Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 09-01-2015, 11.12.43   #21
jolly666
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-11-2014
Messaggi: 168
Riferimento: Sì può essere felici senza amore??

Cercherò di rispondere alle vostre domande e vi ringrazio sempre per l'interesse alla mia discussione..
Uno di voi mi domandava perché se io assisto mia madre che sta per morire, dovrei pensare che sto facendo del male o potrebbe nascere del male, rispondo nuovamente che le persone fanno il bene a fin di bene ma non valutano cge il bene è la conseguenza del male, qual'è il male che ne sta nascendo da questo esempio citato da te, che stai dando un ulteriore attaccamento alla vita, facendogli soffrire di più il trapasso, più cose si lasciano, e più le persone soffrono la morte, più cose a cui attaccarsi gli diamo e più l'attesa sarà dura da accettare, ripeto dal bene ne nasce solo il male.
Un altra persona mi diceva checcosì è come stare fermi, io rispondo se abbiamo un automobile, che nel contachilometri va da 0 a 100 il minimo e il massimo, dove zero è l'odio e 100 è l'amore, io semplicemente cammino tra 30 km orari e 70 km orari, non sto fermo semplicemente non spingo la macchina al massimo pperché dopo 100 viene lo 0, quindi se decido di spingere la macchina al massimo, potrebbe fermarsi, ma questo non perché o paura di soffrire, perché non voglio odiare e quando o provato amore o provato anche odio..anche perché non nuoce solo a me ma anche a gli altri..ho capito che odio e amore bene e male sono interconness, ma la cultura piena di preconcetti ci a insegnato ad adottare un atteggiamentoin cui la macchina va spinta al massimo altrimenti non ti godi la vita, ma non è cosi, queste cose servono solo a creare disuguaglianze, assare da un eccesso all'altro provoca gravi disuguaglianze, ricco e povero bene e male odio e amore..ma ripeto la nostra cultura ci insegna questo facendoti credere che potremmo essere tutti ricchi o che potrebbe esistere solo amore nel mondo, non è affatto vero..
Un altra persona mi diceva che cosìeècome rinunciare di sedermi a tavola, io rispondo no iio misiedo ma a differenza tua non do abbracci a quello a destra e non do occhiate a quello a sinistra, pperché controllo i miei sentimenti, cerco di non provare amore per quello a destra e cerco di non provare odio per quello a sinistra..in pratica non sono più i sentimenti a governare me, ma io governo i miei sentimenti e questo può avvenire solo se ti allontani dagli eccessi che per cultura ci hanno insegnato a non farlo ma invece a godere li in pieno..per meeè sbagliato e fortunatamente l'ho capito... ..
jolly666 is offline  
Vecchio 09-01-2015, 20.52.51   #22
Galvan 1224
Nuovo ospite
 
L'avatar di Galvan 1224
 
Data registrazione: 30-01-2014
Messaggi: 189
Riferimento: Sì può essere felici senza amore??


Uno di voi mi domandava perché se io assisto mia madre che sta per morire, dovrei pensare che sto facendo del male o potrebbe nascere del male, rispondo nuovamente che le persone fanno il bene a fin di bene ma non valutano cge il bene è la conseguenza del male, qual'è il male che ne sta nascendo da questo esempio citato da te, che stai dando un ulteriore attaccamento alla vita, facendogli soffrire di più il trapasso, più cose si lasciano, e più le persone soffrono la morte, più cose a cui attaccarsi gli diamo e più l'attesa sarà dura da accettare, ripeto dal bene ne nasce solo il male.



Uno di quelli (Galvan) ti risponde:

come dicevo con le parole si possono dire tante cose… ma anzitutto sarebbe bene intenderle per quanto hanno espresso, rispettando soggetti reali e grammaticali.

L’esempio dell’assistenza a un familiare (che la tua fantasia ha posto innanzi a una morte imminente… nient’affatto, mi auguro ancora per tutti gli anni che le saranno concessi) riguarda il sottoscritto che ha condiviso una propria semplice riflessione scaturita dalla tua valutazione sul bene e sul male.

Sulla quale non entro nel merito perché mi è difficile pensare che di fronte a una situazione che esige una risposta immediata, si possa restar colà a ponderare (valutare) cosa sia bene e cosa sia male.

Un essere umano agisce o non agisce, accettandone le conseguenze nei due casi.
Prima di Natale ero con degli amici (ben lontano da casa) con i quali avrei trascorso un paio di giorni, quando telefonando a mia madre l’ho sentita confusa e sofferente.
Ho immediatamente prenotato il viaggio di ritorno col primo treno disponibile, salutando le persone con cui mi trovavo che mi han confortato e supportato.
Fortunatamente è andato tutto bene… secondo il mio punto di vista, ovviamente.

Il nome, caro jolly666, ha la sua importanza, foss’anche un nike o uno pseudonimo.
Chiamandoci per nome riduciamo (di poco) la distanza, che rimane comunque smisurata e (specie telematicamente) ci impedirà di poter abbracciare quello a destra e gettar un’occhiata a quello di sinistra.
Ma questo è un altro discorso... che rischia di condurci verso un sentimento pericoloso…

(ps- ho trovato queste faccine... che saran mai? )
Galvan 1224 is offline  
Vecchio 09-01-2015, 23.01.30   #23
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: Sì può essere felici senza amore??

Citazione:
Originalmente inviato da jolly666
Ciao ragazzi, grazie per l'interesse al mio post..
Ho visto che vi domandavate cosa intendo quando dico, ha migliorato la mia qualità di vita ma peggiorato quella sentimentale, migliorato la qualità della vita perché non rincorrono cose immaginarie come la felicità, ho smesso di vedere il mondo come lo è stato sempre descritto pieno di pregiudizi e preconcetti che ti sballottolano a destra e sinistra, bianco o nero. Controllando i miei sentimenti e questo sono riuscito a farlo solo quando mi sono allontanato dai preconcetti e dalle persone che mi coinvolgevano sentimentalmente, mi mantengo in una posizione diciamo di mezzo dove non provi odio o amore o felicità o tristezza, ma semplice serenità, questa serenità mi porta a condurre una vita più equilibrata in tutti i sensi ecco perché ha migliorato la mia qualità di vita, ma questo avviene se non ti abbandoni hai sentimenti ed ecco perché dico ha peggiorato quella sentimentale, mantenersi in questo stato di equilibrio comporta allontanarti da persone che ti coinvolgono sentimentalmente alle quali potresti provare amore, e come detto prima se provi amore è probabile che poi provi odio e ritorneresti ad essere di nuovo nella ruota del criceto creata dall'uomo che ti va vedere il mondo in bianco e nero insegnandoti a rincorrere l'amore, tipo che come conseguenza non ha l'odio, se esiste l'odio e perché esiste l'amore, se esiste la tristezza e perché esiste la felicità..io ho capito questo e cerco di controllarmi e vengo visto dalle persone come un extraterrestre ..
jolly la vita e' tua e fai bene a fare quello che ritieni . L'unica cosa che ha senso dire qui e' per me questa visto che siamo in psicologia : qualsiasi cosa tu faccia o qualsiasi cosa tu ottenga dalla vita non può ' essere e non è' mai a costo zero . Nel tuo caso va detto che la volontà spinta dalla ragione non ha potere assoluto sul sentimento . Certo con la volontà' e con sforzo , probabilmwnte neppure eccessivo considerata la tua conformazione e la tua indole , puoi decidere di esercitare un controllo sul sentimento ma quello che rimuovi non sparisce , non viene annullato ma viene solo rimosso . In psicologia la rimozione di una funzione ed il prevalere di un'altra delle facoltà della psiche , il pensiero , a scapito di quella opposta , il sentimento appunto , e' un delle cause della nevrosi . A tutti in un modo o nell'altro capita quello che racconti tu , specie in età in cui si sta ancora costruendo allorché si sfruttano appieno le proprie migliori inclinazioni : si fa prevalere una facoltà della mente , quella verso cui siamo predisposti a scapito di quella opposta . E tutto fila liscio anzi con successo , fino ad un certo punto . Fino a quando tutto il materiale e le forze psichiche rimosse , cioè nascoste nell'onconscio non emergono prepotentemente in forme varie : depressione , infantilismo sentimentale ecc con la conseguente crisi che ciascun uomo , per i motivi che ho in sintesi estrema descritto si trova a dover affrontare . Tutto qua solo uno spunto . Fosse facile accantonare e star bene saremmo in un altro mondo , molto più triste .
nikelise is offline  
Vecchio 10-01-2015, 01.27.15   #24
vanina
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 22-04-2014
Messaggi: 268
Riferimento: Sì può essere felici senza amore??

Scusate... non voglio improvvisarmi avvocato d'ufficio di Jolly (che non ne ha bisogno) , ma è che (come già detto) vivo molto sentitamente la sua stessa "causa".

Anzi, spero vorrà correggermi lui stesso se mi fossi soltanto illusa di averlo inteso e , invece, lo avessi equivocato in qualche passaggio.

Jolly (nella mia lettura) NON ha escluso dalla propria vita l'Amore (malgrado il titolo).
Come può dirsi che abbia escluso l'Amore dalla propria vita chi si prefigge di essere più lucido ed equilibrato (ad esempio e come da lui stesso scritto) nel dare al suo prossimo un consiglio che sia tale o un aiuto che sia tale, e non viziato da un rapporto vissuto come PREFERENZIALE E PRIVILEGIATO (reale o ideale) viziante l'ottica

Jolly (nella mia lettura) ha escluso dalla propria vita - qui ed ora, peraltro - semplicemente quello che non saprei definire se non come "amore passionale".
Ma...solo quello, e persino (direi io) in funzione di un Amore più autentico e più esteso!

Mi permetto di aggiungere una considerazione del tutto personale : quando leggo Jolly mi viene istintivo scindere la sua intuizione rispetto alla sua teorizzazione a supporto.
La teorizzazione (sincera ) non persuade neanche me.
L'intuizione, invece, trovo sia ...addirittura indiscutibile.

Cercando di essere il meno noiosa possibile : che l'amore passionale si riveli ...non di rado...patetico calesse...non è mistero per nessun adulto che nell'ammmore abbia creduto e che abbia avuto la Fantasia e Fortuna di poterlo esperire in piena autonomia (direi che la possibilità di verificarlo come calesse è addirittura direttamente proporzionale alla libertà VISSUTA-ESPERITA di ...aver voluto viverlo come Obiettivo Essenziale, o no? ) .
Che il calesse...in attesa di palesarsi tale (per chi ha il Fegato e anche gli Occhi per ammetterlo) ...scarrozzi un po' qua e un po' là, e non necessariamente in direzione etica,...anche questo è noto alla media degli adulti che hanno intensamente vissuto .
Forse sarebbe il best-seller più facile da editare quello che si limitasse alla semplice ricognizione dei crimini consumati "in nome dell'ammmmore passionale"(che ha come unico concorrente di pari "dignità" l'ammmore per un credo religioso, ma...- e tanto per confermare - pure questo...passionale è , a livello di Crociata o di Isis o chissà cosa ancora).
Infine, riguardo alla Intelligenza che io vedo nell'intuizione di Jolly, c'è che ... penso che la sua intuizione sia sostanzialmente gemella di quella che all'Illuminato Clero Cattolico (detto senza alcuna ironia) consigliò l'imposizione del celibato (e nubilato) per i consacrati...

vanina is offline  
Vecchio 10-01-2015, 09.34.14   #25
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: Sì può essere felici senza amore??

Citazione:
Originalmente inviato da vanina
Jolly (nella mia lettura) NON ha escluso dalla propria vita l'Amore (malgrado il titolo).
Come può dirsi che abbia escluso l'Amore dalla propria vita chi si prefigge di essere più lucido ed equilibrato (ad esempio e come da lui stesso scritto) nel dare al suo prossimo un consiglio che sia tale o un aiuto che sia tale, e non viziato da un rapporto vissuto come PREFERENZIALE E PRIVILEGIATO (reale o ideale) viziante l'ottica

Jolly (nella mia lettura) ha escluso dalla propria vita - qui ed ora, peraltro - semplicemente quello che non saprei definire se non come "amore passionale".

Tocca approfondire ( lo dico a me stesso ) questo aspetto considerando alcune questioni tecniche .
C'e' chi dice , lasciamo per il momento chi lo dice , non e' importante quanto il contenuto di cio' che dice che il sentimento e' una funzione razionale della psiche , sottolineo razionale , che risponde alla domanda : CHE VALORE HA QUELL'OGGETTO/ SOGGETTO PER ME ?
Questa funzione si contrappone , e' opposta , alla funzione pensiero che risponde alla domanda CHE COSA E' QUELL'OGGETTO PER ME ?

Le altre funzioni sono la sensazione che consente di percepire che un' oggetto / soggetto e' e l'opposta , l'intuizione che in qualche modo svela che possibilita' , che implicazioni ha nel tempo , nel futuro , un oggetto/ soggetto per me .
Ora , perche' Tu limiti la portata del discorso di JOLLY all'amore passionale ridimensionato, eliminato , perche ci vedi solo questo ( domanda concreta a Te )?
In questo modo si da' un taglio al discorso che lo limita all'intensita' delle modalita del sentimento che viene rimosso mentre jolly e qualsiasi altro che fa come lui , ritengo ,rimuova non solo una modalita' ma l'intera funzione sentimento e cio' inevitabilmente per il prevalere della funzione sentimento .
Non si tratta solo di fare l'amore con intensita' 70 per cento anzicche' 100 per cento ma anche di andare a cena in due al 70 per cento , telefonare all'altro con desiderio 70 per cento , discutere con intensita' 70 per cento , progettare al 70 per cento ecc. e dico 70 per cento per essere generoso . io credo che un sentimento non possa essere modulato a piacere ....ben presto scade , scema a percentuali prossime allo 0 .
Dunque siccome non possiamo evitare il rapporto con l'altro : soggetto / oggetto che sia , c'e' da chiedersi se vi sia consapevolezza di questa rimozione della funzione sentimento a favore della sua opposta pensiero e delle sue conseguenze a lungo andare ;
o se invece Jolly sia gia' molto avanti alla soluzione di questa matassa ingarbugliata verso una sintesi tra le funzioni , che ha un suo percorso difficile , lungo laborioso che necessita del coinvolgimento delle altre funzioni sensazione ed intuizione .
Mi rendo conto che e' un po' difficile ma forse non troppo .
Pero' forse forse utile .
PS . Il parlare di amore / odio.... uno che sfocia nell'altro ecc. di queste dualita' mi farebbe pensare ad un percorso ancora da compiere ma non e' detto .

* Correggo a metà post va letto : ' per il prevalere della funzione pensiero ' non sentimento !!! Scusate

Ultima modifica di acquario69 : 10-01-2015 alle ore 12.09.06.
nikelise is offline  
Vecchio 10-01-2015, 15.23.30   #26
jolly666
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-11-2014
Messaggi: 168
Riferimento: Sì può essere felici senza amore??

Ciao ragazzi, scusatemi ma negli ultimi commenti non ho capito bene cosa intendete dire, quindi se la mia risposta sarà sbagliata chiedo scusa in partenza...per Vanina, non ho mai risposto a ciò che hai scritto tu nei commenti solo perché ho visto che sei l'unica che in certo qual senso stai capendo di cosa parlo..e soprattutto l'ho capito, perché hai capito che il mio discorso non si basa di governare i sentimenti totalmente è impossibile, di governare gli eccessi dei sentinenti, poi devono essere le persone stesse, visto che eè anche un po soggettivo, a capire cosa si intende per eccessi, Vanina ha capito, che sarebbe assurdo non provare amore in generale, e che quando parlo d'amore e logico che parlo degli eccessi della sua manifestazione, rivolto a Nikilise, ecco perché ho fatto l'esempio del 70%, me lo godo al 70%, non mi lascio andare al 100% che rappresenta l'eccesso, quel momento in cui, la razionalità va a farsi un bagno, dove arrivato ad un certo punto non riesci a lasciare una persona anche se ti fa del male, questo avviene perché le persone si abbandonano agli eccessi dei sentimenti,al 100%, ma questo ripeto perché per cultura ci è stato insegnato così, soprattutto in argomenti come amore, io ora non lo faccio più, ma prima lo facevo,, ora che non lo faccio e mi fermo in tempo riesco ad essere più lucido nei ragionamenti, e ho anche una visione del mondo più accurata focalizzata, prima governato dagli eccessi dei sentimenti lo vedevo offuscato, perché erano i sentimenti che mi offusca vano la visuale, ero di parte nei confronti delle persone che amavo, non avevo una visione lucida, ora mi fermo ad un certo punto, è mi mantengo in questo stato, quindi come ho detto non mi godo la felicità di camminare a 100 km orari ma cammino a 70 km orari e sono più prudente, e riesco a vedere di più il paesaggio, visto che cammino più piano...dovete capire che gli esempi che faccio tipo macchina che va a 100 km orari, sono solo cose per cercar di far capire il concetto visto che è difficile da spiegare... potrei farne un altro di esempio se mi bevo tre bicchieri mi innamorò di quella persona totalmente, me ne bevo due di proposito, prima anche 4, anche questo è solo un esempio per far capire, poi bisogna lavorare di fantasia per capire cosa intendo..e questo vale anche con il bene è il male, ho risposto all'esempio fatto dal ragazzo Gualdi mi sembra che si chiama, altrimenti si offende se lo chiamo solo ragazzo, l'ho fatto perché pultroppo a te ho risposto per esperienza personale...quando ti ho detto che stando gli troppo vicino gli dai un ulteriore attaccamento alla vita, ricorda sto dicendo molto vicino non vicino, vicino è il 70% di cui parlo, troppo vicino e il 100%...pultroppo dal bene nasce il male quindi stiamo attenti a non dare troppo bene...Nelle vita finalmente ho capito cos' è l'equilibrio...Forse questo intendono gli psicologi, quando dicono che ci vuole un equilibrio interiore tra cuore e mente, il non far prevalere l'uno a l'altro, che è quello che mi sento che sto facendo in questo momento...controllo sia l'uno che l'altro èproprio pperché non mi abbandono a godermi i sentimenti al 100%...
jolly666 is offline  
Vecchio 10-01-2015, 20.44.26   #27
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Sì può essere felici senza amore??

@jolly666


Ma se il principio dell'amore condiviso con e per un altro essere è proprio il consegnarsi totalmente (l'amare da morire per capirci), quello al 70%, o controllato come tu affermi, chiamalo come vuoi ma non è amore, è un amore a contratto di convenienza, un amore opportunistico, in sintonia con le coppie che oggi si sposano, giurano d'amarsi totalmente, fino a che morte non li separi, ma poi dietro al certificato di matrimonio firmano la clausola della separazione dei beni, 'sai com'è, fidarsi è bene non fidarsi è meglio'.

Quindi la felicità e la serenità che ne scaturisce è ambigua, perché viziata dal non consegnarsi totalmente, dal preferire il piacere egoistico a quello della complicità, della complementarietà piena di coppia.


--------------------------------------------------------------------------------------------

** scritto da vanina:

Citazione:
Infine, riguardo alla Intelligenza che io vedo nell'intuizione di Jolly, c'è che ... penso che la sua intuizione sia sostanzialmente gemella di quella che all'Illuminato Clero Cattolico (detto senza alcuna ironia) consigliò l'imposizione del celibato (e nubilato) per i consacrati...


Il celibato (e nubilato) del clero cattolico è sposalizio, amore totale, con il trascendente (la Chiesa, la Croce, lo Spirito Santo), passione completa (il martirio è l'apice della sua realizzazione, un matrimonio riuscitissimo per capirci!), niente a che vedere con fifty/fifty o relazioni simili.




Pace&Bene
Duc in altum! is offline  
Vecchio 11-01-2015, 01.24.46   #28
laryn
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 14-07-2014
Messaggi: 134
Riferimento: Sì può essere felici senza amore??

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
@jolly666


Ma se il principio dell'amore condiviso con e per un altro essere è proprio il consegnarsi totalmente (l'amare da morire per capirci), quello al 70%, o controllato come tu affermi, chiamalo come vuoi ma non è amore, è un amore a contratto di convenienza, un amore opportunistico, in sintonia con le coppie che oggi si sposano, giurano d'amarsi totalmente, fino a che morte non li separi, ma poi dietro al certificato di matrimonio firmano la clausola della separazione dei beni, 'sai com'è, fidarsi è bene non fidarsi è meglio'.

Quindi la felicità e la serenità che ne scaturisce è ambigua, perché viziata dal non consegnarsi totalmente, dal preferire il piacere egoistico a quello della complicità, della complementarietà piena di coppia.
Pace&Bene

Bisogna dire che il pensiero di @jolly666 del 70% piuttosto che il 100% dell'amore offerto è affetto da calcolo in difetto, un modo incompleto di godere l'amore, al punto, come dici, da apparire rapporto di convenienza. Su questo ti do ragione. Lui parla di un amore da non godere in toto, verso il quale rimanere guardinghi, timorosi, prevenuti. Secondo lui meglio amare meno, con meno intensità, che subire una delusione dalle conseguenze dannose.
Io sono invece del tuo parere, che vuole che ci si consegni totalmente all'amore, godendolo appieno, senza restrizione sentimentale alcuna.

Sono invece d'accordo sul fatto che un pò di prevenzione potrebbe risultare, dopotutto, utile. Ciò non dovrebbe inficiare il fatto di darsi tutto/a all'esplosione amorosa, senza riserve, quanto più a lungo è possibile nel tempo, forse per la vita.

Dire che l'amore dura una vita, peggio ancora eterno, equivale ad una dichiarazione impossibile da dimostrare. Può essere che per alcuni sia un traguardo che si concretizza, per molti altri no.
L'amore eterno non dovrebbe essere un dogma, una verità assoluta... può venire meno in ogni istante e per una qualunque ragione.
Se ciò è vero, come è vero, allora ha senso il ricorso ad un certo grado di prevenzione, non verso l'amore (che dovrebbe essere totale), ma verso l'eventualità che esso possa cessare e ci si trovi, ohimè, ad essere cornuti e bastonati, sentimentalmente e economicamente.
laryn is offline  
Vecchio 11-01-2015, 18.19.04   #29
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: Sì può essere felici senza amore??

Si può' certo vivere senza amore ma proprio perché l'amore e' indivisibile a differenza dell'odio : si può odiare un po' al 30 per cento ma non si può amare in percentuale ridotta rispetto al 100 . Cercavo altri sentimenti indivisibili e ho trovato , credo , la pietà' . Si può avere un po' di pietà' , no non credo ma si può avere più o meno indifferenza che sembra essere il suo opposto . Dunque si può vivere con zero amore ma non con amore al 30 per cento o al 70 per cento . Questo credo perché il sentimento d'amore quando e' diretto su un oggetto / soggetto , ad un certo punto espande , allarga , si allarga a dismisura mentre per qualche motivo l'odio o l'indifferenza restano confinati all'oggetto/ soggetto e con sfumature diverse . Altri sentimenti con questa caratteristica di indivisibilita' per ora non ne ho trovati . Siete d'accordo su questo intanto ?
nikelise is offline  
Vecchio 11-01-2015, 23.46.38   #30
laryn
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 14-07-2014
Messaggi: 134
Riferimento: Sì può essere felici senza amore??

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise
Si può' certo vivere senza amore ma proprio perché l'amore e' indivisibile a differenza dell'odio : si può odiare un po' al 30 per cento ma non si può amare in percentuale ridotta rispetto al 100 . Cercavo altri sentimenti indivisibili e ho trovato , credo , la pietà' . Si può avere un po' di pietà' , no non credo ma si può avere più o meno indifferenza che sembra essere il suo opposto . Dunque si può vivere con zero amore ma non con amore al 30 per cento o al 70 per cento . Questo credo perché il sentimento d'amore quando e' diretto su un oggetto / soggetto , ad un certo punto espande , allarga , si allarga a dismisura mentre per qualche motivo l'odio o l'indifferenza restano confinati all'oggetto/ soggetto e con sfumature diverse . Altri sentimenti con questa caratteristica di indivisibilita' per ora non ne ho trovati . Siete d'accordo su questo intanto ?

Tutti i sentimenti sono indivisibili, perchè non ne conosciamo l'ampiezza, l'altezza, la profondità, il volume... sull'ipotetica scala dei valori non sappiamo dove si colloca lo zero e dove la misura massima.
laryn is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it