Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 17-02-2006, 13.53.00   #31
Mad Max
Lord of Nothing
 
L'avatar di Mad Max
 
Data registrazione: 13-01-2006
Messaggi: 44
Re: proprio così

Citazione:
Messaggio originale inviato da Bunny
concordo in pieno: gli uomini son piu` fragili e hanno paura che gli venga tolta la liberta`. cosa che ...se si sta con quella giusta non avviene.

Veramente il senso non era questo. Intendevo dire che in natura il maschio, di qualsiasi specie animale, è vittima di un bisogno al quale non può opporsi, ovvero quello di procreare il più possibile per massimizzare le probabilità di continuarsi geneticamente nelle generazioni future, che da questo punto di vista gli assicureranno una sorta di immortalità nonostante a un certo punto sopravvenga comunque la morte fisica. L'unico modo per raggiungere questo obiettivo è quello di instillare il proprio seme in quante più femmine possibili al fine di massimizzare il numero di figli, che quindi si ridurranno a mero strumento di questa presunta "immortalità". Anche se come esseri umani siamo dotati di un cervello più evoluto degli altri animali (o animali e basta come li chiamiamo noi), purtroppo non possiamo scrollarci di dosso questa situazione che ha origini molto profonde, essendo parte del nostro patrimonio genetico.

Non sto inventando nulla, è un comportamento che potete trovare in qualsiasi trattato scientifico sul comportamento nel regno animale.
Nell'altra metà del cielo, quella femminile, la situazione è diametralmente opposta (e come poteva essere diversamente dato che le donne sono per definizione il nostro opposto?).
Anche la donna parte ovviamente da una pulsione irresistibile alla procreazione, che avviene per lo stesso desiderio della solita presunta "immortalità". Ma dato che biologicamente la femmina della specie è quella che porterà avanti la gestazione e che si occuperà della formazione della prole fino all'età adulta, dal canto suo necessiterà dell'esistenza di alcune condizioni indispensabili alla buona riuscita di questo considerevole lavoro:
- Cibo per nutrire i piccoli sia indirettamente (con l'allattamento) che direttamente.
- Rifugio per ripararli dalle intemperie.
- Assistenza nella vigilanza contro i predatori.

Dovendo quindi occuparsi pesantemente della prole, l'unico modo per assicurarsi queste condizioni sono la presenza di un maschio che andarà a caccia per assicurare il cibo e vigilerà sul rifugio per segnalare la presenza di predatori.

Nel mondo che viviamo la femmina di uomo traduce istintivamente questi bisogni primari in:
Soldi dell'uomo = cibo/casa
Casa = ovviamente è il rifugio
Convivenza = vigilanza contro i predatori

Capite ora perchè uomo e donna si comportano così diversamente? Ci sono motivazioni ben più profonde di quanto possa apparire ad un'analisi superficiale.

Citazione:
Messaggio originale inviato da tammy
....Quindi che dire? che quando la pera s'è cotta sull'albero...casca da sola.


buon appetito a tutti

Eh eh, giustissimo. Però al mondo esistono anche altri frutti, non siamo tutti pere. Vedi la risposta appena data a Bunny

Ultima modifica di Mad Max : 17-02-2006 alle ore 13.55.36.
Mad Max is offline  
Vecchio 17-02-2006, 14.00.22   #32
Bunny
Ospite abituale
 
L'avatar di Bunny
 
Data registrazione: 15-02-2006
Messaggi: 222
l`hai letto su"perche` gli uomini non si fermano mai a chiedere informazioni...etc etc..." libro simpatico ma pearecchio superficiale.
in effetti cio` che dici ha un fondo di verita`: l`uomo desidera molte donne, le donne son alla ricerca di altro.
peccato che siamo nel 2006 e, nonostante ataviche priorita` ormai la situazione sta molto cambiando(per non dire che e` gia` cambiata)e ci sono fior di trattati che mostrano quanto l`uomo sia in crisi: spaventato dalle donne ormai piu` "aggressive". insomma c`e` una grossa crisi di ruoli e l`uomo e` spaventato da come la donna attualmente vive la sessualita`, il rapporto di coppia...etc etc.

non fermaiamoci duqnue a stereotipi ormai superati- e` vero che c`e` l`uomo fedele come la donna fedele e viceversa-.
il fatto...l`uomo deve procreare non puo` ahime` piu` essere una scusa per il : sono single per convinzione. ahime`, ormai non ci crede piu` nessuno. come gia` detto: l`uomo non e` un `isola.
ammetterai che si ha comuque bisogno di amici, parenti, in generale compagnia.
sta a trovae, come in amicizia, anche in amore la compagnia giusta.
Bunny is offline  
Vecchio 17-02-2006, 14.12.10   #33
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Sono un po' perplessa. Conosco:
- molte coppie
- molte donne single
- nessun uomo single.
Com'è che qui si difende la "silgolitudine" (singolaggine? silgolità?) degli uomini come una scelta? Sicuri? Suciri sicuri?
Sicuri sicuri sicuri?
Certo, sento molti uomini spostati, (anche un mio collega in questo preciso momento, a pochi passi da me), che si lamentano della loro condizione. Ma non si schiodano! Mi viene il sospetto che questo lamentarsi faccia in po' parte delle frasi tipo "piove governo ladro" e "non esistono più le mezze stagioni".
Se stare soli fosse davvero una necesità dell'universo maschile, se ne dovrebbero incontrare parecchi di uomini che stanno da soli davvero. Mah, Boh.



Fragola is offline  
Vecchio 17-02-2006, 14.13.46   #34
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Re: Re: proprio così

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mad Max
Intendevo dire che in natura il maschio, di qualsiasi specie animale, è vittima di un bisogno al quale non può opporsi, ovvero quello di procreare il più possibile per massimizzare le probabilità di continuarsi geneticamente nelle generazioni future, che da questo punto di vista gli assicureranno una sorta di immortalità nonostante a un certo punto sopravvenga comunque la morte fisica. L'unico modo per raggiungere questo obiettivo è quello di instillare il proprio seme in quante più femmine possibili al fine di massimizzare il numero di figli, che quindi si ridurranno a mero strumento di questa presunta "immortalità". Anche se come esseri umani siamo dotati di un cervello più evoluto degli altri animali (o animali e basta come li chiamiamo noi), purtroppo non possiamo scrollarci di dosso questa situazione che ha origini molto profonde, essendo parte del nostro patrimonio genetico.

Non sto inventando nulla, è un comportamento che potete trovare in qualsiasi trattato scientifico sul comportamento nel regno animale.
Nell'altra metà del cielo, quella femminile, la situazione è diametralmente opposta (e come poteva essere diversamente dato che le donne sono per definizione il nostro opposto?).
Anche la donna parte ovviamente da una pulsione irresistibile alla procreazione, che avviene per lo stesso desiderio della solita presunta "immortalità". Ma dato che biologicamente la femmina della specie è quella che porterà avanti la gestazione e che si occuperà della formazione della prole fino all'età adulta, dal canto suo necessiterà dell'esistenza di alcune condizioni indispensabili alla buona riuscita di questo considerevole lavoro:
- Cibo per nutrire i piccoli sia indirettamente (con l'allattamento) che direttamente.
- Rifugio per ripararli dalle intemperie.
- Assistenza nella vigilanza contro i predatori.

Dovendo quindi occuparsi pesantemente della prole, l'unico modo per assicurarsi queste condizioni sono la presenza di un maschio che andarà a caccia per assicurare il cibo e vigilerà sul rifugio per segnalare la presenza di predatori.

Nel mondo che viviamo la femmina di uomo traduce istintivamente questi bisogni primari in:
Soldi dell'uomo = cibo/casa
Casa = ovviamente è il rifugio
Convivenza = vigilanza contro i predatori

Capite ora perchè uomo e donna si comportano così diversamente? Ci sono motivazioni ben più profonde di quanto possa apparire ad un'analisi superficiale.


cannella is offline  
Vecchio 17-02-2006, 14.18.02   #35
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
motivazioni profonde queste? La solita favoletta strasentita dell' homo inseminatur? Ma basta per favore...

Quindi una donna che paga l'affitto alla famiglia o un uomo che accudisce i figli quando la madre è al lavoro sarebbero lontani dai naturali istinti, così come guidare un auto, prendere l'aereo e mettersi gli occhiali.
cannella is offline  
Vecchio 17-02-2006, 14.18.23   #36
Bunny
Ospite abituale
 
L'avatar di Bunny
 
Data registrazione: 15-02-2006
Messaggi: 222
penso la singletudine sia difesa seguendo la teoria: l`uomo si diverte...la donna cerca marito.
ahime`...siam indietro se qualche ometto la vede cosi`. inoltre cara fragola mi hai fetto riflettere su...anche io conosco molte cippie, donne single, ma pochissimi uomini single e hanno dei seri problemi(chi relazionali, chi proprio psicologici). cio` non esclude che ci siano eccezioni, per carita`!!
Bunny is offline  
Vecchio 17-02-2006, 14.19.38   #37
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Per non parlare di una donna che ha più rapporti amorosi o un uomo felicemente fedele.
cannella is offline  
Vecchio 17-02-2006, 14.35.02   #38
Mad Max
Lord of Nothing
 
L'avatar di Mad Max
 
Data registrazione: 13-01-2006
Messaggi: 44
Citazione:
Messaggio originale inviato da Bunny
l`hai letto su"perche` gli uomini non si fermano mai a chiedere informazioni...etc etc..." libro simpatico ma pearecchio superficiale.
in effetti cio` che dici ha un fondo di verita`: l`uomo desidera molte donne, le donne son alla ricerca di altro.
peccato che siamo nel 2006 e, nonostante ataviche priorita` ormai la situazione sta molto cambiando(per non dire che e` gia` cambiata)e ci sono fior di trattati che mostrano quanto l`uomo sia in crisi: spaventato dalle donne ormai piu` "aggressive". insomma c`e` una grossa crisi di ruoli e l`uomo e` spaventato da come la donna attualmente vive la sessualita`, il rapporto di coppia...etc etc.

non fermaiamoci duqnue a stereotipi ormai superati- e` vero che c`e` l`uomo fedele come la donna fedele e viceversa-.
il fatto...l`uomo deve procreare non puo` ahime` piu` essere una scusa per il : sono single per convinzione. ahime`, ormai non ci crede piu` nessuno. come gia` detto: l`uomo non e` un `isola.
ammetterai che si ha comuque bisogno di amici, parenti, in generale compagnia.
sta a trovae, come in amicizia, anche in amore la compagnia giusta.

Scusa se ti faccio un appunto Bunny, ma da quello che hai scritto traspare che non hai letto - o non abbia voluto leggere - il mio post.

Non conosco il libro di cui parli ma dal titolo non mi sembra un articolo apparso su qualche rivista scientifica di una qualche rilevanza ne tantomento scritto da un luminare. Non c'è nessuno stereotipo e/o fatto culturale, è di natura che si sta parlando.
L'uomo ha bisogno della libertà per procreare il più possibile, è un comportamento rilevato ed universalmente accettato da tutta la comunità scientifica già da molto tempo e non è stato messo in discussione da nessuno. La donna diversamente si concentra sulla prole e quindi ha bisogno di limitarla quella libertà, per attirare a se l'uomo e creare le famose condizioni necessarie all'allevamento della progenie. Non si possono soffocare gli istinti radicati in noi esseri umani, la storia ci tramanda che ogni esperimento in merito è sempre fallito.
Visto che la materia scientifica è da tempo oggetto del mio tempo libero, sarei molto curioso di vedere quei trattati in cui attraverso l'osservazione comportamentale protratta nel tempo si dimostra il contrario. Di quali trattati scientifici sul comportamento animale stai parlando? Ci daresti qualche riferimento perfavore?

Poi non capiso la storia sull'amicizia e le relazioni sociali. Sono cose ben diverse dalla relazione sessuale/sentimentale con un esemplare dell'altro sesso, non era di questo che si stava parlando
Mad Max is offline  
Vecchio 17-02-2006, 14.51.39   #39
Mad Max
Lord of Nothing
 
L'avatar di Mad Max
 
Data registrazione: 13-01-2006
Messaggi: 44
Mi rendo conto che una donna possa sentirsi penalizzata da questa situazione. Mi spiace ragazze ma questa è la realtà, se la volete accettare bene sennò fate come vi pare. Qualsiasi cosa decidiate le cose non cambieranno.

Qualcuna asseriva di non conoscere uomini single. Beh lo trovo altamente improbabile, personalmente ne conosco un bel pò. Pensate che uno di questi sta anche scrivendo, ve l'assicuro è la realtà.
Altri 3 che conosco invece sono in procinto di lasciare la famiglia, uno di questi purtroppo è mio fratello
Mad Max is offline  
Vecchio 17-02-2006, 15.50.42   #40
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mad Max

Qualcuna asseriva di non conoscere uomini single. Beh lo trovo altamente improbabile, personalmente ne conosco un bel pò. Pensate che uno di questi sta anche scrivendo, ve l'assicuro è la realtà.
Altri 3 che conosco invece sono in procinto di lasciare la famiglia, uno di questi purtroppo è mio fratello

Infatti. Ci ho anche pensato. Ho fatto "l'appello" degli amici. Non è che non conosco nessun uomo che vive solo. Ne conosco qualcuno. Pochi. Si tratta per lo più di persone separate da poco e già alla disperata ricerca di un'altra donna. Altri neo separati che conosco, piuttosto che estare soli, sono tornati a vivere con la mamma!!! E io un uomo che vive con la mammina non lo considero mica single!!

Nessun single per scelta, che vive solo felice e soddisfatto della sua situazione. Manco uno. Forse dipende dalla fascia di età. Magari in un'altra fascia di età ce ne sono di più, non saprei.
Invece donne single ne conosco tantissime. Difficilmente per scelta. Ma spesso molto più soddisfatte della loro situazione dei colleghi maschi.
Fragola is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it