Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 10-11-2003, 19.53.01   #31
Vi@nne
Ospite abituale
 
L'avatar di Vi@nne
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 299
Dissento nella maniera più assoluta al discorso del 50%!
Ognuno ha la sua storia, certo, ma spesso non è pari la colpa di un matrimonio non riuscito, assolutamente no!
Cosa mi rispondete se vi chiedo: quando un figlio ha bisogno di tutti e due i genitori e uno dei due non vuole prendersene cura, ne rimane uno solo...giusto? E quell'uno farà tutto il possibile per il proprio figlio in pericolo...e l'altro che percentuale ha se si defila?
Da questo è saltato il mio matrimonio, con il mio ex che tutte le volte che si iniziava a parlare di noi, premetteva il 50% di colpa ognuno.
Per la cronaca: mio figlio ora sta bene, è rinato per la seconda volta, solo io gli ero vicina, suo padre preparava la tesi di laurea e per il figlio non c'era mai!
Il mio poteva essere un matrimonio perfetto se non mi fossi dovuta occupare di mio figlio, mio marito si è sentito abbandonato per questo! Come si fa a essere gelosi del proprio figlio?
Ora sono rinata, ma che dolore!
Scusate lo sfogo.
Vi@nne is offline  
Vecchio 10-11-2003, 21.46.26   #32
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mary
La responsabilità di una separazione è sempre e comunque al 50%. Anche in caso di tradimento. Per il semplice fatto che se due persone sono in buona sintonia è ben difficile che avvenga il tradimento da parte di uno dei due. Ed anche se avvenisse uno sporadico rapporto sessuale fuori dal matrimonio, il vero amore non lo considererebbe causa di separazione ma di una eventuale ricerca di cause.

I tradimenti avvengono perchè all'interno del matrimonio vi sono delle voragini, anche se il pavimento può apparire in ottimo stato.
Chi si sente "fulminato" a ciel sereno da un tradimento è solo uno che non voleva vedere la realtà.

Parlo per esperienza, inizia tutto con l'aspettativa. L'aspettativa di qualcosa. Aspetti che tuo marito sia più presente, che si risolvano questi o quei problemi. Aspetti quel domani risolutorio che mai verrà. Poi ti rendi conto che hai sbagliato tutto, che è tutto da rifare. Che dovevi fare quello e dire quell'altro. Che non dovevi dire sempre sì, che dovevi dire tante volte no. Che dovevi pensare ANCHE a te stessa e non annullarti in lui.
Infine sopravviene l'abitudine che tutto sconfigge.

Ci si abitua a stare insieme e si passa sopra a tutto. Non si aspetta più niente e tutto sembra andare a gonfie vele, ovvero una bella spinta dal vento.

Prima di separsi sarebbe necessario comprendere le vere cause che hanno portato al disfacimento del matrimonio o della coppia.

Quel 50% è inamovibile. Se io permetto che un qualcosa avvenga ne sono responsabile.
Anche solo il fatto di essermi innamorata di Tizio invece che di Caio mi rende responsabile delle conseguenze.
Mi attirerò le critiche di molti, ma ho imparato (non solo per mia esperienza ma anche con quella degli altri) che noi attiriamo, ci innamoriamo, sposiamo, conviviamo sempre con le persone che ci sono necessarie.
Se io sono incapace d'amare mi legherò con uno simile a me.
Se io ho problematiche non risolte attirerò chi può farmi molto male ma può anche aiutarmi a portare a galla i miei guai nascosti.

Se io sono capace di vero amore attirerò nel mio raggio solo chi è capace di rispondere al mio sentimento.

Non tutti insieme a darmi addosso!!! Uno alla volta!
In fondo è solo la mia piccola esperienza.
Forse sono quell'eccezione eccezione che conferma le altre regole.
Lo vorrei tanto. Mi piacerebbe avere sempre torto così so che il mondo non è brutto come sembra.

Ciao
Mary



ciao mary a volte e cosi ma non sempre per cui non buttarti troppo giu ce sempre una speranza -----
bomber is offline  
Vecchio 10-11-2003, 23.15.05   #33
joker
Ospite abituale
 
L'avatar di joker
 
Data registrazione: 03-05-2002
Messaggi: 80
Citazione:
Messaggio originale inviato da irene
In genere evito prese di posizioni a priori sessiste del tipo.."gli uomini...le donne..." però sono certa del fatto che nessun uomo, a meno che non sia messo alle strette da un'altra donna, farà mai il primo passo per chiudere un menage coniugale (o simil-coniugale)per quanto possa essere frustrante...Io non ne ho mai conosciuto uno che decidesse di lasciare una donna solo per riacquistarsi la propria libertà....Questa è una scelta che solo le donne sanno compiere...E se un uomo abbandona una donna, è solo perchè ne ha trovata un'altra, che lo mette alle strette per chiudere con la precedente... (E, se la "nuova" è tollerante, va da sè che l'uomo cercherà quanto più a lungo possibile di tenere il piede in due scarpe, un po' per vigliaccheria, e molto per beneficiare dei vantaggi che derivano da entrambi i fronti...)


le donne sono le uniche a mollare per riacquistare la propia liberta?? ma piantatela di sopravvalutarvi cazzo...siete mediocri come gli uomini...basta con questa presunta superiorità che vi rende solo ridicole
joker is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it