Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 07-06-2007, 13.15.24   #11
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Riferimento: AnnoZero e preti pedofili

In effetti non capisco cosa c’entri in spiritualità la pedofilia qui mi sembra più pertinente.
Si parla di onestà di evitare faziosità ma io sinceramente non reggo proprio le difese di certi giornali che giocano sulle parole solo per dare un’avemaria senza fondamenti da recitare a chi parla della pedofilia e delle vittime
Se leggete qui
http://www.db.avvenire.it/avvenire/e...lo_761470.html
Oltre al continuo predicare odio verso una persona, che tralasciamo, sappiamo abbastanza bene quanta meschinità si è indirizzata verso Odifreddi, ma vogliamo invece parlare di come si tenti di dire che il Crimen sollicitationis non riguardasse la pedofilia e a conferma si cita proprio un articolo dello stesso che ne parla però … in modo “disinteressato” …(???)
Insomma il peggior crimine è questo insieme a zoofilia e omosessualità, che già .. Insomma non necessita di commenti come si possa considerare l’omossesualità come la pedofilia e la zoofilia.
Ma poi, il chiamare il papa in causa che ai vescovi irlandesi fece la ramanzina tempo fa … ma dico io ma già ad ottobre era in circolazione il documentario della bbc giusto? Ed è stato messo in circolo proprio perché dopo essere stati al centro dell’attenzione mediatica e essere stati più attenti sono tornati a fare quella politica omertosa di intralcio alle indagini
Per questo si è reso necessario riportare l’attenzione su questo documento.
Le iene hanno infatti preso la palla al balzo dalle parole del pontefice per fare quell’indagine su come reagisse il clero davanti alle denunce di casi di pedofilia, e la politica omertosa era proprio la prassi di tutte le chiese.
Allora cosa ha fatto davvero il papa per contrastare? Solo la facciata pubblica, ma le cose nella realtà continuavano tali e quali.
La_viandante is offline  
Vecchio 07-06-2007, 13.24.57   #12
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: AnnoZero e preti pedofili

Rudello
Citazione:
Io sono un laico, e nessuno mi paga per venire in aiuto dei preti e del Vaticano (che peraltro non credo saprebbero cosa farsene), anche se spesso vengo accusato da te, ma anche da altri, proprio di questo.
katerpillar

Il fatto di essere un laico non è una scusante ma una aggravante; e che non sia il solo a viverti in quel modo vuol dire che il tuo comportamento lo fa pensare; anche se al di là di chi vuoi difendere io me ne infishio, chiunque esso sia.

Mentre quello che turba la coscienza altrui, e dovrebbe turbare anche la tua, è la presa di posizione che assumi con la scusante della famosa "letterina" che non possiamo mostrare, dove tu continui a negare un'evidenza che tutto il mondo conosce; mentre per te se non c'è la letterina non ci sono nemmeno i preti pedofili e violentatori di suore.

Il fatto che il vaticano non smentisca e non denunci questi volgari attacchi da parte della stampa mondiale, non denunciando alla magistratura nemmeno i pedofili che sono nel suo interno, non ti fa venire qualche dubbio che i pedofili e i violentatori ci sono, e che la lettera, poiché la notizia è stata diffusa da tutte le più grnadi agenzie del mondo sia una realtà, o credi che tutto il mondo sia contro la chiesa cattolico romana?

Io non ti risponderò più su questo tema se non riconosci pubblicamente che esistano i preti pedofili e violentatori, e che se tutte le agenzie giornalistiche del mondo hanno diramato la notizia sulla famosa letterina, la cosa deve essere vera, sopratutto perché il papa non l'ha smentita.....E questo ti sembra poco?
Probabilmente non poteva smentirla, altrimenti qualcuno l'avrebbe tirata fuori.

In ogni caso anche questo è avvenuto, ma non ricordo se su Panorama o l'Espresso.
Certo che deve essere una fatica ad essere rimasto il solo che ancora crede all'innocenza dei preti pedofili e violentatori e a contestare una verità che tutto il mondo ha accettato e il vaticano non ha smentito.
katerpillar is offline  
Vecchio 07-06-2007, 13.35.17   #13
bside
Ospite abituale
 
L'avatar di bside
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 383
Riferimento: AnnoZero e preti pedofili

Siamo tutti faziosi (compreso te), ma non significa che siamo stupidi e che prendiamo acriticamente come verità qualsiasi notizia che ci viene propinata.
Poi non siamo giornalisti, non abbiamo accesso alle fonti direttamente. Tutte le notizie che leggiamo o sentiamo in tv sono inevitabilmente filtrate dagli occhi di che le racconta.
Il filmato andato in onda è chiaramente di parte proprio perché raccontato da una vittima di quegli abusi, ma questo non squalifica il suo valore intrinseco.
Le disquisizioni tecniche sull'interpretazione autentica della Crimen sollicitationis passano francamente in secondo piano e non cancellano quei fatti incontestabili che ha ben riassunto spirito libero sui quali Mons Fisichella e Don Noto non hanno speso neanche una parola.
L'assurdo secondo me è che un prete sia sottoposto ad una doppia autorità, quella dello stato italiano e quello del vaticano e che quest'ultima venga per prima. Ma se io come cittadino italiano vengo a conoscenza di un crimine o di un reato e non lo denuncio non mi rendo complice? Non sarei moralmente e penalmente perseguibile? Perché queste leggi e principi non devono valere per un religioso?
bside is offline  
Vecchio 07-06-2007, 17.19.56   #14
benedetto
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-03-2007
Messaggi: 173
Riferimento: AnnoZero e preti pedofili

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Vi è un'altra discussione identica nella sezione spiritualità. Intervengo in questa, ma l'intervento vale per entrambe. (magari il mod può unirle in qualche modo)


Ho finalmente visto la puntata per intero.

La questione secondo me è molto lineare:

1° ci sono stati tanti, troppi abusi da parte di prelati (i quali, ricordiamolo, dovrebbero essere di conforto e di aiuto e questo aggrava notevolmente il loro crimine)

2° in tutti i casi mostrati i superiori, la curia e persino le più alte gerarchie responsabili non hanno denunciato alle autorità competenti i criminali

3° nella maggioranza dei casi, è stato "consigliato" alle vittime di tacere e come massimo provvedimento disciplinare nei confronti dei preti si è pensato al trasferimento del pedofilo in un'altra curia senza peralrto alcuna vigilanza supplementare, quindi libero di reiterare il reato.


Questi sono i fatti emersi e incontestabili, nessuno infatti, nemmeno il vaticano li nega.

Ora si tratta di interpretare questi fatti cercando di capire se questo diffuso senso di omertà e di "copertura" del crimine sia stata una libera decisione dei singoli vescovi e cardinali locali oppuew se tali comportamenti siano una prassi diffusa perchè direttamente o implicitamente imposta dal vaticano cioè dalle massime gerarchie centrali.

Il fatto che tale peassi (consigliare il silenzio, spostare il prete senza prendere provvedimenti disciplinari, non ridurlo allo stato laicale, non denunciarlo alle autorità civili competenti ecc...) sia identica nonostante i casi siano geograficamente diffusi in tutto il mondo (brasile, nord america, irlanda, italia, ecc...) a voi cosa fa venire in mente ?

Come è possibile che tanti vescovi e cardinali diversi dislocati in paesi così distanti tra loro, dove vi sono usanze, idee e culture così eterogenee abbiano tutti lo stesso identico atteggiamento omertoso di fronte a tali crimini ?

La sola spiegazione, che a me pare evidente, è che ci sia dietro una precisa indicazione comportamentale da parte delle alte gerarchie centrali romane. Non si spiegherebbe altrimenti la sorprendende uniformità di comportamenti volti a insabbiare e a salvare le apparenze e il buon nome della "chiesa" piuttosto che tutelare le vittime presenti e future, nonchè assicurare il criminale alla giustizia.

Un'altra scandalosa evidenza, che denota la chiara volontà di tentare di nasconderela questione, è che LE AUTORITA' ECCLESIASTICHE, IN TUTTI I CASI TRATTATI, SI SONO MOSSE SOLO DOPO CHE LA NOTIZIA E' STATA DIVULGATA ALL'OPINIONE PUBBLICA !!

Questo è semplicemente assurdo, perchè è chiara la motivazione che spinge le gerarchie ad agire, che non è il bene della vittima, della comunità o il senso di giustizia, ma bensì IL DOVER SALVARE LA PROPRIA IMMAGINE DI FRONTE A SIMILI SCANDALI !!

Questo è il vero problema ! Cioè in tutti i casi trattati si è notato che in un primo momento si cerca di mettere tutto a tacere, spostando al massimo il prete, solo quando il caso viene alla luce, allora si agisce in maniera più incisiva (che in ogni caso non è MAI la denuncia alle autorità compententi)

Non ho notizia di NESSUN CASO DENUNCIATO ALLE AUTORITA' DA PARTE DEL VATICANO, IL QUALE HA AVOCATO A SE TUTTI I PROCESSI CANONICI DI CASI DI PEDOFILIA !!!

Durante la trasmissione Mons. Fisichella ha sostenuto che il provvedimento religioso nei confronti dei preti pedofili è quello di ridurli allo stato laicale, chiedo, a vostra conoscenza, quanti dei casi trattati nel filmato si sono conclusi con questo provvedimento ? ve lo dico io: NESSUNO !

Che altro ci sarebbe da dire ? Ci si chiede ancora cosa volesse dire nei fatti quel documento ? Basta vedere come hanno agito caso per caso le autorità ecclesiastiche e si avrà la risposta.

Ma tanto fra qualche anno qualche revisionista storico giustificherà tali abomini "relativizzandoli al momento storico", l'inquisizione docet.

Saluti
Andrea

Concordo pienamente con Andrea e rincaro la dose invitando ad essere meno riverenti nei confronti di certi comportamenti della chiesa; anch'io ho seguito quasi tutta la trasmissione e anch'io ho avuto la sensazione, come qualcun altro ha affermato, che si respirasse una tensione imbarazzata, come una sorta di paura ingiustificata di offendere questi preti che sembrano tutti molto buoni. Non v'è irriverenza nello smascherare comportamenti menefreghisti proprio da parte di chi per definizione dovrebbe sostenere l'anima umana. Ma siamo alle solite, non c'è peggior cieco di colui che non vuol vedere. ciao
benedetto is offline  
Vecchio 07-06-2007, 18.31.05   #15
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: AnnoZero e preti pedofili

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
Rudello
katerpillar

Il fatto di essere un laico non è una scusante ma una aggravante; e che non sia il solo a viverti in quel modo vuol dire che il tuo comportamento lo fa pensare; anche se al di là di chi vuoi difendere io me ne infishio, chiunque esso sia.

Mentre quello che turba la coscienza altrui, e dovrebbe turbare anche la tua, è la presa di posizione che assumi con la scusante della famosa "letterina" che non possiamo mostrare, dove tu continui a negare un'evidenza che tutto il mondo conosce; mentre per te se non c'è la letterina non ci sono nemmeno i preti pedofili e violentatori di suore.

Il fatto che il vaticano non smentisca e non denunci questi volgari attacchi da parte della stampa mondiale, non denunciando alla magistratura nemmeno i pedofili che sono nel suo interno, non ti fa venire qualche dubbio che i pedofili e i violentatori ci sono, e che la lettera, poiché la notizia è stata diffusa da tutte le più grnadi agenzie del mondo sia una realtà, o credi che tutto il mondo sia contro la chiesa cattolico romana?

Io non ti risponderò più su questo tema se non riconosci pubblicamente che esistano i preti pedofili e violentatori, e che se tutte le agenzie giornalistiche del mondo hanno diramato la notizia sulla famosa letterina, la cosa deve essere vera, sopratutto perché il papa non l'ha smentita.....E questo ti sembra poco?
Probabilmente non poteva smentirla, altrimenti qualcuno l'avrebbe tirata fuori.

In ogni caso anche questo è avvenuto, ma non ricordo se su Panorama o l'Espresso.
Certo che deve essere una fatica ad essere rimasto il solo che ancora crede all'innocenza dei preti pedofili e violentatori e a contestare una verità che tutto il mondo ha accettato e il vaticano non ha smentito.


Mi pare che ci stiamo un poco ingarbugliando con le parole ed allora, dopo essermi riletto gli ultimi interventi tuoi e miei, mettiamo un poco di ordine:

ho negato forse l’esistenza della letterina?... … … no (anche se si dovrebbe aggiungere qualcosa che per ora sorvolo)

ho negato forse l’esistenza di preti pedofili?. … …no

ho negato che tutto il mondo lo sappia? … … … no (anche se non lo so, mi fido di quello che affermi tu)

ho affermato che il Papa o il Vaticano abbiano smentito?... … no

ho detto che tutto il mondo è contro la Chiesa di Roma?... … no

ho detto di credere all’innocenza dei preti pedofili?... … no (ho detto che dovrebbero essere appesi per gli alluci)

Come vedi, tutti i motivi per non voler più intervenire sull’argomento (e mi dispiacerebbe, perché ti stimo persona intelligente) te li sei inventati tu e non io.

Ma allora io, cosa ho detto?... riassumerò in breve.

Ho affermato e ribadisco che tu, ed altri, state portando avanti una diatriba sulla base di una letterina di cui “voi” non conoscete il contenuto e delle decisioni cardinalizie di cui avete solo sentito raccontare da qualcuno che probabilmente l’ha sentite raccontare da qualcun altro che per quanto è dato di sapere, per quanto “voi” sapete, avrebbe anche potuto essersele inventate.

Visto che l’hai citato tu, ripeto “visto che l’hai citato tu” dirò anche che Panorama addirittura mette in dubbio che Santoro si riferisse alla “letterina” di cui discutiamo, ma forse ad una più antica bolla del Cardinale Tettamanti del 1986 (o 1968?... mi sfugge!)

Non è in discussione che ci siano preti deviati, come ci sono presidi e bancari, macellai, maestri ed architetti deviati, io lo ammetto senz’altro!
Non mi sta bene che qui si parli con sicumera e competenza di cose che non si conoscono affatto!... almeno per come mi confermi con le tue parole. E forse non le conoscono nemmeno i giornali seri che mi consigli di leggere, altrimenti i contenuti li conosceresti anche tu e la comune amica “lunadanzante” alla quale avevo chiesto di illuminarmi!

Ma io ho detto anche un’altra cosa, che considero più grave. Stiamo (state) propalando un gran battage contro i preti pedofili, ed è giustissimo, perché è obiettivamente una indecenza, ma nessuno si preoccupa dei pedofili che preti non sono, e nemmeno ho visto nessuna particolare alzata di scudi contro l’annuncio del partito dei pedofili in Olanda, nazione che consideriamo civilissima ed esemplare!...
E volendo fare dei conticini, con dati chissà anche questi di fantasia (i numeri che riporto sono di Panorama e della RAI) abbiamo 4407 casi in tutto il mondo di pedofilia fra i religiosi negli “ultimi cinquant’anni” e 130.000 minori violati “all’anno”, sempre in tutto il mondo.
Dov’è il resto del nostro (vostro) sdegno? Dove sono tutti quegli altri che io vorrei vedere appesi per gli alluci insieme ai preti?

Per questo mi viene il (ragionevole?) dubbio che questa grande campagna contro i preti pedofili sia più mirata contro l’essere prete, che non contro l’essere pedofilo!

Ed alla fine, sono io che devo essere accusato di faziosità da te?


Con immutata simpatia
Lucio Musto is offline  
Vecchio 07-06-2007, 22.58.47   #16
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: AnnoZero e preti pedofili

Rudello
Citazione:
Ma io ho detto anche un’altra cosa, che considero più grave. Stiamo (state) propalando un gran battage contro i preti pedofili, ed è giustissimo, perché è obiettivamente una indecenza, ma nessuno si preoccupa dei pedofili che preti non sono,
katerpillar

I fatti di Rignano Flaminio non ti dicono nulla? Un paese intero stava per linciare delle persone, solo perchè indacate (non colpevoli) di pedofilia; e sai perchè? Perché il loro lavoro era quello di accudire dei bambini, quindi non si tratta del pedofilo qualsiasi che abusa del bambino che incontra per la strada, ma di persone addette alla tutela e all'educazione dei bambini.
Citazione:
Per questo mi viene il (ragionevole?) dubbio che questa grande campagna contro i preti pedofili sia più mirata contro l’essere prete, che non contro l’essere pedofilo!
Questo vale a maggior ragione per i preti, i quali dovrebbero aprire alla fiducia l'anima dei bambini al messaggio divino (sic!), da qui la rabbia di quello che accade e la doppia rabbia per il comportamento della chiesa tutta, che si rende complice di quei reati nascondendoli e non denunciandoli.
Citazione:
ho negato forse l’esistenza della letterina?... … … no (anche se si dovrebbe aggiungere qualcosa che per ora sorvolo)

ho negato forse l’esistenza di preti pedofili?. … …no

ho negato che tutto il mondo lo sappia? … … … no (anche se non lo so, mi fido di quello che affermi tu)

ho affermato che il Papa o il Vaticano abbiano smentito?... … no

ho detto che tutto il mondo è contro la Chiesa di Roma?... … no

ho detto di credere all’innocenza dei preti pedofili?... … no
katerpilla

Caro Rudello, qui veramente ci stiamo prendendo in giro, perchè con la richiesta rivolta a Nebbiainvalpana di portare le prove, automaticamente hai negato addirittura l'esistenza del caso.

In ogni modo, cerca di valutare come viene vissuto il tuo modo di confrontarti, perché, come ripeto, se molti di noi criticano quello che affermi, vuol dire che lo viviamo in modo negativo, mentre magari metà del tuo pensiero rimane nascosto, per motivi che non conosciamo.

Contracambio sinceramente i saluti. Giancarlo,
katerpillar is offline  
Vecchio 11-06-2007, 06.32.01   #17
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: AnnoZero e preti pedofili

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
Rudello
katerpillar
...
...

Caro Rudello, qui veramente ci stiamo prendendo in giro, perchè con la richiesta rivolta a Nebbiainvalpana di portare le prove, automaticamente hai negato addirittura l'esistenza del caso.

In ogni modo, cerca di valutare come viene vissuto il tuo modo di confrontarti, perché, come ripeto, se molti di noi criticano quello che affermi, vuol dire che lo viviamo in modo negativo, mentre magari metà del tuo pensiero rimane nascosto, per motivi che non conosciamo.

Contracambio sinceramente i saluti. Giancarlo,




Davvero esemplare, il caso che citi, Katerpillar, per analizzarlo in parallelo al discorso che ci occupa. Caso veramente drammatico, quello di Rignano Flaminio! Angoscioso, agghiacciante.

Ancor più grave perché sono implicate delle educatrici, delle persone che per definizione dovrebbero essere sinonimo di sicurezza e fiducia!
Pur se per i bambini è normale essere a contatto proprio di persone così; genitori, educatori, allenatori, preti…!
Comunque, appesi tutti per gli alluci se colpevoli, secondo il mio pensiero. A fianco a tutti i preti pedofili, e senza indugio.

Infatti, la folla giustamente mirava al linciaggio, come fai notare, all’esecuzione sommaria! Tanto lo sanno tutti che sono loro i mostri, “lo dice tutto il paese, deve essere vero!...”

Ma… Forse non è vero, dice il giudice, forse non ci sono mostri, forse è una svista… qualcos’altro, addirittura una montatura… occorre chiarire meglio i fatti. Occorre capire, dice il Giudice.
Meno male, va!... ci solleverebbe il cuore sapere che è solo un caso bizzarro e strano e che i bambini di Rignano Flaminio non hanno patito nessuna violenza!... ed in fondo in fondo meglio anche per quelle persone che tutti d’accordo davamo per infami!.
Mica vogliamo linciare nessuno per niente!... meglio che ce li abbiano strappati via dalle mani!

Francamente anch’io, amico Katerpillar sarei contento se quel dramma così efferato si risolvesse al meglio. Potremmo per una volta insieme agli abitanti di quel paese scrivere a grandi lettere “siamo contenti di esserci sbagliati!”…

Ma pur potendolo fare, lo faremmo?... Nello specifico thread dedicato all’ora nera del paese laziale, nel quale io ho ritenuto di non intervenire, tu sei il moderato della situazione, ed i colpevolisti convinti già anno messo le mani avanti; la giustizia non funziona, il parroco è deviato, non ci interessa l’onta buttata sulle maestre…

In una parola, vogliamo il sangue. Qualcuno paghi, non ci soddisfa che non ci sia stato niente.

Giustamente mi consigli di sorvegliare il mio modo di rapportarmi, ed io terrò a mente il tuo dire; ma davvero pensi che il modo corretto sia quello di adeguarsi al “lo dicono tutti”… così come, tu per primo, ma anche altri, state facendo in questo thread sui preti pedofili?.

Vedi, io riconosco anche i diritti della curva B, ma quelli sono i diritti della passione e del tifo sportivo, non quelli della ragione.
Io credo che ognuno di noi, per poter appoggiare serenamente la testa sul cuscino, alla sera, debba mettersi in condizione di render conto personalmente alla propria coscienza di ogni atto della giornata. E nessuna responsabilità morale è delegabile ad altri.

Essere uomini comporta il rispondere di sé stessi. Mentre naturalmente è una tua personalissima interpretazione gratuita il mio “negare automaticamente l’esistenza del caso”. Infatti alla nostra comune amica io ho solo chiesto, ed opportunamente, a quel che si è visto poi: «Sai quel che dici, o stai solo facendo cassa di risonanza a chi batte la grancassa?...».
Pare che fosse così, ma può darsi anche che non mi abbia considerato degno di risposta..

Rudello 8 giugno 2007
Lucio Musto is offline  
Vecchio 11-06-2007, 12.50.23   #18
lunadanzante
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-12-2006
Messaggi: 62
Riferimento: AnnoZero e preti pedofili

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello
...
Potresti documentare quanto asserisci, magari riportando il testo di quella lettera
.....

Il testo della Lettera Ad exequendam, inviata dalla Congregazione per la dottrina della fede ai vescovi di tutta la Chiesa cattolica e agli altri ordinari e gerarchi interessati, circa i delitti più gravi riservati alla medesima Congregazione per la dottrina della fede, 18 maggio 2001: AAS 93(2001), 785-788.

La Lettera apostolica in forma di motu proprio di Giovanni Paolo II Sacramentorum sanctitatis tutela del 30.4.2001 (cf. nn. 575-580) rispondeva al preciso scopo di "definire più dettagliatamente sia ‘i delitti più gravi commessi contro la morale e nella celebrazione dei sacramenti’, per i quali la competenza rimane esclusiva della Congregazione per la dottrina della fede, sia anche le norme processuali speciali ‘per dichiarare o infliggere le sanzioni canoniche’". Le Norme sono contenute in questa successiva Lettera. Riguardo alla definizione dei "delitti più gravi", la principale novità riguarda la pedofilia, ovvero "il delitto contro il sesto comandamento del Decalogo commesso da un chierico con un minore al di sotto dei 18 anni di età" (prima erano 16). Riguardo invece alle novità procedurali, i vescovi svolgeranno indagini preliminari e segnaleranno i casi alla Congregazione, la quale deciderà se lasciare la causa agli stessi ordinari o avocarla a sé: i procedimenti di questo genere, inoltre, sono soggetti al segreto pontificio.



***

Circa i delitti più gravi
riservati alla Congregazione per la dottrina della fede

18 maggio 2001

Per l'applicazione della legge ecclesiastica, che all'art. 52 della Costituzione apostolica sulla curia romana dice: "[La Congregazione per la dottrina della fede] giudica i delitti contro la fede e i delitti più gravi commessi sia contro la morale sia nella celebrazione dei sacramenti, che vengano a essa segnalati e, all'occorrenza, procede a dichiarare o a infliggere le sanzioni canoniche a norma del diritto, sia comune che proprio", era necessario prima di tutto definire il modo di procedere circa i delitti contro la fede: questo è stato fatto con le norme che vanno sotto il titolo di Regolamento per l'esame delle dottrine, ratificate e confermate dal sommo pontefice Giovanni Paolo II, con gli articoli 28-29 approvati insieme in forma specifica (2).

Quasi nel medesimo tempo la Congregazione per la dottrina della fede con una Commissione costituita a tale scopo si applicava a un diligente studio dei canoni sui delitti, sia del Codice di diritto canonico sia del Codice dei canoni delle Chiese orientali, per determinare "i delitti più gravi sia contro la morale sia nella celebrazione dei sacramenti", per perfezionare anche le norme processuali speciali nel procedere "a dichiarare o a infliggere le sanzioni canoniche", poiché l'istruzione Crimen sollicitationis finora in vigore, edita dalla Suprema sacra Congregazione del Sant'Offizio il 16 marzo 1962, (3) doveva essere riveduta dopo la promulgazione dei nuovi codici canonici.

Dopo un attento esame dei pareri e svolte le opportune consultazioni, il lavoro della Commissione è finalmente giunto al termine; i padri della Congregazione per la dottrina della fede l'hanno esaminato più a fondo, sottoponendo al sommo pontefice le conclusioni circa la determinazione dei delitti più gravi e circa il modo di procedere nel dichiarare o nell'infliggere le sanzioni, ferma restando in ciò la competenza esclusiva della medesima Congregazione come Tribunale apostolico. Tutte queste cose sono state dal sommo pontefice approvate, confermate e promulgate con la lettera apostolica data in forma di motu proprio Sacramentorum sanctitatis tutela.

I delitti più gravi sia nella celebrazione dei sacramenti sia contro la morale, riservati alla Congregazione per la dottrina della fede, sono:
- I delitti contro la santità dell'augustissimo sacramento e sacrificio dell'eucaristia, cioè:
1° l'asportazione o la conservazione a scopo sacrilego, o la profanazione delle specie consacrate: (4)
2° l'attentata azione liturgica del sacrificio eucaristico o la simulazione della medesima; (5)
3° la concelebrazione vietata del sacrificio eucaristico assieme a ministri di comunità ecclesiali, che non hanno la successione apostolica ne riconoscono la dignità sacramentale dell'ordinazione sacerdotale; (6)
4° la consacrazione a scopo sacrilego di una materia senza l'altra nella celebrazione eucaristica, o anche di entrambe fuori della celebrazione eucaristica; (7)

- Delitti contro la santità del sacramento della penitenza, cioè:
1° l'assoluzione del complice nel peccato contro il sesto comandamento del Decalogo; (8)
2° la sollecitazione, nell'atto o in occasione o con il pretesto della confessione, al peccato contro il sesto comandamento del Decalogo, se è finalizzata a peccare con il confessore stesso; (9)
3° la violazione diretta del sigillo sacramentale; (10)

- Il delitto contro la morale, cioè: il delitto contro il sesto comandamento del Decalogo commesso da un chierico con un minore al di sotto dei 18 anni di età.



Al Tribunale apostolico della Congregazione per la dottrina della fede sono riservati soltanto questi delitti, che sono sopra elencati con la propria definizione. Ogni volta che l'ordinario o il gerarca avesse notizia almeno verosimile di un delitto riservato, dopo avere svolte un'indagine preliminare, la segnali alla Congregazione per la dottrina della fede, la quale, a meno che per le particolari circostanze non avocasse a sé la causa, comanda all'ordinario o al gerarca, dettando opportune norme, di procedere a ulteriori accertamenti attraverso il proprio tribunale. Contro la sentenza di primo grado, sia da parte del reo o del suo patrono sia da parte del promotore di giustizia, resta validamente e unicamente soltanto il diritto di appello al supremo Tribunale della medesima Congregazione.

Si deve notare che l'azione criminale circa i delitti riservati alla Congregazione per la dottrina della fede si estingue per prescrizione in dieci anni (11). La prescrizione decorre a norma del diritto universale e comune (12): ma in un delitto con un minore commesso da un chierico comincia a decorrere dal giorno in cui il minore ha compiuto il 18° anno di età.

Nei tribunali costituiti presso gli ordinari o i gerarchi, possono ricoprire validamente per tali cause l'ufficio di giudice, di promotore di giustizia, di notaio e di patrono soltanto dei sacerdoti. Quando l'istanza nel tribunale in qualunque modo è conclusa, tutti gli atti della causa siano trasmessi d'ufficio quanto prima alla Congregazione per la dottrina della fede.

Tutti i tribunali della Chiesa latina e delle Chiese orientali cattoliche sono tenuti a osservare i canoni sui delitti e le pene come pure sul processo penale rispettivamente dell'uno e dell'altro Codice, assieme alle norme speciali che saranno date caso per caso dalla Congregazione per la dottrina della fede e da applicare in tutto.

Le cause di questo genere sono soggette al segreto pontificio.

Con la presente lettera, inviata per mandato del sommo pontefice a tutti i vescovi della Chiesa cattolica, ai superiori generali degli istituti religiosi clericali di diritto pontificio e delle società di vita apostolica clericali di diritto pontificio e agli altri ordinari e gerarchi interessati, si auspica che non solo siano evitati del tutto i delitti più gravi, ma soprattutto che, per la santità dei chierici e dei fedeli da procurarsi anche mediante necessarie sanzioni, da parte degli ordinari e dei gerarchi ci sia una sollecita cura pastorale.

Roma, dalla sede della Congregazione per la dottrina della fede, 18 maggio 2001.

+ Joseph card. Ratzinger, prefetto
+ Tarcisio Bertone, SDB, arc. em. di Vercelli, segretario

------------------
Se questa lettera è un falso come sostieni, sappi che su questo falso gli americani hanno rinviato a giudizio l'allora cardinale Ratzinger, nell'ambito del processo contro i preti pedofili, per aver tentato di insabbiare le prove. Ovviamente diventato papa, Ratzinger si è avvalso dell'immunità diplomatica in quanto capo dello Stato Vaticano.
Mons. Fisichella, in qualità di portavoce del Vaticano, si è limitato a prendere le distanze dai preti pedofili, di fatto riconoscendo che il problema esiste e non si tratta di menzogne diffuse col solo scopo di screditare la Chiesa.
L'indignazione nei confronti dei preti pedofili, non è dettata dal fatto che essi siano preti ma dall'essere pedofili, in altri termini il pedofilo va messo nella condizione di non nuocere, sia che sia un prete, un salumiere, un dottore o quant'altro.

P.S. rispondo solo ora perché non mi collego spessissimo, come si evince dal numero contenuto di post da me inviati sul forum.
lunadanzante is offline  
Vecchio 11-06-2007, 20.46.32   #19
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: AnnoZero e preti pedofili

Citazione:
Originalmente inviato da lunadanzante
....

...
Se questa lettera è un falso come sostieni, sappi che su questo falso gli americani hanno rinviato a giudizio l'allora cardinale Ratzinger, nell'ambito del processo contro i preti pedofili, per aver tentato di insabbiare le prove. ....
....
....
L'indignazione nei confronti dei preti pedofili, non è dettata dal fatto che essi siano preti ma dall'essere pedofili, in altri termini il pedofilo va messo nella condizione di non nuocere, sia che sia un prete, un salumiere, un dottore o quant'altro.
....
.

Ti ringrazio amica di aver esaudito la mia richiesta di far conoscere anche a noi il testo della lettera che, a proposito!... non ho mai "sostenuto essere un falso" (ma dove lo hai letto?).

Orbene, ora che la conosciamo, e che penso anche tu l'abbia riletta, davvero ti sentiresti, in perfetta serenità di giudizio, di lanciare ancora le invettive del precedente intevento?...
Probabilmente mi sbaglierò, ma non mi sembra una lettera particolarmente accomodante, verso gli "zozzoni", e quasi quasi direi che il succo è anche più severo di quanto applichiamo noi contro i pedofili non-preti!... non ti pare?


Poi, certo, c'è il discorso della riservatezza!... eh! si, è vero!... ma è sicuro che è preferibile il nostro sistema di sbattere il mostro in prima pagina a qualunque costo, per fare scoop mediatici... e poi non pagare i danni?
Perché non tutti sono furbi (e ricchi) come Vittorio Emanuele che ora farà sputare sangue a chi impropriamente (o solo imprudentemente?... ormai non lo sapremo più) ha osato calunniarlo?
Gli altri "mostri" sfruttati per una facile pubblicità, quelli che non hanno forza di mettersi contro i media, rimangono bollati per tutta la vita, nel loro quotidiano, e chi s'è visto s'è visto!

Forse un po' più di prudenza, forse non tanta quanta ne raccomanda la lettera apostolica, ma più di quanta ne auspichiamo noi (ma solo sulla pelle degli altri!), non guasterebbe.

E chissà, che in un forum "evoluto" come questo non sarebbe utile aprirla, una riflessione, magari su "Pedofilia, dalle origini della Storia ai giorni nostri". Forse scopriremmo molte, impreviste altre cose!

Magari poi, con più forza, insieme potremo affermare che l'indignazione è, oggi, per la pedofilia, "dovunque" essa si nasconda!.

Poi, come (simbolicamente) dico io, tutti appesi per gli alluci, in una unica fila!


---

PS Fuor di dubbio che se qualcuno è accusato di "occultamento di prove", deve essere indagato!... poi magari vigliaccamente si nasconde sotto l'immunità di capo di Stato o la protezione del suo Governo (ne conosciamo vari casi...). Però naturalmente "indagato" non vuol dire "colpevole"... non dimentichiamolo!
Lucio Musto is offline  
Vecchio 11-06-2007, 21.45.45   #20
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: AnnoZero e preti pedofili

lunadanzante
X Rudello.
Citazione:
Se questa lettera è un falso come sostieni, sappi che su questo falso gli americani hanno rinviato a giudizio l'allora cardinale Ratzinger, nell'ambito del processo contro i preti pedofili, per aver tentato di insabbiare le prove. Ovviamente diventato papa, Ratzinger si è avvalso dell'immunità diplomatica in quanto capo dello Stato Vaticano.
Mons. Fisichella, in qualità di portavoce del Vaticano, si è limitato a prendere le distanze dai preti pedofili, di fatto riconoscendo che il problema esiste e non si tratta di menzogne diffuse col solo scopo di screditare la Chiesa.
L'indignazione nei confronti dei preti pedofili, non è dettata dal fatto che essi siano preti ma dall'essere pedofili, in altri termini il pedofilo va messo nella condizione di non nuocere, sia che sia un prete, un salumiere, un dottore o quant'altro.

P.S. rispondo solo ora perché non mi collego spessissimo, come si evince dal numero contenuto di post da me inviati sul forum.
katerpillar

In effettii tuoi interventi sono pochini rispetto al tempo d'iscrizione, ma continua cosi che io ti sono comunque grato. Un saluto. Giancarlo.
katerpillar is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it