molto senso nel vivere una difficoltà se già conosciamo cosa essa abbia da insegnarci. E' come dire che per essere felici ci vuole una buona dose felicità.


direi di no o perlomeno non inizialmente.
se al primo "abisso" non hai apertura e cuore puro...
tale abisso come direbbe Uno rimane... vicenda accaduta ma non esperienza...
e ci rimani in superficie... senza comprenderlo.

questo a mio parere si intende.
Un salutone
turaz is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it