Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 17-02-2016, 15.50.07   #31
maral
Moderatore
 
L'avatar di maral
 
Data registrazione: 03-02-2013
Messaggi: 1,314
Riferimento: Libero arbitrio: esiste o è da creare?

Citazione:
Originalmente inviato da sgiombo
Credo che un sentire morale possa accadere solo quando si è liberi da condizionamenti estrinseci e non si agisce a caso ma in quanto si é intrinsecamente condizionati dal proprio modo di essere (più o meno moralmente buono).
Se ho ben capito su questo siamo d' accordo (mi resta qualche dubbio e ti chiedo di confermare o meno questa impressione).


Il proprio modo di essere (più o meno moralmente buono) in ultima analisi ciascuno se lo “ritrova addosso” senza volerlo: si può voler cambiare, voler essere diversi da come si é, ma anche questo eventuale voler cambiare dipende da come si era prima della decisione di cercare di cambiare; la prima decisione di cambiare che uno può prendere dipende da come era al momento di prenderla, e questo non dipende da lui (bensì dalla natura e dalla cultura; o al limite, se si crede in un Dio creatore, da come Dio ha deciso di crearlo).
In questo senso credo che si possa dire che La necessità (il determinismo) razionalmente assolve tutti e tutti, qualunque sia stato il delitto, sono sempre ugualmente salvi in nome di essa.
E concordo convintamente che comunque non si può accettarne la giustificazione. Sapere di non poter sapere non ci esime dalle conseguenze del non sapere, sapere di essere agiti dai contesti attuali e passati non ci esime dalle conseguenze di ciò per cui siamo agiti (o agiamo condizionatamente, non liberoarbitrariamente).
Confermo la tua impressione, con la precisazione che cambiare ciò ciò che si è, è impossibile. i può invece tentare di trovare (conoscere) ciò che si è, abbandonando le mistificazioni di se stessi.
Citazione:

@ tutti:


Mi stupisco non avere ancora trovato risposte alla mia domanda:

Ma se "libero arbitrio" non é sinonimo di mera casualità, aleatorietà, "fortuità" (come lo intendo io), allora che cosa sarebbe mai?
In linea con quanto ho detto il libero arbitrio non è altro che la volontà di un'assunzione di responsabilità per la quale si è pronti ad accettare ogni conseguenza.
maral is offline  
Vecchio 17-02-2016, 22.30.21   #32
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Libero arbitrio: esiste o è da creare?

** scritto da sgiombo:

Citazione:
@ tutti:

Mi stupisco non avere ancora trovato risposte alla mia domanda:

Ma se "libero arbitrio" non é sinonimo di mera casualità, aleatorietà, "fortuità" (come lo intendo io), allora che cosa sarebbe mai?

Sarebbe il mezzo misterioso per decidere se amare o meno.


Pace&Bene
Duc in altum! is offline  
Vecchio 18-02-2016, 18.47.43   #33
sgiombo
Ospite abituale
 
L'avatar di sgiombo
 
Data registrazione: 26-11-2008
Messaggi: 1,234
Riferimento: Libero arbitrio: esiste o è da creare?

scritto da sgiombo:

@ tutti:

Mi stupisco non avere ancora trovato risposte alla mia domanda:

Ma se "libero arbitrio" non é sinonimo di mera casualità, aleatorietà, "fortuità" (come lo intendo io), allora che cosa sarebbe mai?

Citazione:
In linea con quanto ho detto il libero arbitrio non è altro che la volontà di un'assunzione di responsabilità per la quale si è pronti ad accettare ogni conseguenza.

****

Sarebbe il mezzo misterioso per decidere se amare o meno.


Nella prima risposta (di Maral) mi sembra che per "libero arbitrio" non si intenda ciò che comunemente si intende, cioé il poter scegliere senza essere determinati a scegliere in un certo modo, indeterministicamente (Maral nelle sue argomentazioni cui fa allude non nega il determinismo delle scelte).

Ma io chiedevo proprio cosa sarebbe mai se non é sinonimo di mera casualità, aleatorietà, "fortuità" (come lo intendo io) proprio il "libero arbitrio" per come comunemente lo si intende (e non per come mi pare lo intenda Maral).

Le parole della seconda risposta (di DucinAltum! Fra il quale e me intercorre una ben nota incapacità di comprendersi) non capisco (infatti) che cosa possano significare, che senso possano avere.

Ma, qualunque sia il loro significato, si tratta con tutta evidenza di una definizione circolare, in cui si impiega il termine da definire ("decidere" se fare qualcosa o meno) per (pretendere di) definirlo.
Come dire "il libero arbitrio é (pardon: sarebbe) il libero arbitrio di (misteriosamente) amare o meno".

Spererei di ricevere anche altre risposte.
sgiombo is offline  
Vecchio 18-02-2016, 19.19.19   #34
maral
Moderatore
 
L'avatar di maral
 
Data registrazione: 03-02-2013
Messaggi: 1,314
Riferimento: Libero arbitrio: esiste o è da creare?

Citazione:
Ma io chiedevo proprio cosa sarebbe mai se non é sinonimo di mera casualità, aleatorietà, "fortuità" (come lo intendo io) proprio il "libero arbitrio" per come comunemente lo si intende (e non per come mi pare lo intenda Maral).
Come ho detto precedentemente, anche di fronte a una casualità radicale il libero arbitrio non troverebbe giustificazione, a meno di non pensare a una forma di volontà trascendente che ci appartiene, ma impossibile da intendere in forma razionale , che si colloca fuori da questa casualità. Altrimenti, se la legge è quella della casualità, pure la mia volontà sarebbe solo un risultato probabilistico che illusoriamente riferisco a me stesso e quindi non ci sarebbe alcuna scelta. Per questo ritengo che l'unico modo di salvare il libero arbitrio (la cui concezione la ritengo indispensabile nella sfera umana) stia nell'assunzione di responsabilità per gli atti che si compiono, anche se il motivo del loro compiersi non può essere da noi determinato. L'assunzione della responsabilità (e della responsabilità di questa assunzione) è il solo modo a priori per essere davvero liberi.
maral is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it