Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 23-10-2003, 13.03.02   #21
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da Vi@nne
I dati di fatto però danno ragione a me!
Il 90% della rottura dei matrimoni è per colpa del tradimento da parte degli uomini.
Non sto generalizzando per nulla, sto ascoltando quello che succede tutti i giorni. I valori? Cosa sono? I figli? Dei pacchetti da sistemare e vedere la domenica. Uomini che inseguono la sindrome di Peter Pan...tanti...troppi...
Anche le donne lo fanno, certo, ma sono la minoranza credimi.
Nessuno si separa per il tappo del dentifricio...
Ciao




beh se ci basiamo sui fatti non e proprio cosi ,te ne assicuro poi se le tue esperienze personali sono verso quella tendenza puo anche essere pero non e detto che sia cosi ....
per quanto mi riguarda le persone che conosco che si sono separate sono al 50 %
bomber is offline  
Vecchio 23-10-2003, 21.30.31   #22
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
Se il 90% degli uomini tradisce, con chi tradisce se non con un pari numero di donne? Quindi, come fanno ad essere solo il 10% di donne a tradire? Non sono molto forte in matematica ma qualcosa non quadra...
Ok, magari il 5% di questi va con omosessuali, ma gli altri 85%?

Mha....
Attilio is offline  
Vecchio 23-10-2003, 21.49.36   #23
Vi@nne
Ospite abituale
 
L'avatar di Vi@nne
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 299
Forse non mi sono spiegata bene, volevo dire che il 90% degli uomini tradiscono la moglie, non con 90 donne sposate!
Ci sono tante donne libere o separate!
Tutto qua!
Spesso uomini di 50 anni lasciano la moglie per mettersi con trentenni, libere...
Ciao
Vi@nne is offline  
Vecchio 23-10-2003, 23.27.01   #24
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da Vi@nne
Forse non mi sono spiegata bene, volevo dire che il 90% degli uomini tradiscono la moglie, non con 90 donne sposate!
Ci sono tante donne libere o separate!
Tutto qua!
Spesso uomini di 50 anni lasciano la moglie per mettersi con trentenni, libere...
Ciao





mah secondo me le statistiche che hai preso sono un po alterate...
ma dove le hai prese???
cmq io ne ho conosciuto molto di ragazzi o uomini che sono stati traditi ....
un mio amico un giorno va a casa e non trova la moglie ,gira per casa ce la figlia di 4 anni che dorme nel letto , aspetta la moglie fino a sera ma non ariva la tipa e scappata di casa per andare a vivere con un altro lasciando a casa la figlia ....
questo e un comportamento serio ???
e poi non e l unico ...
se anche fosse che le donne mollano di piu gli uomini non sempre pero e segno di maturita...
bomber is offline  
Vecchio 26-10-2003, 16.47.51   #25
simo
Ospite
 
L'avatar di simo
 
Data registrazione: 19-10-2003
Messaggi: 15
io provo a darti una risposta... ma non prometto sia giusta o comunque intelligente... Se io avessi un problema, magari un problema che fa soffrire, ma non necessariamente importante dal punto di vista non proprio, me lo terrei così com'è al posto di provare a cercare una soluzione se fossi consapevole che la risposta che riuscirei a trovare non procurasse miglioramenti... certo forse miglioramenti si posso comunque ottenere, qualsiasi sia la base da cui si parte... ma se questo problema ha regnato su di me x molto tempo...finire per perdere la speranza... senza mai smettere di soffrire...magari anche per volontà mia
simo is offline  
Vecchio 31-10-2003, 00.34.34   #26
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da simo
io provo a darti una risposta... ma non prometto sia giusta o comunque intelligente... Se io avessi un problema, magari un problema che fa soffrire, ma non necessariamente importante dal punto di vista non proprio, me lo terrei così com'è al posto di provare a cercare una soluzione se fossi consapevole che la risposta che riuscirei a trovare non procurasse miglioramenti... certo forse miglioramenti si posso comunque ottenere, qualsiasi sia la base da cui si parte... ma se questo problema ha regnato su di me x molto tempo...finire per perdere la speranza... senza mai smettere di soffrire...magari anche per volontà mia


come perdere la speranza???
bomber is offline  
Vecchio 31-10-2003, 12.10.09   #27
simo
Ospite
 
L'avatar di simo
 
Data registrazione: 19-10-2003
Messaggi: 15
Prendo come esempio quello che ha scritto Vi@nne. Una coppia che non va d'accordo da diverso tempo, decide di non separasi, perchè comunque anche solo il divorzio porterebbe a molti problemi, che poi possono aggravare anche quelli che si avevano prima...Forse utilizzare il termine "speranza" non è corretto, però, anche se non puoi abituarti a tutto quello che sta succedendo all'interno della vita di questa coppia, inizi un pò a considerare "normale"o scontato tutto questo. Questo non vuole assolutamente dire che tu non hai più reazioni di fronte a...che ne so: liti..ma solo che comunque la speranza che una volta avevi di risolvere le incomprensioni va sempre a diminuire...a volte anche sparendo.. Sono riuscita a spiegarmi o ho scritto solo cose senza senso?

Un bacio a tutti
simo is offline  
Vecchio 10-11-2003, 17.10.48   #28
moni
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-11-2003
Messaggi: 78
Re: i problemi che non voglio risolvere...

Citazione:
Messaggio originale inviato da bomber
i problemi della mia vita che pero rimangono sempre quelli ....questa frase sarebbe adatta a tante persone che in vita ho conosciuto ...
ovvero il prototipo della persona che ha un sacco di problemi pero non li vuole risolverli neppure se la fanno tanto soffrire ...
mi sono sempre chiesto come mai queste persone preferiscono soffrire piuttosto che cercare di risolvere questi problemi .....

...

Si vedono tante situazioni.. e chissà come mai noi nelle situazioni degli altri avremmo agito sempre in un altro modo e ovviamente gli altri nei nostri panni avrebbero fatto altro... Che siamo tutti scemi??

Sia chi decide di accettare il male che ha, sia chi decide di ribaltare l'attuale situazione per un qualcosa di diverso.. entrambi hanno fatto una scelta. Entrambi si stanno assumendo un rischio.. la differenza può essere totale o nulla... perchè per chi rimane nella situazione negativa... male ci sta e male ci starà... Chi cerca di cambiare qualcosa può essere che vada a star peggio, come può essere che vada a rinascere.

Dipende sempre da quanto noi vogliamo giocarci. Da quanto amiamo rischiare, ma soprattutto da quanto possiamo agire solo per noi stessi... o dobbiamo fare i conti con altri.

Se la situazione riguarda solo me e eventualmente un mio compagno.. dico... "così come siamo ora lo sto prendendo in giro, Ci do un taglio. Sicuramente entrambi possiamo trovare di meglio".
Se ci sono di mezzo figli... il discorso si moltiplica.. perchè si sa sono loro poi alla fine che portano via le conseguenze peggiori. Checchè se ne dica sul fatto che piuttosto che vivere in una non-famiglia è meglio vivere in altre enne famiglie poi..... (nate da altre convivenze di madre e padre...)
Se riguarda il cambiamento di un lavoro la stessa cosa... se sei da solo rischi sulla tua pelle.. se hai famiglia metti in bilico tutti e quindi ti fermi...e spesso ti trovi a vivere una giornata di nulla... perchè il lavoro ... ci condiziona parecchio e spesso portiamo a casa frustrazioni e delusioni... sfogandole poi ovviamente con chi ci apre la porta la sera...

insomma non è per niente facile. Tutti per un motivo o per un altro nella vita scendiamo a compromessi.. penso che nessuno viva a 360° super felice... (magari sì...buon per lui...)

anche io pur avendo spesso e volentieri ribaltato la mia vita.. mi ritrovo a scendere a compromessi... Ci sto bene?...Bah.. per niente... però non permetto al compromesso di "vincermi"...

su questo sono molto "categorica".

E poi... cerco di portare risate nella mia vita, cerco di non prendermi sempre sul serio... ma soprattutto cerco di trovare sempre una via d'uscita che spesso non vuol dire, neccessariamente, mollare tutto o farmi andar bene tutto... spesso, vuol dire, semplicemente, guardare in faccia chi ho di fronte e dirgli ciò che penso... e tante tante volte... mi sono resa conto che il cambiamento in me e in chi mi sta di fronte non è così difficile o impossibile come pensavo. Soprattutto perchè non tutto dipende da noi...perchè non sta scritto da nessuna parte che dobbiamo essere invincibili... Forse dobbiamo semplicemente essere noi...

ed è già una conquista..

Ps... sono andata ancora fuori tema?? Miiiiii spero di no!!

bacioabbraccio
moni is offline  
Vecchio 10-11-2003, 17.32.35   #29
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
La responsabilità di una separazione è sempre e comunque al 50%. Anche in caso di tradimento. Per il semplice fatto che se due persone sono in buona sintonia è ben difficile che avvenga il tradimento da parte di uno dei due. Ed anche se avvenisse uno sporadico rapporto sessuale fuori dal matrimonio, il vero amore non lo considererebbe causa di separazione ma di una eventuale ricerca di cause.

I tradimenti avvengono perchè all'interno del matrimonio vi sono delle voragini, anche se il pavimento può apparire in ottimo stato.
Chi si sente "fulminato" a ciel sereno da un tradimento è solo uno che non voleva vedere la realtà.

Parlo per esperienza, inizia tutto con l'aspettativa. L'aspettativa di qualcosa. Aspetti che tuo marito sia più presente, che si risolvano questi o quei problemi. Aspetti quel domani risolutorio che mai verrà. Poi ti rendi conto che hai sbagliato tutto, che è tutto da rifare. Che dovevi fare quello e dire quell'altro. Che non dovevi dire sempre sì, che dovevi dire tante volte no. Che dovevi pensare ANCHE a te stessa e non annullarti in lui.
Infine sopravviene l'abitudine che tutto sconfigge.

Ci si abitua a stare insieme e si passa sopra a tutto. Non si aspetta più niente e tutto sembra andare a gonfie vele, ovvero una bella spinta dal vento.

Prima di separsi sarebbe necessario comprendere le vere cause che hanno portato al disfacimento del matrimonio o della coppia.

Quel 50% è inamovibile. Se io permetto che un qualcosa avvenga ne sono responsabile.
Anche solo il fatto di essermi innamorata di Tizio invece che di Caio mi rende responsabile delle conseguenze.
Mi attirerò le critiche di molti, ma ho imparato (non solo per mia esperienza ma anche con quella degli altri) che noi attiriamo, ci innamoriamo, sposiamo, conviviamo sempre con le persone che ci sono necessarie.
Se io sono incapace d'amare mi legherò con uno simile a me.
Se io ho problematiche non risolte attirerò chi può farmi molto male ma può anche aiutarmi a portare a galla i miei guai nascosti.

Se io sono capace di vero amore attirerò nel mio raggio solo chi è capace di rispondere al mio sentimento.

Non tutti insieme a darmi addosso!!! Uno alla volta!
In fondo è solo la mia piccola esperienza.
Forse sono quell'eccezione eccezione che conferma le altre regole.
Lo vorrei tanto. Mi piacerebbe avere sempre torto così so che il mondo non è brutto come sembra.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 10-11-2003, 17.42.55   #30
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Ciao Mary, confermo l'ultima parte del tuo post, ma per quanto riguada la tua teroria del 50% avrei da dire qualcosa...non è una dezuzione logiga delle tue affermazioni, verrebbe da dedurre ben altro...quello che tu intendi con 50 e 50, potrbbe essere frainteso...credo sia più comprensibile dire che alla fine, in un rapporto maturato, come ami sei amato...se questo non coincide, è ovvio aspirare al cambiamento...questo per qunto riguarda l'amore...poi c'è il sesso, che anche se non è del tutto scindibile dall'amore, a volte ha una diversa "frequenza"...bisogna capire il movente che ha spinto al sesso...
Marco_532 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it