Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 25-01-2004, 14.46.53   #41
anima mia
Ospite abituale
 
L'avatar di anima mia
 
Data registrazione: 17-08-2003
Messaggi: 112
Infatti è proprio vero ..modulare l'uso del farmaco in ossequio ad uno schema terapeutico è fondamentale!mentre un uso diverso ,improprio o arbitrario fa nascere quel tipo di conseguenze di cui parli .
Secondo me il vero problema è che molte persone sono convinte o vogliono convincersi che la depressione non è una malattia ,di conseguenza non la gestiscono come tale(uso dei farmaci in uno schema terapeutico compreso).
anima mia is offline  
Vecchio 25-01-2004, 15.06.01   #42
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
La depressione non è sempre e comunque una malattia, ma è da considerarsi tale solo quando la sua intensità supera un certa soglia o quando si presenta in circostanze che non la giustificano. Questo è il problema principale : che è difficilissimo distinguere le due tipologie, quella che può considerarsi "normale" e quella da diagnosticare come disturbo. I fattori che entrano in gioco sono moltissimi, e spesso le persone coinvolte e quelle vicine all'interessato non sono capaci di distinguere l'una dall'altra anche per il fatto che le sue manifestazioni variano da soggetto a soggetto e che la corrispondeza tra ciò che si vede e ciò che si prova dentro non avviene quasi mai sotto lo stesso modello...

...è una brutta bestia...
Marco_532 is offline  
Vecchio 25-01-2004, 16.24.36   #43
Ilaria
Ospite
 
L'avatar di Ilaria
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 8
Ho letto questa discussione e ho notato che alcuni di voi hanno definito necessario l'uso di farmaci x la depressione. io non sono un'esperta in materia, ma posso parlare per quello che ho vissuto e penso che cmq un po tutti ci siamo sentiti cosi almeno una volta nella vita... quella sensazione di disfattismo, angoscia, vuoto interiore, e inadeguatezza che ne deriva. Io personalmente non ho fatto uso di farmaci ma cmq ne sono uscita, non che adesso stia una favola ma almeno mi sento di nuovo viva... poi ognuno fa come crede, dipende anche dalla grandezza del problema. Cmq sia, io sono stata a lungo in quello stato di malessere essenzialmente per un motivo...pensavo di farcela da sola e mi sforzavo di fare cosi rifiutando l'aiuto che i miei mi offrivano per dimostrare a me stessa che potevo uscirne con le mie sole forze vittoriosa!.....ma ovviamente non ce l'ho fatta, la mia era presunzione. Be è bastata una parola detta al momento giusto unita ad una forte voglia di uscirne (pur accettando di non farlo completamente sola) per farmi vedere la realtà con occhi leggermente diversi, e poi il miglioramento è venuto da sè, perchè il difficile è salire il primo gradino, una volta fatto salire tutta la rampa di scale è piu facile. Mi sono dilungata un po, e forse sono uscita fuori tema, ma quello che voglio dire è che senza gli altri non siamo niente, e quando non riusciamo a vedere noi stessi con occhi buoni dobbiamo guardare negli occhi di chi ci vuole bene o semplicemente negli occhi di chi ci guarda come noi vorremmo guardarci e provare a fare lo stesso, a me ha aiutato molto.
ciao a tutti!
Ilaria is offline  
Vecchio 25-01-2004, 16.36.40   #44
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Ciao Ilaria, credo che questo tipo di aiuto sia sempre utile, ma nella stragrande maggioranza dei casi in cui la depressione è considerata "malattia", non è sufficiente...ciò non toglie che qualora il problema dovesse persistere, è un ottimo rimendio per prendere o - molto più spesso - far prendere coscienza agli altri della gravità del probblema stesso...
Marco_532 is offline  
Vecchio 25-01-2004, 16.47.03   #45
Ilaria
Ospite
 
L'avatar di Ilaria
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 8
Ciao Marco, infatti parlavo proprio di questo, spesso non ci rendiamo conto o non vogliamo renderci conto di come viviamo (o non viviamo) in alcuni periodi e il rapporto con gli altri puo aiutarci a capire
ciao
Ilaria is offline  
Vecchio 25-01-2004, 18.16.06   #46
micaro
Ospite
 
Data registrazione: 23-06-2003
Messaggi: 25
la mia esperienza

........la depressione???...professo'...q uesta la so' ci ho passato qualche mese intenso a capirla ma ora credo di essere preparato sull'argomento.A PARTE I DRAMMI che possono affiorare in alcuni momenti della vita..... ci si trova depressi....perche'essendo persone ultrasensibili anziche'ascoltare il richiamo solenne della nostra divinita'.....diamo valore alla nostra mente ed essendo essa impura e mentitrice confonde continuamente il nostro stile di vita.DISORIENTATI da cio' che ci succede ci poniamo domande interrogati e.....cerchiamo inevitabilmente di coinvolgere anche gli altri a volte incolpandoli del nostro malessere. Qualcuno ti spinge a reagire e .......qui miei cari casca l'asino provare per credere.....in alcuni momenti drammatici tipo crisi di panico tachicardia abulia ed altro l'osservarsi il testimoniare cio' che accade e' la miglior cosa....il lasciar fluire non crea piu' legame con cio' che non ci appartiene......e'un gioco della mente..come la paura i dolori fisici le malattie psicosomatiche....certo ci va un minimo di fiducia ed e' quella che ho avuto quando ho deciso di arrendermi al volere divino....attraverso una giusta meditazione che piano piano ha pulito la mia mente risanato il coraggio di vivere e non di sopravvivere.......con i farmaci non ho mai avuto un buon rapporto e anche stavolta ne ho fatto a meno.......a differenza dell'AMORE che ha scaldato il mio cuore sciolto ogni perplessita'e dissipato ogni dubbio...la VITA E' UNA MERAVIGLIOSA AVVENTURA.......buon viaggio a tutti!!!!
micaro is offline  
Vecchio 26-01-2004, 00.09.55   #47
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
per capire

c'è differenza tra depressione (più o meno grave) ed esaurimento nervoso?

Se c'è qual'è?

grazie
tammy is offline  
Vecchio 26-01-2004, 12.34.06   #48
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Questo sito raccoglie alcune domande e risposte sulla depressione e c'è un riferimento a quello che comunemente viene definito "esaurimento nervoso".... QUI ...

Ciao, Marco.
Marco_532 is offline  
Vecchio 26-01-2004, 13.00.23   #49
Franco1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-01-2003
Messaggi: 85
Posso dire la mia ???

Porto la mia esperienza :

Prima di averla provata, la depressione, avevo un idea non corrispondente alla realtà.
Ora vi racconto....

L'anno scorso ho cominciato a avvertire strani sintomi :

Astenia (stanchezza ingiustificata) persistente
Difficoltà di concentrazione
Poco brillante sul lavoro e socialmente
Piccoli vuoti di memoria.
Capogiri e perdita di equilibrio
Disturbi dell’umore : Irritabilità
Stanchezza generalizzata, anche senza una causa diretta
Disturbi visivi : diminuzione visus
pensieri sulla morte
Ansia (mai avuta prima)

Non face altro che andare e tornare dal medico che dopo aver escluso una patologia del "fisico" mi ha detto, molto garbatamente, che poteva riguardare l'area "psichica".

Figurati, IO DEPRESSO ??? che caz.zo dice, non capisce niente, io sto male davvero...ecc...ecc ..ecc

Stà di fatto che prenoto una visita da una neurologa, che dopo una bella visita e una bella chiacchierata mi dice, anche lei, che potrei essere depresso. Mi spiega che la sfera del corpo e quelle della mente vivono in un certo equilibrio e si possono influenzare a vicenda. Gli spiego che non ho motivi per essere depresso e che anzi voglio lottare, combattere la malattia.
Mi spiega che nel mio caso la depressione potrebbe essere stata innescata da un episodio di mononucleosi che mi aveva buttato giù fisicamente, tirandosi dietro anche la "mente".

Ragazzi, ho seguito la cura..antidepressivi per 20 giorni + vitamine ad ampio spettro + passeggiate nel verde.

Dopo un mese stavo già bene ora è tutto un brutto ricordo.

Tutto questo per dire che la depressione è una cosa seria ed è una malattia che può portare anche a gravi conseguenza.
Occhio all'equilibrio psico-fisico e occhio a non abusare dei farmaci
Mi aveva dato anche un farmaco per gli attacchi di ansia/panico che ho preso solo una volta. Ho letto cose agghiacciante sulla dipendenza dal farmaco in questione.
Ne ho terrore.

In sintesi credo non sia utile, in quei momenti, impegnarsi in analisi introspettive o autocritica. Credo sia più utile il "fare" le piccole cose che ci piaciono + ambiente favorevole + farmaci (inizialmente) + vitamine (se necessarie) - severità con se stesso.

Poi quando stai bene puoi vederci più chiaro e capire le cause.

Saluti

Franco1
Franco1 is offline  
Vecchio 26-01-2004, 13.34.14   #50
micaro
Ospite
 
Data registrazione: 23-06-2003
Messaggi: 25
franco oh.....franco

in accordo con cio' che dici vorrei sottolineare che l'ambiente favorevole e'determinante.....il punto e' che non sempre viviamo in situazioni di luce e benessere quindi e' fondamentale cominciare da noi.....amarsi senza sensi di colpa volersi bene senza sentirsi egoisti ....vivere in sincerita' senza maschere espandere la nostra fragranza e rendere l'ambiente piu' che armonioso......in simpatia micaro..il mimmo che prova a volare
micaro is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it