Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 23-09-2005, 23.43.28   #11
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Citazione:
Messaggio originale inviato da z4nz4r0
ma "tu", oggettivamente, di cosa consisti?
e soggettivamente?
veramente?

bello bello !

ebbene vediamo un po'

1) non so'

2) non so'
nonimportachi is offline  
Vecchio 23-09-2005, 23.48.48   #12
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Citazione:
Messaggio originale inviato da z4nz4r0
ah.., ho capito, la percezione (prende atto di sè e) diventa coscente.. vuol dire che lei si esprime, e poi sente l'eco? è per questo che bisogna silenzio, per annichilare?
ma, aspè, ma... l'es-pressione...
dunque, servono dei barattoli che definiscano le sue specificazioni! Dunque, questi barattoli di cosa son fatti?
senz"altro" debbono essere fatti di per-cezione per cui "cos"è ancora questa? Un insieme di "cose" che si chiamano limiti e che servono per dis-tinguere la continuità in cose dis-crete.
Dunque ne implica di cose cepite, ma non per, questa per-cezione.

non ho capito!

ma bisogna silenzio perchè l'ì finesce quanto di "da dire" è, di fatto, dicibile a fini di essere, oltre che detto, anche goduto. Ma io non so cos'è, ne so se.....
nonimportachi is offline  
Vecchio 27-09-2005, 08.19.32   #13
and1972rea
Moderatore
 
Data registrazione: 12-09-2004
Messaggi: 781
Fra me ed il tutto c’e’ l’abisso inconoscibile della discrezione o l’immutabile continuita’ che nel tutto mi annulla?…se fosse solo l’essere che non muta ,nulla sarebbe distinto ,nulla scorrerebbe ne’ dentro ne’ fuori di me, io sarei fuori di me e cio’ che e’ fuori sarebbe dentro me; se invece tutto fosse mutevole e corrente come sembra, allora diverrebbe inspiegabile e ineffabile quell’abisso che separa le cose che mutano, perche’ inspiegabile sarebbe cio’ che fra le cose “non e’”.
Ma su questo punto, fin dai tempi di Parmenide ed Eraclito ci si scervella… Essere o non Essere…questo e’ il problema…

Saluti a tutti
and1972rea is offline  
Vecchio 27-09-2005, 10.19.00   #14
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Caro nonimportachi, ho letto la tua risposta attentamente (le altre un pò superficialmente ), ma se ho ben capito non si può razionalmente dare una risposta alla mia domanda? Ci si deve solo accontentare di "ci sono delle sensazioni"?
nexus6 is offline  
Vecchio 27-09-2005, 10.20.09   #15
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Citazione:
Messaggio originale inviato da nonimportachi

E a questo punto che si fa?

Appunto...
nexus6 is offline  
Vecchio 27-09-2005, 10.32.10   #16
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Citazione:
Messaggio originale inviato da nonimportachi

"- queste ultime da qualcosa dovranno pur essere provocate..."

e perchè mai?

conclusione dogmatica priva d'ogni fondamento!
Ma sei susato, è naturale essere portati a crederlo, percepiamo l'universo in chiave di "causa-effetto", "azione-reazione" e quindi siamo portati a presupporre che ad ogni cosa ch osserviamo equivalga uno "status" preesistente di cui essa è l'ineitabile seguito.

Ma a questo livello, il fatto che l'universo funzioni in questo modo non è utilizzabile.

Infatti questo lo sarebbe dando per scontato che l'universo esista per come lo conosciamo, ma noi sappiamo bene che ci vediamo "sfuocato" e stiamo proprio indagando se le cose stanno IN VERITA' come appaiono.... quindi se diamo per scontato "causa-effetto", "azione-reazione" abbiamo già dato per scontato che le cose sono come appaiono. Allora ti devi decidere! ho dai per scontato che le cose stiano come appaiono e vivi tranquillo, oppure indaghi sulla verità "VERA"!, ma allora evita di dare per scontate cose come "azione-reazione" e "causa-effetto".

in effetti, visto che "bazzico" ambienti scientifici non ho mai messo in dubbio la veridicità del principio di causa-effetto... presupposto direi cardine sul quale si basa ogni suppur minima pretesa di indagine scientifica...
cavolo hai ragione...

Quelle mie conclusioni erano parziali e ci ero giunto già da diversi anni, ma per non minare le fondamenta dei miei studi e della mia fragile e affannosa esistenza, le avevo accolte pur sapendo che non erano soddisfacenti...

Cosa rimane dalle ceneri dei nostri ragionamenti? Io vedo un paesaggio molto desolato, post-nucleare, grigio, aria irrespirabile...
nexus6 is offline  
Vecchio 27-09-2005, 10.43.58   #17
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Citazione:
Messaggio originale inviato da nexus6
Ci si deve solo accontentare di "ci sono delle sensazioni"?

Egregio,

Quali "da farsi" possibili si potrebbero escogitare?

A) leggere i vangeli canonici

B) leggere il vangelo di Didimo Giuda Tommaso detto "Il Giusto"

C) leggere i Veda

D) praticare "respirazione olotropica"

E) sperimentare Trichocereus Pachanoi e/o Psilocibe Cubensis e/o dietilammide dell'acido lisergico.

F) parlare col forumista "il pensiero"

G) Ascoltare Don Bozzo

H) Seguire i precetti del Cardinal Ruini

...e per pietà interrompo qui la lista infinita.

Qualsi cosa, retsta comunque viziata da un difetto di fondo, ovvero che necessita di "qualcuno" che la metta in atto.
nonimportachi is offline  
Vecchio 27-09-2005, 10.58.49   #18
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Quali "da farsi" possibili si potrebbero escogitare?

A) no

B) no

C) boh... ma diciamo no

D) non so cosa sia...

E) forse la cosa più adatta...

F) parlare col forumista "il pensiero". Se ha qualche risposta ben venga...

G) Non direi proprio

H) Manco se me' paghi!


Citazione:
Messaggio originale inviato da nonimportachi
Qualsi cosa, retsta comunque viziata da un difetto di fondo, ovvero che necessita di "qualcuno" che la metta in atto. [/b]

già...
nexus6 is offline  
Vecchio 27-09-2005, 11.04.21   #19
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Re: Re: voi esistete?

Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
Un cazzotto sui denti sarebbe una prova sufficiente?

.............Scherzo ovviamente….. ma permettimi una domanda strana…… Quando dormi sei cosciente di esistere?


Così su due piedi direi di no... e ti rilancio: quando sei sveglio sei sempre cosciente di esistere?


comunque per entrare in questi argomenti ci si dovrebbe mettere d'accordo sul "cosciente di esistere"...
nexus6 is offline  
Vecchio 27-09-2005, 11.54.31   #20
sunday01
Ospite abituale
 
L'avatar di sunday01
 
Data registrazione: 05-07-2005
Messaggi: 464
voi esistete?

Citazione:
Messaggio originale inviato da nexus6
Mi potete fornire una prova evidente della vostra esistenza al di fuori della mia ovvero dell’esistenza della realtà stessa?

una mia parziale risposta:

- io ho delle sensazioni.

- queste ultime da qualcosa dovranno pur essere provocate...

- questo "qualcosa" ovvero la realtà in sé è secondo me inconoscibile proprio perchè "in sé"; d'altronde noi la osserviamo con occhiali (sfocati oltre tutto) così come penso facciano tutti i miliardi di esseri nell'universo: dalla formica alle galassie...


come ho detto a sto' noumeno proprio non possiamo avere accesso, se non con infinite mediazioni e dunque non posso che approdare a questa conclusione un pò "quantistica":

è molto probabile che la realtà esista all'infuori di me...

non mi sento di aggiungere altro... dov'è che sbaglio?

d'altronde quando morirò le mie sensazioni si spegneranno e la realtà continuerà ad esistere... o no? O è solo un mio prodotto?


Tu in quanto creatura hai la percezione che tutto esiste in funzione a te, e non è una percezione sbagliata.
Quando tu morirai nulla esisterà più per te… quindi l'esistenza dal punto di vista individuale è questa:
Se io non esisto, per me non esiste niente.
Se io esisto, tutto esiste.
Ma tutto esiste anche se noi non ci siamo, quindi quale è la prova che esisto e che voi esistete?
Il fatto di interaragire tra di noi: se io ti dico una cosa e tu mi rispondi, vuol dire che esisto io e che esisti anche tu… io non sono un sogno perché tu mi vedi, mi tocchi, mi senti…
Tu non sei un sogno perché sto parlando con te…
Il tutto esiste anche se noi non ci siamo, ma se non c'è nessuno che può ammirare l'universo, la natura, il sole, le stelle, ecc. perché esisterebbe il tutto?
E poi la morte è solo un passaggio, tu continui ad esistere ma non puoi più interagire con me…


Ciao


sunday01 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it