Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 05-02-2008, 01.09.37   #1
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Le nuove elezioni

Sembra probabile che le prossime elezioni saranno anticipate ad aprile di quest'anno ...
voi come le vedete queste elezioni ???
bomber is offline  
Vecchio 05-02-2008, 10.00.09   #2
bside
Ospite abituale
 
L'avatar di bside
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 383
Riferimento: Le nuove elezioni

Citazione:
Originalmente inviato da bomber
Sembra probabile che le prossime elezioni saranno anticipate ad aprile di quest'anno ...
voi come le vedete queste elezioni ???

Non so cosa possa cambiare con queste elezioni. Di sicuro in parlamento ritroveremo le stesse persone che NON abbiamo scelto due anni fa.
bside is offline  
Vecchio 05-02-2008, 10.15.14   #3
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Riferimento: Le nuove elezioni

io le vedo come un'inutile spesa a carico del contribuente. Almeno le pagassero coloro che le hanno chieste....Le vedo inoltre come una presa per i fondelli. Votare il simbolo senza poter scegliere chi mandare in parlamento ci fa correre il rischio di ritrovare le stesse identiche facce, col rischio che non cambi nulla e tra poco si sia ancora punto e a capo. Una presa in giro, inoltre, perché allontanano il referendum di almeno un anno. In pratica i politici ci stanno trattando come pezze da piedi. Serviamo loro per mettere una x su un simbolo, e poi... chi s'è visto, s'è visto. Votare due anni fa poteva servire a mandare a casa chi aveva varato una legge elettorale pessima, che peggio di così nessuna mente umana sarebbe stata in grado di pensare! Oggi che speranza abbiamo? Io credo nessuna, a meno che i nostri politici non sottoscrivano un documento in cui si impegnano in tempi brevi a fissare la data del referendum e, nel caso vincessero i sì, ovvero gli italiani chiedessero la modifica della legge elettorale in vigore, gli stessi politici andassero a casa tutti, automaticamente, perché delegittimati. Ma forse sto solo sognando.....
Mr. Bean is offline  
Vecchio 05-02-2008, 12.40.05   #4
griago
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-10-2007
Messaggi: 98
Riferimento: Le nuove elezioni

Quei politici ce li abbiamo perché li abbiamo votati noi.

Quei politici ci rimangono perché continuiamo a votarli noi.

Poi, i politici, rendendosi conto della crescente disaffezione da parte della gente nei loro confronti e nei confronti della politica intera, hanno pensato di togliere il voto di preferenza (vero elemento di democrazia) per avere maggiori possibilità di sopravvivere all'ostilità crescente della popolazione.

Adesso il rischio è che, non solo non torneremo mai più al voto di preferenza, ma metteranno degli sbarramenti tali che il vero potere sarà nelle mani solo di pochissime persone. Le voci fuori dal coro non avranno nessuna possibilità di entrare in parlamento.

In breve grazie a questa seconda repubblica così desiderata (artificiosamente dico io) dalle masse siamo passati da una democrazia ad un'oligarchia.

Avevamo un paese altamente democratico. A causa di tangentopoli abbiamo buttato via il bambino insieme all'acqua sporca.

Ed ora non solo non riusciamo a tornare indietro, ma continuiamo a peggiorare anno dopo anno.

E' inutile: noi italiani non sappiamo apprezzare la democrazia. Temo che il fascismo non sia stato un incidente di percorso.
griago is offline  
Vecchio 05-02-2008, 15.44.03   #5
Junior
Ospite
 
Data registrazione: 27-01-2008
Messaggi: 4
Riferimento: Le nuove elezioni

Queste elezioni sono come quelle che finora abbiamo sempre avuto, una banale scelta tra partitelli con personaggi quasi tutti della stessa pasta.

Di certo inutili per riformare il paese come servirebbe. Sono utili solo ai partiti per proseguire i loro giochi di potere.

Non democratiche, per i motivi che si conoscono (legge elettorale porcellum e mancanza di preferenze). Se poi ci saranno dei brogli, come si suppone sia avvenuto nelle precedenti avremo la panna montata sulla torta.

Dispendiose, poichè come tutte le elezioni costano non poco, e le paghiamo con le nostre tasse.

Inopportune, poichè le abbiamo in un momento di crisi economica internazionale, e come tutti i giornali esteri hanno affermato, il nostro governo non poteva cadere in un momento peggiore.

Dannose, per chi crede che, pur essendo nella sostanza alla stessa stregua, la destra di Berlusconi pronta a vincere, sia anche peggiore del governo Prodi, e del centrosinistra in generale, che abbiamo avuto finora al comando.
Junior is offline  
Vecchio 05-02-2008, 21.50.18   #6
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Le nuove elezioni

Citazione:
Originalmente inviato da griago
Quei politici ce li abbiamo perché li abbiamo votati noi.

Quei politici ci rimangono perché continuiamo a votarli noi.

Poi, i politici, rendendosi conto della crescente disaffezione da parte della gente nei loro confronti e nei confronti della politica intera, hanno pensato di togliere il voto di preferenza (vero elemento di democrazia) per avere maggiori possibilità di sopravvivere all'ostilità crescente della popolazione.

Adesso il rischio è che, non solo non torneremo mai più al voto di preferenza, ma metteranno degli sbarramenti tali che il vero potere sarà nelle mani solo di pochissime persone. Le voci fuori dal coro non avranno nessuna possibilità di entrare in parlamento.

In breve grazie a questa seconda repubblica così desiderata (artificiosamente dico io) dalle masse siamo passati da una democrazia ad un'oligarchia.

Avevamo un paese altamente democratico. A causa di tangentopoli abbiamo buttato via il bambino insieme all'acqua sporca.

Ed ora non solo non riusciamo a tornare indietro, ma continuiamo a peggiorare anno dopo anno.

E' inutile: noi italiani non sappiamo apprezzare la democrazia. Temo che il fascismo non sia stato un incidente di percorso.

Sacrosanta verità.

Chiarissima descrizione di una realtà da film dell'orrore.

Qualcuno ha visto Albanese a "che tempo che fa" di due sabato fa?

La sua comicità non era riuscita a stare al passo con la realtà. La realtà aveva superato le sue più fosche interpretazioni della orror-politic. E credo che le sue lacrime mentre si toglieva parrucca e travestimento fossero vere.
Fossero espressione delle lacrime di tutti quegli italiani che vedono l'orrore e non riescono a fare nulla.
Gridano che l'imperatore è nudo, ma sono una minoranza tutti gli altri inneggiano ai vestiti nuovi dell'imperatore.

No, non credo che il fascismo sia stato un incidente di percorso. I fascisti di allora erano neonati puri e innocenti davanti a questi qua.

A volte penso che dovremmo avere una società nella società, ovvero più società in una società.

Io seguo e mi faccio governare e usufruisco dei benefici della rappresentaza politica che ho votato. Così che ciascuno sperimenti sulla propria pelle gli effetti del proprio voto.

Non so quanti di voi si ricorderanno le vecchie Casse Mutue. INAM, INPDAP, ENPALS ecc. Uno si iscriveva e ne riceva l'assistenza. Tempi stupendi, allora la politica non aveva messo i tentacoli che ha oggi. Non succhiava il sangue come lo succhia oggi.

Perchè io devo subire i danni di una maggioranza di cittadini che vota per il proprio degrado?

L'amara constatazione è che abbiamo già perso ogni forma di democrazia.
Mary is offline  
Vecchio 05-02-2008, 22.40.55   #7
warum
Ospite
 
Data registrazione: 08-11-2007
Messaggi: 13
Riferimento: Le nuove elezioni

A me sembra sintomo evidente di stupidità lamentarsi di una classe politica e poi votarla, con la scusa che si sceglie il male minore. Non si vota il meno peggio; si vota il meglio, se c'è. Altrimenti non si vota nessuno.. così magari alle prossime elezioni si candida qualcun'altro.
Per cui o non si vota, o non ci si lamenta.

Mr bean; a dire il vero non è che qualcuno ha chiesto le elezioni; sono l'unica soluzione dato che non c'è più una maggioranza, e non vedo per quale ragione l'opposizione dovrebbe sentirsi in dovere di appoggiare un governo assieme ai suoi avversari.
warum is offline  
Vecchio 06-02-2008, 02.59.58   #8
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Riferimento: Le nuove elezioni

Citazione:
Originalmente inviato da warum
A me sembra sintomo evidente di stupidità lamentarsi di una classe politica e poi votarla, con la scusa che si sceglie il male minore. Non si vota il meno peggio; si vota il meglio, se c'è. Altrimenti non si vota nessuno.. così magari alle prossime elezioni si candida qualcun'altro.
Per cui o non si vota, o non ci si lamenta.

Mr bean; a dire il vero non è che qualcuno ha chiesto le elezioni; sono l'unica soluzione dato che non c'è più una maggioranza, e non vedo per quale ragione l'opposizione dovrebbe sentirsi in dovere di appoggiare un governo assieme ai suoi avversari.



vero fino a mezzo giorno.
Perchè vedi così come sono messe le cose in Italia, per quello che riguarda il voto diverse persone sono legate per diversi interessi personali, familiari, sociali ecc.. a un partito o ad un altro.
Tanto per intenderci, se io fossi un dipendente della mediaset, e con un certo stipendio non stupirebbe nessuno che io vado a votare e voti Forza italia ...
Fra l'altro se io sono una persona che ha trovato lavoro grazie a mastella o qualcune altro partito voto per quel tale partito.
Per cui si un astensione di massa o cmq tante persone che non vanno a votare sarebbe un bel segnale forte contro questa politica che tanto parla ma spesso nulla stringe, ch non governo per interesse del cittadino ma piuttosto per interessi personale (basta citare Mastella che viene indagato e sentendosi poco protetto si dimette) per cui fa saltare appostiamente il governo di cui lui faceva parte.
Se fossimo in america sarebbe condannato per 40 anni per terrorismo ...
Il problema rimane che si il voto è importante, anzi fonadamentale, ma il cittadino nn termina il suo dovere nel momento in cui imbuca la sua scheda elettorale nell'urna per il voto, ma non finisce mai.
si vota poi si dovrebbe cmq stare attenti a quello che fanno i politici che non si hanno votato, ma soprattutto si è critici con quelli che si è votato, i modo da capire se sono meritevoli del mio voto.
Alla fine tanto per dire la sx è stata al governo per quasi due anni e non è riuscita a cambiare la legge elettrale, che nonandava ad ineresse suo sicuramente, ma piuttosto alla dx che probabilmente dato l'andazzo avrebbe7dovrebbe vincere .
in tal senso si faceva l'interesse del cittadino, e non quello del candidato di x regione che deve essere votato per x favori ...
bomber is offline  
Vecchio 07-02-2008, 08.29.13   #9
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Riferimento: Le nuove elezioni

Citazione:
Originalmente inviato da warum
........ Mr bean; a dire il vero non è che qualcuno ha chiesto le elezioni; sono l'unica soluzione dato che non c'è più una maggioranza, e non vedo per quale ragione l'opposizione dovrebbe sentirsi in dovere di appoggiare un governo assieme ai suoi avversari.

per il bene del paese, ovviamente! Se però i nostri politici ragionano unicamente per le loro tasche, non si può pretendere nulla di più. Io non voterò nessuno perché non mi sento rappresentato in alcun modo. Se, per assurdo, nessuno andasse a votare, che accadrebbe?
Mr. Bean is offline  
Vecchio 07-02-2008, 09.16.06   #10
nuages
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-12-2007
Messaggi: 196
Angry Riferimento: Le nuove elezioni

Ogni popolo ha i politici che si merita!!!!!!Gli svedesi hanno i politici vedesi!!!!e li si pagano le tasse, ma poi il concetto dio diritto è una realtà per TUTTI!!!!In Svezia per esempio le loro case dalla periferia al centro sono più o meno tutte uguali, per loro scelta!!!noi abbiamo importato purtroppo dal sud la mentalità del servizio che ti fa l'amico, e questo fatto è stato trasportato in tutto compresa la politica, noi se dobbiamo comprare un Kg di zucchero e trovare un posto di lavoro, cerchiamo subito l'amico che ci aiuta, non abbiamo più il concetto del diritto del cittadino, ciò che nel nostro Nord Europa è radicato da secoli, questa stortura porta ad avere in Italia una spesa pubblica incontrollata con un efficienza bassissima delle strutture pubbliche al servizio del cittadino, per cui chi deve far ricerca per esempio scalda la sedia senza che nessuno gli dia direttive in quanto i suoi capi sono dei portaborse della politica ecc ecc per cui questa malattia nostra interna fa purtroppo capo ad un nostro non corretto modo di vivere il concetto di "diritto", dove tutto è confuso con il concetto di favore da ricambiare........per cui i vari Grillo è inutile che gridino allo scandalo, noi dobbiamo tutti diventare più maturi copiando un pochino dal nostro Nord più civilizzato almeno in questo senso, e poi non dovremo più gridare allo scandalo della nostra politica.
nuages is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it