Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 09-05-2008, 02.39.27   #31
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Riferimento: L'obiettivo di questo forum

Tizio che offende Caio oggettivamente è Tizio che offende Caio.
Poi può pure esser visto come maleducato, oggettivamente magari o cos'altro.
Il forum non è un' enciclopedia che svolge temi a richiesta, ma incontri di persone che come sanno e sono si rapportano tra loro.. Questa è l'unica <scomoda> verità.
Tizio che riempie due pagine di parole vuote è oggettivamente Tizio che riempie due pagine di parole;
Evidentemente per lui.. vuote non sono!
L'obiettivo della maggior parte dei <circoli> è quello ci incontrarsi tra <simili> è giusto e condivido! Ognuno poi decide come meglio sente di poter gestire un sito, un forum o cos'altro.
Ma il problema non è il disturbatore ma cosa noi ne facciamo di quel disturbo!
Questo non è un forum di esclusive tematiche di ricerca interiore ma se così fosse troverei alquanto bizzarra la scelta di una moderazione, proprio perché oltrepasserebbe il punto, quello del guardarsi dentro, quello della ricerca interiore non superficiale per l'appunto!
Io apprezzo molti dei contributi che i singoli donano nella loro partecipazione a questo forum, ma un forum è <di qualità> quando i contributi e le persone che lo frequentano posseggono la ricchezza di saper comunicare il loro mondo interiore e con il loro mondo interiore, perché riflessione è questo: dare parole alla vita intima personale. C'è una bella parabola di Gesù che accetta senza alcun problema l'invito a cena a casa di gente dai <dubbi costumi> e i suoi amici (=apostoli) non comprendono! Gli dicono "ma come? vai da loro?" E lui risponde "vado dove sono invitato" ! Ed io non credo proprio che si perdesse d'animo se iniziavano a fare chiasso attorno a lui, anzi era proprio il suo esempio a trasformare le persone ed a far comprendere l'importante dal superfluo!
Chi percorre una via di ricerca interiore non può - a mio avviso- permettersi per coerenza di restare all'apparenza delle cose.. Buon proseguimento!

Gyta

Qui leoni qui non ci sono.. né armi, ma solo persone armate delle loro parole e -quando possibile- della loro intelligenza. Personalmente non ho mai avuto nulla da ridire con i moderatori né tantomeno col web master, ma se si apre una discussione così <delicata> come quella di quali siano i presupposti per crescere insieme allora.. le mie parole sono queste..

Il significato dell'universo è dentro di noi.. anche nella nostra disperazione, nella nostra rabbia.. nel senso d'impotenza e chi ha raggiunto la riva di pace dovrebbe rammentarne la fatica del guado e voltarsi indietro verso chi ancora resta magari a trascinarsi..Comprendo comunque anche chi desidera assaporare finalmente solo la pace.. Ma chi sta male.. comprenderà?

Forse chi <parla male>, chi si esprime da <maleducato> magari ha ancora la forza di.. parlare; ben vengano sulla terra la verità di chi prima di rinunciare tenta ancora una volta di toccare.. di ferire, ma ancora vive, palpita il suo cuore seppure nella rabbia e nel dolore magari.. quanta gente non è più capace di accorgersi della propria rabbia né di soffrire..

Un abbraccio ad ogni nostra dolce o brutale maschera.. un giro di giostra dura la vita
gyta is offline  
Vecchio 09-05-2008, 07.51.03   #32
Anagarika
Ospite abituale
 
L'avatar di Anagarika
 
Data registrazione: 10-03-2008
Messaggi: 70
Riferimento: L'obiettivo di questo forum

Bello questo topic in cui si riflette sulle riflessioni!

Si rischia di diventare molesti quando si ha la sensazione che gli altri non capiscano quello che a noi sembra così chiaro. Sentiamo quasi il "dovere" di insistere, ripetendo il concetto in tutti i modi possibili e accalorandoci, dimenticando però che anche gli altri si sentono "sicuri" delle loro percezioni.

Ha ragione Monica quando dice che prima di rispondere bisognerebbe essere sicuri di aver ascoltato. Vorrei riuscirci e accogliere i punti di vista differenti per allargare la mia visuale. Dare un contributo alla discussione non per "insegnare" qualcosa, ma migliorare la mia visione d'insieme.
Come se stessimo ricostruendo un puzzle: due tasselli vicini possono non significare nulla (o fare a pugni fra loro), ma continuando ad aggiungerne e guardando col giusto distacco prima o poi si vede quello che cerchiamo.
Anagarika is offline  
Vecchio 09-05-2008, 09.02.27   #33
frollo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 286
Riferimento: L'obiettivo di questo forum

Citazione:
Originalmente inviato da Anagarika
Bello questo topic in cui si riflette sulle riflessioni!

Si rischia di diventare molesti quando si ha la sensazione che gli altri non capiscano quello che a noi sembra così chiaro. Sentiamo quasi il "dovere" di insistere, ripetendo il concetto in tutti i modi possibili e accalorandoci, dimenticando però che anche gli altri si sentono "sicuri" delle loro percezioni.

Ha ragione Monica quando dice che prima di rispondere bisognerebbe essere sicuri di aver ascoltato. Vorrei riuscirci e accogliere i punti di vista differenti per allargare la mia visuale. Dare un contributo alla discussione non per "insegnare" qualcosa, ma migliorare la mia visione d'insieme.
Come se stessimo ricostruendo un puzzle: due tasselli vicini possono non significare nulla (o fare a pugni fra loro), ma continuando ad aggiungerne e guardando col giusto distacco prima o poi si vede quello che cerchiamo.

Sostenere e argomentare le proprie tesi, non può essere molesto. Aggiungere elementi a supporto, spiegare meglio e per altre vie o con altri esempi, non può essere molesto. Ridicolizzare l'interlocutore si, quello lo è.
E non si tratta di convincere chi discute con te, non si tratta di sentirsi delle verità in tasca, si tratta semplicemente del piacere di discutere, di scrivere e di argomentare, magari per gli altri che non sono direttamente coinvolti nella discussione o magari per se stessi. Se poi succede anche che, discutendo, qualcuno modifica la sua idea di partenza, allora meglio così. "Saper leggere" per me è scontato: normalmente io comprendo un po' tutti i punti di vista. Se insisto nei miei è perchè ho la sensazione che non si sia capito il mio, oppure perchè certe cose mi sembrano talmente evidenti e/o Lapalissiane, che non condividerle è un "assurdo". E il più delle volte non si condividono più per una posizione preconcetta e "indottrinata" che per scarsa volontà di comprensione. Quello è il caso che più mi infastidisce (ovviamente il fastidio è solo virtuale e riferito all'ambito molto poco significativo di un forum su internet)
frollo is offline  
Vecchio 09-05-2008, 10.06.28   #34
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: L'obiettivo di questo forum

Grazie Gyta, Anagarika, Frollo, nexus6, Mary

Vi sento pensare insieme a me e, quando questo succede, ricevo dal forum un vero piacere.

La mia stizza ed i miei toni si accendono (colgo l'occasione per scusarmene) quando non sento onestà in certi argomenti e mantenere l'onestà in un gruppo a cui io partecipo e con il quale condivido i miei pensieri e le mie esperienze è quanto mi sta più a cuore.

Non vedo onestà nel modo in cui vien data l'informazione per televisione. Ho il grandissimo previlegio di vivere in un piccolissimo paese che, prima di prendere una decisione, si consulta con quattro vicini di casa dalle tradizioni diverse (Belgio, Francia, Paesi Bassi e Germania) e soffro quando vedo il mio paese di origine isolato e i suoi cittadini trattati con poco rispetto. I miei toni possono allora suonare arroganti e perdere in credibilità. O forse semplicemente non conosco più il mio paese e dico cose che non trovano riscontro nella realtà.

Vorrei che le cose fossero veramente come le prospetta Gyta e condividere l'idealismo di nexus 6. Quello che loro dicono sarebbe possibile se le nostre menti fossero pure e sempre in contatto con la nostra essenza. Purtroppo, Milgram, Lewin, Asch ed altri hanno studiato profondamente i meccanismi della pressione del gruppo verso la conformità (meccanismi che sempre e dappertutto vengono utilizzati in periodo elettorale e quando si vuole limitare la democrazia) e chi più è ingenuo è più vulnerabile, perciò faccio riferimento in modo ossessivo ai bambini.

Avere opinioni diverse è indispensabile per crescere e senz'altro ho apprezzato le mie discussioni con Frollo. Invidio un po' Angarika per pensare bene prima di parlare e Mary per essere sempre così integra.

Purtroppo con altri interlocutori non ho avuto la stessa impressione di onestà. Credo che il moderatore debba lasciare lo spazio a tutti, sta però ai singoli interlocutori di interrogare se stessi.

a tutti
Monica 3 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it