Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 16-05-2003, 15.21.33   #21
osho
iscrizione annullata
 
L'avatar di osho
 
Data registrazione: 09-03-2003
Messaggi: 246
La morte porta via tutto quello che non ci appartiene. Chi è iden-
tificato con qualcosa soffrirà un pò. Il nulla e il tutto sono la stessa
cosa.
osho is offline  
Vecchio 16-05-2003, 15.25.11   #22
rain
Ospite abituale
 
L'avatar di rain
 
Data registrazione: 08-05-2003
Messaggi: 187
Thumbs up

Credo che tu abbia centrato in pieno il problema...beh...è duro da ammettere ma in effetti anche tutte le cose che amiamo in questa vita non le possediamo interamente...
Ma la domanda è: cosa rimane allora?
rain is offline  
Vecchio 16-05-2003, 15.32.18   #23
osho
iscrizione annullata
 
L'avatar di osho
 
Data registrazione: 09-03-2003
Messaggi: 246
Questo è l'inizio del viaggio interiore... nessuno ti può dare una
risposta, te la devi cercare, altrimenti vita sprecata....
osho is offline  
Vecchio 16-05-2003, 15.37.43   #24
rain
Ospite abituale
 
L'avatar di rain
 
Data registrazione: 08-05-2003
Messaggi: 187
Wink

Ok...il viaggio è iniziato tanto tempo fa, ci sono state risposte alle mie domande, alcune che poi si sono rivelate sbagliate, altre che potevano essere l'inizio di una comprensione, alcune che ancora non hanno avuto validazione.

Non voglio la risposta a "che cosa c'è dopo la morte", anche perchè ognuno ha la sua personalissima interpretazione...vorrei cercare di capire anche solo lontanamente come potrebbe essere quel NULLA che ha aperto la discussione: immaginabile, imperscrutabile, effimero, palpabile?
rain is offline  
Vecchio 29-05-2003, 17.34.57   #25
osho
iscrizione annullata
 
L'avatar di osho
 
Data registrazione: 09-03-2003
Messaggi: 246
sul nulla si può leggere qualsiasi cosa, ma ovviamente se non lo
si esperimenta non vale a niente.
Forse il nulla è il tutto e viceversa. Allora se la morte è il nulla eter
no sarà anche il tutto eterno.
osho is offline  
Vecchio 30-05-2003, 11.54.52   #26
Antonio Franco
Ospite abituale
 
L'avatar di Antonio Franco
 
Data registrazione: 23-04-2003
Messaggi: 150
Angry un po' un mistero

Noi siamo proprio la negazione del nulla.

Di solito ce lo si immagina tutto bianco o tutto nero, silenzioso...

Non è niente di tutto questo, secondo me. Il punto è che finché ho modo di descriverlo non è piú il nulla, ma qualcosa.
Ci provo lo stesso: il nulla è quando esiste una cosa sola.

Scrivendo questo post mi sono illuminato: mille grazie Rain.

Mi spiego meglio. Se esistesse solo bianco, non esisterebbe. Non ti accorgeresti che esiste. Non puoi distinguerlo da niente, le cose esistono quando le distingui dalle altre. Per cui sarebbe il nulla se esistesse un'unica cosa. Ecco, dopo la morte, non può esserci un'unica cosa. Perché l'universo non si è generato da un'unica cosa. Non si sarebbe potuto generare. Ne servono minimo due.
La natura dell'univero è duplice per forza.

Questo post è un po' un delirio (glia altri sono solo confusi ma solitamente molto razionali). Una cosa che presento logica ma che ancora devo definire...
Antonio Franco is offline  
Vecchio 30-05-2003, 12.08.21   #27
rain
Ospite abituale
 
L'avatar di rain
 
Data registrazione: 08-05-2003
Messaggi: 187
Talking è vero!

E' proprio vero: questo post è un delirio, comuqneu sia anche per me molto illuminante grazie alle mille vostre interpretazioni del nulla.
Per me, comunque, rimane sempre una cosa sola, rimango dell'idea originaria: il nulla come l'annullamento di tutti i sensi...di cui, appunto, neanche ti accorgi...è quello che secondo me esiste (esiste?) dopo la mort, negli stati di coma irreversibile, negli stati di incoscienza...
So che è allucinante poterlo anche solo lontanamente immaginare, ma la parola "nulla" mi fa venire in mente questo...
Un saluto caro,
Rain
rain is offline  
Vecchio 08-06-2003, 01.27.29   #28
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile Non Morirò Da Vivo

Il rotolo di spago è molto grande
ed ho infiniti nodi da inventare

Non morirò da vivo
e mi lascerò trasportare
dalla mia sfera d'amore
ovunque vi sia un pò di luce
con la quale sfamarmi

Non morirò da vivo
e continuerò
a parlare coi miei sogni
riconoscendoli uno ad uno
nella metamorfosi
dell'illusione in luminosità

Non morirò da vivo
finchè sapro dormire
come un animale
mescolando sempre
sonno e realtà

La luce mi nutre
nodo dopo nodo dopo nodo dopo nodo dopo nodo dopo...

Lo Spazio è immenso
e le stelle
brillano in un numero
impossibile da contenere
di sicuro
qualcuno mi vedrà

dawoR (k)
dawoR(k) is offline  
Vecchio 12-07-2003, 17.50.09   #29
Supercozza
Ospite
 
Data registrazione: 06-07-2003
Messaggi: 12
io credo che...

caro rain, bellissima domanda!

io non ce la faccio a non provare angoscia al pensiero che dopo la morte ci sia il nulla. soffro e mi dibatto per questo.
e ho capito che il senso del mio essere-nel-mondo qui e ora probabilmente sta proprio nel cercare una risposta autentica all'autentica domanda esistenziale: "perchè l'essere e non il nulla?". insomma, cavolo, perchè solo 70 anni?

io credo in Gesù Cristo perchè mi dà forza di vivere e di amare gli altri, ogni giorno che passa.
io credo in Dio perchè tra le infinite risposte alla tua domanda l'incontro nell'Amore di Dio è UNA (e non la sola) di quelle che mi avvicinano alla vera essenza della Vita e dell'Uomo, qualunque cosa questi concetti che ho detto significhino.
del resto credere non è un fatto di pensiero, ma un fatto di fede, speranza.
e non c'è tanta differenza tra il dubbio di credere e la certezza di non credere, quando hai davanti a te la morte del tuo corpo. il senso di angoscia è lo stesso.

che fare allora? pensavo e credevo una volta di saper rispondere alla tua domanda, cosa c'è dopo la morte, ma ora come ora, non ne sono più sicuro. posso solo indicarti una possibile strada: leggi il Vangelo, lo dice la parola, almeno è una "buona notizia"...


Ultima modifica di Supercozza : 12-07-2003 alle ore 17.57.26.
Supercozza is offline  
Vecchio 15-07-2003, 08.28.20   #30
rain
Ospite abituale
 
L'avatar di rain
 
Data registrazione: 08-05-2003
Messaggi: 187
Ciao...il Vangelo l'ho letto (non di recente, ma un pò lo conosco)...ieri ho cominciato a leggere "Il Maestro e Margherita" di Bulgalkov e...non so se l'hai mai letto...ma nel secondo capitolo racconta dell'incontro di Gesù con Pilato fino alla liberazione di Barabba e la condanna di Gesù....mi ha fatto tanto riflettere e vedere questo "figlio di Dio" un pò come un uomo speciale, un pò folle e filosofo, ma reale...però non risponde comunqeu al mio interrogativo...potrebbe certo ampliare un pò le vedute...ma niente certezze, niente prove...s. tOMMASO? Un pò sono come lui, si, mio malgrado...
Ci contiuo a pensare al nulla, anche al nulla della vita, in certi momenti, non solo della morte...e forse è anche peggiore non avere risposte a quesl tipodi nulla...
Grazie di aver riaperto la discussione dopo un pò di tempo..riflettere aiuta sempre!
Ciao,
Rain
rain is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it