Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 01-05-2008, 09.59.50   #21
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: L'obiettivo di questo forum

Citazione:
Originalmente inviato da Monica 3
Ciao Mary,

scusa se mi inserisco in una tua calorosa risposta a Espert. Io so che tu mi leggi e tu sai che io leggo te, vero?

Se non ti rispondo è perché generalmente mi ritrovo nelle tue parole e non voglio oscurarle con le mie. Preferisco corrispondere con chi non la pensa come me per ascoltarlo e capire le sue ragioni. Generalmente è la stizza delle opinioni diverse che mi ispira a scrivere nelle altre rubriche del forum.

Trovo bellissimo quello che hai scritto in questo post, soprattutto perché detto da una donna che deve avere più o meno la mia età, che ha cresciuto figli ed ora è completamente libera di amare perché nell'amore non ha proprio più niente da perdere.

Soffri, come soffro io quando vedo la prepotenza cercare di sbarcare nel sincero scambio di idee che caratterizza questo forum. Però se badi bene anche i prepotenti poco alla volta si lasciano prendere dall'atmosfera di ricerca sincera di tutti quelli che scrivono qui.


Tutto vero vero,

Insieme ad altri, non li nomino perchè ne salterei sicuramente qualcuno, ho sempre avuto la memoria a....macchia di leopardo, sei fra le persone che sento come parte di una famiglia che ha i componenti sparsi in sedi diverse ma il cuore che batte all'unisono.

In parole povere: comprendiamo e parliamo la stessa lingua, roba molto difficile e rara e preziosa.

Anch'io tendo a reagire a chi sta sbagliando percorso e non perchè sia saggia o illuminata ma semplicemente perchè ho percorso sentieri simili e so dove portano. E mi sento in dovere di dirglielo e anche se loro continueranno per la loro strada non importa forse in un momento qualsiasi del loro tragitto saranno fulminati da dubbio e agiranno con più prudenza, forse.

Se vedi Tizio che sta procedendo su una strada che tu hai abbandonato perchè il ponte è crollato che fai? lo lasci andare, tanto non sono fatti tuoi?
Incontrandolo all'ospedale lui potrebbe dirti, a giusta ragione: "Come?!!!! tu lo sapevi e non mi hai detto niente?! incavolato nero, ovviamente!

L'impatto che hanno le parole piene sono simili a piume di acciaio che possono deviare proiettili o sollecitare la nostra attenzione, poi ci sono le parole vuote che come vere piume si sentono appena.
Credo che nessuno di noi sappia con certezza come sono le proprie piume, quelle che sta lasciando andare nell'aria, lo saprà solo chi le riceve.

Stiamo deviando proiettili o addormentando le coscienze? sta a noi fare tesoro di tutto quello che impariamo e non smettere mai di confrontarci con noi stessi, guardarci dentro e andare avanti, e qui posso dire con gioia: SOLI ma anche TUTTI INSIEME.

Un grande abbraccio
mary
Mary is offline  
Vecchio 01-05-2008, 10.17.09   #22
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: L'obiettivo di questo forum

Citazione:
Originalmente inviato da espert37
Carissima Mary,qualche giorno fà in un mio intervento circa un argomento postato da qualcun altro che chiedeva se ci si può innamorare nel webb,io rispondevo convinto che non era possibile,dissi che con il virtuale non ci si può conoscere a fondo. Ebbene,ora mi devo ricredere.Non circa l'innamoramento, ho settantuno anni e sono ancora innamoratissimo di mia moglie che non cambierei per tutto l'oro del mondo.Ma mi devo ricredere per la possibilità di conoscienza,nonostante il nostro sia un contatto epistolare e virtuale,L'accorata schiettezza e sincerità che ho appurato in questa tua ultima risposta,probabilmente perchè ha avuto la forza di farmi entrare in tè,di impersonarmi nel tuo essere e ripassare sommariamente tutte le tue passate vicissitudini al punto di farmele quasi rivivere in prima persona,nella strana convinzione che le nostre esistenze trascorse siano molto simili,per questo il filing del nostro modo di pensare e di espressione.Carissima Mary accetta i miei più sinceri complimenti,e quella mia espressione di delusione che ti ho rivolto,puoi annullarla,o quanto meno accettala come espressione di sprone e di incoraggiamento. Sei sempre grande!!!

Un caro ed amichevole saluto espert37


Grazie carissimo amico, accetto pienamente la tua delusione perchè vuol dire che mi stai vedendo ed io sono solo un foglia che il vento porta dove vuole pur restando sempre se stessa.

Gli anni sono niente, sono una pura espressione della convenzione sociale. Vi è l'età del cuore che ha tempi diversi. Si può nascere vecchi e diventare giovani (la sottoscritta).

Ecco l'obiettivo vero di questo forum, tu e Monica me lo avete mostrato in questo momento: essere insieme, camminare insieme, crescere insieme. Condividere.
Qui le anime simili si incontrano e si riconoscono, si aiutano, si confortano, si spronano, si incoraggiano ma se così restasse chiusa con i propri adepti si trasformerebbe ben presto in una setta e la morte busserebba alla porta.
Invece viene aperto a chiunque bussi, persino scocciatori, perditempo, rivoluzionari, profughi che non sanno di esserlo.
Alcuni vanno via incavolati e infastiditi, altri restano e iniziano a domandarsi dove sono. Ed ecco che la cultura nuova prende vita, che il cambiamento procede in silenzio e si prepara a trasformare il bruco in farfalla.

Quante farfalle riempiranno i cieli nella nuova Era? non lo so. Forse neppure il Destino lo sa con certezza. Come Gesù dice: molti sono i chiamati ma pochi gli eletti. Il mio amore per la vita e per questo cammino mi fa sperare che siano molti, e la mia vita cerco di spenderla nel proteggere i bozzoli, nel non pensare che siccome sono duri e non hanno ali è meglio distruggerli.
In ciascuno di noi vi è un bozzolo che custodisce la farfalla.

La vita è un dono meraviglioso che va speso se non si vuole che imputridisca.

Grazie a voi tutti di esserci, grazie perchè siete qui e non altrove, sono egoista, lo so. Sono terribilmente egoista perchè vi voglio bene.

un abbraccio
mary
Mary is offline  
Vecchio 01-05-2008, 10.57.36   #23
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: L'obiettivo di questo forum

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Tutto vero vero,

Anch'io tendo a reagire a chi sta sbagliando percorso e non perchè sia saggia o illuminata ma semplicemente perchè ho percorso sentieri simili e so dove portano. E mi sento in dovere di dirglielo e anche se loro continueranno per la loro strada non importa forse in un momento qualsiasi del loro tragitto saranno fulminati da dubbio e agiranno con più prudenza, forse.

Se vedi Tizio che sta procedendo su una strada che tu hai abbandonato perchè il ponte è crollato che fai? lo lasci andare, tanto non sono fatti tuoi?
Incontrandolo all'ospedale lui potrebbe dirti, a giusta ragione: "Come?!!!! tu lo sapevi e non mi hai detto niente?! incavolato nero, ovviamente!

.

Stiamo deviando proiettili o addormentando le coscienze? sta a noi fare tesoro di tutto quello che impariamo e non smettere mai di confrontarci con noi stessi, guardarci dentro e andare avanti, e qui posso dire con gioia: SOLI ma anche TUTTI INSIEME.

Un grande abbraccio
mary

Cara Mary,
ti leggo sempre con piacere e mi inserisco in questo contrappunto!
Non è facile inserirsi nella vita degli altri anche solo pensando di esserne responsabili per la sua "salvezza"!!
non è facile e spesso è profondamente ingiusto e viene sentito come una "invasione".
Io non ho più peli sulla lingua ormai e procedo nel mio modo di "essere e di sentire" ma il fatto di non reagire alle continue "provocazioni", agli "attacchi
e energetici" ai "giudizi" e ai "sussurri alla spalle" perchè ti vedono e ti ritengono pazzo o diverso o pericoloso non vuol dire che io possa spingermi
oltre certi limiti.
Gli altri, siano essi adulti o bambini, stanno procedendo come noi
verso una evoluzione inarrestabile. ognuno con i suoi mezzi, con le sue strade,
con i suoi disagi, con il suo malessere o con la gioia di chi ha già capito.
E' dolorosissimo chinare la testa di fronte a certe scelte altrui ma non
puoi fare altro che mandare luce, amore, saggezza, fede e affidarli alla Intelligenza e alla Forza dell'Amore che tutto regge.......
Buon primo Maggio da una forumista che come te ringrazia Ivo e Riflessioni per esserci e poter condividere idee ed emozioni!
paperapersa is offline  
Vecchio 01-05-2008, 11.55.48   #24
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Domande...

So di muovermi lungo un filo sottile, ma vorrei ugualmente porgere tre domande, con in mente il motto di Riflessioni ovvero alla scoperta dell'universo che è fuori e dentro di noi; una al webmaster che compatibilmente con i suoi impegni mi potrà rispondere quando vorrà (e se ritiene consona la domanda), una a Monica e l'altra a Mary.

Domanda ad Ivo: perché hai ritenuto inevitabile il passaggio dalla moderazione soft a quella totale? Ne sei stato deluso? E la consideri una evoluzione dei tuoi progetti (riguardo al forum) oppure una regressione rispetto a quelli che erano i tuoi propositi iniziali?

Domanda a Monica: cosa intendi con “essere al di sopra delle parti”, all’inizio di questo thread? Parlando non direttamente di questo spazio, ma in generale dei luoghi di incontro tra esseri umani, se posso dire la mia, credo che le regole siano già oltremodo numerose, contraddittorie al loro interno e favoriscano proprio il loro non rispetto e la deresponsabilizzazione dell’individuo, dunque l’aggiunta di altre non farebbe che accentuare tutte queste negative caratteristiche. Credo che l’emancipazione dalla necessità di rigidi regolamenti possa avvenire proprio con atti coraggiosi e di coscienza diretti a tentare una strada per renderli progressivamente più morbidi. Consideriamo per esempio l’Olanda e la gestione parzialmente liberalizzata delle droghe leggere e le statistiche olandesi sul consumo di esse e di quelle pesanti: pare siano in diminuzione.

Domanda a Mary che afferma “Se qualche mio scritto è stato censurato (non me ne sono mai accorta) ne sono davvero felice perchè vuol dire che la mia irruenza ha trovato un baluardo.”: vorrei chiederti, da un punto di vista psicologico e personale (dunque ancora non in riferimento diretto a questo spazio), cosa intendi con “baluardo”? Grazie.

Un saluto a tutti...

Antonio

p.s. ripeto che le mie domande non sono né intendono essere dirette alla gestione o al regolamento del presente spazio, ma vorrebbero partire da esso per estendersi in generale ai luoghi di incontro umani, come mi pare già stia avvenendo in questa discussione.
nexus6 is offline  
Vecchio 01-05-2008, 12.36.17   #25
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: Domande...

Citazione:
Originalmente inviato da nexus6

Domanda a Monica: cosa intendi con “essere al di sopra delle parti”, all’inizio di questo thread?

Mi riferivo alla ricerca di un aiuto moderatore da parte del webmaster. Nei miei strenui sforzi di rimanere sul mercato del lavoro come residente straniera ho studiato anche mediazione (mi serviva per lavorare con i migranti).

La formazione era mirata a far vedere sempre il punto di vista di ognuno dei contendenti per poter ristabilire il dialogo se possibile o interrompere definitivamente la relazione rimanendo in buoni termini. Mi sembra che per diventare moderatori questo sia una qualifica imprescindibile. Io devo lavorarci ancora un po' sopra.

Niente a vedere con la censura dunque, a proposito della quale ho espresso le mie idee altrove.

Monica 3 is offline  
Vecchio 01-05-2008, 18.08.18   #26
webmaster
Ivo Nardi
 
L'avatar di webmaster
 
Data registrazione: 10-01-2002
Messaggi: 957
Riferimento: Domande...

Citazione:
Originalmente inviato da nexus6
Domanda ad Ivo: perché hai ritenuto inevitabile il passaggio dalla moderazione soft a quella totale? Ne sei stato deluso? E la consideri una evoluzione dei tuoi progetti (riguardo al forum) oppure una regressione rispetto a quelli che erano i tuoi propositi iniziali?
Senza dubbio una regressione rispetto a quelli che erano i propositi iniziali, questo forum nasce nel 2002 e inizialmente aveva appunto una moderazione soft, esisteva già un regolamento (simile a quello attuale) ed io mi limitavo ad intervenire se qualcuno cominciava ad ostacolare il dialogo, le interruzioni avvenivano fondamentalmente per due motivi, o perché la discussione si trasformava in una disputa personale dai toni molto forti (offese dirette) o perché molti considerando il forum una chat lasciavano post insignificanti che andavano a spezzare argomenti importanti, per non parlare poi di individui che volontariamente disturbavano per i motivi più diversi.
Con la crescita del numero degli iscritti e quindi del numero dei post questo è diventato insostenibile, dal momento che pur intervenendo e quindi fermando il “disturbo” ormai la discussione si era spezzata, inoltre i post restavano pubblicati e quindi creavano fastidio anche a chi arrivava dai motori di ricerca perché interessato a quel preciso argomento, una soluzione che avrebbe potuto eliminare o almeno ridurre drasticamente tutto questo era quella di passare al vaglio tutti i post prima di pubblicarli e quindi ho optato per la moderazione attuale, una scelta che ha trasformato il mio impegno per il forum da poche decine di minuti al giorno ad ore, visto il numero di post inviati (attualmente abbiamo una media di 130-150 post al giorno), ma è stata una scelta obbligata se volevo avvicinarmi al fine che mi ero proposto, ovvero creare uno spazio utile alle persone interessate a certe tematiche.

In generale, l’esperienza del forum è stata una delusione poiché ero convinto che esistesse una autodisciplina tra le persone, ma nonostante il livello culturale degli iscritti fosse medio-alto questo non si è verificato, probabilmente aiutato anche dalla identità celata dei partecipanti, ma personalmente credo che la causa sia prodotta da una maleducazione o ancora peggio da un individualismo diffuso che tra l’altro possiamo riscontrare tutti i giorni anche in strada o in fila allo sportello di qualsiasi ufficio. Quando ho deciso di trasformare la moderazione molti erano convinti che il forum avesse un destino ormai breve, ma sono passati quasi 2 anni e il forum è ancora vivo e anche se con molti sacrifici il risultato mi sembra ottimo per quello che concerne la qualità dei contenuti, grazie ovviamente a chi vi partecipa.
Approfitto per rendere pubblico un dato importante, nonostante i banner esposti che senza dubbio creano disturbo ma che sono obbligato ad inserire per finanziarmi, i ricavi non sono sufficienti nemmeno per coprire il costo del server in cui risiede il database che ospita il forum, dico questo per sfatare alcune dicerie che vogliono porre come fine di questo forum il guadagno, questo potete tra l’altro verificarlo chiedendolo a qualsiasi proprietario di forum, non potrà che confermarlo poiché è proprio la struttura del mezzo e il suo utilizzo che rende praticamente invisibili banner o altre forme di pubblicità al contrario delle normali pagine web di un sito.
webmaster is offline  
Vecchio 03-05-2008, 00.02.12   #27
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Domande...

Citazione:
Originalmente inviato da nexus6
Domanda a Mary che afferma “Se qualche mio scritto è stato censurato (non me ne sono mai accorta) ne sono davvero felice perchè vuol dire che la mia irruenza ha trovato un baluardo.”: vorrei chiederti, da un punto di vista psicologico e personale (dunque ancora non in riferimento diretto a questo spazio), cosa intendi con “baluardo”? Grazie.

Un saluto a tutti...

Antonio

Per baluardo intendo il limite, il confine di me e dell'altro. Quel confine, mi rivela, se ben usato, quali sono i miei confini e quali quelli dei confinanti.

Estremamente importante se voglio continuare ad esercitare la mia libertà....in libertà.

Io ho la necessità di sapere quando vado a sbattere contro qualcuno per capire come mi sto muovendo in questa realtà.
Gli altri sono il nostro specchio e non è facile imparare a specchiarsi.
E quando trovi specchi lucidi, limpidi (come tanti di questo forum) allora sei felice di specchiarti. E se anche lo specchio dovessere avere qualche macchia qua e là non ti importa, va benissimo lo stesso.

Ancora, e con maggior fervore mi sento di ringraziare Ivo per l'impegno economico e temporale che ha speso (e spende) per questa meravigliosa creatura che è il forum, questo forum.

Devo dargli pienamente ragione in merito alla moderazione. Io sono iscritta dal 2002 e agli inizi sono stata più volte sul punto di andare via perchè il ciarlare inutile ovvero la persistente maleducazione di alcuni infastidiva parecchio parecchio.
Se si sta facendo un certo discorso, l'intrusione stupida, aggressiva, ciarliera impedisce di proseguire proficuamente ogni tentativo di dialogo.

Conto di contribuire nel mio piccolo alla parte economica, anche se la ricchezza che da qui viene non ha prezzo. Forse il poco pochissimo di tanti potrebbe diventare importante.

Quando il contadino (almeno quello di un tempo) spargeva il grano nei campi non sapeva quanti chicchi avrebbe prodotto ogni spiga nata da ciascun chicco. Ciascuno di noi è un seme che potenzialmente può produrre nuova pianta e miriadi di nuovi chicchi. Il futuro aspetta i nostri semi non deludiamo chi li attende.

Un immenso abbraccio
mary
Mary is offline  
Vecchio 05-05-2008, 14.24.02   #28
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Noi e... i "costoro" troppo visibili, ma invisibili...

Probabilmente sono troppo idealista, che può voler dire utopista o ingenuo od entrambe le cose, chissà.

Probabilmente per “rivoluzione” e “libertà” intendo altre cose e quando sento parlare di confini e confinanti, con realismo, beninteso, storco comunque il naso e mi dico che c’è qualcosa che non va.


Sto riflettendo su quanto mi hai scritto, Ivo, sul fatto di creare uno spazio utile, dove gli argomenti possano venire trattati non superficialmente per qualsiasi persona approdi al forum, anche non iscritta. Contenuti di qualità, dunque. Hai ritenuto che una soluzione per risolvere il problema del caos fosse la moderazione totale che comunque reputi una regressione ed una delusione rispetto a ciò che pensavi. Beh, di questo almeno ne sono contento.

La crescita del numero di iscritti e di post è stata la causa del cambiamento, ma comunque il forum ha resistito, dunque vuol dire che c’è gente interessata. Ringrazi ovviamente chi partecipa (anche se il “numero” è il problema). E dici bene, poiché il capitale che noi scambiamo credo valga qualcosa in più della moneta: si tratta di pensieri, idee, esperienze, essenze. Hanno un valore inestimabile, è uno spettacolo incredibile, se solo ci fermassimo un attimo a rifletterci su.

Ben esplichi, Mary, il tipo di libertà ammesso nelle nostre società attuali. Questo il compromesso: la libertà di ciascuno termina quando incontra le libertà altrui, questo il principio di base che regge il nostro essere sociali, almeno nei luoghi più illuminati di questa terra. La chiamo “libertà contro” ed in effetti utilizzi termini come “confini”, “sbattere contro” et affini, in contrapposizione alla “libertà con” in cui necessario affinché io possa essere libero è che tu lo sia, sembra la medesima cosa, ma non lo è, secondo me: io, oltre alla mia libertà ed ai miei “confini”, mi devo curare anche della tua libertà e di quella degli altri, poiché da tutti loro dipende anche la mia. Non poter essere liberi se anche solo uno non può aspirare ad esserlo, se gli vengono negati i mezzi e le possibilità per esserlo; dunque lo scaturire da ognuno un senso di solidarietà per tutti e da tutti il corrispondente senso di solidarietà e, direi, umanità verso ciascuno. La libertà di tutti come condizione necessaria per la libertà di ognuno.

Con ciò, in poche parole, intendo “libertà con” ed intendo una parte (fondamentale) del mio senso di “rivoluzione”, che certo non nega teoricamente anche il passaggio dal caos. Ma interiore, non c’è che dire, prima ancora di divenire esteriore e sociale, appunto.

Senza spirito polemico, ma alla ricerca del dialogo vi vorrei chiedere: chi sono i disturbatori del pubblico ordine? Coloro che infastidiscono e si introducono stupidamente ed aggressivamente, a detta di Mary? Chi sono le persone che impediscono il dialogo e, soprattutto, perché lo fanno?

E qual è il modo più «giusto», secondo voi, per rapportarsi -a loro-, in un forum piuttosto che nella società?

Poiché credo che il modo con cui trattiamo -costoro- qui, in questo piccolo esempio di società che è il forum, così lo applichiamo più in grande.

Antonio

p.s. ripeto ancora una volta, a scanso di equivoci, che le mie domande non sono né intendono essere dirette alla gestione o al regolamento del presente spazio, ma vorrebbero partire da esso per estendersi in generale ai luoghi di incontro umani, come mi è parso stesse avvenendo in questa discussione.
nexus6 is offline  
Vecchio 08-05-2008, 02.48.22   #29
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
La difficoltà di essere.. assieme!

Citazione:

"Soltanto un uomo che sia interiormente libero di preoccupazioni e pene potrà far sorgere un'epoca di copia. Egli dev'essere come il sole a mezzogiorno, che illumina e rallegra ogni cosa sotto la volta del cielo. "

dall' "I Ching"

Citazione:
Se si sta facendo un certo discorso, l'intrusione stupida, aggressiva, ciarliera impedisce di proseguire proficuamente ogni tentativo di dialogo.

Se realmente si percorre un cammino analitico di riflessione ogni elemento è elemento di potenziale specchio interiore, tanto più il <diverso da noi> ed il <disturbatore> hanno in sé il dono di consegnarci più facilmente e trasparentemente alle nostre zone ombre!
Una società armonica e vivibile si costruisce con lena proprio dalla conoscenza profonda di ciò che risulta elemento di disturbo: la quiete non è rimozione superficiale del conflitto ma comprensione alla radice dei perché! E' la serietà profonda delle persone che interagiscono tra loro che rende possibile all'ipotetico disturbatore di restare obbligatoriamente di fronte a sé stesso e al suo problema ed al conflitto di emergere chiaro! Questo significa realmente voler conoscere le proprie ombre ed i propri limiti interiori, usando davvero il gioco a specchi del vivere nel sociale! Questo penso intenda dire Nexus6 con "Libertà Con" (!). Non "la mia libertà si ferma dove inizia la tua" ovvero "libertà contro libertà" ma "libertà con" ovvero "essere Assieme liberi", e questo presuppone conoscenza(!),
cammino di conoscenza(!), di modo che ciò che è nient'altro che manifestazione di un malessere (=disturbare) venga riconosciuto per tale ed Assieme risolto! Perché la mia libertà vera non è senza la tua (!)
Non è discorso utopista né ingenuo ma di sicuro è perno centrale di reale consapevolezza di sé e del proprio mondo interiore, il cui potere non è mai delegato a proiezioni esterne di confini (!).

Il forum virtuale è in <piccolo> ciò che in <aggregato maggiore> è il vivere sociale.
Liberi od oppressi siamo in egual modo qui dentro o là fuori!
Paurosi o consapevoli, idealisti o disillusi : nessuna maschera coprirà mai abbastanza il nostro vero volto.

Citazione:
molte persone vivono il forum come un semplice svago e ci giocano perdendo l'occasione di trasformare questo mezzo, dal mio punto di vista rivoluzionario, in uno strumento utile non solo a chi vi partecipa, ma a tutti i lettori

Svago e gioco, rivoluzione o conservatorismo sono gli infiniti nomi della consapevolezza che alla vita intima diamo. L'unica reale trasformazione è la nostra: quella mentale! E' la mente che disturba la mente! E' la serietà della profondità che restituisce armonia laddove c'era il conflitto! Il bambino che piange o scalcia esprime al pari ciò che profondamente sente esattamente quanto la persona più matura sia in grado di esprimere seppur meno caoticamente il suo proprio disagio; eppure se vogliamo e crediamo nella crescita di una società realmente matura non possiamo che far entrare nelle nostre orecchie anche questi <rumori> che proprio perché <a specchio> ci recano profondo disagio.

Con affetto a Voi Tutti!

Gyta
gyta is offline  
Vecchio 08-05-2008, 23.15.11   #30
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Noi e... i "costoro" troppo visibili, ma invisibili...

Citazione:
Originalmente inviato da nexus6
Probabilmente sono troppo idealista, che può voler dire utopista o ingenuo od entrambe le cose, chissà.

Con ciò, in poche parole, intendo “libertà con” ed intendo una parte (fondamentale) del mio senso di “rivoluzione”, che certo non nega teoricamente anche il passaggio dal caos. Ma interiore, non c’è che dire, prima ancora di divenire esteriore e sociale, appunto.

Senza spirito polemico, ma alla ricerca del dialogo vi vorrei chiedere: chi sono i disturbatori del pubblico ordine? Coloro che infastidiscono e si introducono stupidamente ed aggressivamente, a detta di Mary? Chi sono le persone che impediscono il dialogo e, soprattutto, perché lo fanno?

E qual è il modo più «giusto», secondo voi, per rapportarsi -a loro-, in un forum piuttosto che nella società?

Poiché credo che il modo con cui trattiamo -costoro- qui, in questo piccolo esempio di società che è il forum, così lo applichiamo più in grande.

Antonio

.

Idealista ed utopista per me sono parole buone e non da vergognarsi.

In quanto a chi sono i "disturbatori" penso che si debba considerarli da un punto di vista oggettivo e soggettivo.

Tizio che offende Caio, oggettivamente è maleducato.
Tizio che mi riempe due pagine di parole vuote, magari imparate a scuola o lette su di un libro o apprese per fede, soggettivamente, per me, è poco rispettoso degli altri. E intralcia un dialogo costruttivo.

Qualche parola sulla libertà. Solo chi è veramente libero può riconoscere, rispettare, accettare, proteggere la libertà dell'altro.

Credo però che sia inevitabile prestare attenzione ai confini che le nostre forme fisiche e mentali determinano.
Esempio: Tizio mi ha pestato un piede e io lo getto dalla finestra del decimo piano! Giusto, vero? sto solo esercitando il mio diritto alla libertà!

Ma come la mia mente e la mia anima sono racchiuse in forme che le delimitano, almeno apparentemente, così la vita nel mondo esterno deve trovare le proprie forme senza distruggere quelle altrui.

De Mello ha scritto una frase che fa più o meno così: io ti permetterò di essere te stesso ma tu devi accettare che io mi possa difendere da te.

Tu sei libero di essere te stesso ma io devo difendere la mia libertà di essere me stessa, non ti pare?

Ed è una ricerca continua, costante, momento per momento. Impossibile piantare steccati e trincee, perchè allora non ci sono più libertà da difendere ma solo nemici da combattere.

Se vuoi bene ad un leone non credo che gli vai a mettere la tua testa nella sua bocca e magari quando è affamato!

Questo forum è e può diventare sempre di più una grande ricchezza, ma sta a noi tutti saperlo usare con buon senso e rispetto di tutti.

Ciao
mary
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it