Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 28-12-2004, 15.30.37   #1
herzog
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-12-2004
Messaggi: 404
Talking Democrazia

La più bella definizione di democrazia che io mi ricordi (e - occorre dirlo? - quella con la quale mi trovo più d'accordo) dice, più o meno, che essa, prima di tutto, si deve preoccupare di tutelare il dissenso....
E questo, al giorno d'oggi, mi fa molto riflettere, molto, molto, molto.... , con molta amarezza, in più,
Herzog
herzog is offline  
Vecchio 28-12-2004, 15.36.39   #2
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Interessante. Comunque mi piacerebbe sentire una tua interpretazione.

Ciao

Herzy perché metti sempre quel smile a 1000 denti? Mi fai paura
edali is offline  
Vecchio 28-12-2004, 16.07.45   #3
herzog
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-12-2004
Messaggi: 404
Talking ciao, edali

Cara e dolcissima edali, grazie per l'intervento e per l'interessamento.
Dunque, anzitutto....per quanto riguarda la faccina, dolce edali, mi dispiace che ti abbia spaventato...in realtà, mi piace perché mi sembra che rispecchi la mia natura...amante dell'ironia, dello sberleffo e del non prendersi troppo sul serio...tutto qua (né la faccina né il sottoscritto sono cose di cui aver paura, sappilo) ...scherzo
Per quanto riguarda il topic...vediamo ...penso che, tra le altre cose, la garanzia del dissenso sia la garanzia del pluralismo, che, a sua volta, è la garanzia a che il consenso si formi nel modo più chiaro e informato possibile, che, a sua volta, è la garanzia che la scelta del candidato da eleggere (e che rappresenterà le nostre istanze presso gli organi a ciò deputati) avvenga nel modo più trasparente possibile, che, a sua volta, è la garanzia.... e così via...
Ciao, edali, e non ti spaventare più....
Herzy
herzog is offline  
Vecchio 28-12-2004, 23.44.17   #4
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
(Ok! Mi sto pian piano tranquillizzando. Non riuscivo ad avvicinarmi per la paura di quei denti …ma se tu dici di non aver paura, io mi fido.)

Per ciò che riguarda il tuo rammarico riflettendo alla democrazia, vuoi dire che oggi come oggi la “democrazia” in questo paese non c’è più? Neanche nel mondo? Che puoi dissentire o no che tanto nessuno se ne frega, che oggi come oggi ci troviamo in una dittatura economica dove non si usa più il terrore della polizia e delle spie (solo quelle telematiche e le microspie ), bensì il lavaggio di cervello, ti tentano e ti mandano messaggi sublimali per crearti una personalità non tua, per annullarti completamente o quasi come essere umano libero di pensare ed agire come vuole, di avere le sue peculiarità, ecc… Tutto questo volevi dire o lo dico solo io?
Questo e tanto altro..

Un carissimo saluto
edali is offline  
Vecchio 29-12-2004, 08.49.25   #5
herzog
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-12-2004
Messaggi: 404
Talking denti e democrazia

Ma, dolcissima edali, li hai guardati bene i denti? Pensi che possano fare paura? Sono così buffi....
Comunque, sì, penso che, ove non sia garantito e tutelato con forza il dissenso, la democrazia sia in una fase di grave sofferenza, di crisi (del resto, non lo dico solo io)...e, quindi, ancora sì, più o meno tutto quello volevo dire io...ci sono vari indizi che vanno in questo senso e le nostre coscienze si stanno troppo addormentando...la caccia al consenso standardizzato, attraverso mezzi di comunicazione di massa poco o punto critici (soprattutto quelli televisivi, tanto i giornali li leggono sempre meno persone), che non sanno o non vogliono fare il proprio mestiere non fornisce spazio al dissenso ed alla critica, mentre la legislazione va sempre più verso la concentrazione delle risorse, con la creazione, di fatto, di situazioni di monopolio che, anch'esse, in quanto tali, non si fanno carico alcuno delle istanze di minoranze dissenzienti (in ogni campo: economico, politico, culturare...) che, invece, andrebbero tutelate...
E tanto altro...
Herzog
herzog is offline  
Vecchio 15-01-2005, 22.04.41   #6
antonio greco
L' Emigrato
 
Data registrazione: 26-05-2004
Messaggi: 637
C' E' DEMOCRAZIA E DEMOCRAZIA ....

Su DEMOCRAZIA faccio un discorso pratico,
con riferiemento alla U.E, dove ho viaggiato molto per lavoro quasi trenta anni.

Cosa ho scoperto in U.E. salvo gli ultimi 10 Paesi arrivati che non conosco e salvo Grecia e Spagna che conosco poco, posso dire:

- nel resto dell' Europa la Democrazia é scritta colla D maiuscola, nel senso che i diritti dei cittadini non stanno sulla carta soltanto, ma sono tal quali realizzati (forse salvo eccezioni che é difficile da vedre); eguali per tutti;
- lo Stivale e i Paesi latino americani dove la democrazia esiste di sicuro sulla carta. Quanto a metterla in pratica, dipende, ........dal caso o dalla disponibilità di un impiegato menefreghista o dal volere di un padrino.. Insomma dipende da tante cose......

In pratica, ci sono certi Paesi, inclusa l' Italia, ove ci sono due categorie di cittadini: quelli che fanno i mazzi e quelli che si fanno mettere nel mazzo. Quindi ci sono due livelli di diritti. Per incapacità di un popolo senza rigore, senza serietà, preda dell' ipocrisia, della confusione, senza precisione, senza organizzazione, sottoposto ai Padrini e sotto l' imperio dei 4 dittatori: Copnfusione, Rassegnazione, Irresponsabilità e Allegra Gestione.

Vi interessano i motivi di tante differenze ? Li trovate su:

http://angrema.blogspot.com
www.accademiaonline.net (le lettere dei mesi precedenti sono nell’archivio del sito, argomento “società”).

Antonio Greco
antonio greco is offline  
Vecchio 17-01-2005, 17.09.21   #7
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Vi sentite ancora in un paese democratico e libero quando il primo ministro dice che..... se vincono i comunisti (il partito opposto al suo) il paese cadrà nella miseria terrore e morte?!

Se prima ero spaventata ora sono davvero terrorizzata. Per l'apocalisse manca solo la pestilenza. Ma credevo che venissa da Dio e non dal voto dato in una democratica consultazione elettorale.

Non ci capisco più niente. Non è stato il voto dato in una democratica consultazione a dimezzare il mio stipendio?! da lire 2.000.000 sono salita a €. 1.000, il carrello della spesa si è dimezzato ed in tv non vedo più quelle cose che chiamano satira che mi facevano tanto ridere.

Non credo proprio che attualmente io stia vivendo in un paese democratico.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 17-01-2005, 17.29.41   #8
herzog
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-12-2004
Messaggi: 404
Talking democrazia e anatemi

Beh, vista la mia (proposta di) definizione di democrazia, mi sembra che il nostro ( ) Presidente del Consiglio non vi si riconosca molto (e non solo per l'episodio da te raccontato)...ma non è che avessi molte speranze al riguardo
Lui ci crede..il bello è che ci credono in molti....
Herzog (della serie...una risata li seppellirà...)
herzog is offline  
Vecchio 17-01-2005, 17.36.40   #9
Aristippo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-10-2004
Messaggi: 365
" Vi sentite ancora in un paese democratico e libero quando il primo ministro dice che..... se vincono i comunisti (il partito opposto al suo) il paese cadrà nella miseria terrore e morte?! "

Io mi infiammo quando leggo queste cose, cose scritte presumibilmente da persone che di politica ne capiscono meno di me. O peggio ancora, seguono quella marea di gente che per sentito dire, mischiano la politica con la fantasia. Si Parla di comunismo senza nemmeno sapere di che cosa si stia parlando, si sparla di Berlusconi senza sapere nemmeno cosa abbia detto e fatto e perchè l'abbia detto.
Parole piuttosto vere, forse infelici si, ma vere --> il comunismo in Unione Sovietica non ha fatto ne ricchi ne prosperità...o forse si ? e se si, mi si dica dove ? Oppure mi si trovi un esempio di REGIME COMUNISTA che abbia fatto qualche cosa di utile)
Ora detto questo, come premessa, spero non me ne voglia nessuno se dico e ho detto cio' che penso.
Parlando da Apolitico, perchè se difendo il premier, non lo faccio certo perchè sono proBerlusconi. Ma lo faccio giusto giusto perchè odio sentir parlare di comunismo, odio vedere le bandiere rosse di Cheguevara o rosse con impressa la Falce e il Matrello. Perchè mi domando che ci azzecchino quelle bandiere con la pace,ma evito di entrare nel merito.
Comunque ritornando al discorso Berlusconi e le sue frasi infelici, sarà pur vero che il comunismo porta Miseria e terrore oppure no ?? Secondo me, e secondo la Storia SI !!! Per Dio !! Si porta miseria. Ora non credo certo che se al potere salissero i Prodi, i Fassino o i Rutelli del momento il comunismo possa ritornare al potere, ma che non si dica che il comunismo sia cosa buona e giusta, altrimenti i 100 milioni di Morti che ha fatto per il mondo come ce li spieghiamo, come te li spieghi Mary ? Oppure non sapevi che son morti a milioni sotto i regimi comunisti di Stalin, Pol Pot, Mao, e altri ancora ???

Attendo tua gentile risposta in merito e concludo dicendo che approvo pienamente quello che ha scritto il sig. Greco e aggiungo che fino a quando la ns. mentalità, la mentalità del popolo italiano, rimarrà quella attuale, e cioè quella del " voglio tutto ma non do nulla" .. Bè signori miei, riamarremo sempre un popolo di scioperisti senza futuro, un popolo di piagnucoloni che si affidano a mamma stao (tra l'altro una mamma piuttosto povera), un popolo che crede che basti fare scioperi per far si che tutti i problemi si risolvino...e che basti andare contro Berlusconi, l'uomo con i soldi, l'essere invidiato per anantonomasia dagli Italiani ( come se Prodi ne avesse pochi ) che i problemi dell'Italia finiscano...Ma come si puo', concludo, votare Rutelli ? Come si puo' votare un partito che si chiama Rifondazione Comunista ( ma che lo rifondino a casa loro, non nella mia amata Italia ) , ma come si puo' poi parlare di Dmocrazia con coloro che sperano il ritorno del Comunismo, come si fa ? Ma il comunismo da quando in qua è democrazia ?? Da quando ??? FORSE NEI LIBRI DI MARX, FORSE...MA SEMPRE E SOLO SULLA CARTA.

Saluti
Francesco .

P.S. scusate se la grammatica e i tempi sono errati, ma ho scritto di fretta e di rabbia.

Ultima modifica di Aristippo : 17-01-2005 alle ore 17.50.37.
Aristippo is offline  
Vecchio 17-01-2005, 17.44.33   #10
herzog
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-12-2004
Messaggi: 404
Talking ehi, aristippo...

Non mi sembra, caro Aristippo, che Mary dicesse qualcosa a favore del comunismo...e nemmeno io, se è per quello...e da ora, parlo per me...mi dici cosa c'entra Prodi con il comunismo? E con le conseguenti sventure che lui, al pari del comunismo (vista, ne converrai, l'infelice e e scorretta, anche "storicamente" - e poi, cosa c'entra la storia? - similitudine proposta dal nostro), si dovrebbe portare appresso?
Herzog
herzog is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it