Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 04-12-2005, 20.37.51   #31
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Citazione:
Messaggio originale inviato da urano22
Non mi risulta che Nietzsche si sia mai definito filosofo, anzi come qualcuno ha scritto, ma non ha detto, insisteva a dire che era un filologo

L'hai conosciuto di persona...?
(Per sapere che non si è mai definito filosofo...)

Vabbé, filosofo o no... se studi filosofia... ti può capitare di studiare anche lui...

Ciao, Elia


Elijah is offline  
Vecchio 05-12-2005, 16.56.17   #32
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Citazione:
Messaggio originale inviato da urano22
Non mi risulrta che Nietzsche si sia mai definito filosofo, anzi come qualcuno ha scritto, ma non ha detto, insisteva a dire che era un filologo;

Urano, ti sbagli.
Nietzsche non nasce come Filosofo, ma lo diviene a tutti gli effetti.

- Nel 1871 Nietzsche chiese, alle autorità universitarie di Basilea, il passaggio alla Cattedra di Filosofia.
Scrisse una lettera dove motivava la sua richiesta di ottenere un insegnamento più consono alla sua natura.
Dice "Io, che per natura mi sento fortemente sospinto a pensare alle cose come a un tutto unitario e con mentalità filosofica, perseverando in un problema con continuità e indisturbatamente, e ragionandoci a lungo, [...]"

Poi aggiunge: "Mi sento più adatto a quel lavoro che a un'attività meramente filologica[...] e anche negli studi filologici mi ha attirato di preferenza tutto ciò che mi sembrava significativo o per la storia della filosofia o per problemi etici ed estetici. "

Tutto ciò testimonia che Nietzsche aveva fatto una scelta in favore della Filosofia.

Ultima modifica di Dunadan : 05-12-2005 alle ore 16.59.18.
Dunadan is offline  
Vecchio 08-12-2005, 14.54.53   #33
viandanteinattuale
Ospite abituale
 
L'avatar di viandanteinattuale
 
Data registrazione: 15-07-2003
Messaggi: 131
un particolare...

chiaramente parlare di Nietzsche è molto difficile! il suo pensiero era un labirinto...ma un punto focale è stato qui dimenticato (oppure non saputo):
nietzsche era un Massone convinto!
Credeva nella massoneria e la sua costruzione logica del mondo è, se analizzata a fondo, quella massonica (con alcune inevitabili personalizzazioni).
Il compito degli iniziati, in relazione all’eterno ritorno, è allora quello di preparare un uomo che riesca a sopportare il pensiero, di creare un essere felice che voglia rivivere la stessa identica vita, e potranno riuscirci solo se prima avranno educato la loro volontà con questo pensiero e cercato di trasformare se stessi. Alla fine l’Ubermensch rappresenta l’uomo superiore, cioè il creatore di se stesso, redento dallo spirito di vendetta, che ormai non nega più e riconosce non solo l’innocenza del divenire, ma accetta anche tutto quello che l’uomo è stato.
E' certamente diventato un uomo che ama l'uguaglianza ma, attenzione! ama l'uguaglianza in senso dinamico e non statico: la tendenza cioè a divenire uguali...uguali ai migliori!
viandanteinattuale is offline  
Vecchio 09-12-2005, 20.47.40   #34
urano22
Ospite
 
Data registrazione: 05-11-2005
Messaggi: 13
Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan
Urano, ti sbagli.
Nietzsche non nasce come Filosofo, ma lo diviene a tutti gli effetti.

- Nel 1871 Nietzsche chiese, alle autorità universitarie di Basilea, il passaggio alla Cattedra di Filosofia.
Scrisse una lettera dove motivava la sua richiesta di ottenere un insegnamento più consono alla sua natura.
Dice "Io, che per natura mi sento fortemente sospinto a pensare alle cose come a un tutto unitario e con mentalità filosofica, perseverando in un problema con continuità e indisturbatamente, e ragionandoci a lungo, [...]"

Poi aggiunge: "Mi sento più adatto a quel lavoro che a un'attività meramente filologica[...] e anche negli studi filologici mi ha attirato di preferenza tutto ciò che mi sembrava significativo o per la storia della filosofia o per problemi etici ed estetici. "

Tutto ciò testimonia che Nietzsche aveva fatto una scelta in favore della Filosofia.

"L'assunto" andava più a voler destrutturare quell'immagine "di ladruncolo" di tsti antichi che andava formandosi di Nietzsche in vari post che sulla certa individuazione della posizione dello Stesso, poi, come qualche altro forumista ha rilevato, non risulta del tutto facile definire l'esatta posizione di Nietzsche ambito varie scienze, anche se tu ben hai rilevato alcuni passaggi tra le multiformi autodefinizioni che lo scrittore amava attagliarsi coevamente alle Sue esigenze.
In ogni modo ti ringrazio perché mi erano sfuggiti, forse perché mi sono concentrato di più sugli scritti ove pregnante risultava l'impronta filologica.
urano22 is offline  
Vecchio 10-12-2005, 10.53.33   #35
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Urano, avevo apprezzato la tua difesa al Nietzsche che "ruberebbe" i testi.

Nel mio messaggio dicevo che sbagliavi solo nel discorso di un Nietzsche che si ritiene Filologo (per tutta la vita).

Credo che l'atteggiamento filologico cessi in Nietzsche dopo le considerazioni inattuali.
Del resto però, quell'impronta formativa, rimarrà in lui per sempre.

ciao
Dunadan is offline  
Vecchio 10-12-2005, 11.07.13   #36
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Re: un particolare...

Ciao Viandante
Citazione:
Messaggio originale inviato da viandanteinattuale
[b]chiaramente parlare di Nietzsche è molto difficile! il suo pensiero era un labirinto...ma un punto focale è stato qui dimenticato (oppure non saputo):
nietzsche era un Massone convinto!
Credeva nella massoneria e la sua costruzione logica del mondo è, se analizzata a fondo, quella massonica (con alcune inevitabili personalizzazioni).
Peccherò di ignoranza, ma non conoscevo questo lato di Nietzsche, anche perchè me lo immaginavo molto soggettivo e molto poco incline ad accettare un programma comune assieme ad altri.
Ma non posso nemmeno dire molto sulla Massoneria, movimento che non ho mai studiato !

Citazione:
E' certamente diventato un uomo che ama l'uguaglianza ma, attenzione! ama l'uguaglianza in senso dinamico e non statico: la tendenza cioè a divenire uguali...uguali ai migliori!
Esiste anche un Nietzsche che ritiene legittima la servitù per poter servire i superiori.

Come hai detto, non è facile parlare di Nietzsche come un filosofo che sta tutto da una parte e nulla dall'altra.
Dunadan is offline  
Vecchio 10-12-2005, 11.56.18   #37
Twither
Ospite
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 8
Il super manicomio

Ma basta!
Basta andare dietro a uno psicopatico, a un pazzo demente.

Dobbiamo spaccarci il cervello per cercare di interpretare ciò che ha scritto un malato mentale.

Non sapeva neanche lui cosa voleva dire!!

Bisogna avere un manicomio dentro per poter partorire un discorso senza senso.

Basta! Concentratevi su gente che ha la testa sulle spalle.

La verità, se è verità, deve essere chiara e limpida.

Più un discorso è complesso, oscuro e più si allontana dalla verità.
Sentite a me...

Twither is offline  
Vecchio 10-12-2005, 13.53.06   #38
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
L'uomo sistematico positivista

Continua così, avrai una vita felice !

Spera solo di non avere mai incertezze! Specialmente riguardo alla tua normalità !

PS: La verità non è chiara, non perchè è bello che non lo sia.
Credi che l'uomo abbia le qualità per capire tutto?

Ultima modifica di Dunadan : 10-12-2005 alle ore 13.54.23.
Dunadan is offline  
Vecchio 10-12-2005, 15.03.54   #39
viandanteinattuale
Ospite abituale
 
L'avatar di viandanteinattuale
 
Data registrazione: 15-07-2003
Messaggi: 131
.

bravo dunadan...hai pienamente ragione.
X Twither: nietzsche è un filosofo esoterico...va saputo Interpretare.
non sputare sentenze sui pensieri che non sai capire!
viandanteinattuale is offline  
Vecchio 10-12-2005, 20.45.02   #40
urano22
Ospite
 
Data registrazione: 05-11-2005
Messaggi: 13
Re: Il super manicomio

Citazione:
Messaggio originale inviato da Twither
Ma basta!
Basta andare dietro a uno psicopatico, a un pazzo demente.

Dobbiamo spaccarci il cervello per cercare di interpretare ciò che ha scritto un malato mentale.

Non sapeva neanche lui cosa voleva dire!!

Bisogna avere un manicomio dentro per poter partorire un discorso senza senso.

Basta! Concentratevi su gente che ha la testa sulle spalle.

La verità, se è verità, deve essere chiara e limpida.

Più un discorso è complesso, oscuro e più si allontana dalla verità.
Sentite a me...



"Dobbiamo spaccarci il cervello per cercare di interpretare ciò che ha scritto un malato mentale."

Per quanto mi concerne credo si tratti proprio di questo.
Il pazzo o semi tale detiene nueroni che girano si scontrano ed elaborano di là dei limiti costruiti dalla: ragione, educazione, ma innanzitutto dalle esigenze dell'involucro che ci mantiene legati all'effimero.
Ho provato per anni (chiaramente nel tempo che mi capitava e nelle condizioni che mi si creavano) a seguire i "discorsi" di quelli che noi "sani" definiamo insani di mente ed ho travato (chiaramente non in tutti i casi) sintesi esistenziali che avrebbero fatto sentire piccolo più di qualche attuale filosofo o "pensatore".
Credo che Nietzsche sia stato "aiutato" proprio dal suo precario stato di salute che l'ha portato alla soglia del delirio la qual cosa gli ha, poi, consentito di riorganizzazre la sua visione dell'esistenza, partendo proprio dalla considerazione assoluta della bestia che alberga in ognuno di noi.
Lui l'ha fatto subendo un percorso, oggi, come diceva l'indimeticato De Andrè, qualcun altro lo fa: "giocando a palla con il proprio cervello per tentare di buttarlo al di là dei confini che qualcuno ha tracciato ai bordi dell'infinito".
Guardarsi dentro e giudicare se stessi ci riporterà a ciò che realmente siamo, ossia creato e creatore poiché (stando alla fisica) c'eravamo quando tutto ciò è iniziato e ci saremo quando tutto ciò, se sarà, avrà un fine.
urano22 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it