Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 28-01-2005, 10.16.07   #1
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
cosa accade nella mente?

Cosa accade nella mente umana, quando si è costretti ad un cambiamento radicale della propria vita? Penso, per esempio ad un trasferimento di lavoro o ad un incidente che paralizza le gambe o anche tutto il corpo. Secondo voi?
Mr. Bean is offline  
Vecchio 28-01-2005, 10.21.55   #2
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
secondo me la paura di perdere le abitudini conosciute per andare incontro a qualcosa che non si conosce
Paolo77 is offline  
Vecchio 28-01-2005, 10.28.48   #3
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
credo innumerevoli cose, se vuoi il mio parere neuroscientifico parto alla ricerca delle connessioni sinaptike e aree cerebrali preposte a elaborare il cambiamento, ma ho l'impressione ek nessuno abbia interesse per certe cose
La_viandante is offline  
Vecchio 28-01-2005, 10.39.39   #4
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
La paura di ciò che non si conosce? E' comune a tutta l'umanità, ma, a ben pensarci, forse non ha un senso. Come si può aver paura di ciò che non si conosce?
Rispetto ai discorsi troppo tecnici.... non ci capisco molto. Però dal punto di vista pratico (raba da uomo comune insomma) mi piacerebbe capire....
Mr. Bean is offline  
Vecchio 28-01-2005, 10.58.03   #5
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
va bene sorvolo sulla ricerca neuroscientifica, anke perke' ultimamente mi sembro un disco rotto... pero' mi dispiace ke interessi solo a me!!
ad ogni modo, mi viene in mente.... anzi no nn mi viene proprio, il nome d quello li' ke correva in formula 1 ke dopo l'incidente abbastanza drammatico, ha tirato fuori una forza incredibile e sempre con sorriso ed energia e' ritornato in pista, un mito e un esempio d come se lo si vuole nessun ostacolo e' abbastanza grande per fermarci, ma allo stesso tempo mi vengono in mente delle persone conosciute casualmente ke dopo dei fallimenti economici, si sono trovati dalle stelle alle stalle, e non vedendo via d'uscita si sono abbandonati all'alcool;
quello ke voglio dire e' ke ognuno ha un suo personalissimo modo d reagire al cambiamento, dipende da quali punti ha a disposizione sui quali fare leva, dalla sua personale motivazione, e anke capacita' d adattamento
quali sono i valori ke mette in cima alla sua scala, bisognerebbe vederli insomma caso per caso
La_viandante is offline  
Vecchio 28-01-2005, 11.09.36   #6
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mr. Bean
La paura di ciò che non si conosce? E' comune a tutta l'umanità, ma, a ben pensarci, forse non ha un senso. Come si può aver paura di ciò che non si conosce?
Rispetto ai discorsi troppo tecnici.... non ci capisco molto. Però dal punto di vista pratico (raba da uomo comune insomma) mi piacerebbe capire....

Secondo me si ha paura di ciò che si conosce perchè non è possibile dargli una forma, e una forma corrisponde a una presa di posizione mentale, un appiglio a cui aggrapparsi per non cadere nel vuoto. Ma quando non ci sono appigli ci si sente mancare, si ha paura, non si sa dove mettere il piede per fare il passo giusto e sicuro. Invece se conosci la strada perlomeno puoi vedere dove mettere i piedi. A maggior ragione per un cambiamento radicale frutto di una propria scelta, quello è micidiale...
Paolo77 is offline  
Vecchio 28-01-2005, 11.24.16   #7
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Trasferimento

Penso che non sappiamo mai cosa può succedere!possiamo parlare di quello che abbiamo vissuto.Io ho ho fatto da giovane un trasferimento da una Nazione ad un'altra Nazione.Al primo impatto è statto stupendo,avevo reagito con troppa calma.Poi,sentivo dentro di me una mancanza di qualcosa che avevo avuto nel passato.Avevo tagliato una parte della mia radice.La mente gioca degli strani scherzi..essa faceva sempre dei confronti..Ma il confronto interno è orribile!!
Quando con il tempo sei consapevole che il cambiamento può comunque farti stare bene più in là,ho cercato di accettare questi momenti e di vivere il mio presente.Tutto dipendeva da me!
klee is offline  
Vecchio 28-01-2005, 12.42.49   #8
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
E' anche vero che la routine crea dei meccanismi di memoria per cui la mente si abituerà e si adagerà, senza avere stimoli. In pratica è come dire che scappa la poesia. Mentre si dovrebbe provare uno stimolo per la conoscenza dell'ignoto. Penso a Cristoforo Colombo quando si mise in viaggio per lidi sconosciuti. Il rischio di prendere delle cantonate è indubbiamente alto, però sull'altro piatto della bilancia c'è la soddisfazione di osare "laddove non osano le aquile"....
Mr. Bean is offline  
Vecchio 28-01-2005, 13.30.30   #9
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Citazione:
Messaggio originale inviato da La_viandante
va bene sorvolo sulla ricerca neuroscientifica, anke perke' ultimamente mi sembro un disco rotto... pero' mi dispiace ke interessi solo a me!!
Io sono sempre curioso di ciò che non so..... Se riesci a renderlo comprensibile anche a chi, come me, non sa nulla di neuroscienze mi dichiaro interessato.

Sulla domanda di Mr. Bean, credo che la mente elabori, in base alle proprie conoscenze, gli "input" che riceviamo. Se arrivano degli input completamente nuovi, come quelle che possono esserci in un cambio radicale, la mente è messa a dura prova..... può destabilizzarsi o anche essere sconvolta e sicuramente deve fare un extra-lavoro per riaddattarsi.

......... questa è solo la mia idea..... non sono un addetto ai lavori.

VanLag is offline  
Vecchio 28-01-2005, 13.58.38   #10
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: cosa accade nella mente?

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mr. Bean
Cosa accade nella mente umana, quando si è costretti ad un cambiamento radicale della propria vita? Penso, per esempio ad un trasferimento di lavoro o ad un incidente che paralizza le gambe o anche tutto il corpo. Secondo voi?

Beh, o si dicono delle banalità o si scrive un trattato!
Mi astengo da entrambe le cose :-)

Fragola is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it