Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 01-11-2006, 18.50.48   #11
individuo
Ospite abituale
 
L'avatar di individuo
 
Data registrazione: 09-09-2006
Messaggi: 184
Riferimento: Osho "Luomo nuovo"

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Osho….. lo sento nominare spesso e il più delle volte con soddisfazione e con merito, per i suoi discorsi. Eppure di lui, come del resto di Jiddu Krishnamurti, non sono mai riuscito a leggere nulla che mi “facesse vibrare”.
Di J.K. credo di sapere il perché, mentre di Osho credo che dipenda dal fatto che non sono mai incappato nei libri giusti.
Qualcuno saprebbe gentilmente consigliarmi qualcuno dei suoi libri più validi che sia ancora in commercio e che sintetizzi il suo pensiero?

….. grazie


Ciao Van potresti dirmi come mai J.K. non ti ha trasmesso alcunchè di vibrante...direi quasi nulla di nuovo, da come lo dici?

Te lo chiedo visto che per quanto mi riguarda è stato in grado di razionalizzare tanta della confusione che avevo e di dar voce a tante cose che sentivo ma di cui quasi avevo paura visto che temevo la follia di quello che percepivo e sentivo...o meglio temevo che sarebbe stato folle inseguire quello che sentivo perchè mi avrebbe spinto verso confini non certo facilmente condivisibili con altri...e che quindi mi sarei trovato solo...

Ora, dopo quello che mi è successo ( non a me personalmente ma indirettamente ), è l'unica strada che io , in questa vita, sento di percorrere...

Perciò, mi piacerebbe sapere da te...
Io comunque ho letto tutti i suoi libri e più volte...non so tu cos'abbia letto.

Anche perchè non mi pare che lui indichi nessun metodo anzi chiede pa piena consapevolezza di noi stessi...e attraverso la sua esperienza è tutto più facilmente verificabile...ma alla fine sei libero...non c'è nulla che lui chiede di praticare realmente...e anzi smaschera facilmente ogni forma di ipocrisia del pensiero, della mente...

Ultima modifica di individuo : 01-11-2006 alle ore 19.09.10.
individuo is offline  
Vecchio 01-11-2006, 20.09.37   #12
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Osho "Luomo nuovo"

Citazione:
Originalmente inviato da individuo
Ciao Van potresti dirmi come mai J.K. non ti ha trasmesso alcunchè di vibrante...direi quasi nulla di nuovo, da come lo dici?

Te lo chiedo visto che per quanto mi riguarda è stato in grado di razionalizzare tanta della confusione che avevo e di dar voce a tante cose che sentivo ma di cui quasi avevo paura visto che temevo la follia di quello che percepivo e sentivo...o meglio temevo che sarebbe stato folle inseguire quello che sentivo perchè mi avrebbe spinto verso confini non certo facilmente condivisibili con altri...e che quindi mi sarei trovato solo...

Ora, dopo quello che mi è successo ( non a me personalmente ma indirettamente ), è l'unica strada che io , in questa vita, sento di percorrere...

Perciò, mi piacerebbe sapere da te...
Io comunque ho letto tutti i suoi libri e più volte...non so tu cos'abbia letto.

Anche perchè non mi pare che lui indichi nessun metodo anzi chiede pa piena consapevolezza di noi stessi...e attraverso la sua esperienza è tutto più facilmente verificabile...ma alla fine sei libero...non c'è nulla che lui chiede di praticare realmente...e anzi smaschera facilmente ogni forma di ipocrisia del pensiero, della mente...
Credo che dipenda dal suo modo di sviluppare i discorsi seguendo un percorso mentale che per la mia mente "anarchica" è difficilissimo seguire. Di fatto i suoi libri li iniziavo ma, credo di non essere mai riuscito ad andare oltre la pagine 20. Poi ho visto qualche video con registrati i suoi discorsi di Saanen. (non ricordo se si scrive così), però anche lì faticavo a seguire.
Non voglio dire che non sia valido.......... Probabilmente dipende da un fatto di sintonia, cioè semplicemente non sono sintonizzato col suo modo di spiegare e di insegnare.
Devo anche dire che l’ho trovato dopo avere trovato Ramana Maharishi e probabilmente per me era stato Ramana ad aiutarmi a, (per usare le tue stesse parole), “razionalizzare tanta della confusione che avevo”.

Il fatto che tu abbia riletto più volte i suoi libri ed abbia trovato giovamento dalle sue parole mi fa pensare che il suo insegnamento sia buono.



P.S. ma qui siamo O.T.

Ultima modifica di VanLag : 01-11-2006 alle ore 21.05.53.
VanLag is offline  
Vecchio 02-11-2006, 10.45.27   #13
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Riferimento: Osho "Luomo nuovo"

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
...Sento una lacuna nel non conoscere il pensiero di questo maestro e voglio vedere se interseca in qualche modo il mio percorso...

Questo mi sembra un saggio atteggiamento.
Mi sembra giusto porsi di fronte ai suoi insegnamenti con uno spirito aperto, libero, non pregiudiziale...
E, a mio avviso, vedrai che interseca necessariamente con il tuo percorso.
Non può essere in antitesi con quanto indicano altri percorsi seri e profondi, se non nella forma apparente, perchè ciò che indica non è nient'altro che il cammino che porta al ritorno alla Sorgente, a Casa.
E' su questa Strada siamo tutti pellegrini, che si incontrano scambiando esperienze ed appunti di viaggio.
Io Stesso mi sono ispirato agli insegnamenti di Osho per un lungo periodo... poi, senza rinnegare nulla, ho sentito la necessità di esplorare altre vie, più adatte ai miei bisogni di quel nuovo momento, liberamente... ma erano vie sempre convergenti verso quell'unità Coscienziale, che tutti i maestri o nuovi non maestri indicavano. Ed ora eccomi qui... libero da percorsi, strade, cammini... perfettamente imperfetto, liberamente condizionato, intensamente vivo e naturale in ciò che sono, in amorevole accettazione di me stesso e di tutto ciò che è stato, di ciò che è, e ciò che potrebbe essere.
Praticamente "morto a me stesso", rispetto ad un "mia" volontà personale.
Ovvero Arreso...
Un caro saluto
Mirror is offline  
Vecchio 02-11-2006, 13.59.45   #14
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Osho "Luomo nuovo"

Citazione:
Originalmente inviato da Mirror
Questo mi sembra un saggio atteggiamento.
Mi sembra giusto porsi di fronte ai suoi insegnamenti con uno spirito aperto, libero, non pregiudiziale...
E, a mio avviso, vedrai che interseca necessariamente con il tuo percorso.
Non può essere in antitesi con quanto indicano altri percorsi seri e profondi, se non nella forma apparente, perchè ciò che indica non è nient'altro che il cammino che porta al ritorno alla Sorgente, a Casa.
E' su questa Strada siamo tutti pellegrini, che si incontrano scambiando esperienze ed appunti di viaggio.
Io Stesso mi sono ispirato agli insegnamenti di Osho per un lungo periodo... poi, senza rinnegare nulla, ho sentito la necessità di esplorare altre vie, più adatte ai miei bisogni di quel nuovo momento, liberamente... ma erano vie sempre convergenti verso quell'unità Coscienziale, che tutti i maestri o nuovi non maestri indicavano. Ed ora eccomi qui... libero da percorsi, strade, cammini... perfettamente imperfetto, liberamente condizionato, intensamente vivo e naturale in ciò che sono, in amorevole accettazione di me stesso e di tutto ciò che è stato, di ciò che è, e ciò che potrebbe essere.
Praticamente "morto a me stesso", rispetto ad un "mia" volontà personale.
Ovvero Arreso...
Un caro saluto

Specchio, specchio delle mie brame
meno male che ci sei sempre e vivo
i tuoi interventi sono sempre opportuni
e condivisibili
paperapersa is offline  
Vecchio 02-11-2006, 18.58.03   #15
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Smile Riferimento: Osho "Luomo nuovo"

Grazie per questa discussione e per tutta l'nformazione che contiene.
Monica 3 is offline  
Vecchio 03-11-2006, 09.44.43   #16
vagabondo del dharma
a sud di nessun nord
 
Data registrazione: 28-08-2006
Messaggi: 245
Riferimento: Osho "Luomo nuovo"

Citazione:
Originalmente inviato da Mirror
Questo mi sembra un saggio atteggiamento.
Mi sembra giusto porsi di fronte ai suoi insegnamenti con uno spirito aperto, libero, non pregiudiziale...
E, a mio avviso, vedrai che interseca necessariamente con il tuo percorso.
Non può essere in antitesi con quanto indicano altri percorsi seri e profondi, se non nella forma apparente, perchè ciò che indica non è nient'altro che il cammino che porta al ritorno alla Sorgente, a Casa.
E' su questa Strada siamo tutti pellegrini, che si incontrano scambiando esperienze ed appunti di viaggio.
Io Stesso mi sono ispirato agli insegnamenti di Osho per un lungo periodo... poi, senza rinnegare nulla, ho sentito la necessità di esplorare altre vie, più adatte ai miei bisogni di quel nuovo momento, liberamente... ma erano vie sempre convergenti verso quell'unità Coscienziale, che tutti i maestri o nuovi non maestri indicavano. Ed ora eccomi qui... libero da percorsi, strade, cammini... perfettamente imperfetto, liberamente condizionato, intensamente vivo e naturale in ciò che sono, in amorevole accettazione di me stesso e di tutto ciò che è stato, di ciò che è, e ciò che potrebbe essere.
Praticamente "morto a me stesso", rispetto ad un "mia" volontà personale.
Ovvero Arreso...
Un caro saluto

Beato...te! Ah, dimenticavo, non c'è nessun "te"!

Bello quello che dici, aiuta a capire come in questa ricerca i fondamentalismi siano la scelta più sbagliata che si possa compiere. In effetti, con diverse parole e diverse formule, tutti indicano la stessa strada...
vagabondo del dharma is offline  
Vecchio 03-11-2006, 10.41.50   #17
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Riferimento: Osho "L'uomo nuovo"

Citazione:
Originalmente inviato da vagabondo del dharma
... aiuta a capire come in questa ricerca i fondamentalismi siano la scelta più sbagliata che si possa compiere. In effetti, con diverse parole e diverse formule, tutti indicano la stessa strada...

Ogni realtà religiosa imperniata sull'ego spirituale porta necessariamente a sempre nuove forme di fondamentalismo, integralismo e atteggiamento antiscientifico.
Sia che si tratti di istituzioni religiose tradizionali istituzionalizzate, sia che si tratti nuovi movimenti spirituali.
Confondere dei semplici mezzi, strumenti di ricerca interiore con i fini, porta sempre alla separazione, alla lotta, alle divisioni dottrinarie basate sulla lettera, svuotate di spirito "illuminato", aperto, fiducioso nell'altro e libero.
Questo è quel che è stato fatto quasi sempre dall'uomo vecchio, previlegiando la divisione all'unione.
L'uomo nuovo non dovrebbe più ripetere gli stessi errori, se vuole una qualità della vita degna di essere vissuta.

Mirror is offline  
Vecchio 03-11-2006, 10.47.27   #18
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Osho "L'uomo nuovo"

Citazione:
Originalmente inviato da Mirror
Ogni realtà religiosa imperniata sull'ego spirituale porta necessariamente a sempre nuove forme di fondamentalismo, integralismo e atteggiamento antiscientifico.
Sia che si tratti di istituzioni religiose tradizionali istituzionalizzate, sia che si tratti nuovi movimenti spirituali.
Confondere dei semplici mezzi, strumenti di ricerca interiore con i fini, porta sempre alla separazione, alla lotta, alle divisioni dottrinarie basate sulla lettera, svuotate di spirito "illuminato", aperto, fiducioso nell'altro e libero.
Questo è quel che è stato fatto quasi sempre dall'uomo vecchio, previlegiando la divisione all'unione.
L'uomo nuovo non dovrebbe più ripetere gli stessi errori, se vuole una qualità della vita degna di essere vissuta.



se l'uomo "nuovo" non ha fatto "luce" pienamente in se stesso continuerà anche dopo a commettere gli stessi errori chiamando (spirito illuminato aperto) una "vecchia" metodologia con parole "nuove".
la separazione è utile o no?
l'unità consapevole è frutto di separazione iniziale (figliol prodigo)
e le "separazioni" avvengono in ogni istante dentro se stessi.
si "separa" per "unire" con consapevolezza maggiore
turaz is offline  
Vecchio 03-11-2006, 11.44.45   #19
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Osho "L'uomo nuovo"

Citazione:
Originalmente inviato da turaz
l'unità consapevole è frutto di separazione iniziale (figliol prodigo)
e le "separazioni" avvengono in ogni istante dentro se stessi.
si "separa" per "unire" con consapevolezza maggiore

La separazione del filiol prodigo significa che ci si perde nell'oblio di Se' e che questo e' necessario all'evoluzione della coscienza...ma quando egli ritorna a casa riappare il "ricordo di Se'". La mente separativa e' una cosa sola con l'ego che ha ancora bisogno di perdersi identificato come e' nel desiderio e nella brama del possesso...e questo e' il funzionamento della mente dualistica ora attratta ora respingente o indifferente, se non si comprende questo......
Yam is offline  
Vecchio 03-11-2006, 12.46.01   #20
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Osho "L'uomo nuovo"

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
La separazione del filiol prodigo significa che ci si perde nell'oblio di Se' e che questo e' necessario all'evoluzione della coscienza...ma quando egli ritorna a casa riappare il "ricordo di Se'". La mente separativa e' una cosa sola con l'ego che ha ancora bisogno di perdersi identificato come e' nel desiderio e nella brama del possesso...e questo e' il funzionamento della mente dualistica ora attratta ora respingente o indifferente, se non si comprende questo......


certamente yam.
quella "unitiva" non è forse anch'essa mossa da ego?
solo che invece di dividere... incanala verso l'unione?
è dicotomia umana.
togliamo il discorso "possesso e brama"
qui in teoria saremmo oltre.

il desiderio è il motore dell'evoluzione
basta non esserne "vincolati" e "dipendenti" senza "agganciarsi" al risultato.
oppure tu forse non desideri "evolvere"?
se tu non desiderassi evolvere come mai leggi in continuazione libri e pratichi la meditazione (tanto per intenderci)?

E allora perchè invece di condannare l'ego... non lo si comprende per la spinta evolutiva che esso può dare?
se tu non avessi desideri non saresti uomo.
turaz is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it