Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 01-06-2006, 10.29.25   #11
Emily
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-05-2006
Messaggi: 119
Citazione:
La semplice notazione che sul pianeta esistono più di 2 miliardi e mezzo di cristiani, non esclude l’altra verità che ve ne sono circa 3 miliardi e mezzo che non lo riconoscono. Forse la quantità di cristiani attiene più alla storia che alla spiritualità, o non vorrai farmi credere che le beghine e bigotte che affollano – forse affollavano – le Chiese ogni giorno siano tutte, senza eccezione alcuna, fedeli devote e consapevoli?

Forse quelle che tu definisci con certa superbia direi, beghine e bigotte, sono più consapevoli di te di ciò che dici essere un paradigma...magri il Dio cristiano è qualcosa di più che un paradigma...e le tue asserzioni non tengono conto di questo.
I Santi ne hanno offerto un esempio meraviglioso.
La loro vita parte come quella di tutti noi da una intensa ricerca, terminata ad un certo punto con un incontro (quello con Cristo). Ciò smentisce praticamente e non arbritariamente le tue teorie.
Basta leggere le documentazioni storiche anche solo su Goivanni Paolo II, del quale tutti, fedeli e non, hanno riconosciuto la forte intimità con Dio.
Cosa pensi a riguardo?
Sarà forse valido pensare che non "tutto ciò che è razionale è reale?"
Emily is offline  
Vecchio 01-06-2006, 10.46.22   #12
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Citazione:
Messaggio originale inviato da Emily
caro maxim se ci riesci fammelo sapere...questo te lo dico perchè ho passato una vita a spendermi dietro a questo concetto, tentare di crearmi un mio dio, a mia immagine e somiglianza.
Credo che a volte sia necessario arrivare toccare il fondo di un concetto, di un idea, per raggiungere un qualcosa che vada oltre le convinzioni e le certezze che ci siamo creati da soli......buona ricerca amici

Emily cara…tu, sei riuscita a crearti un dio a tua immagine e somiglianza!

...ed è proprio quell’immagine che stavo contestando perché tu meriti di più. Non meriti di credere in un dio che è fin troppo a tua immagine e somiglianza, non meriti di credere alle fantasiose interpretazione che comuni mortali attribuiscono ad un logos divino e che entrano in maniera prepotente nella tua vita, condizionando anche le più pure e nobili azioni dell’uomo indirizzandole ciecamente verso ideali che spesse, troppe volte sono contrari alla vita stessa.

La chiesa ha sbagliato molto…la chiesa continua a sbagliare molto. Innegabile che alcune decisioni vaticane annullino la ragione umana in virtù e nell’interesse di “fantasie” che nulla hanno a che fare con la vita del momento…con questa vita.

Quando i freni ecclesiastici all’evoluzione cedono allora la chiesa…a volte…si adegua…ma sempre troppo tardi.

Meritiamo tutti un dio che ci condizioni un po’ meno.

maxim is offline  
Vecchio 01-06-2006, 11.05.15   #13
Emily
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-05-2006
Messaggi: 119
Maxim, io questa visione della Chiesa che hai tu, ce l'ho avuta per tanti anni e combattevo controla Chiesa come la combatti tu adesso. Solo ad un certo non mi sono creata un mio dio a mia immagine e somiglianza, bensì questo Dio che tanto combattevo mi è venuto incontro col suo Amore e la sua infinita Misericordia e, proprio come successe a San Paolo sulla via di Damasco, mi ha mostrato il suo volto...di lì ho creduto e ora sono più che felice...solo che il concetto che ti volevo consegnare è questo qua:
la Parola di Dio non la possiamo cambiare noi, se è vera sarà vera sempre.
Se ciò che sostieni tu e Visechi e tanti altri è vero, allora questa Parola non sarebbe più vera ma fallirebbe...ma nella Bibbia c'è scritto molto chiaramente tutto ciò che la Chiesa deve affrontare. Nell'Apocalisse vengono profetizzate tutte le difficoltà che la Chiesa avrebbe affrontato di lì fino alla fine dei tempi....Gesù dice però che "le porte degli inferi non prevarranno contro di essa"...dopo duemila anni la Chiesa è ancora in piedi, molti ci hanno provato e continuano a provarci a distruggerla, nemmeno la democrazia che noi tanto decantiamo, ha regnato per più di duemila anni. Noi ce l'abbiamo da circa 50 anni se ci pensi bene.
Negli ultimi tempi il comunismo ha provato a distruggere Dio ma non c'è riuscito...il comunismo è caduto e ti rimando a leggere a proposito Antonio Socci "Mistero Medjugorie", in cui documenta l'intervento di Dio nella caduta del comunismo già profetizzata nelle apparizioni di Fatima da suor Lucia.
Saranno favole?? Bò chi lo sà..per me non lo sono!
Non pretendo che tu o altri mi diate ragione, solo almeno mi auguro che proviate a vedere anche che ciò che non è immediatamente evidente alla ragione può avere un significato.
Emily is offline  
Vecchio 01-06-2006, 11.42.16   #14
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Citazione:
Messaggio originale inviato da Emily
Maxim, io questa visione della Chiesa che hai tu, ce l'ho avuta per tanti anni e combattevo controla Chiesa come la combatti tu adesso.

.............................. ...............


Non pretendo che tu o altri mi diate ragione, solo almeno mi auguro che proviate a vedere anche che ciò che non è immediatamente evidente alla ragione può avere un significato.

Ciò che vedi e credi tu è comunque passato prima al vaglio della tua ragione ed il concetto partorito è il suo frutto.
La mia ragione ha partorito altri frutti ma assolutamente, ritengo di battermi contro la chiesa. Per essere sinceri provo anche un senso di infantilismo nel momento in cui per esempio, mi metto a discutere sull'esistenza dell'inferno e del paradiso.
A me piacerebbe comprendere quali meccanismi (e non nego che siano affascinanti) stiano alla base di certe credenze. Tuttavia sappi che accetto ben volentieri le credenze (chissà quante ne avrò io) ma quando queste superano ogni limite dettato dal buon senso, arrivando addirittura a minare la vita stessa allora...

...voglio capirci un pò di più!

maxim is offline  
Vecchio 01-06-2006, 12.06.54   #15
Emily
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-05-2006
Messaggi: 119
Citazione:
A me piacerebbe comprendere quali meccanismi (e non nego che siano affascinanti) stiano alla base di certe credenze

Fai bene a ricercare i meccanismi che stanno alla base di certe credenze.
Proprio da qui si inizia a porsi le domande e a ricercare le rispote. Allora ti lancio una provocazione se me lo consenti...la ragione ha un limite, evidenziato da Kant nella CRPura, quando pretende di arrivare a comprendere da dove vengano l'idea dell'anima, di Dio e del mondo. Kant ha formulato le antinomie della ragione: in sostanza la ragione trova motivazioni che sostengono sia una tesi che l'altra opposta. Dio può esistere ma può anche non esistere, il mondo può essere stato creato oppure no, l'anima c'è ma non la vediamo allora può anche non esserci.
Premesso questo: Kant dimostra che a queste domande la ragione non può rispondere. per rispondere ad esse la chiave d'accesso è un'altra, nel suo caso specifico è la fede.
La provocazione che ti lancio è: perchè non provare a chiedere direttamente a Dio la risposta alle tue domande?
O forse l'hai già fatto e non hai ottenuto risposta?
Emily is offline  
Vecchio 01-06-2006, 14.32.11   #16
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Citazione:
Messaggio originale inviato da Emily
Fai bene a ricercare i meccanismi che stanno alla base di certe credenze.
Proprio da qui si inizia a porsi le domande e a ricercare le rispote. Allora ti lancio una provocazione se me lo consenti...la ragione ha un limite, evidenziato da Kant nella CRPura, quando pretende di arrivare a comprendere da dove vengano l'idea dell'anima, di Dio e del mondo. Kant ha formulato le antinomie della ragione: in sostanza la ragione trova motivazioni che sostengono sia una tesi che l'altra opposta. Dio può esistere ma può anche non esistere, il mondo può essere stato creato oppure no, l'anima c'è ma non la vediamo allora può anche non esserci.
Premesso questo: Kant dimostra che a queste domande la ragione non può rispondere. per rispondere ad esse la chiave d'accesso è un'altra, nel suo caso specifico è la fede.
La provocazione che ti lancio è: perchè non provare a chiedere direttamente a Dio la risposta alle tue domande?
O forse l'hai già fatto e non hai ottenuto risposta?

Non a caso prima ti ho detto che le tue valutazioni sono comunque passate sotto i ferri della ragione…

Ma…

..se proprio tiri in ballo Kant (del quale non condivido la rapida soluzione alla non risposta ragionevole) mi par di ricordare che secondo lui è la morale a fondare la religione e non viceversa, pertanto la fede religiosa viene postulata per soddisfare le legittime attese dell’uomo in virtù della SUA legge morale….il che mi pare in netto contrasto con la tua religione.

Sul fatto che dio possa esistere, io per primo ti rispondo…
Si…dio potrebbe esistere per il fatto che…in riferimento alla tua provocazione…quelle risposte mi sono state date in maniera chiara, ragionevole, trasparente, sincera e coerente.

Dio potrebbe esistere ma non senz’altro nella maniera in cui l’immagini tu…quello esiste solo per te…e per altri 2,5 ML di fedeli.

maxim is offline  
Vecchio 01-06-2006, 15.55.58   #17
S.B.
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2006
Messaggi: 486
Secondo me il problema principale è che le religioni sono state create o comunque modellate dall'uomo, che ovviamente ha cercato di 'dare un volto' alla divinità, cercando sempre più particolari, per crearsi un Dio a proprio piacimento.
Secondo me l'errore è qua.
E' questo che crea il contrasto religione-scienza, quando invece questo non dovrebbe essere.
Io credo in Dio ma non mi sento di seguire nessuna religione, nessuna di quelle che conosco mi soddisfa, io credo che Dio sia tutto, in quanto Dio è perfezione assoluta e la perfezione è anche equilibrio e cosa c'è di più perfetto ed 'equilibrato' del tutto?...
A questo punto sono in grado di superare i contrasti tra Dio e scienza, anzi a questo punto non ce ne sono proprio perchè Dio è anche la scienza...
Forse è solo un mio tentativo di giustificare la presenza di Dio perchè da un lato non posso rinnegare la scienza e dall'altro non voglio rinnegare Dio, ma comunque è la cosa migliore che riesca a pensare...
S.B. is offline  
Vecchio 01-06-2006, 17.31.11   #18
Emily
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-05-2006
Messaggi: 119
Citazione:
on a caso prima ti ho detto che le tue valutazioni sono comunque passate sotto i ferri della ragione…

Ciò che mi interessava farti notare di Kant è che la ragione ha dei limiti di fronte a questi argomenti.
Citazione:
Dio potrebbe esistere ma non senz’altro nella maniera in cui l’immagini tu…quello esiste solo per te…e per altri 2,5 ML di fedeli.

Io non ho mai negato che qui siamo in un forum e ognuno mette in ballo le proprie opinioni. Per carità!
Torniamo al punto di partenza: Dio per te non esiste così come lo intendo io! Giusto? Mi domando come te lo immagini tu Dio? Dici che potrebbe esistere...va bene...a me personalmente non ha mai soddisfatto più di tanto il fatto che Dio potrebbe esistere...la mia domanda era che, se Dio esiste, io volevo sapere da Lui se mi ama!
Questo è il mio povero pensiero Maxim. Di questo ho fatto eperienza io e forse altri 2ML500fedeli....
L'amore non si trova con gli occhi della ragione ma col cuore. L'Amore è frutto di un incontro.
Questo è il mio Dio, il Dio che incontro ogni giorno nella preghiera, lo stesso Dio che incontro nel volto di chi soffre, degli anziani abbandonati al ricovero, degli oppressi dalla società, nelle case famiglia che ospitano ragazze tolte dalla strada. E quando riesco a donar loro quell'amore che sento non appartenermi ma che viene riversato in me nell'Eucaristia e nella preghiera, posso solo che ringraziarlo perchè mi ha salvato dalla schiavitù in cui trovavo: l'egoismo e la morte spirituale di una vita vissuta senza senso.



Ultima modifica di Emily : 01-06-2006 alle ore 17.33.21.
Emily is offline  
Vecchio 01-06-2006, 18.19.02   #19
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
... e che consideri "feccia" come consideri "feccia" chi vive così...
dando della "feccia" a quello che eri tempo addietro?
questo per te significa aver "compreso" o essere tuttora "divisa"?

ti chiedo:
sai vedere dio anche nel tuo peggior nemico e quindi amarlo?
(provocazione)

ciao
turaz is offline  
Vecchio 01-06-2006, 18.35.15   #20
Emily
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-05-2006
Messaggi: 119
Io non considero gli altri "feccia" e su questo ho già chiesto scusa per aver espresso un concetto in modo inopportuno e poco evangelico..come diceva Nicola non credo che sia giusto pensare male del mio passato, perchè è a quello che mi stavo riferendo.
Sulla seconda cosa e cioè sul vedere Dio nel peggior nemico per me equivale a perdonare chi mi fa del male o mostra ostilità nei miei confronti. Ti dico che per il perdono lo ritengo un dono di Dio e quando mi trovo in difficoltà, come è già successo, ho chiesto in preghiera questa grazia e nella confessione ho trovato giovamento...ho compreso che si può perdonare anche le più gravi offese se si mette questa ferita nelle mani di Dio .. e ti dirò di più...grazie al perdono concesso senza chiedere nulla in cambio, ho visto rifiorire la fede in una persona che ora ha deciso di seguire Cristo lasciando tutte le sue ricchezze terrene.
Ma forse ci dobbiamo qui attenere al 3d se no il moderatore ci riprende di nuovo

Ultima modifica di Emily : 01-06-2006 alle ore 18.37.37.
Emily is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it