Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 04-11-2002, 16.06.10   #31
Alberto
Ospite
 
Data registrazione: 09-04-2002
Messaggi: 16
come "se"?!?
Alberto is offline  
Vecchio 04-11-2002, 18.30.44   #32
starless
Ospite
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 21
Mi chiedo come si possa ipotizzare la pre-esistenza del giudizio di valore allo stesso giudice.
starless is offline  
Vecchio 04-11-2002, 21.20.39   #33
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
Citazione:
Messaggio originale inviato da starless
Mi chiedo come si possa ipotizzare la pre-esistenza del giudizio di valore allo stesso giudice.

Scusa ma non ho capito cos'è che ti chiedi?
kri is offline  
Vecchio 05-11-2002, 18.17.27   #34
starless
Ospite
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 21
Kri, intendo dire che discernere tra bene e male è l'archetipo del giudizio di valore. Si può dire che discernere tra bene e male sia l'atto stesso di giudicare. Che senso ha parlare dell'atto di giudicare come preesistente a colui che opera il giudizio?

E' come ipotizzare che le leggi esistano in qualche iperuranio
PRIMA che un parlamento le approvi, anzi, ancora peggio, prima che il loro testo sia stato concepito nella mente del legislatore.

Amo pensare, e dico questo perchè non posso permettermi di esprimere un giudizio definitivo in base all'esperienza, che Heidegger abbia colto nel segno attribuendo all'esistenza la peculiare caratteristica della progettazione di se'. La scelta morale nasce con l'uomo, credo che sia esso stesso, in piena autonomia rispetto a fantomatici imperativi trascendenti, a munirsi di una forbice di alternative.
Dunque ciò che è bene e ciò che male, eticamente parlando, è demandato all'individuo. Sarebbe sciocco negare i fortissimi condizionamenti socio-culturali e istintivi che influenzano la costruzione del nostro personale sistema di valori...ma allo stesso tempo confido nella capacità degli uomini di ingegno di riconoscere questi stessi condizionamenti e di procedere criticamente. Il libero arbitrio non è un dono. E' una conquista faticosa ed elusiva...c'è forse obiettivo più degno di questo?

Ultima modifica di starless : 05-11-2002 alle ore 18.26.00.
starless is offline  
Vecchio 05-11-2002, 18.59.29   #35
firenze
Ospite abituale
 
L'avatar di firenze
 
Data registrazione: 28-04-2002
Messaggi: 341
Ricordo durante una regressione in una vita passata fatta ad una mia conoscente, che non comprendeva come mai nella sua vita fosse così difficile. ed oramai, vista l'età, impossibile avere un figlio. Nella regressione lei era una monaca del medio evo che rimase incinta e partorì un bambino che subito dette ad un uomo che lo porto via.
Oggi quindi il male di non poter avere figli, ma il bene di chiudere un karma.
firenze is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it