Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 23-05-2007, 15.58.56   #21
nabladue
Ospite
 
Data registrazione: 13-01-2007
Messaggi: 18
Riferimento: La ricerca della verità

Socrate78 accostare Socrate ai sofisti mi sembra frutto proprio del relativismo: E’ assurdo. Socrate è stato ucciso dai sofisti.
Platone non è né rigido né dogmatico ha cercato per tutta la sua vita la Verità, partendo dal dubbio socratico, cercando poi di superarlo.

E' cambiato tutto da allora, ma come ti spieghi che, leggendo Platone, su molte questioni sembra che descriva la nostra epoca?

I problemi dell’uomo sono sempre quelli, appunto, cambiano le apparenze, ma l’idea di fondo è sempre quella. La verità va cercata, va cercata nell’idea, e va applicata alla contingenza. Non lasciamo che questo vuoto di valori e di verità ci travolga, non c’è male peggiore.
Ciao
nabladue is offline  
Vecchio 28-05-2007, 20.12.37   #22
Caesar
Combattente!
 
L'avatar di Caesar
 
Data registrazione: 12-05-2007
Messaggi: 83
Riferimento: La ricerca della verità

Dovremmo restringere la ricerca della VERITA', alla ricerca di una verità assoluta, tutte le altre sono solo verità apparenti.
Caesar is offline  
Vecchio 28-05-2007, 20.55.47   #23
Dunkel
Ospite
 
L'avatar di Dunkel
 
Data registrazione: 26-05-2007
Messaggi: 7
Riferimento: La ricerca della verità

Credo che la ricerca della Verità non sia compito della filosofia, quanto piuttosto delle dottrine esoteriche.
Nel momento in cui la filosofia opera mediante concetto, si preclude la conoscenza della Verità.
Dunkel is offline  
Vecchio 01-06-2007, 11.43.26   #24
c&Nt0s
Ospite
 
L'avatar di c&Nt0s
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 29
Riferimento: La ricerca della verità

non capisco come tramitre il concetto si uccida la verità..senza concetto la verità non può essere espressa, e tutto ciò che non si può nemmeno immaginare di esprimere non esiste nel senso collettivo..dunque se esiste una verità collettiva deve essere esprimibile tramite il concetto..e dunque dalla filosofia!
poi..
raggiungere la sintesi di una verita singola?
a meno di non uccidere tutti tranne un singolo rimarrebbe impossibile, a mio parere, arrivare ad una verità unica ed indiscutibile.
c&Nt0s is offline  
Vecchio 01-06-2007, 15.01.56   #25
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: La ricerca della verità

Nel linguaggio corrente si dice vero un pensiero, una parola conforme alla realtà, od ancora la realtà stessa che si svela, che è chiara, evidente per lo spirito (vero, a-lethès=non nascosto). E' la concezione intellettualistica dei Greci, che ordinariamente è anche la nostra.
La nozione biblica di verità è diversa, perchè si fonda su un'esperienza religiosa, quella dell'incontro con Dio. Essa conobbe tuttavia una notevole evoluzione: mentre nella Bibbia la verità è innanzitutto la fedeltà all'alleanza, nel NT diventerà la pienezza della rivelazione che ha Cristo come centro.

La verità vi farà liberi.
ozner is offline  
Vecchio 04-06-2007, 12.01.42   #26
c&Nt0s
Ospite
 
L'avatar di c&Nt0s
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 29
Riferimento: La ricerca della verità

Citazione:
Originalmente inviato da ozner
La verità vi farà liberi.
Mi piacerebbe sapere come..
io direi piuttosto che ci farà molto soli..
c&Nt0s is offline  
Vecchio 04-06-2007, 14.13.32   #27
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: La ricerca della verità

Citazione:
Originalmente inviato da c&Nt0s
Mi piacerebbe sapere come..
io direi piuttosto che ci farà molto soli..


la vertià è incomprensibile al pensiero.....esso è tempo lei immobile! Però solo essa è.....
MIMMO is offline  
Vecchio 04-06-2007, 16.19.17   #28
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: La ricerca della verità

Citazione:
Originalmente inviato da benedetto
Ok Mimmo, però non puoi dirmi che non comprendi la verità di un piatto di pastasciutta. Il problema risiede nel centrare la verità. In senso assoluto è chiaro che la verità è lo spartiacque tra ignoranza e sapienza, tra mancanza ed esistenza, ma non possiamo tirarci fuori dal fatto che siamo animali dotati di corpo, che non siamo cioè solo menti. Esiste una verità concreta e umanamente abbordabile dall'uomo e tale verità sposterebbe infine il marcatore della nostra ignoranza; ciò potrebbe esserci di aiuto, ma gli uomini non vogliono ancora sentirne parlare. La verità che io sostengo è che la pratica del fuoco provocò il desvio della nostra specie; è una verità importante questa, anche se per ora mi sembra sia solo mia. Ma Eraclito l'aveva detto! Ora qualcuno dirà...."non capisco quello che vuoi dire, perchè sarebbe importante?"........Allora io dico che secondo me alla base di tanta cultura e tanta barbarie c'è un errore. E' un procedimento in un certo senso euristico il mio;
prendo cioè un' asserzione arbitraria e costruisco un castello logico attorno a questa; alla fine le evidenze della realtà dovranno fornire la giustezza dell'arbitrio iniziale. Qual è l'arbitrio iniziale? esso deriva dal presupposto mentale umano errato; gli uomini, non dico tanto gli studiosi quanto la gente in generale, pensano che siamo arrivati alla lingua tramite il pensiero, vedono cioè la lingua come un frutto di convenzioni linguistiche per accordarsi su ciò che è una cosa o l'altra. Arbitrariamente (c'è stato naturalmente un travaglio interiore che mi ha condotto alla scelta dell'arbitrio) ho stabilito il contrario come vero, rendendomi anche conto che da allora, cioè dal primo coacervo della nostra attuale lingua, fino ad oggi, le cose si sono apparentemente rovesciate.
Se tutti, come dicono, anelano ad una società più giusta, ad un futuro migliore, dovrebbe essere un dovere ricercare una verità razionale superiore alla verità vigente; in concreto servirà un appoggio razionale che spieghi inequivocabilmente le nostre paure e i nostri desideri; un appoggio razionale che spieghi le nostre patologiche diffidenze generatrici dei nostri patologici antagonismi. Solo così se ne esce da quest....
ciao ciao

No ...no...la verità e semplice, ma non puo essere pensata.....puo essere solo esperita......
il pensiero è tempo, e lei non appartiene al tempo.....
Soltanto quando la mente è libera dalle idee, è possibile esperire.
Le idee non sono la verità; la verità è qualcosa che deve essere sperimentata direttamente, di momento in momento. Non è un'esperienza che si desidera - poiché in tal caso è semplicemente sensazione. Solo quando si riesce ad andare oltre il groviglio delle idee - che costituisce l'"io", la mente, che è dotato di parziale o totale continuità - , solo quando si riesce a superarlo, allorché il pensiero è completamente muto, solo allora si realizza uno stato dell'esperire. E si saprà allora che cos'è la verità.
bye
MIMMO is offline  
Vecchio 04-06-2007, 16.20.49   #29
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: La ricerca della verità

Citazione:
Originalmente inviato da c&Nt0s
non capisco come tramitre il concetto si uccida la verità..senza concetto la verità non può essere espressa, e tutto ciò che non si può nemmeno immaginare di esprimere non esiste nel senso collettivo..dunque se esiste una verità collettiva deve essere esprimibile tramite il concetto..e dunque dalla filosofia!
poi..
raggiungere la sintesi di una verita singola?
a meno di non uccidere tutti tranne un singolo rimarrebbe impossibile, a mio parere, arrivare ad una verità unica ed indiscutibile.

invece di chiedere prova a comprendere il moto dei pensieri e perchè tu credi di essere il tuo pensiero...perche amico non lo sei!
MIMMO is offline  
Vecchio 05-06-2007, 12.47.07   #30
c&Nt0s
Ospite
 
L'avatar di c&Nt0s
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 29
Riferimento: La ricerca della verità

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
invece di chiedere prova a comprendere il moto dei pensieri e perchè tu credi di essere il tuo pensiero...perche amico non lo sei!

Eppure ne sono una componente indiscutibile e fondamentale...e se non è così mi chiedo allora cosa sia il pensiero!
Se io non costituisco il mio pensiero, o meglio, se il pensiero non viene da me formulato, mi chiedo come possa entrare nel piano dell'esistenza..ciò che non si manifesta prescinde dalle regole dell'esistenza..e, dunque, non gli si può affibiare a piacimento una qualità che non ha..(quale, in questo caso, quella dell'esistenza).
Prescindendo dall'esistenza il pensiero non formulato..ciò che è taciuto (anche se pensato)..non può, e non deve essere, preso in considerazione..
Dunque se io non SONO il mio pensiero, cioè non lo costituisco (e se ho sbagliato a capire prego gentilmente di illustrarmi cosa si intende per esistenza!), ma esso esiste tramite me..
Si può evincere dunque che se la verità non è un valore assoluto, e non lo è perchè la verità non esiste come "assoluta" in quanto entrerebbe in contraddizione con sè stessa, allora deve essere mutevole e multilaterale..
quindi si ritorna a dire che la verità si presenta tramite punti diversi e sgorga da diverse sorgenti..e diversi sorgenti non creano un unico bacino d'acqua..non con le stesse qualità almeno..
Quindi non si giungerà mai ad una sintesi..a meno, come già ho detto in precedenza, di non uccidere la totalità della popolazione mondiale meno un singolo..

Se non ho compreso ciò che intendevi (permettimi di darti del tu.. ) MIMMO allora ti chiedo di spiegarmi ciò che non ho capito..
c&Nt0s is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it