Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 27-05-2004, 13.58.58   #1
binosoma
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-05-2004
Messaggi: 76
Nietzsche ultimo metafisico perchè?

Perchè Heidegger ritiene Nietzsche l'ultimo metafisico e non il primo che si è liberato dalla e della metafisica?
Illuminatemi.
binosoma is offline  
Vecchio 27-05-2004, 14.47.15   #2
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Beh le teorie dell'eterno ritorno hanno molto di metafisico...e la volontà di potenza lo trovo un concetto quasi mistico...per non parlare delle vette luminose e degli abissi tetri di cui spesso il signor N. parla... danno molto un'aura spirituale! E Zarathustra? A me sembra un profeta.... (beh, effettivamente lo è, del superuomo...) Bestemmia nichilista? Può darsi...

Secondo me Nietzche non ha fatto altro che trascinare giù Dio e la religione dai cieli del trascendente alla nostra immanente terra e natura...
sisrahtac is offline  
Vecchio 27-05-2004, 15.21.05   #3
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
... nessuno dei due ha abbandonato le influenze religiose ... entrambi hanno una concezione del mondo antropocentrica ... Heidegger dichiara di aver abbandonato questa concezione, ma nei suoi scritti è palese la falsità di questa affermazione. In sostanza ritiene gli uomini gli unici soggetti verso i quali l'essere "si apre" ... Nietzsche, da parte sua, - tra le altre citazioni che si possono fare - non riesce ad ammettere che la storia non abbia un significato, un senso ... In entrambi i contesti si notano le influenze religiose antropocentristiche, dalle quali entrambi, come molti altri che si battono contro la religione, non riescono a staccrsi ...
Marco_532 is offline  
Vecchio 27-05-2004, 16.04.02   #4
binosoma
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-05-2004
Messaggi: 76
Citazione:
Messaggio originale inviato da Marco_532
... nessuno dei due ha abbandonato le influenze religiose ... entrambi hanno una concezione del mondo antropocentrica ... Heidegger dichiara di aver abbandonato questa concezione, ma nei suoi scritti è palese la falsità di questa affermazione. In sostanza ritiene gli uomini gli unici soggetti verso i quali l'essere "si apre" ... Nietzsche, da parte sua, - tra le altre citazioni che si possono fare - non riesce ad ammettere che la storia non abbia un significato, un senso ... In entrambi i contesti si notano le influenze religiose antropocentristiche, dalle quali entrambi, come molti altri che si battono contro la religione, non riescono a staccrsi ...

A me nn sembra che Nietzsche con la sua volontà di potenza abbia fondato una altra metafisica.
Il prospettivismo come espressione della volontà di potenza credo sia tutto furchè una dottrina metafisica.
Per quanto riguarda l'accusa di antropocentrismo, non so se la cose stiano proprio così; in fondo Nietzsche credo resti lontano da quel soggetivismo assoluto a volte credo ingiustamente attribuitogli. Per N. dire soggetto, uomo significa già dire molto, troppo. L'uomo è esso stesso nient'altro che l'espressione della volontà di potenza; è e rimane solo una interpretazione, un tentativo di fissare lo scorrere imperterrito del caos.
binosoma is offline  
Vecchio 27-05-2004, 20.22.15   #5
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
personalmente

sono giunto alla conclusione
che nietzsche non si può studiare
ma solo CAPIRE
senza aggiungere nulla
alle sue parole
- - -
se dovessi scegliere
qualcuno in cui credere
sceglierei assolutamente LUI
- stratosferico-
al di là dei tempi,delle mode
del bene e del male

w.
dawoR(k) is offline  
Vecchio 27-05-2004, 22.13.39   #6
Bebo
Ospite
 
Data registrazione: 19-05-2004
Messaggi: 1
Devo ammettere che N. mi affascina molto.
E' completamente oltre ogni filosofia, proprio come il suo oltreuomo.
F.N. affermava che l'uomo dovesse sciogliersi da ogni componente metafisica e legarsi alla terra, non intesa cme materialismo, ma, ovviamente sempre in contrasto con il cristianesimo, il rinnegare ogni spiritualità e morale preconcetta al di fuori di ciò che l'oltre uomo sarebbe dovuto vermanete essere.


N. era il primo oltreuomo, o almeno credeva di esserlo., e i filosofi che lo seguirono hanno dovuto cominciare da dove lui si era fermato, e in massime circostanze criticarlo e distruggerlo per ricostruire....
Bebo is offline  
Vecchio 27-05-2004, 22.19.23   #7
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Lui non diceva di essere un oltreuomo..diceva di essere un ponte verso l'oltreuomo...

Prima ho definito mistica la volontà di potenza..volevo spiegarmi meglio...questo impulso alla vita presente in ogni cosa mi ricorda il Dio ubiquitario dei mistici...
sisrahtac is offline  
Vecchio 28-05-2004, 01.38.20   #8
nemamiah
Utente bannato
 
Data registrazione: 03-11-2002
Messaggi: 601
Re: Nietzsche ultimo metafisico perchè?

Citazione:
Messaggio originale inviato da binosoma
Perchè Heidegger ritiene Nietzsche l'ultimo metafisico e non il primo che si è liberato dalla e della metafisica?
Illuminatemi.

"metà tà phisikà" ovvero "dopo le cose della natura"

Credo che per dare una risposta adeguata sul perchè Heidegger ritenne che W.F.Nietzsche sia stato l'ultimo metafisico,occorre una personalità di spessore paragonabile ad Heidegger stesso.
nemamiah is offline  
Vecchio 28-05-2004, 12.10.16   #9
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Noi abbiamo creato dio. Noi abbiamo ucciso dio.

Diciamo,con più belle parole se vogliamo, che dio è morto di morte naturale. Ormai era diventato troppo vecchio, ha lasciato il posto alle nuove generazioni, prima le varie Filosofie, poi le varie Scienze...
sisrahtac is offline  
Vecchio 28-05-2004, 12.50.59   #10
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
"Noi abbiamo creato dio. Noi abbiamo ucciso dio."

Bene. Se è il dio della bibbia, quello che ha strappato l'uomo alla terra e gli ha dato un alito di vita, quello che ci ha posto prima in un paradiso e poi ha fatto si che qualcuno ci strizzasse l'occhio per indurci in tentazioni (noi, poveri ingenui!), se è quel dio tanto misericordioso quanto spietato, allora è un bene che sia morto. Di morte naturale o lapidato dalle "certezze" delle scienze e dal "chiacchiericcio" di alcune filosofie.
E' morto quel dio? Benissimo! Mi faceva disperare... e come me molti altri. Perchè era contraddittorio, megalomane e persino presuntuoso. Non trovavo risposte in lui... e alla fine non ho cercato neanche più domande.
Ora so che se un dio esiste - una nuova concezione di dio - allora non mi serve per trovare risposte, le devo cercare in me; non mi serve la sua compassione e la sua bontà, devo svilupparle in me.
Se un dio esiste è solo perchè esiste.
Agora is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it