Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 26-02-2006, 01.30.50   #31
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Re: Rif Weyl

Citazione:
Messaggio originale inviato da Melany
Comunque, per chiarezza, Weyl, guarda che il professore in questione non è un professorino da due soldi, è uno che ha scritto libri adottati in tutta Italia. Lo dico per chiarezza, perchè tu non pensi che sia una mezza calzetta, è una specie di luminare della matematica. Poi tu sei libero di contestare il suo modo di pensare quanto vuoi e argomentare di ciò che vuoi, ti ripeto lo dico per essere chiari.

Mi è venuto spontaneo scrivere quanto detto perchè tu mi hai proprio fatto venire in mente questo professore.

Penso che non andrò a leggere tutti gli altri post in questione perchè non ho voglia in questo momento di barcamenarmi anche su internet in cose troppo impegnative, di cui è piena la vita reale.

Buona conversazione, senza di me


Non mi riconosco nelle impronte poste nei suoi allievi: mettiamola così.
Per tutto il resto, amica mia, mi compiaccio del successo.
Non capisco per quale traccia di memoria tu intenda accostare i miei intenti all'impronta che tu rimarchi nel successivo post: non vedo nessi oggettivi.
Non intendi perder tempo a leggere? Benissimo, non sarò io di certo a pretendere che tu legga prima di rispondere agli argomenti posti.
Se ritieni di perder tempo facendolo, buon per te.
Ma il tempo che hai perso rispondendo potevi davvero risparmiarlo.
Weyl is offline  
Vecchio 26-02-2006, 02.33.34   #32
Melany
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 422
Re: Re: Rif Weyl

Citazione:
Messaggio originale inviato da Weyl

Ma il tempo che hai perso rispondendo potevi davvero risparmiarlo.

Forse non hai compreso, caro Weyl ciò che volevo dire io perciò preciso meglio. Intanto penso che una qualunque conversazione per arrivare a una conclusione sensata deve avere un inizio sensato e delle ipotesi sensate. Io ho cominciato a leggere e hp trovato ragionamenti basati su " circonferenze aperte e rettificate ", circonferenze dentro altre circonferenze e baggianate di questo tipo. Per ciò che ne so io questo è un approccio semplicemente ridicolo, perchè ti ripeto che la circonferenza non è la patacca che tu disegni nel foglio. La patacca nasce da una limitatezza mentale che ha bisogno di visualizzare le cose per capire. Poi fra l'altro la patacca che disegno sul foglio e pensi di rettificare e corbellerie simili, si basa sui numeri reali, ma abbiamo detto che la circonferenza è data dalle coppie (x,y) ecc che soddisfano una certa equazione ecc ma non è detto che queste coppie siano rappresentabili da numeri reali, perchè la matematica e tutto ciò che la riguarda, per tua informazione, è fatta anche di numeri complessi. E ti informo che ci sono intere materie universitarie che studiano la matematica dei numeri complessi. Se consideriamo anche i numeri complessi la patacca disegnata sul piano che sta per circonferenza non ha senso, rappresenta solo un caso particolare e tutto ciò che se ne può trarre è solo un caso particolare.


Per le mie conoscenze, se permetti, tu hai fatto un ragionamento basato su un approccio sbagliato e dal momento che sul forum ognuno scrive ciò che pensa e ciò chesa in questo caso, io ho scritto che quell'approccio per me è sbagliato anzi per essere più precisi è proprio una barzelletta - corconferenze sdraiate, messe una sull'altra, corconferenze intese come patacche che vengono rettificate - , ma non perchè lo dico io ma perchè validi matematici dicono che è sbagliato. Fine del discorso, spero di essere stata compresa. Non credo di aver perso tempo nel fare questo.

Ciao.

Ultima modifica di Melany : 26-02-2006 alle ore 02.40.28.
Melany is offline  
Vecchio 26-02-2006, 07.38.32   #33
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
la matematica, come la filosofia, come la teoria dei segnali ecc sono solo degli strumenti con i quali la ragione cerca di comprendere ciò che umanamente può essere compreso. Secondo me, un po’ di irrazionalità potrebbe essere salutare (pi greco? ) in questo modo nessuno offende l’altro e abbraccia con serenità tutte le teorie pur non comprensibili … con la saggezza di sapersi limitato.

Nel relativo esiste anche il tempo come dimensione.

edali is offline  
Vecchio 26-02-2006, 19.34.01   #34
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Re: Re: Re: Rif Weyl

Citazione:
Messaggio originale inviato da Melany
Forse non hai compreso, caro Weyl ciò che volevo dire io perciò preciso meglio. Intanto penso che una qualunque conversazione per arrivare a una conclusione sensata deve avere un inizio sensato e delle ipotesi sensate. Io ho cominciato a leggere e hp trovato ragionamenti basati su " circonferenze aperte e rettificate ", circonferenze dentro altre circonferenze e baggianate di questo tipo. Per ciò che ne so io questo è un approccio semplicemente ridicolo, perchè ti ripeto che la circonferenza non è la patacca che tu disegni nel foglio. La patacca nasce da una limitatezza mentale che ha bisogno di visualizzare le cose per capire. Poi fra l'altro la patacca che disegno sul foglio e pensi di rettificare e corbellerie simili, si basa sui numeri reali, ma abbiamo detto che la circonferenza è data dalle coppie (x,y) ecc che soddisfano una certa equazione ecc ma non è detto che queste coppie siano rappresentabili da numeri reali, perchè la matematica e tutto ciò che la riguarda, per tua informazione, è fatta anche di numeri complessi. E ti informo che ci sono intere materie universitarie che studiano la matematica dei numeri complessi. Se consideriamo anche i numeri complessi la patacca disegnata sul piano che sta per circonferenza non ha senso, rappresenta solo un caso particolare e tutto ciò che se ne può trarre è solo un caso particolare.


Per le mie conoscenze, se permetti, tu hai fatto un ragionamento basato su un approccio sbagliato e dal momento che sul forum ognuno scrive ciò che pensa e ciò chesa in questo caso, io ho scritto che quell'approccio per me è sbagliato anzi per essere più precisi è proprio una barzelletta - corconferenze sdraiate, messe una sull'altra, corconferenze intese come patacche che vengono rettificate - , ma non perchè lo dico io ma perchè validi matematici dicono che è sbagliato. Fine del discorso, spero di essere stata compresa. Non credo di aver perso tempo nel fare questo.

Ciao.


Molto bene, cara amica, ma, trascurando i toni di scherno ed ogni altro riferimento ai principia auctoritatis, vorrei che tu, semplicemente, mi spiegassi le seguenti due questioni.

1) Tanto per sgombrare il campo da malintesi, distinguiamo il problema della rettificazione della circonferenza in termini statici dal problema riproposto in termini "cinematici".
Poichè conosco i lavori di Lindemann, so benissimo che la soluzione del problema in termini statici è impossibile.
Spiegami, dunque, cosa c'è di sbagliato e assurdo nel tentare una soluzione cinematica: ovvero, perchè far "rotolare" il cerchio lungo il piano, fissando due successivi passaggi di un punto qualsiasi sulla sua circonferenza, sia un'operazione impossibile, impraticabile e sbagliata.

2) Quella che tu definisci "patacca", in quanto disegnata sul piano, posto che "non" è una circonferenza, mi sai dire che cos'è?
E da che cosa originano le riflessioni che conducono a fissare le equazioni di tale figura, se se non dalla "figura" stessa ?
Insomma: esiste "prima" la definizione ("luogo di tutti i punti del piano equidistanti da un altro, detto centro"), oppure esiste "prima" l'"immagine" di una circonferenza, come "tracciato" di un'asta che ruota intorno ad un suo estremo, oppure il disegno che fornisce un compasso?
Ma, anche se nessuna delle due ozioni "precedesse" l'altra, in base a quale dogma tu sancisci e stabilisci che l'"immagine" non è reale?
Cara ragazza, io ti garantisco che l'impalcatura citoarchitettonica della nostra corteccia visiva "riconosce" selettivamente linee a "curvatura costante", le seleziona specificamente dal panorama dei dati sensoriali afferenti e, in un certo modo, le "costruisce".
Persino specie evolutivamente meno complesse operano ciò: i gatti sono condizionabili a rispondere selettivamente in modo diverso dietro presentazioni di cerchi oppure poligoni regolari.
Dunque, se tutto questo è illusorio e ingiustificato, davvero non si capisce a quale scopo adattativo i gruppi neuronali della corteccia occipitali siano stati selezionati ad operare esattamente così.

Ma, in fin dei conti, se tu preferisci chiamare "circonferenza" l'equazione del cerchio e "patacca" l'immagine grafica del "luogo di tutti etc.": va benissimo, te lo consento.
Solo a patto, però, che tu sappia dimostrarmi in modo convincente che si tratta di due enti concettuali "diversi" e non confondibili.
Attendo le tue risposte.

Ultima modifica di Weyl : 26-02-2006 alle ore 19.35.33.
Weyl is offline  
Vecchio 26-02-2006, 19.43.04   #35
oizirbaf
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 11-01-2005
Messaggi: 168
Re: Re: Rif Weyl

Citazione:
Messaggio originale inviato da Weyl
Ma il tempo che hai perso rispondendo potevi davvero risparmiarlo.

... se gli capitavi a tiro ... ti tirava riga e compasso!
oizirbaf is offline  
Vecchio 26-02-2006, 21.49.00   #36
Melany
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 422
Io non tiro nè righe nè compassi proprio a nessuno, perchè non sono una fanatica, io. Non ho detto niente che penso io, tutto quello che ho detto NON è una mia opinione, è ciò che ho studiato. Le def delle circonferenze o di qualche cosa altro non le ho fatte io, se non fosse chiaro. Non sono un matematico nè aspiro a diventarlo, casomai siete voi in questo thread che vi state cimentando a fare non si è capito se i filosofi, i matematici o cosa lo sapete voi, quando non avete le conoscenze per farlo. Ribadisco che io non ho detto mie opinioni. Per me la discussione finisce qui.
Melany is offline  
Vecchio 26-02-2006, 22.09.37   #37
oizirbaf
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 11-01-2005
Messaggi: 168
Citazione:
Messaggio originale inviato da Melany
Io non tiro nè righe nè compassi proprio a nessuno... Per me la discussione finisce qui.

... scherzavo Melany, dai ... poi oggi è carnevale!
oizirbaf is offline  
Vecchio 26-02-2006, 22.26.21   #38
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Citazione:
Messaggio originale inviato da Melany
Io non tiro nè righe nè compassi proprio a nessuno, perchè non sono una fanatica, io. Non ho detto niente che penso io, tutto quello che ho detto NON è una mia opinione, è ciò che ho studiato. Le def delle circonferenze o di qualche cosa altro non le ho fatte io, se non fosse chiaro. Non sono un matematico nè aspiro a diventarlo, casomai siete voi in questo thread che vi state cimentando a fare non si è capito se i filosofi, i matematici o cosa lo sapete voi, quando non avete le conoscenze per farlo. Ribadisco che io non ho detto mie opinioni. Per me la discussione finisce qui.

<Brava>. Io aggiungo: neanche i tuoi “dei” hanno abbastanza conoscenze per farlo e nonostante ciò scrivono un sacco di libri e spiegano fino a che punto ci sono arrivati. E se uno partisse da 0,000000.…..1 per conto suo, che cosa ti dice che ha meno ragione di un altro?

Credo che veramente stai usando toni più o meno offensivi. (secondo il mio parere)

Ogni tanto mettici qualcosa di tuo potresti diventare più “testa tonda“ per rimanere in tema .

edali - (che saluta la gatta di Weyl )
edali is offline  
Vecchio 27-02-2006, 00.26.09   #39
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
ragazzi, cerchiamo di rispondere al tema proposto da weyl, senza perdersi in critiche sterili

epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 27-02-2006, 13.15.23   #40
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Presunzione

Citazione:
Messaggio originale inviato da Melany
Io non tiro nè righe nè compassi proprio a nessuno, perchè non sono una fanatica, io. Non ho detto niente che penso io, tutto quello che ho detto NON è una mia opinione, è ciò che ho studiato. Le def delle circonferenze o di qualche cosa altro non le ho fatte io, se non fosse chiaro. Non sono un matematico nè aspiro a diventarlo, casomai siete voi in questo thread che vi state cimentando a fare non si è capito se i filosofi, i matematici o cosa lo sapete voi, quando non avete le conoscenze per farlo. Ribadisco che io non ho detto mie opinioni. Per me la discussione finisce qui.

Mi dispiace che tu voglia concludere a questo punto la discussione.
Al contrario, sarebbe interessante, almeno per me, che tu dessi risposta alle due domande che ti ho posto.
Senza presumere, per favore, di avere di fronte degli incompetenti e degli ignoranti: se pensi che chi si dedica alla filosofia abbia conoscenze solo raffazzonate e superficiali degli argomenti di cui tratta o discetta, ti invito a riconsiderare il tuo punto di vista.
Come ripeto: ho immesso la questione della "quadratura del cerchio" in questa sezione del forum, proprio perchè questo era il "taglio" che intendevo dare alla discussione.
E, affinchè sia chiaro il punto cui desideravo arrivare, te lo chiarisco un'altra volta ancora: "come è possibile che ciò che può essere mostrato attraverso la speculazione geometrica (la quale concerne le rappresentazioni mentali visive) non possa essere risolto, se non mediante approssimazioni, attraverso il ragionamento matematico-analitico".
A corollario di ciò, naturalmente, il tentativo di fornirne delle interpretazioni.

Non si tratta di una questione di piccolo conto: poichè, come sai, lo stesso teorema di Goedel mette in evidenza qualcosa del genere.
Sulla scorta di tali riflessioni, inoltre, Penrose giunse addirittura a dimostrare l'impossibilità di una Intelligenza Artificiale auto-cosciente.
Weyl is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it