Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 04-07-2004, 18.58.41   #1
nina
Ospite
 
Data registrazione: 10-06-2004
Messaggi: 7
Pensiero...che cos'è?

Non ho visto tutte le discussioni del forum, non so quindi se questo argomento è già stato trattato(non so neanche se sarebbe stato meglio iniziare questa discussione in Psicologia)... comunque tento di dare alcuni spunti che spero possano essere interessanti (anche se approssimativi)....

Cos' è per voi il pensiero? Cos'è "pensiero"?
Potreste darne una definizione?

Pensare è lo stesso che riflettere?

Il pensiero dipende esclusivamente al suo essere prodotto delle sinapsi?
O trascende la fisicità della persona?

nina is offline  
Vecchio 04-07-2004, 19.46.21   #2
neman1
Ospite abituale
 
L'avatar di neman1
 
Data registrazione: 24-04-2004
Messaggi: 839
Pensiero

Ciao Nina.
C'e' questo sito dedicato al pensiero e al pensare:

http://filosofia.dipafilo.unimi.it/~...i/e4-01-00.htm


Ultima modifica di neman1 : 04-07-2004 alle ore 19.54.40.
neman1 is offline  
Vecchio 04-07-2004, 19.54.06   #3
nina
Ospite
 
Data registrazione: 10-06-2004
Messaggi: 7
Grazie Neman per il link, ma la mia intenzione era sapere cosa ne pensavano gli utenti di riflessioni.it, sempre che la questione possa interessare nel modo in cui l'ho posta.


Ultima modifica di nina : 04-07-2004 alle ore 20.11.42.
nina is offline  
Vecchio 04-07-2004, 20.02.22   #4
neman1
Ospite abituale
 
L'avatar di neman1
 
Data registrazione: 24-04-2004
Messaggi: 839
Certo che e' un tema interessantissimo. Hmm, vediamo.....pensare al pensiero stesso...

Ultima modifica di neman1 : 04-07-2004 alle ore 20.05.43.
neman1 is offline  
Vecchio 04-07-2004, 21.49.20   #5
dana
Ospite abituale
 
L'avatar di dana
 
Data registrazione: 18-10-2003
Messaggi: 0
Re: Pensiero...che cos'è?

Citazione:
Messaggio originale inviato da nina
Pensare è lo stesso che riflettere?

Ciao Nina, secondo me pensare è più istintivo, mentre riflettere è più razionale.
Forse il pensiero è un'idea che si affaccia alla mente, indipendentemente dalla nostra volontà, anche in modo inconsapevole, magari è anche un pensiero da censurare
Mentre la riflessione è concentrarsi soprattutto sulla nostra razionalità, è ragionare.

...questo è solo il mio pensiero....


dana is offline  
Vecchio 04-07-2004, 23.25.05   #6
nicola185
al di là della Porta
 
L'avatar di nicola185
 
Data registrazione: 15-02-2004
Messaggi: 0
Il pensiero, qualcosa che scorre, come un fiume, a volte in piena a volte, quasi asciutto, a volte stagnante, ma sempre presente, ossessivo o rilassante, creativo o distruttivo, ma c'è, sempre. Almeno in me.
nicola185 is offline  
Vecchio 05-07-2004, 10.53.14   #7
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Re: Pensiero...che cos'è?

Citazione:
Messaggio originale inviato da nina
Cos' è per voi il pensiero? Cos'è "pensiero"?
Potreste darne una definizione?

Penso che la definizione di 'pensiero' migliore sia percepibile 'ostensivamente' (anche se in questo caso e` forse improprio usare questo termine), "il pensiero e` questo"; ossia e` cosi` chiaro cosa sia che non v'e` motivo di definirlo a parole.
forse potrebbe essere "pensiero = immagine del mondo", dove l'immagine non e` necessariamente sensata o vera. mah...

comunque se non e` necessario dare una definizione, e` invece molto interessante indagarlo ed analizzare questo fenomeno.

Citazione:
Pensare è lo stesso che riflettere?

forse qui e` solo un problema linguistico, tuttavia secondo me riflettere e` indirizzare la propria attenzione su un qualcosa, e pensare sempre in quel dominio; mentre pensare non ha dominio.
dunque riflettere e` un sottoinsieme di pensare.

Citazione:
Il pensiero dipende esclusivamente al suo essere prodotto delle sinapsi?
O trascende la fisicità della persona?

questo e` indecidibile.
comunque (parere personalissimo) non vedo la necessita` di capire se il pensiero e` solo il prodotto del cervello o e` anche qualcosaltro.


ciao
epicurus is offline  
Vecchio 05-07-2004, 13.53.38   #8
nina
Ospite
 
Data registrazione: 10-06-2004
Messaggi: 7
Ringrazio, per prima cosa, tutti queli che mi hanno risposto - e che mi risponderanno.


Per Dana:

Citazione:
secondo me pensare è più istintivo, mentre riflettere è più razionale.


Il pensiero è dunque per te qualcosa di impulsivo, di immediato (nel senso di "senza mediazioni" tra ciò che l'ha originato e la mente,tranne che la mente stessa)?


Per Nicola185:

Citazione:
Il pensiero, qualcosa che scorre, come un fiume, a volte in piena a volte, quasi asciutto, a volte stagnante, ma sempre presente, ossessivo o rilassante, creativo o distruttivo, ma c'è, sempre. Almeno in me.


Sono d'accordo


Per Epicurus:

Citazione:
forse potrebbe essere "pensiero = immagine del mondo", dove l'immagine non e` necessariamente sensata o vera. mah...


Quindi secondo te la fonte prima del pensiero (cioè ciò che dà l' "imput") sono i dati ricavati dall'esperienza?

Citazione:
comunque se non e` necessario dare una definizione, e` invece molto interessante indagarlo ed analizzare questo fenomeno


Concordo nell'affermare che è un fenomeno interessantissimo, ma secondo me è utile definire ciò di cui si sta parlando.
La mia richiesta di darne una definizione è comunque, a livello di curiosità.
Il motivo è che, qualche tempo fa, ho capito che io e un mio interlocutore davamo differenti significati allo stesso termine ("pensiero"), l'uno all'insaputa dell'altra...ovviamente ognuno dava per scontato che l'altro avesse la sua stessa concezione del termine. L'ho capito semplicemente perchè il mio interlocutore aveva detto qualcosa che non avrebbe avuto molto senso se il significato della parola fosse stato quello che io credevo gli venisse attribuito da entrambi, mentre ne aveva se il significato era diverso, cioè quello che lui gli attribuiva.
Questo equivoco era nato dal fatto che,essendo entrambi italiani (la traduzione da altre lingue a volte può "tradire" il significato originario della parola, o magari ne fa perdere alcune sfumature) e vivendo all'incirca vicini (luoghi che non hanno molte differenze sociali e culturali), non credevamo che le nostre parole potessero essere fraintese.Insomma l'equivoco è nato dal credere che non ci potessero essere equivoci


Personalmente, ritengo che il pensare sia differente dal "riflettere"
(anche se credo di non aver usato il termine più adatto.... suggeritemi qualche possibile alternativa ).
Il riflettere parte da più dati, che vengono elaborati o rielaborati.
Il pensiero è,in un certo senso, autonomo, ha origine in sè, se così posso dire.

nina is offline  
Vecchio 05-07-2004, 13.58.19   #9
leibnicht
Ospite abituale
 
L'avatar di leibnicht
 
Data registrazione: 06-09-2003
Messaggi: 486
Pensiero e riflessione

Questo post richiederebbe cinquanta pagine...
Voglio dare, pertanto, solo definizioni assiomatiche, cui, eventualmente, le repliche possano permettere di favorire lo sviluppo.
Il pensiero è parte delle attività del sistema nervoso centrale: esso costituisce quell'aspetto delle funzioni rappresentative (quelle, cioè, che ci consentono di esprimere le sensazioni sotto forma di immagini, visive, tattili, sonore etc...) che si raccoglie in una struttura ordinata.
Una struttura ordinata è una sintassi.
La sintassi basilare del pensiero si costituisce intorno a tre operazioni fondamentali.
La formazione del concetto è la prima: il concetto è la parola, più o meno astratta e simbolicamente purificata.
La seconda è l'articolazione dei concetti in un giudizio: il giudizio è la frase, o proposizione.
La terza è l'articolazione dei giudizi in un discorso: esso imprime una direzionalità al pensiero e si apre all'interazione con l'Altro.
Nella seconda e nella terza operazione il pensiero, predisposto all'espressione, si arricchisce di altre componenti, metacomunicative, che perfezionano la sua direzionalità: così, ad esempio, la mimica, la gestualità che accompagna il parlare, l'inflessione tonica della voce, etc...
La riflessione (o speculazione) è pensiero inscritto in uno sfondo di autoconsapevolezza: come il termine stesso dice, "riflettere" o "speculare" fanno riferimento ad una superficie riflettente grazie alla quale "darsi" e "osservarsi" ad un tempo.
Fin qui tutto è relativamente semplice: più complesso ed enigmatico è, invece, il processo ideativo.
leibnicht is offline  
Vecchio 05-07-2004, 14.05.34   #10
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
nina, intendi che il riflettere sia un processo algoritmico e (piu` o meno) deterministico, mentre il pensare non e` procedurale e (piu` o meno) casuale?

ciao
epicurus is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it