Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 11-05-2008, 00.57.07   #11
Dasein
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2007
Messaggi: 192
Riferimento: Ecco perchè siamo eterni.

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
L'Essere è manifestazione della Coscienza.
Sorge ancora prima del pensiero ,come Io-sono,e per quanto identifichiamo questo Essere in un corpo-mente transitorio,(che nasce-che muore, nella sua continua trasformazione di cellule e di impermanenza..) non ci appartiene come coscienza personale (questo è solo un concetto,e il pensiero è solo illusione,non è realtà!) ,ma come manifestazione della Coscienza assoluta.
Quindi è eterno.
Inoltre la Realtà sorge solo se Testimoniata (non pensata, o ricordata,ma solo osservata).
Una stella nel cielo che non è mai stata osservata,non è mai nata!
Così il moscerino..


ma come si fa a disgiungere l'essere dalla realtà se non ammettendo che la realtà è non-essere, quindi nulla? l'essere non è una regione a se fuori da ogni cosa, semplice astrazione, al contrario tutto ciò che è determinazione è, altrimenti qualsiasi ente è nulla. come si fa a dire l'esistenza non è essere, cos'è possibilità? ma questa possibilità è?
Dasein is offline  
Vecchio 11-05-2008, 00.59.54   #12
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Ecco perchè siamo eterni.

Citazione:
Originalmente inviato da Dasein
l'essere è eterno. il pensiero non è essere dunque è nulla. ma tu pensi o non pensi?

se una cosa è sta nell'essere, non ci sono gradi d'essere...
Penso perchè Sono.
L'Essere è antecedente a qualsiasi pensiero.
E' il pensiero che nasce e muore..non l'essere..
Noor is offline  
Vecchio 11-05-2008, 01.07.30   #13
Dasein
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2007
Messaggi: 192
Riferimento: Ecco perchè siamo eterni.

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Penso perchè Sono.
L'Essere è antecedente a qualsiasi pensiero.
E' il pensiero che nasce e muore..non l'essere..

hai sperimentato la morte per poter dire che il pensiero muore? pensi, sei, ma non sei nell'essere, dunque non-sei. non riesco a conciliarlo, il tuo concetto dell'essere mi pare depotenziato, alla maniera heideggeriana...
Dasein is offline  
Vecchio 11-05-2008, 01.14.12   #14
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Ecco perchè siamo eterni.

Citazione:
Originalmente inviato da Dasein
ma come si fa a disgiungere l'essere dalla realtà se non ammettendo che la realtà è non-essere, quindi nulla? l'essere non è una regione a se fuori da ogni cosa, semplice astrazione, al contrario tutto ciò che è determinazione è, altrimenti qualsiasi ente è nulla. come si fa a dire l'esistenza non è essere, cos'è possibilità? ma questa possibilità è?
Ho solo distinto la permanenza dell'Essere coscienza dall'impermanenza del corpo-mente.
Se non confondiamo l'essere con la personalità,oppure con l'ego, che altro non è che l'ente fasullo che identifica falsamente l'essere con l'esistenza del corpo-mente, tutto diventa più semplice..
Noor is offline  
Vecchio 11-05-2008, 09.36.39   #15
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Ecco perchè siamo eterni.

Citazione:
Originalmente inviato da Dasein
hai sperimentato la morte per poter dire che il pensiero muore? pensi, sei, ma non sei nell'essere, dunque non-sei. non riesco a conciliarlo, il tuo concetto dell'essere mi pare depotenziato, alla maniera heideggeriana...
Non è necessario..ci si può allontanare dal pensiero in qualsiasi momento lo si voglia..nasce e muore ogni momento..
pur continuando ad esservi la Coscienzaoichè questa non dipende dal pensiero..è solo un pregiudizio illuminista da cui liberarsi!
La Sorgente dell'Essere ,che è pur sempre la Coscienza dell'Io-Sono è sempre manifesta,non muore mai e non ha bisogno del pensiero per esserse...
anche quando sogniamo ad esempio..
Noor is offline  
Vecchio 11-05-2008, 11.57.51   #16
Dasein
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2007
Messaggi: 192
Riferimento: Ecco perchè siamo eterni.

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Ho solo distinto la permanenza dell'Essere coscienza dall'impermanenza del corpo-mente.
Se non confondiamo l'essere con la personalità,oppure con l'ego, che altro non è che l'ente fasullo che identifica falsamente l'essere con l'esistenza del corpo-mente, tutto diventa più semplice..

Sai cos'è e che per essere si intende tutto ciò che è, quindi anche il corpo-mente. Un concetto depotenziato dell'essere è contraddittorio a mio avviso, perchè non si capisce perchè l'essere sta li, il corpo invece non è. Ma in questo momento il corpo c'è o non c'è? Anche la determinazione è un essere che è, sè stesso, e non altro. Se mi si dice che è contingente, temporale, distinta dal puro essere, allora è come se si dicesse: ora c'è, un giorno non ci sarà, sarà nulla. In questo modo si identifica l'esistenza al nulla. Se l'essere non è esistenza, allora l'esistenza non è: ma questa tua teoria se esiste, non è, se non esiste allora non dovresti e potresti nemmeno dirla, posto che non siamo nell'essere. Eppure sei qui a dirla, pensandola come qualcosa che è essa stessa e non altro, esiste per sè stessa.
Dasein is offline  
Vecchio 11-05-2008, 12.08.42   #17
Dasein
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2007
Messaggi: 192
Riferimento: Ecco perchè siamo eterni.

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Non è necessario..ci si può allontanare dal pensiero in qualsiasi momento lo si voglia..nasce e muore ogni momento..
pur continuando ad esservi la Coscienzaoichè questa non dipende dal pensiero..è solo un pregiudizio illuminista da cui liberarsi!
La Sorgente dell'Essere ,che è pur sempre la Coscienza dell'Io-Sono è sempre manifesta,non muore mai e non ha bisogno del pensiero per esserse...
anche quando sogniamo ad esempio..


Anche qui, disgiungere il pensiero dall'essere è dire che il pensiero è nulla, giacchè qualcosa (anche temporalizzata) è o essere o nulla, è qualcosa oppure è niente. Ma se il pensiero è nulla, il tuo pensare nel momento dell'esporre la tua teoria, non esiste, perchè per esistere, ed esiste secondo me, deve essere sè stesso (come la esponi) e non altro. Il concetto di essere ricomprende tutto ciò che è, poi si può discutere sulla caducità delle cose, ma (come quando il mio ex prof hegeliano mi dice: la determinazione è qualcosa che non è puro essere e nemmeno puro nulla, bene ma di quale nulla stiamo parlando? Non può essere nihil absolutum, perchè è determinazione, ma se non è nihil absolutum dare del nulla alla determinazione è contraddirsi, depotenziare il nulla come credo che tu stai depotenziando l'essere, non rilevando la contrapposizione abissale) questo è un discorso a parte, che sarebbe interessante affrontare.

A proposito di prima e del discorso che una cosa esiste solo attraverso negazione: appunto questo, essa (la cosa) è se stessa e non altro. La differenziazione (o negazione, va bene, ma non è una negazione che introduce il nulla) è necessaria per poter dire che qualcosa è sè stessa e non altro. Io sono io perchè non sono la sedia, il computer eccetera: non per questo la sedia e il computer sono nulla, così come l'esistenza di un qualsiasi ente.
Dasein is offline  
Vecchio 11-05-2008, 12.27.33   #18
Koli
Moderatore
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 405
Riferimento: Ecco perchè siamo eterni.

Le mie repliche seguono l'ordine cronologico dei vostri interventi.

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Anche io come Noor sono un po’ scettico riguardo all’esseità del ricordo, che è indubbiamente importante a volte anche struggente e suggestivo ma è privo di sostanza. Ma se guardiamo bene il ricordo è “ora” così come l’anticipazione è sempre “ora”, infatti quel ricordo, quell’esperienza di “andare al mare con il nonno” per tornare ad esistere deve affacciarsi nel presente e solo nel presente può essere.

Dico infatti - come ho gia detto nel messaggio subito seguente al tuo e che di conseguenza tu non potevi leggere - che il ricordo (ma non solo esso) rimane in un eterno presente.
Il ricordo - e questo per me è un punto importante - non "torna ad esistere" perchè ciò vorebbe dire che passa dall'essere al non essere e di nuovo dal non essere al essere. Infatti, una volta compiuta un azione essa rimane idealisticamente e concretamente all'interno del Tutto, ovvero del Tutto che ingloba tuto ciò che è . Nessuno (nemmeno Dio, per chi ci crede), può elimnare (gettare nel nulla) il fatto che tu sei nato in un determinato spazio e tempo e che hai compiuto delle azioni lungo la tua esistenza.


Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Ovviamente dove c’è l’essere c’è anche eternità...

Questo è quello che sostengo anch' io. Io però non mi spingo a dire che una cosa è sempre stata ma che una volta che è non può non essere.
So che Dasein qui potrebbe distorcere il naso.

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
In quell’”essere ora”, per chi la può cogliere, c’è anche l'affermazione della nostra eternità. Qui e ora da sempre e per sempre.

Anche per chi non la può cogliere.
Non riesco tuttavia a capire come tu faccia a concilliare la mia posizione con quella di Noor.


Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Inoltre la Realtà sorge solo se Testimoniata (non pensata, o ricordata,ma solo osservata).
Una stella nel cielo che non è mai stata osservata,non è mai nata!
Così il moscerino..

Sembra che tu assuma una posizione solipsistica in quanto ammetti solo l'esistenza di quello che viene pensato da una Coscienza (sebbene assoluta).
La frase sulla stella che non è mai stata osservata e di conseguenza mai nata, potrebbe benissimio adeguarsi ad un lessico poetico ma non a quello filosofico.
Se prendiamo come valide tali premesse arriverremo a dire che il continente americano non è esistito prima del 1492 (tralasciamo il fatto che fosse già abitato) oppure dire che il batterio x non esiste perchè nessuno lo ha osservato.


Citazione:
Originalmente inviato da Noor
L'Essere è antecedente a qualsiasi pensiero.
E' il pensiero che nasce e muore..non l'essere..

Infatti il ricordo di una cosa o anche l'esistenza di una cosa che non è mai stata osservata non dipendono dal pensiero. Il pensiero può anche morire ma solo per il fatto che è nato non potrà dileguarsi nel nulla. Qui vale quello che ho detto anche a VanLag.



Alla fine tutto quello che sostengo è che tutto quello che c'è o esiste (momenti vissuti o non, oggetti, animali, persone, stelle, la pizza capricciosa, la stanchezza, la rabbia e la felicità) in tutti i momenti in cui esite, è idealisticamente e concretamente - nel senso che ho già spiegato - eterno solo per il fatto che è/esiste


Ciao a tutti.
Koli is offline  
Vecchio 11-05-2008, 14.51.14   #19
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Ecco perchè siamo eterni.

Citazione:
Originalmente inviato da Dasein
non si capisce perchè l'essere sta li, il corpo invece non è. Ma in questo momento il corpo c'è o non c'è? Anche la determinazione è un essere che è, sè stesso, e non altro. Se mi si dice che è contingente, temporale, distinta dal puro essere, allora è come se si dicesse: ora c'è, un giorno non ci sarà, sarà nulla. In questo modo si identifica l'esistenza al nulla. Se l'essere non è esistenza, allora l'esistenza non è

se il pensiero è nulla, il tuo pensare nel momento dell'esporre la tua teoria, non esiste
L’esistenza ,intesa come la vita di un corpo,non coincide con l’essere,con la coscienza di essere.
Il corpo è inteso come“mio” ,appartiene all’ego-mente che se ne identifica.La coscienza di essere invece,che è l’Io-Sono,e che è sempre e solo nel presente,proprio per questo è eterna.
(E’ quella stessa eternità dell’Essere che indica Gesù quando afferma:”Prima di Abramo Io Sono”)
E’ solo il pensiero seguente all’Io-Sono (io sono questo,io sono quello..)che crea il tempo..
ma non è più quella coscienza originaria,quella Sorgente che esprime ciò che Siamo..perchè non è né mia né tua..ma impersonale.
sì perchè la Coscienza di Essere è impersonale...

PS Non sto esponendo una teoria originale e personale..sto solo descrivendo uno stato,o meglio :sto indicando con delle parole lo Stato dell’Essere,ma messe qui è chiaro che sono ormai concetti ,pensieri.. e quindi ,in quanto tali,confutabili..
ma nascono comunque sempre come esperire.
(non dico niente di nuovo ed originale comunque..soprattutto in Oriente questo è “pane quotidiano”.)
Noor is offline  
Vecchio 11-05-2008, 17.51.01   #20
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Ecco perchè siamo eterni.

Citazione:
Originalmente inviato da Koli
Questo è quello che sostengo anch' io. Io però non mi spingo a dire che una cosa è sempre stata ma che una volta che è non può non essere.
L’infinito e l’eternità non ammettono parti. Se siamo ora significa che siamo sempre stati e che saremo per sempre o se vuoi, la dimensione dell’Essere è atemporale.

Pensare che ad un certo punto siamo iniziati e che saremo per sempre per mè è incomprensibile. Cioè mentre l’eternità, o la dimensione atemporale riesco a concepirla un’eternità da un punto in poi non ci riesco, come dire? Non mi stà in testa.

VanLag is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it