Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 04-07-2011, 05.33.14   #31
Tempo2011
Ospite abituale
 
L'avatar di Tempo2011
 
Data registrazione: 12-04-2011
Messaggi: 630
Riferimento: C'è un male minore?

Citazione:
Giorgiosan
Sarebbe bello che si riuscisse a trovare un sistema morale universalmente valido a cui tutti volessero aderire....ma non è così ed a buona ragione.
Ognuno ha la sua esperienza morale, il suo sistema morale, la sua visione del mondo, o, se vogliamo eliminare il piano morale, ognuno ha i suoi propri criteri di valutazione per la soluzione dei problemi, di qualsiasi problema.
Ho detto "a buona ragione" perché la dimensione che fa di ogni agire un agire umano è la libertà.... di scelta.
Mi piace immaginare che l'attuale globalizzazione economica, possa trascinare con sé, per empatia o sanzioni economiche, anche l'etica in generale.
Quello che sta accadendo nei paesi arabi e africani (Sicuramente innescato da noi occidentali), la dice lunga su quali saranno gli scenari futuri. Di fatto, dietro alle aumentate esigenze di quei cittadini, vi saranno sempre di più pressanti richieste economiche per soddisfarle. Il soddisfare queste esigenze che inizialmente saranno solo quelle per la sopravvivenza, a mio modo di vedere, con il tempo, si trascinerà dietro anche quelle che compongono l'etica. La storia insegna che questo è accaduto da noi e, probabilmente, avverrà in tutto il mondo, se non lo distruggiamo prima che questo si avveri.
La globalizzazione, dunque, come confronto di tradizioni e abitudini tra i popoli e, quindi, come apertura mentale.
Tempo2011 is offline  
Vecchio 06-07-2011, 21.15.16   #32
and1972rea
Moderatore
 
Data registrazione: 12-09-2004
Messaggi: 781
Riferimento: C'è un male minore?

Due pesi implicheranno sempre due misure, e fra due mali , in una scelta obbligata e senza vie d'uscita, ve ne sara' sempre uno piu' "opportuno"; l'importante e' non confondere la scelta obbligata e comunque sbagliata con la scelta giusta, ed essere consapevoli che un qualsiasi problema in cui le uniche soluzioni possibili siano quelle sbagliate , e' una disgrazia di per se' stesso a prescindere dall'azione morale del soggetto costretto , suo mal grado, a compiere il male. Quindi, si compie e non si puo' far altro che compiere il male anche quando , proprio malgrado , si e' impossibilitati a non compierlo, ed essere consci di questo fatto , credo sia l'unico bene che ne possa scaturire. Pensare, invece, di poter compiere il bene in una situazione nella quale alcun bene e' ammissibile, pensare ,cioe', di compiere il bene attraverso il male, e' il peggior male possibile.
Tutto il merito morale ,quindi, va a coloro che non riescono a perdonarsi ,a giustificarsi e a consolarsi nel male minore compiuto!!

and1972rea is offline  
Vecchio 07-07-2011, 08.12.33   #33
CVC
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-01-2011
Messaggi: 747
Riferimento: C'è un male minore?

Citazione:
Originalmente inviato da and1972rea
Due pesi implicheranno sempre due misure, e fra due mali , in una scelta obbligata e senza vie d'uscita, ve ne sara' sempre uno piu' "opportuno"; l'importante e' non confondere la scelta obbligata e comunque sbagliata con la scelta giusta, ed essere consapevoli che un qualsiasi problema in cui le uniche soluzioni possibili siano quelle sbagliate , e' una disgrazia di per se' stesso a prescindere dall'azione morale del soggetto costretto , suo mal grado, a compiere il male. Quindi, si compie e non si puo' far altro che compiere il male anche quando , proprio malgrado , si e' impossibilitati a non compierlo, ed essere consci di questo fatto , credo sia l'unico bene che ne possa scaturire. Pensare, invece, di poter compiere il bene in una situazione nella quale alcun bene e' ammissibile, pensare ,cioe', di compiere il bene attraverso il male, e' il peggior male possibile.
Tutto il merito morale ,quindi, va a coloro che non riescono a perdonarsi ,a giustificarsi e a consolarsi nel male minore compiuto!!

Io credo che il senso del topic sia quello di essere in grado di distinguere la situazione di disgrazia che obbliga a scegliere il male minore dalla mistificazione del male minore come pretesto per creare una giustificazione morale ad azioni che nascondono un interesse che va poi al di là della morale.
CVC is offline  
Vecchio 12-07-2011, 22.03.10   #34
Tempo2011
Ospite abituale
 
L'avatar di Tempo2011
 
Data registrazione: 12-04-2011
Messaggi: 630
Riferimento: C'è un male minore?

Citazione:
Originalmente inviato da and1972rea
Due pesi implicheranno sempre due misure, e fra due mali , in una scelta obbligata e senza vie d'uscita, ve ne sara' sempre uno piu' "opportuno"; l'importante e' non confondere la scelta obbligata e comunque sbagliata con la scelta giusta, ed essere consapevoli che un qualsiasi problema in cui le uniche soluzioni possibili siano quelle sbagliate , e' una disgrazia di per se' stesso a prescindere dall'azione morale del soggetto costretto , suo mal grado, a compiere il male. Quindi, si compie e non si puo' far altro che compiere il male anche quando , proprio malgrado , si e' impossibilitati a non compierlo, ed essere consci di questo fatto , credo sia l'unico bene che ne possa scaturire. Pensare, invece, di poter compiere il bene in una situazione nella quale alcun bene e' ammissibile, pensare ,cioe', di compiere il bene attraverso il male, e' il peggior male possibile.
Tutto il merito morale ,quindi, va a coloro che non riescono a perdonarsi ,a giustificarsi e a consolarsi nel male minore compiuto!!
Citazione:
Originalmente inviato da CVC
Io credo che il senso del topic sia quello di essere in grado di distinguere la situazione di disgrazia che obbliga a scegliere il male minore dalla mistificazione del male minore come pretesto per creare una giustificazione morale ad azioni che nascondono un interesse che va poi al di là della morale.
Leggendo l'assunto di and1972rea, non mi sembra che abbia voluto intendere quello da te compreso ma, più semplicemente, ha guardato in faccia la realtà con un realismo senza fronzoli, poiché, in effetti, a parte i distinguo effettuati, chi più e chi meno, se ci dovessimo trovare nelle condizioni di una scelta simile, sicuramente sceglieremmo il male minore, senza ragionarci troppo sopra. Salvo poi, appunto, portarsi appresso il sentimento di colpa, per aver deciso sulla vita di altri (pochi), anche se ne abbiamo salvato molti.

Ultima modifica di Tempo2011 : 13-07-2011 alle ore 04.18.53.
Tempo2011 is offline  
Vecchio 13-07-2011, 18.53.52   #35
CVC
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-01-2011
Messaggi: 747
Riferimento: C'è un male minore?

Citazione:
Originalmente inviato da Tempo2011
Leggendo l'assunto di and1972rea, non mi sembra che abbia voluto intendere quello da te compreso ma, più semplicemente, ha guardato in faccia la realtà con un realismo senza fronzoli, poiché, in effetti, a parte i distinguo effettuati, chi più e chi meno, se ci dovessimo trovare nelle condizioni di una scelta simile, sicuramente sceglieremmo il male minore, senza ragionarci troppo sopra. Salvo poi, appunto, portarsi appresso il sentimento di colpa, per aver deciso sulla vita di altri (pochi), anche se ne abbiamo salvato molti.
Io concordo con quanto dice and1972rea ma penso che "l'economia del male", come emmeci la chiama, sia un banalizzare la morale. Si sceglie il male minore per istinto e non per un processo di giudizio che possa essere valutato oggettivamente, ed il pericolo è quello di universalizzare il male minore per poi poterlo usare come pretesto.
CVC is offline  
Vecchio 14-07-2011, 20.53.55   #36
Tempo2011
Ospite abituale
 
L'avatar di Tempo2011
 
Data registrazione: 12-04-2011
Messaggi: 630
Riferimento: C'è un male minore?

Citazione:
Originalmente inviato da CVC
Io concordo con quanto dice and1972rea ma penso che "l'economia del male", come emmeci la chiama, sia un banalizzare la morale. Si sceglie il male minore per istinto e non per un processo di giudizio che possa essere valutato oggettivamente, ed il pericolo è quello di universalizzare il male minore per poi poterlo usare come pretesto.
Mi perdonerai, CVC, ma proprio non riesco a intravedere un simile pericolo, come invece, per esempio, lo intravedo benissimo nella banalizzazione della violenza, cui veramente ci stiamo assuefacendo.
Tempo2011 is offline  
Vecchio 15-07-2011, 19.07.02   #37
CVC
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-01-2011
Messaggi: 747
Riferimento: C'è un male minore?

Citazione:
Originalmente inviato da Tempo2011
Mi perdonerai, CVC, ma proprio non riesco a intravedere un simile pericolo, come invece, per esempio, lo intravedo benissimo nella banalizzazione della violenza, cui veramente ci stiamo assuefacendo.
Tale pericolo è stato rappresentato, ad esempio, dai nazisti che consideravano un male minore il sacrificio degli ebrei a fronte del propagarsi del comunismo.
CVC is offline  
Vecchio 15-07-2011, 22.19.41   #38
Tempo2011
Ospite abituale
 
L'avatar di Tempo2011
 
Data registrazione: 12-04-2011
Messaggi: 630
Riferimento: C'è un male minore?

Citazione:
Originalmente inviato da CVC
Tale pericolo è stato rappresentato, ad esempio, dai nazisti che consideravano un male minore il sacrificio degli ebrei a fronte del propagarsi del comunismo.
Sì, però la storia ci ha ampiamente documentato da chi erano formati i nazisti. Ovvero: da cerebrolesi comandati da un ca....sotto, il cui quoziente d’intelligenza era rappresentato solo dalla pazzia; ma la natura ha provveduto…e ha imparato. Tra l'altro, come tu affermi, se si sceglie il male minore per istinto...allora il pericolo da te paventato è sempre in agguato all'angolo della via, e noi non possiamo intervenire in nessun modo.

Ultima modifica di Tempo2011 : 16-07-2011 alle ore 06.38.24.
Tempo2011 is offline  
Vecchio 16-07-2011, 19.25.57   #39
CVC
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-01-2011
Messaggi: 747
Riferimento: C'è un male minore?

Citazione:
Originalmente inviato da Tempo2011
Sì, però la storia ci ha ampiamente documentato da chi erano formati i nazisti. Ovvero: da cerebrolesi comandati da un ca....sotto, il cui quoziente d’intelligenza era rappresentato solo dalla pazzia; ma la natura ha provveduto…e ha imparato. Tra l'altro, come tu affermi, se si sceglie il male minore per istinto...allora il pericolo da te paventato è sempre in agguato all'angolo della via, e noi non possiamo intervenire in nessun modo.
Io credo che indirizzare la gente verso il male minore fittizio sia una tecnica di persuasione ampliamente usata sia in campo pubblicitario che in campo di propaganda politica
CVC is offline  
Vecchio 17-07-2011, 21.08.56   #40
Tempo2011
Ospite abituale
 
L'avatar di Tempo2011
 
Data registrazione: 12-04-2011
Messaggi: 630
Riferimento: C'è un male minore?

Citazione:
Originalmente inviato da Tempo2011
Sì, però la storia ci ha ampiamente documentato da chi erano formati i nazisti. Ovvero: da cerebrolesi comandati da un ca....sotto, il cui quoziente d’intelligenza era rappresentato solo dalla pazzia; ma la natura ha provveduto…e ha imparato. Tra l'altro, come tu affermi, se si sceglie il male minore per istinto...allora il pericolo da te paventato è sempre in agguato all'angolo della via, e noi non possiamo intervenire in nessun modo.

Citazione:
Originalmente inviato da CVC
Io credo che indirizzare la gente verso il male minore fittizio sia una tecnica di persuasione ampliamente usata sia in campo pubblicitario che in campo di propaganda politica
Allora è un istinto che potrebbe essere indirizzato da chiunque? Se veramente è cosi siamo perduti. Per altro, che cosa significa "male minore" fittizio"? Non vero, aleatorio o casa?
Tempo2011 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it