Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 13-05-2003, 13.33.13   #11
irene
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-11-2002
Messaggi: 474
Io non temo in modo particolare la morte...Sarà perchè non mi attendo nulla di clamoroso dalla vita?Forse la paura di morire è anche legata al timore di non saldare il "credito" che sentiamo di avere con l'esistenza,da cui ci aspettiamo sempre quel qualcosa che ci consenta di dirci di non aver vissuto invano...e,quindi,di morire con la consapevolezza di non aver buttato al vento un'occasione grandiosa...
A volte...anche se molto frammentariamente,e molto fugacemente...mi sembra di percepire dimensioni dell'Essere diverse da quelle ordinarie,in cui il senso di appartenenza alla vita si amplia dalla propria individualità a dimensioni infinitamente più ampie,aventi respiro cosmico...
Forse,è agli estremi confini di queste zone di coscienza...presso le colonne d'Ercole espugnabili solo da pochi,grandi Illuminati (Buddha,Cristo,e gli altri sommi mistici)...che fiorisce la gioia dell'autentica Consapevolezza,e ogni paura si dissolve.
irene is offline  
Vecchio 13-05-2003, 15.55.22   #12
Antonio Franco
Ospite abituale
 
L'avatar di Antonio Franco
 
Data registrazione: 23-04-2003
Messaggi: 150
Angry risposta generale

Arrivo solo ora, e me ne dolgo.

Come si può arrivare ad essere tranquilli?
Semplice immaginati vivo in eterno: interesse per mangiare, bere, riprodurti, costruire, creare: viene tutto meno.

Il tuo istinto di sopravvivenza non ti permetterà mai di morire, ma il tuo raziocinio può farti accettare la cosa quando ti si presenterà, sempre se hai fatto a tempo a leggere questo post (scherzo, scherzo).

Se tutto si trasforma, qualcosa si distrugge: la forma. Che è piú di quanto non si consideri di solito.

La durata infinita delle tue riflessioni si potrebbe smorzare, se accetti l'idea che non è il mondo fatto per te, ma tu per lui. Non è finalismo, e forse non cambierà niente delle tue opinioni, ma io vivo piú tranquillo da quando penso che sono un file di questo immenso programma che è l'universo (miiiiiiii, che metaforona).

Rain, avevo circa dieci anni quando ho iniziato a temere la morte come la temi tu, e anch'io in una analoga (semi-identica) situazione mi sono ritrovato in contatto col "nulla". Idem, non sono religioso (semmai fortemente anti). Il punto sul quale non si ragiona abbastanza è che tu non sei sempre stata viva, e quando non lo eri non era cosí brutto, solo che non te lo ricordi.
La speranza è quella che non ricorderai neanche la tua morte.

Se accetti queste idee, il problema, sul quale ti invito a pensare è: che fine fa la mia memoria?

Questa domanda mi angoscia: risolvi questa mia ansia, e io risolverò per te la tua (ci provo, ovvio): ma ho bisogno prima della tua rispsta (il tutto è concatenato).

Bitte.
Antonio Franco is offline  
Vecchio 13-05-2003, 16.08.33   #13
rain
Ospite abituale
 
L'avatar di rain
 
Data registrazione: 08-05-2003
Messaggi: 187
nice to meet you

Ciao Antonio. Sono d'accordo con te, quasi su tutto
Risposta a: che fine fa la mia memoria?
Beh, a lungo ho riflettuto anche su questo interrogativo (penso di aver passato buona parte della mia vita a pensare...ebbene si!).
Credo che la memoria sopravviva in chi ti ama e ti ha amato: parlo dei figli, si, ma anche di tutte quelle persone che, per un qualsiasi motivo, sono entrate in contatto con te, che so, durante una cena fra amici, un forum ( ), un colloquio telefonico, una chat.

Inoltre, potresti lasciare memoria di te anche fisicamente, con opere d'arte, scritti, ma anche oggetti che sono stati tuoi e che sono passati di generazione in generazione, come quelli appartenuti ai nostri nonni e bisnonni.
Perchè questo sia possibile, ovviamente, bisogna educare i nostri figli (futuri,per ora) al rispetto della tradizione e della memoria.

RICORDI...ecco come sopravviverà la tua memoria...e quante più persone si ricordano di te, tanto più in eterno vivrai!!!
Buona giornata,
Rain
rain is offline  
Vecchio 13-05-2003, 16.12.52   #14
Antonio Franco
Ospite abituale
 
L'avatar di Antonio Franco
 
Data registrazione: 23-04-2003
Messaggi: 150
Angry non ci siamo

Si ma il resto della memoria, dove va? Dove i miei ricordi, non i ricordi di me. Un tramonto al solstizio, una candela d'estate, uno schiaffo geloso (ricevuto, non sono violento). Dove andranno? A parte questo post, o quello che tu puoi aver immaginato?
Antonio Franco is offline  
Vecchio 13-05-2003, 16.16.05   #15
rain
Ospite abituale
 
L'avatar di rain
 
Data registrazione: 08-05-2003
Messaggi: 187
energia???

beh...il fatto è questo: se credi che dopo non ci sia assolutamente nulla, ne un Dio, nè un'energia superiore, nè altro...ni dolgo ma credo che i tuoi ricordi vadano irrimediabilmente perduti...è anche una delle mie paure..

Se magari riesci ad accettare almeno l'idea di un'energia cosmica che ci sovrasta...beh...pensa che il tramonto che ti ha emozionato sia parte di quell'energia...penso sia bello pensarla così...
rain is offline  
Vecchio 13-05-2003, 16.19.33   #16
Antonio Franco
Ospite abituale
 
L'avatar di Antonio Franco
 
Data registrazione: 23-04-2003
Messaggi: 150
Angry banane

la fede non fa per me: usate il raziocinio per spiegarmi le cose, o non le capirò. Grazie cmq per il tentativo.

devo scappare, aufwiedersehen
Antonio Franco is offline  
Vecchio 13-05-2003, 16.21.55   #17
rain
Ospite abituale
 
L'avatar di rain
 
Data registrazione: 08-05-2003
Messaggi: 187
non parlo di fede!

Beh...forse non hai letto attentamente il mio messaggio primo...io non sono religiosa, non ho (purtroppo) fede...parlo di un qualcosa che potrebbe essere semplicemente spirituale...l'energia prodotta dall'anima...non so...anche io non me lo so spiegare, infatti spiegazione razionale non c'è...
Alla prossima,
Rain
rain is offline  
Vecchio 13-05-2003, 16.33.27   #18
irene
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-11-2002
Messaggi: 474
Non sono tanto sicura che,per non temere la morte,convenga pensare al tempo in cui non eravamo ancora nati (non ,almeno,sotto le attuali spoglie di Tizio,o Caio,o Sempronio).
Un secolo fa,un millennio fa...non esistevamo,è vero,sotto questa forma...Però esistevamo,potenzialmente,nei nostri antenati ("nulla si crea...")dai quali abbiamo ereditato quelli che Jung chiama i grandi archetipi presenti nel nostro inconscio...E che ,forse,potremmo qualificare come il trait d'union con il nostro stadio pre-natale.
Dopo la nostre morte,potrebbe esserci un ulteriore salto qualitativo,e la nostra memoria potrebbe diventare pura consapevolezza (disincarnata) entrando a fare parte attiva di quella coscienza cosmica che ora è preclusa alla percezione ordinaria del nostro io empirico...ingabbiato,tra l'altro,dall'incapacità di muoversi concettualmente in direzioni diverse e ulteriori rispetto allo Spazio e al Tempo.

Ultima modifica di irene : 13-05-2003 alle ore 16.36.19.
irene is offline  
Vecchio 14-05-2003, 17.42.34   #19
Antonio Franco
Ospite abituale
 
L'avatar di Antonio Franco
 
Data registrazione: 23-04-2003
Messaggi: 150
Angry giusto

non ne sono tanto sicuro nemmeno io, cara Irene, e grazie per l'ipotesi della salvezza della memoria...

Rain, perdonami se sono stato troppo acido, la fretta è cattiva consigliera (anche di come scrivere un post); in ogni caso non credo che si possa tranquillamente asserire che non c'è spiegatzione razionale.
Ho di nuovo fretta, putroppo per voi torno presto...
Antonio Franco is offline  
Vecchio 16-05-2003, 13.44.49   #20
rain
Ospite abituale
 
L'avatar di rain
 
Data registrazione: 08-05-2003
Messaggi: 187
Ciao...non ti preoccupare per l'acidità...se dipende dalla fretta...credevo fosse una tua caratteristica personale!!
Chiaramente sto scherzando...
Riguardo la spiegazione razionale...boh...se tu riesci a darmi una qualche motivazione valida...beh...ben venga...io ci ho pensato tanto e non ho mai trovato risposte che non coinvolgessero energie spirituali, menti superiori o,al limite, reincarnazione...
Se hai (avete tutti) delle teorie...sono qui a farne tesoro!!!
rain is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it