Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 25-11-2004, 20.07.32   #111
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
La morte e la pazzia sono le cose che mi angosciano di più, ho sempre paura che l'equilibrio fisico e mentale se ne vada alle cozze..non so se è ipocondria, probabilmente è solo ansia...però a volte mi tornano queste paure...come se non riuscissi ad accettare che siamo destinati a disgregarci...beh, c'è chi ci ha ricamato sopra intere religioni su queste paure...
sisrahtac is offline  
Vecchio 26-11-2004, 00.19.00   #112
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Citazione:
Messaggio originale inviato da Catharsis
La morte e la pazzia sono le cose che mi angosciano di più, ho sempre paura che l'equilibrio fisico e mentale se ne vada alle cozze..

Mi permetti, Catharsis.. ?
Io penso che dovresti cercare di andare a fondo nelle tue fantasie, sino a riuscire a toglierne le maschere.. e vedere realmente cosa vi sia sotto..
L'unica cosa che mi salta agli occhi è -posso sbagliarmi, naturalmente (non sono in te!!)- come se volessi avere tutto costantemente 'sotto controllo'.. Le tue emozioni, le tue passioni sotto controllo.. Come se avessi un grande difficoltà a vederti in tutta la tua forza.. come se questa forza potesse 'prenderti la mano' e decidere al posto tuo.. Ma non è così.. Non si perde il senno dall'oggi al domani senza che vi sia stata una grande esperienza devastante.. (ed anche questa da sola non basta!)
Di quale pensiero di te stesso/su te stesso hai dunque paura..? Dovresti cercare con calma in fondo a te questa risposta, dando 'vita' ai fantasmi (lavora di fantasia come se potessi dirigere un tuo sogno-incubo ad occhi aperti.. piazzati un registratore che ti servirà con la calma DOPO a seguire lo svolgimento del tuo percorso di autoanalisi, individuandone i simboli, sviluppando le immagini con ogni sorta di associazione.. sino a vedere con calma realmente cosa ti angoscia.. separare ogni immagine per comprendere.. elaborandole..) in una condizione dove tu possa realmente nell'eventualità gridare -se ti va!- o piangere o bestemmiare all'ultimo volume.. senza che nessuno venga ad interrompere il tuo lavoro su te stesso..
Dal come scrivi mi sembra di intuire una buona disposizione all'analisi.. se riesci a prendere questo impegno con te stesso.. così come si va dal 'dentista' magari già molto puoi riuscire a 'tirare fuori'.. Certo se tu avessi la possibilità.. il percorso di una psicoanalisi (freudiana o junghiana o.. 'classica' insomma..!) è sempre una strada che da i suoi pregiati frutti di riscoperta di se stessi, di crescita, e non da sottovalutare l'importanza del terapeuta che fa da specchio laddove non possiamo (per svariati motivi profondi/inconsci) ancora a 'vedere'; oltre a dare un grande sostegno affettivo particolare sia di identificazione/transfert che di 'speciale' amicizia..
Mentre riguardo all'angoscia-morte (che anche questa può nascondere delle dinamiche scatenanti profonde/inconsce)
è forse tema più toccante a tutti.. e senza chiamare in ballo religioni, si parte esclusivamente sull'accettazione di ciò che a tutti tocca, puntando quindi il fuoco sulla possibilità dell'esperienza vita che abbiamo e sulla qualità della vita che possiamo costruire.. sulla ricerca di usufruire di questo 'dono' nel miglior PERSONALISSIMO modo possibile..
PS.:Io non ho proprio nulla da insegnare a nessuno!!
Nel dialogo, nel rispetto, nell'accettazione reciproca
posso semplicemente cercare di comunicare il mio mondo interiore
con tutti i limiti e le accezioni che questo comporta..





Gyta

Ultima modifica di gyta : 26-11-2004 alle ore 00.21.42.
gyta is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it