Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 23-09-2005, 16.48.38   #1
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Question voi esistete?

Mi potete fornire una prova evidente della vostra esistenza al di fuori della mia ovvero dell’esistenza della realtà stessa?

una mia parziale risposta:

- io ho delle sensazioni.

- queste ultime da qualcosa dovranno pur essere provocate...

- questo "qualcosa" ovvero la realtà in sé è secondo me inconoscibile proprio perchè "in sé"; d'altronde noi la osserviamo con occhiali (sfocati oltre tutto) così come penso facciano tutti i miliardi di esseri nell'universo: dalla formica alle galassie...

come ho detto a sto' noumeno proprio non possiamo avere accesso, se non con infinite mediazioni e dunque non posso che approdare a questa conclusione un pò "quantistica":

è molto probabile che la realtà esista all'infuori di me...

non mi sento di aggiungere altro... dov'è che sbaglio?

d'altronde quando morirò le mie sensazioni si spegneranno e la realtà continuerà ad esistere... o no? O è solo un mio prodotto?
nexus6 is offline  
Vecchio 23-09-2005, 19.14.46   #2
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Egregerrimissimo nexus6,

Finalmente qualcuno che si degna di una domandina davvero interessante, di un'argomentino di prim'ordine.

Ora non so se tu ponga la questione come preludio ad una qualche "soluzione" che hai già in testa o se sia una domanda che poni perchè realmente non riesci a cavarci una via d'uscita....

Ma 'sto diavolo di rompicapo alberga costantemente nella mia mente. Minando alla base ogni costrutto mentale sull'esistenza.

Ed è anche la prima volta che incontro qualuno che sia assalito dal dubbio della continuità dell'universo oltre la propria morte. Che bello! forse non sono pazzo! o almeno la mia patologia è condivisa con altri disgraziati.......

fratello fratello, amico mio..... che bello che bello!

orsù, liquido qui l'inrattenimento e sfacciato clandestino m'addentro dove vuoi condurmi....


Sei un un loop razionale! hai chiuso l'auo con le chiavi dentro e adesso vorresti riaprirla con quelle chiavi.... mi sa' tanto che devi trovare un'altro sistema...


M'arrogo l'autorità per aiutarti a rientrare in auto. Sono un diligente razionalista e non spaccherò i vetri e ne forzerò serrature, ti porterò nell'auto con razionale detrezza anche s poi quell'auto non ti porterà da nesuna parte.

"è molto probabile che la realtà esista all'infuori di me"

questo è autentico fideismo! e vediamo come ci sei arrivato:

"- io ho delle sensazioni."

GIUSTO! BRAVO! questa è un'evidenza innegabile.

"- queste ultime da qualcosa dovranno pur essere provocate..."

e perchè mai?

conclusione dogmatica priva d'ogni fondamento!
Ma sei susato, è naturale essere portati a crederlo, percepiamo l'universo in chiave di "causa-effetto", "azione-reazione" e quindi siamo portati a presupporre che ad ogni cosa ch osserviamo equivalga uno "status" preesistente di cui essa è l'ineitabile seguito.

Ma a questo livello, il fatto che l'universo funzioni in questo modo non è utilizzabile.

Infatti questo lo sarebbe dando per scontato che l'universo esista per come lo conosciamo, ma noi sappiamo bene che ci vediamo "sfuocato" e stiamo proprio indagando se le cose stanno IN VERITA' come appaiono.... quindi se diamo per scontato "causa-effetto", "azione-reazione" abbiamo già dato per scontato che le cose sono come appaiono. Allora ti devi decidere! ho dai per scontato che le cose stiano come appaiono e vivi tranquillo, oppure indaghi sulla verità "VERA"!, ma allora evita di dare per scontate cose come "azione-reazione" e "causa-effetto".

Il tuo terzo punto è pertanto vizziato dal gratuito dogmatismo del tuo secondo punto e quindi inutilizzabile ai fini dell'indagine!

La conclusione:

"è molto probabile che la realtà esista all'infuori di me..."

è poco attendibile!

A questo punto ti faccio un ribaltone e torno alla tua prima affermazione:

"- io ho delle sensazioni."

Ti ricordi quando è cominciato questo io? ti ricordi quando hai iniziato a dire: "to'... sto percependomi.... allora esisto!" ?
Se te lo ricordassi la cosa potrebbe essere d'aiuto.

In tutta franchezza immagino che tu non risca a ricordarti tal momento. Tanto mi permetto dato che anch'io non sono mai riuscito a ricordarlo.

Allora facciamo quel che non si deve fare ed iniziamo ragionevolmente ad ipotizzare come può essere mai accaduto.

Cosa è quest'io? è evidente la sensazione di esserci, la percezione di se stessi, ma se si va ad indagare la sostnza, la delusione è tanta, non si riesce mai a trovare qualcosa che sia coerente a qual''io che percepisco, e si comincia a correggerla, a farci aggiunte ed a toglierci appendici nel tentativo di farla calzare prfettamente a quella sensazione di "me" che ho tanto chiara. Il risultato è complicare la cosa enormemente rendendola sempre più lontana da quella sensazione di "se" che ci da coscienza.

Ho tanto chiara la sensazione di esserci, è indemolibile ed evidente. Eppure non riesco a capire la mia sostanza, di cosa sono fatto? cosa mi costituisce? ......non trovo risposta.

OTTIMO, abbiamo fatto un'altro passo indietro:

"- io ho delle sensazioni."

Bhe, adesso appar decisamente dogmatico pure questo....

è resta: "ci sono delle sensazioni", che per i miei gusti dialettici personali espongo con:

"c'è la percezione"

E questo è quanto resta di innegabilmente certo!

E a questo punto che si fa?
nonimportachi is offline  
Vecchio 23-09-2005, 19.27.33   #3
z4nz4r0
weird dreams
 
L'avatar di z4nz4r0
 
Data registrazione: 22-05-2005
Messaggi: 483
per-cezione

a questo punto bisogna cercare l'etimologia di codesta parola
ed eventuali tanti altri sinonimi ed implicazioni.
z4nz4r0 is offline  
Vecchio 23-09-2005, 19.37.52   #4
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Re: per-cezione

Citazione:
Messaggio originale inviato da z4nz4r0
a questo punto bisogna cercare l'etimologia di codesta parola
ed eventuali tanti altri sinonimi ed implicazioni.

Sbagliato, a questo punto si prende atto della cosa e si sta zitti!
nonimportachi is offline  
Vecchio 23-09-2005, 20.34.18   #5
z4nz4r0
weird dreams
 
L'avatar di z4nz4r0
 
Data registrazione: 22-05-2005
Messaggi: 483
e chi ha parlato? Quì non c'è nessuno..

io sono la vocina che sussurra..: schizofrenico!


..non ci credi a quello che dici?
z4nz4r0 is offline  
Vecchio 23-09-2005, 20.44.19   #6
z4nz4r0
weird dreams
 
L'avatar di z4nz4r0
 
Data registrazione: 22-05-2005
Messaggi: 483
ma "tu", oggettivamente, di cosa consisti?
e soggettivamente?
veramente?
z4nz4r0 is offline  
Vecchio 23-09-2005, 21.03.59   #7
z4nz4r0
weird dreams
 
L'avatar di z4nz4r0
 
Data registrazione: 22-05-2005
Messaggi: 483
ah.., ho capito, la percezione (prende atto di sè e) diventa coscente.. vuol dire che lei si esprime, e poi sente l'eco? è per questo che bisogna silenzio, per annichilare?
ma, aspè, ma... l'es-pressione...
dunque, servono dei barattoli che definiscano le sue specificazioni! Dunque, questi barattoli di cosa son fatti?
senz"altro" debbono essere fatti di per-cezione per cui "cos"è ancora questa? Un insieme di "cose" che si chiamano limiti e che servono per dis-tinguere la continuità in cose dis-crete.
Dunque ne implica di cose cepite, ma non per, questa per-cezione.

Ultima modifica di z4nz4r0 : 23-09-2005 alle ore 21.08.43.
z4nz4r0 is offline  
Vecchio 23-09-2005, 21.51.56   #8
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Re: voi esistete?

Citazione:
Messaggio originale inviato da nexus6
Mi potete fornire una prova evidente della vostra esistenza al di fuori della mia ovvero dell’esistenza della realtà stessa?
Un cazzotto sui denti sarebbe una prova sufficiente?

.............Scherzo ovviamente….. ma permettimi una domanda strana…… Quando dormi sei cosciente di esistere?

VanLag is offline  
Vecchio 23-09-2005, 21.58.57   #9
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Forse durante il sonno siamo più coscienti di quando siamo svegli, perchè si guarda dentro senza filtri e non si guarda fuori, e non si è distratti dalla realtà...
sisrahtac is offline  
Vecchio 23-09-2005, 23.41.36   #10
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Citazione:
Messaggio originale inviato da z4nz4r0
..non ci credi a quello che dici?

nel caso specifico mi sforzai di dire quanto esperì.
nonimportachi is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it