Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 20-03-2007, 19.38.56   #41
Guido
Ospite abituale
 
L'avatar di Guido
 
Data registrazione: 09-02-2007
Messaggi: 96
Riferimento: Inchiesta su Gesù.

Citazione:
Originalmente inviato da hetman
Per Guido:

IO AVEVO DETTO:
Non che mi interessino i problemi dei "Vertici Cattolici", ma non ci vedete qualcosa che non quadra?
Io sarei daccordo sia con Sobrino che con Pesce.

Ti prego la prossima volta che "citi" inserisci l'intero paragrafo per spirito di verità, oppure non si ha diritto ad una opinione? Senza polemiche.

Sei malizioso! Mi conosci e sai benissimo che sono per lo scambio di opinioni e la libera circolazione delle idee (pure curioso sono)! Oltretutto ti ho dato prova personalmente che non aprofitto neppure delle tue gaff. Te le ho fatte notare in privato..

Per il presente non mi sembrava di aver completamente cambiato il senso...e neppure ti ho citato. Se invece così è ben venga la tua chiarificazione!

Polemiche?????????
Guido is offline  
Vecchio 20-03-2007, 23.40.14   #42
webmaster
Ivo Nardi
 
L'avatar di webmaster
 
Data registrazione: 10-01-2002
Messaggi: 957
Arrow

Vi invito ad attenervi al tema proposto dalla discussione.
Per le polemiche personali siete pregati di utilizzare i messaggi privati.
webmaster is offline  
Vecchio 21-03-2007, 09.51.17   #43
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Inchiesta su Gesù.

Ciao Guido,

mah da parte mia nessuno scontro….forse un con-fronto ! ^^

“Questo non lo mette al di sopra, e lo esclude dalla critica”

Certo, concordo.

“peraltro per il metodo usato”

Non concordo, perché il libro non è uno studio ma un testo divulgativo, per criticare il metodo vanno analizzati gli studi e gli articoli scientifici di Pesce, non un libro-intervista dove ci sono solo “conclusioni” e qualche logica deduzione.

“La tua vena polemica appare sempre...”

Si, ammetto che quando parlo di cattolicità sono un po’ ostico, ma è la naturale reazione alle continue esternazioni contro-filosofiche del pastore tedesco che sento tutti i giorni sui telegiornali.

“morali non sono vincolanti”

Purtroppo lo sono, perché così è stato detto da Ruini, ovvero che la posizione della CEI sui Dico è “vincolante” per tutti i cattolici, compresi i politici che dunque, da cattolici, non possono votare secondo la loro coscienza ma [b]devono[/v] votare contro !

“che come padre, mi interessa e come”

Ci mancherebbe altro, è giustissimo che a te interessi, solo che come tu ti ritieni libero di decidere secondo coscienza, perché i politici cattolici devono essere “moralmente” vincolati a votare come vuole il Vaticano ?

Saluti a te
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 21-03-2007, 20.17.44   #44
ricercatore
Ospite
 
Data registrazione: 26-09-2006
Messaggi: 30
Riferimento: Inchiesta su Gesù.

Ma siamo poi certi che Gesù sia morto sulla croce? Secondo il corano Gesù fu assunto in cielo dal Padre con tutto il corpo. Perché c'è questa discordanza tra i vangeli ed il corano?

E ancora: siamo certi che Gesù sia venuto sulla terra per redimere l'umanità caricandosi dei peccati degli esseri umani? Non era stato mandato dal Padre per annunciare la prossima venuta del Regno di Dio sulla Terra?
A me sembra un controsenso: è come se un padre mandasse al patibolo un suo figlio innocente per salvare un altro figlio condannato per assassinio. Quando mai potrà il figlio assassino comprendere il suo errore se non sconta la pena per le sua azione criminale?

Inoltre, perché Gesù viene chiamato Gesù Cristo? Da dove è uscito fuori questo Cristo? Mi pare che nei vangeli apocrifi Cristo non compare mai, c'è solo il nome di Gesù. Perché?

Non è forse che Gesù e Cristo siano due persone diverse? E se fosse così, perché la Chiesa ne avrebbe fatto un unico personaggio?
ricercatore is offline  
Vecchio 22-03-2007, 12.16.05   #45
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Inchiesta su Gesù.

Citazione:
Originalmente inviato da ricercatore
Ma siamo poi certi che Gesù sia morto sulla croce? Secondo il corano Gesù fu assunto in cielo dal Padre con tutto il corpo. Perché c'è questa discordanza tra i vangeli ed il corano?

E ancora: siamo certi che Gesù sia venuto sulla terra per redimere l'umanità caricandosi dei peccati degli esseri umani? Non era stato mandato dal Padre per annunciare la prossima venuta del Regno di Dio sulla Terra?
A me sembra un controsenso: è come se un padre mandasse al patibolo un suo figlio innocente per salvare un altro figlio condannato per assassinio. Quando mai potrà il figlio assassino comprendere il suo errore se non sconta la pena per le sua azione criminale?

Inoltre, perché Gesù viene chiamato Gesù Cristo? Da dove è uscito fuori questo Cristo? Mi pare che nei vangeli apocrifi Cristo non compare mai, c'è solo il nome di Gesù. Perché?

Non è forse che Gesù e Cristo siano due persone diverse? E se fosse così, perché la Chiesa ne avrebbe fatto un unico personaggio?


Cercherò nel mio piccolo di darti una risposta:

La Tua domanda inerente il Corano, può essere così chiarita, quando si dice che gli Ebrei non videro Gesù morire sulla crose è perchè Gesù non morì sulla croce in senso Spirituale, solo come uomo. In realtà gli Ebrei si illusero di aver crocifisso Gesù e con esso la Sua Parola, Parola che tutt'oggi vive.
Citazione:
dal vg. di Filippo (apocrifo)
21. Coloro che dicono che il Signore prima è morto e poi è resuscitato, si sbagliano, perché egli prima è resuscitato e poi è morto. Se uno non consegue prima la resurrezione non morirà, perché, come è vero che Dio vive, egli sarà già morto.
La Resurrezione è intesa come accettazione e conoscenza di Dio.
Il fatto della crocifissione è da intendere nel senso chè un grande Amore porta ad una grande sofferenza, Amare veramente significa donare la propria vita per quell'Amore.

E' vero che Gesù promise il suo ritorno, ma certamente portò nuova vita all'ebraismo che, come si legge nei vangeli era arrivato a frammentazioni e dissidi interni.

Per l'altra domanda; I nomi sono 3, Gesù, Nazareno e Cristo, sono tutti e tre nomi di Gesù e si riferiscono alla stessa persona.

Citazione:
dal vg. di Filippo (apocrifo)
47. Gli apostoli che sono stati prima di noi l'hanno chiamato così: Gesù Nazareno Cristo. L'ultimo nome è Cristo, il primo è Gesù, quello di mezzo è Nazareno. Messia ha due significati: tanto Cristo che il limitato. Gesù in ebraico è la salvezza. Nazara è la verità. Perciò Nazareno è quello della verità. Cristo è il limitato. Nazareno e Gesù sono quelli che lo hanno limitato.

Spero di esserTi stato d'aiuto.

Ultima modifica di hetman : 23-03-2007 alle ore 08.41.51.
hetman is offline  
Vecchio 23-03-2007, 11.36.40   #46
ricercatore
Ospite
 
Data registrazione: 26-09-2006
Messaggi: 30
Riferimento: Inchiesta su Gesù.

Citazione:
Originalmente inviato da hetman
Cercherò nel mio piccolo di darti una risposta:

La Tua domanda inerente il Corano, può essere così chiarita, quando si dice che gli Ebrei non videro Gesù morire sulla crose è perchè Gesù non morì sulla croce in senso Spirituale, solo come uomo. In realtà gli Ebrei si illusero di aver crocifisso Gesù e con esso la Sua Parola, Parola che tutt'oggi vive.

La Resurrezione è intesa come accettazione e conoscenza di Dio.
Il fatto della crocifissione è da intendere nel senso chè un grande Amore porta ad una grande sofferenza, Amare veramente significa donare la propria vita per quell'Amore.

E' vero che Gesù promise il suo ritorno, ma certamente portò nuova vita all'ebraismo che, come si legge nei vangeli era arrivato a frammentazioni e dissidi interni.

Per l'altra domanda; I nomi sono 3, Gesù, Nazareno e Cristo, sono tutti e tre nomi di Gesù e si riferiscono alla stessa persona.



Spero di esserTi stato d'aiuto.

Non mi sembra molto convincente la tua risposta, anche se induce a riflettere.
Per me la resurrezione è anzitutto un fatto spirituale, con la continua ricerca della Verità che vuol dire anche conoscenza della Vita e di Dio. In secondo luogo è anche biologica nel senso che, ampliando la nostra consapevolezza, rendiamo la nostra forma sempre più sana fino a renderla immortale, come lo Spirito.
Riguardo al presunto sacrificio di Gesù sulla croce, è contro ogni logica ed ogni Legge Divina. La Legge del Karma, che rappresenta la Giustizia Divina, non consente che un innocente debba caricarsi del karma di altri, perché non servirebbe a nulla e a nessuno. Il sacrificio di Gesù sulla croce, non avrebbe cancellato i peccati dell'umanità, come vuole far intendere la chiesa. Infatti i cosidetti cristiani non sono diventati più buoni, anzi i peggiori crimini in questi ultimi 2000 anni li hanno perpetrati proprio i cristiani.
Il messaggio di Gesù, al di là della crocifissione o meno, è pervenuto a noi (nonostante le numerose manipolazioni) perché la Verità è eterna.
Inoltre il vero Amore non comprende la sofferenza, ma la gioia, la felicità, la compassione che non vuol dire prendere su di sé le sofferenze degli altri, bensì comprenderle senza giudicare e lasciare che la legge del karma faccia il suo corso a fin di bene.

Riguardo il nome di Gesù Cristo, non potrebbe trattarsi della persona Cristo, figlio di Gesù, il quale magari ha voluto imitare il padre senza averne i poteri divini, cosicché si è attirato la persecuzione della casta sacerdotale che lo ha condannato a morte?
Riguardo poi la resurrezione di Cristo non ci sono prove storiche.
ricercatore is offline  
Vecchio 23-03-2007, 12.18.15   #47
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Inchiesta su Gesù.

Citazione:
Originalmente inviato da ricercatore
Ma siamo poi certi che Gesù sia morto sulla croce? Secondo il corano Gesù fu assunto in cielo dal Padre con tutto il corpo. Perché c'è questa discordanza tra i vangeli ed il corano?

E ancora: siamo certi che Gesù sia venuto sulla terra per redimere l'umanità caricandosi dei peccati degli esseri umani? Non era stato mandato dal Padre per annunciare la prossima venuta del Regno di Dio sulla Terra?
A me sembra un controsenso: è come se un padre mandasse al patibolo un suo figlio innocente per salvare un altro figlio condannato per assassinio. Quando mai potrà il figlio assassino comprendere il suo errore se non sconta la pena per le sua azione criminale?

Inoltre, perché Gesù viene chiamato Gesù Cristo? Da dove è uscito fuori questo Cristo? Mi pare che nei vangeli apocrifi Cristo non compare mai, c'è solo il nome di Gesù. Perché?

Non è forse che Gesù e Cristo siano due persone diverse? E se fosse così, perché la Chiesa ne avrebbe fatto un unico personaggio?


senza star qui a disquisire su "termini"
per come "sento" io leggendo il vangelo ogni qualvolta si fa riferimento a cristo si intende a mio sentire il riferimento alla shekinah divina insita potenzialmente in ognuno.
come te ritengo sia un fatto prettamente spirituale il concetto di "morte e resurrezione".

ciao
turaz is offline  
Vecchio 25-03-2007, 09.49.26   #48
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Riferimento: Inchiesta su Gesù.

Citazione:
Ho letto altri libri di ricerca su Gesù e questo non mi convince ne come metodo (note assenti o quasi, bibliografia due paginette con un riferimento ad una dozzina o poco più di autori e visto che sono un tecnico qualche opinione sul metodo forse potrei averla) ne come stile. I libri dei miei figli (fantasy) al confronto sono capolavori! Storicità? lasciamo perdere, un unico interlocutore, Pesce!
[…]
Consiglierei a chi veramente è interessato, di leggere “La nascita del cristianesimo” di Carsten Peter Thielde che è uno storico e papirologo per capire come un vero libro storico vada scritto e rendere la lettura piacevole e affascinante
Dunque di Thiede mi sembra di aver fatto un discorso esaustivo nel nuovo thread a suo nome.
Su Augias Penna vorrei dirti una piccola cosa, molto banale, ma credo sia illuminante.
Che bisogno c’e’ di scrivere un articolo di scherno all’indirizzo della persona Augias piuttosto che una critica di contenuti? (mi riferisco all‘articolo da te in parte citato uscito sul Foglio, e già la testata dovrebbe dire qualcosa di per sé)
Il bisogno di delegittimare, denigrare, schernire una persona ha l’unico scopo di offuscare il contenuto altrimenti difficilmente contestabile.
Invece voglio portare qui come prova della superiorità di Penna e Augias a queste bassezze, di Penna questo link
http://www.mauropesce.net/dblog/arti...sp?articolo=30
Dove elogia il libro di Augias e su Augias il thread su Penna (il dna del cristianesimo) ospite alla sua trasmissione.
Questo è un dialogare civile tra persone che si stimano a vicenda..
Non quella spazzatura che passano certi giornali attaccati alle risse da bar dello sport.
La rissa farà pure audience ma chi ci tiene al dibattito serio si sente defraudato da questa spazzatura.
Fa strano che tu chieda ad Augias/Pesce maggiore serietà postando quest’articolo, piuttosto dai dimostrazione di non avere ben chiaro cosa sia serio e cosa non lo sia.
La_viandante is offline  
Vecchio 25-03-2007, 10.22.00   #49
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Riferimento: Inchiesta su Gesù.

Aggiungo, piuttosto chiamiamo in causa Ravasi, che si è occupato anche lui di valutare i contenuti, credo che questo sia un modo sano di avanzare critiche, e sono le critiche costruttive quelle che servono al dibattito serio, intanto posto la sua posizione equilibrata, secondo me soprattutto da cattolico qual è
Citazione:
La distinzione tra storiografia e teologia è essenziale per tutti: io stesso – e il professor Pesce sicuramente lo ricorderà – ho a suo tempo nettamente polemizzato sui giornali col professor Carsten Thiede per le derive apologetiche e fin fondamentaliste presenti in alcuni suoi scritti, così come ho fatto col professor Ambrogio Donini per le sue impostazioni paleomarxiste positivistiche.

Non condivido l’epiteto all’indirizzo di Donini, ma è comprensibile, quello che sottolineo e condivido è la definizione di Thiede, che capita a fagiolo in questo topic.
Il resto del discutere per chi interessa è qui
http://www.sanpaolo.org/fc/0705fc/0705fc88.htm
Ma inizia da qui
http://www.sanpaolo.org/fc/0703fc/0703fc88.htm
Si può notare un approccio molto più ragionato ed argomentato di quello che è stato il vittimismo di Cantalamessa, ed altri, De Rosa etc. questo è il tipo di dibattito che piace a me, senza esclusione di colpi, senza ipocrisie ma con educazione e soprattutto argomenti.
Si pone l’accento sulla dimensione spirituale, mistica ampliando la figura storica e la ricostruzione dove si ritiene (da area credente ovviamente) si sia stati troppo reticenti.
Mi sembra una aggiunta obiettiva ed equilibrata.
La_viandante is offline  
Vecchio 25-03-2007, 13.40.23   #50
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Inchiesta su Gesù.

Citazione:
da ricercatore
Inoltre, perché Gesù viene chiamato Gesù Cristo? Da dove è uscito fuori questo Cristo? Mi pare che nei vangeli apocrifi Cristo non compare mai, c'è solo il nome di Gesù. Perché?

Ti ho risposto citando un Vangelo apocrifo:
Citazione:
dal vg. di Filippo (apocrifo)
47. Gli apostoli che sono stati prima di noi l'hanno chiamato così: Gesù Nazareno Cristo. L'ultimo nome è Cristo, il primo è Gesù, quello di mezzo è Nazareno. Messia ha due significati: tanto Cristo che il limitato. Gesù in ebraico è la salvezza. Nazara è la verità. Perciò Nazareno è quello della verità. Cristo è il limitato. Nazareno e Gesù sono quelli che lo hanno limitato.
Avrei potuto citare il Corano o i libri Bahà'ì ma sarebbe potuto essere dalla mia parte.
Allora mi chiedo, da dove estrapoli le informazioni che Ti portano a "Riformulare" la domanda? Può darsi che Tu sappia qualcosa che io ignoro.
Citazione:
da ricercatore
Riguardo il nome di Gesù Cristo, non potrebbe trattarsi della persona Cristo, figlio di Gesù, il quale magari ha voluto imitare il padre senza averne i poteri divini, cosicché si è attirato la persecuzione della casta sacerdotale che lo ha condannato a morte?
Riguardo poi la resurrezione di Cristo non ci sono prove storiche.

Per quanto riguarda il Tuo ultimo paragrafo, creda tu debba approfondire le ricerche perchè in questo punto sei Tu che ignori.
Vi sono tutte le documentazioni dei romani inclusi i verbali di Pilato certamente non di parte Cristiana, oltre ai passi Coranici anch'essi non di parte Cristiana.
Pongo io una domanda, Quali dovrebbero essere le prove storiche da presentare per dar valorare alla tesi "che la crocifissione è realmente avvenuta" e che il Crocifisso era "Gesù Nazareno Cristo" unica persona?

A presto.
hetman is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it