Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 16-10-2006, 12.37.46   #31
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Riferimento: dal multiculturalismo al diversity

a chi fosse interessato ad approfondire l'argomento, per curiosità, perchè intende trasferirsi, perchè fa parte di quei servizi dove s' incontrano tutti i giorni "persone diverse" consiglio caldamente la lettura di questo interessantissimo ed esaurientissimo libro scritto dalla Dott.ssa Ida Castiglioni, (persona davvero eccezionale) docente di sociologia all'università di Milano-Bicocca:
"la comunicazione interculturale: competenze e pratiche" editore Carocci.

"Il tema della competenza interculturale è di grande attualità in questi ultimi anni e investe vari settori, dalle aziende alla scuola, ai servizi. Questo libro ha l'obiettivo di fornire un'introduzione concettuale e pratica allo stesso tempo della comunicazione interculturale, secondo una prospettiva evolutiva che accompagna il lettore in un percorso di scoperta della propria dimensione culturale nel confronto con le altre realtà. I temi centrali dello studio della comunicazione interculturale si basano sull'organizzazione del modello dinamico di sensibilità interculturale di Milton J. Bennett e sono accompagnati da esercizi e spunti di riflessione che ne approfondiscono la comprensione da un punto di vista esperienziale.

"Intercultura" dovrebbe voler dire rapporto tra due o più culture che comporta l'arricchimento reciproco. Ma un arricchimento reciproco di valori, usi, costumi, tradizioni implica la possibilità e anzi la necessità di una reciproca modificazione. Si è quel che si è, ma quando si viene a contatto con qualcuno diverso da noi, si diventa quel che si diventa".
buona giornata a tutti
tammy is offline  
Vecchio 16-10-2006, 21.45.17   #32
Tommy2005
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-09-2006
Messaggi: 176
Riferimento: dal multiculturalismo al diversity

Citazione:
Originalmente inviato da tammy
a chi fosse interessato ad approfondire l'argomento, per curiosità, perchè intende trasferirsi, perchè fa parte di quei servizi dove s' incontrano tutti i giorni "persone diverse" consiglio caldamente la lettura di questo interessantissimo ed esaurientissimo libro scritto dalla Dott.ssa Ida Castiglioni, (persona davvero eccezionale) docente di sociologia all'università di Milano-Bicocca:
"la comunicazione interculturale: competenze e pratiche" editore Carocci.

"Il tema della competenza interculturale è di grande attualità in questi ultimi anni e investe vari settori, dalle aziende alla scuola, ai servizi. Questo libro ha l'obiettivo di fornire un'introduzione concettuale e pratica allo stesso tempo della comunicazione interculturale, secondo una prospettiva evolutiva che accompagna il lettore in un percorso di scoperta della propria dimensione culturale nel confronto con le altre realtà. I temi centrali dello studio della comunicazione interculturale si basano sull'organizzazione del modello dinamico di sensibilità interculturale di Milton J. Bennett e sono accompagnati da esercizi e spunti di riflessione che ne approfondiscono la comprensione da un punto di vista esperienziale.

"Intercultura" dovrebbe voler dire rapporto tra due o più culture che comporta l'arricchimento reciproco. Ma un arricchimento reciproco di valori, usi, costumi, tradizioni implica la possibilità e anzi la necessità di una reciproca modificazione. Si è quel che si è, ma quando si viene a contatto con qualcuno diverso da noi, si diventa quel che si diventa".
buona giornata a tutti

Ciao Tammy,

finalmente il rospo è saltato fuori !
E mi complimento con te per la chiara esposizione dell'argomento...sembra quasi una prefazione !
Comunque...bando alle ciance...tutto vero in quel che dici riguardo l' "Intercultura"...però, la dott.ssa in questione si è dimenticata di un piccolo, quanto insignificante particolare per la realizzazione dell' "intercultura", oltre cioè "alla necessità di una reciproca modificazione" :

La libertà di decidere se "Interculturarsi" oppure no !

Vedi cara Tammy, noi possiamo fare tutti gli studi che vogliamo per migliorare lo scambio di culture, ma quando le cose sono imposte, anzi forzate, è difficile mandar giù il "porcospino" !

Capisci ?

Se poi il porcospino, non è entrato nella mia tana per lo smodato bisogno di devolvere la sua cultura amorevolmente, ma piuttosto per estreme necessità, perchè altrimenti ne avrebbe fatto volentieri a meno, allora interculturarsi diventa ancora più difficile !

Ciao ciao
Tommy2005 is offline  
Vecchio 17-10-2006, 09.45.25   #33
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: dal multiculturalismo al diversity

Citazione:
Originalmente inviato da Tommy2005
Ciao Tammy,

finalmente il rospo è saltato fuori !
E mi complimento con te per la chiara esposizione dell'argomento...sembra quasi una prefazione !
Comunque...bando alle ciance...tutto vero in quel che dici riguardo l' "Intercultura"...però, la dott.ssa in questione si è dimenticata di un piccolo, quanto insignificante particolare per la realizzazione dell' "intercultura", oltre cioè "alla necessità di una reciproca modificazione" :

La libertà di decidere se "Interculturarsi" oppure no !

Vedi cara Tammy, noi possiamo fare tutti gli studi che vogliamo per migliorare lo scambio di culture, ma quando le cose sono imposte, anzi forzate, è difficile mandar giù il "porcospino" !

Capisci ?

Se poi il porcospino, non è entrato nella mia tana per lo smodato bisogno di devolvere la sua cultura amorevolmente, ma piuttosto per estreme necessità, perchè altrimenti ne avrebbe fatto volentieri a meno, allora interculturarsi diventa ancora più difficile !

Ciao ciao

Si...son d'accordo!

Poi...quelli che dicono di conoscere, conoscono veramente oppure pensano di conoscere?...o peggio...esaltano solo le caratteristiche che gli va di esaltare...

Ad esempio...sa questa dott.ssa che il "porcospino" non è nessun animale ben definito?... che intende per "porcospino"?...il riccio o l'istrice? (animali molto differenti tra loro)...


maxim is offline  
Vecchio 17-10-2006, 12.54.42   #34
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Riferimento: dal multiculturalismo al diversity

ecco lo sapevo!
Caro tommy, (detto il rospo dietro al quale si nasconde un possibile principe se solo lui aprisse la sua spaziosa mente all'evoluzione del pensiero)
E' l'introduzione al libro, di solito prima di comperare un libro leggo la prefazione, poi se ritengo possa piacermi lo acquisto o me lo faccio regalare
Il costo del libro è di Euro 9.50, li hai o facciamo una colletta?

Avete perfettamente ragione entrambi, Tommy e Maxim, perchè mai doversi sforzare all'apertura mentale di nuove esperienze? Nessuno è obbligato a fare qualcosa che non sente di fare! Possiamo continuare serenamente a condurre le nostre esistenze con le sole personali convinzioni, che è tutto uguale dappertutto, che siamo tutti uguali e che "io sono il migliore in assoluto", e tutto continuerebbe come sempre, senza sobbalzi o scossoni, anzi perchè non chiudersi in casa e buttare la chiave dalla finestra? Non si correrebbe nessun pericolo di poter in qualche modo "cambiare opinione" su sè stessi nè tanto meno nei confronti degli altri.
E' tutto lecito.
Riguarda solo ed esclusivamente la nostra percezione di ciò che è "differente" da noi, dalla nostra sensibilià, dal nostro vissuto personale, questo non si insegna davvero con un libro, ma, forse, qualcuno (per esempio io ) ci potrebbe trovare delle risposte interessanti ad alcuni modi di porsi, tra l'altro spesso inconsci, nei confronti proprio del "nuovo" della "diversità".
Per lavoro ho avuto questa bella opportunità: conoscere una persona veramente stupenda, almeno ai miei occhi, ed aver dato delle risposte concrete ad un mio stato di malessere. Condividere un' esperienza con altri, (non "tartasso" solo voi ) è sempre per me, per alcuni un pò meno, motivo di crescita.
Ok mi sto aggrovigliando.......
buon appetito
tammy is offline  
Vecchio 17-10-2006, 13.42.57   #35
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: dal multiculturalismo al diversity

Citazione:
Originalmente inviato da tammy

Avete perfettamente ragione entrambi, Tommy e Maxim, perchè mai doversi sforzare all'apertura mentale di nuove esperienze? Nessuno è obbligato a fare qualcosa che non sente di fare! Possiamo continuare serenamente a condurre le nostre esistenze con le sole personali convinzioni, che è tutto uguale dappertutto, che siamo tutti uguali e che "io sono il migliore in assoluto", e tutto continuerebbe come sempre, senza sobbalzi o scossoni,

anzi

perchè non chiudersi in casa e buttare la chiave dalla finestra?


Per dire il vero devo chiudermi tutte le notti dentro in casa...e con tanto di antifurto...da me i "porcospini" sono molto invadenti e non è la prima volta che entrano con la forza.
Avrei anche tentato di comprenderne la cultura...ma non me ne hanno lasciato il tempo.

Ad ognuno le sue esperienze!

maxim is offline  
Vecchio 17-10-2006, 14.52.04   #36
Tommy2005
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-09-2006
Messaggi: 176
Riferimento: dal multiculturalismo al diversity

Citazione:
Originalmente inviato da tammy
ecco lo sapevo!
Caro tommy, (detto il rospo dietro al quale si nasconde un possibile principe se solo lui aprisse la sua spaziosa mente all'evoluzione del pensiero
E' l'introduzione al libro, di solito prima di comperare un libro leggo la prefazione, poi se ritengo possa piacermi lo acquisto o me lo faccio regalare
Il costo del libro è di Euro 9.50, li hai o facciamo una colletta?

Dolce Tammy,
che avessi fatto un copia-incolla l'avevo sospettato !

Citazione:
Originalmente inviato da tammy
Avete perfettamente ragione entrambi, Tommy e Maxim, perchè mai doversi sforzare all'apertura mentale di nuove esperienze?

Cara Tammy,
prima di fare un'esperienza una persona dovrebbe avere un obiettivo, altrimenti il suo è un tentare la sorte !

Citazione:
Nessuno è obbligato a fare qualcosa che non sente di fare!

Ah..grazie...almeno la libertà di scelta ancora mi è rimasta !

Citazione:
Possiamo continuare serenamente a condurre le nostre esistenze con le sole personali convinzioni, che è tutto uguale dappertutto, che siamo tutti uguali e che "io sono il migliore in assoluto", e tutto continuerebbe come sempre, senza sobbalzi o scossoni, anzi perchè non chiudersi in casa e buttare la chiave dalla finestra? Non si correrebbe nessun pericolo di poter in qualche modo "cambiare opinione" su sè stessi nè tanto meno nei confronti degli altri.
E' tutto lecito.

?
Chi lo dice Tammy ?
Però se un porcospino mi si vuole infilare in casa a tutti i costi, permetti che forse avrò qualche altra priorità che non accolturarmi !
Cara Tammy la maschera dell' integrazione culturale è il bicarbonato con il quale i ns governi, precedente e attuale, ci danno per digerire quella che, a tutti gli effetti, è un'invasione di massa !
E quando una cosa è imposta, serve poco l'intercultura !

Citazione:
Riguarda solo ed esclusivamente la nostra percezione di ciò che è "differente" da noi, dalla nostra sensibilià, dal nostro vissuto personale, questo non si insegna davvero con un libro, ma, forse, qualcuno (per esempio io ) ci potrebbe trovare delle risposte interessanti ad alcuni modi di porsi, tra l'altro spesso inconsci, nei confronti proprio del "nuovo" della "diversità".
Per lavoro ho avuto questa bella opportunità: conoscere una persona veramente stupenda, almeno ai miei occhi, ed aver dato delle risposte concrete ad un mio stato di malessere. Condividere un' esperienza con altri, (non "tartasso" solo voi ) è sempre per me, per alcuni un pò meno, motivo di crescita.
Ok mi sto aggrovigliando.......
buon appetito

Forse era ora di pranzo Tammy, e la fame gioca brutti scherzi !

Mi chiarirai meglio un'altra volta !

Ciao

Dolce Tammy,
Tommy2005 is offline  
Vecchio 17-10-2006, 18.36.44   #37
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Riferimento: dal multiculturalismo al diversity

Oh, tommy!
Il porcospino non entra in casa tua per uno smodato bisogno di importi la sua cultura, ma perchè altrimenti morirebbe, ergo per necessità?

Siccome sei tu la Talpa (l'ospitante, il generoso, il buono) ignorante degli usi e costumi, della cultura del tuo ospite, ti senti nel pieno diritto, essendo a casa tua, di sentirti in qualche modo superiore al poveretto, (se avessimo rispetto anche per i valori altrui probabilmente non ci sentiremo superiori) tu, talpa, hai le capacità di organizzare la tua vita al meglio delle tue possibilità e potenzialità. Puoi scegliere: di non farmi entrare, di farmi entrare tagliandomi gli aculei, di spararmi. Potresti anche scegliere che ti faccio comodo e di sfruttarmi. Dov’è il problema?
Uno scambio interculturale sarebbe possibile solo se fosse bidirezionale se fosse, cioè, una scelta libera e consapevole quella di venire a vivere a casa tua, talpa, non per necessità, oppure ritenerlo un'arricchimento della propria cultura di origine. Se “questa è la maschera dell' integrazione culturale è il bicarbonato con il quale i ns governi, precedente e attuale, ci danno per digerire quella che, a tutti gli effetti, è un'invasione di massa” a me poco me ne frega, quello che invece mi frega molto è imparare a comprendere la “diversità” dove per “diversità” si intende non solo l’immigrato, ma anche l’eventuale o remota possibilità, di cambiare semplicemente casa, è avere paura del “nuovo”, del “cambiamento”.
Me lo fai apposta!
Qualcuno ha ben compreso cosa significhi essere considerati diversi vivendolo sulla propria pelle e, a seconda della propria sensibilità, avrà una reazione diversa per ogni situazione/esperienza che gli sarà dato di vivere.
Non tutti siamo capaci di integrarci con il nuovo specialmente se non hai possibilità di scelta, (nel caso in cui non c'è ritorno) l’unica soluzione possibile è l’adattamento e l’integrazione, se prima non ti passa per la mente di suicidarti, quindi se leggere un libro (sono solo arrivata a pagina 35 ) aver seguito questo corso sulla comunicazione interculturale, indipendentemente dall’applicazione pratica nelle relazioni che avrò con altre persone, essermelo praticamente “indossato” a me ha fatto solo che un gran bene e condividere esperienze, ripeto, può essere solo motivo di ulteriore crescita personale e conseguentemente avere la possibilità di migliorare i rapporti relazionali.
Ora dimmi che quel che ho scritto non c’entra nulla con il thread!

P.S. i copia incolla, a volte, sono pratici.

Buona serata a tutti
tammy is offline  
Vecchio 17-10-2006, 21.37.43   #38
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Riferimento: dal multiculturalismo al diversity

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Il vero problema non consiste nella diversità ma in quello che si fa…..
…….
E' ovvio che tutti i porcospini e tutte le talpe non sono uguali.

Perfettamente d’accordo.

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Ho accolto mio marito nel mio cuore e ha distrutto tutti i cristalli e le preziose porcellane che avevo.

Però adesso si è formata una vera perla nel tuo cuore
Immagini allegate
Tipo file: jpg perla2.JPG (10.3 KB, 29 visite)
edali is offline  
Vecchio 17-10-2006, 21.37.57   #39
Tommy2005
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-09-2006
Messaggi: 176
Riferimento: dal multiculturalismo al diversity

Uuhh..quanta carne al fuoco dolce Tammy,
cerchiamo di mettere un po' di ordine : le proposizioni sono come le gentil donzelle : si evadono una alla volta ! (non l'ho potuta trattenere !)

Citazione:
Il porcospino non entra in casa tua per uno smodato bisogno di importi la sua cultura, ma perchè altrimenti morirebbe, ergo per necessità?

E' vero cara Tammy, ma cosa fai, ripeti ciò che ho già detto io ?

Citazione:
Se poi il porcospino, non è entrato nella mia tana per lo smodato bisogno di devolvere la sua cultura amorevolmente, ma piuttosto per estreme necessità, perchè altrimenti ne avrebbe fatto volentieri a meno, allora interculturarsi diventa ancora più difficile !

Citazione:
Siccome sei tu la Talpa (l'ospitante, il generoso, il buono)

Grazie per la Talpa, ma per l'ospitale (non ospitante), il generoso ed il buono proprio non posso compiere questo peccato di vanità : sono i ns governi che sono così "altruisti" sulle spalle dei fessi come me e te : la ns generosità più che una vocazione è un dovere !

Citazione:
ignorante degli usi e costumi, della cultura del tuo ospite,

Cara Tammy, ma beata ignoranza se non ti ritrovi stuprato o con un coltello nella panza !

Citazione:
ti senti nel pieno diritto, essendo a casa tua, di sentirti in qualche modo superiore al poveretto, (se avessimo rispetto anche per i valori altrui probabilmente non ci sentiremo superiori)


Ma dove vivi Tammy, nella capanna dello zio Tommy1884 ?
Ma guarda che è proprio il contrario, sono loro che pretendono di vivere a casa ns con i "loro" usi e costumi, senza integrazione ed anzi...con una vena di cospicuo disprezzo !

Citazione:
tu, talpa, hai le capacità di organizzare la tua vita al meglio delle tue possibilità e potenzialità. Puoi scegliere: di non farmi entrare, di farmi entrare tagliandomi gli aculei, di spararmi. Potresti anche scegliere che ti faccio comodo e di sfruttarmi. Dov’è il problema?

Il problema dolce Tammy è che io non ho scelto proprio nulla : i sigg. politici, per favorire gli industriali dandogli manodopera ricattabile a basso costo, li hanno fatti entrare ad orde !

Citazione:
Uno scambio interculturale sarebbe possibile solo se fosse bidirezionale se fosse, cioè, una scelta libera e consapevole quella di venire a vivere a casa tua, talpa, non per necessità, oppure ritenerlo un'arricchimento della propria cultura di origine.

Verissimo Tammy !
Ma è proprio questo che non accade : non c'è la libertà ma l'imposizione !

Citazione:
Se “questa è la maschera dell' integrazione culturale è il bicarbonato con il quale i ns governi, precedente e attuale, ci danno per digerire quella che, a tutti gli effetti, è un'invasione di massa” a me poco me ne frega, quello che invece mi frega molto è imparare a comprendere la “diversità” dove per “diversità” si intende non solo l’immigrato, ma anche l’eventuale o remota possibilità, di cambiare semplicemente casa, è avere paura del “nuovo”, del “cambiamento”.

Perchè ritieni che l'erba del vicino possa essere più verde della tua ?
Cara Tammy il tuo arricchimento personale o spirituale o culturale non è un qualche cosa che ti può venir dato dall'esterno : è dentro di te che devi cercare la tua ricchezza !
La cultura esterna può solo coadiuvare il tuo parto interiore, non sostituirlo !

Citazione:
Me lo fai apposta!
Qualcuno ha ben compreso ...cosa significhi essere considerati diversi vivendolo sulla propria pelle e, a seconda della propria sensibilità, avrà una reazione diversa per ogni situazione/esperienza che gli sarà dato di vivere.
Non tutti siamo capaci di integrarci con il nuovo specialmente se non hai possibilità di scelta, (nel caso in cui non c'è ritorno) l’unica soluzione possibile è l’adattamento e l’integrazione, se prima non ti passa per la mente di suicidarti, quindi se leggere un libro (sono solo arrivata a pagina 35 ) aver seguito questo corso sulla comunicazione interculturale, indipendentemente dall’applicazione pratica nelle relazioni che avrò con altre persone, essermelo praticamente “indossato” a me ha fatto solo che un gran bene e condividere esperienze, ripeto, può essere solo motivo di ulteriore crescita personale e conseguentemente avere la possibilità di migliorare i rapporti relazionali.
Ora dimmi che quel che ho scritto non c’entra nulla con il thread!

Guarda Tammy...se tutto questo discorso l'hai fatto perchè, volere o volare stò c...cavolo di porcospino te lo devi subire, allora ammiro molto il tuo spirito di adattamento nel cercare di "sopravvivere" alla forzata convivenza...ma credimi : non credere di arricchirti di alcunchè !
Per arricchirci io e te, ad esempio, ci vuole la tua e mia volontà di interagire, comunicare, cambiare, metterci in discussione... come giustamente hai già menzionato nei tuoi post precedenti !
Ma tu credi che dall'altra parte ci sia questa volontà ?

Un simpatico saluto
Tommy2005 is offline  
Vecchio 17-10-2006, 22.28.07   #40
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Riferimento: dal multiculturalismo al diversity

Inizierei con le parole di Mary “Non tutti sono uguali” .
E non ci sono attualmente soluzioni per tutte le circostanze. Fanno paura, sì, i porcospini malviventi, quelli neanche invitati in casa, quelli ce si intrufolano da soli, ma questo può essere un discorso per la sezione “cultura e società” con lo specifico “delinquenza” . Per questi (per tutti che siano stranieri e/o no) le leggi dovrebbero essere ferree. Negli ultimi discorsi di Maxim e Tommy, riconosco anche il pensiero di mio marito ed anche mio per quel che riguarda la poca protezione offerta dallo stato. Alla delinquenza italiana si aggiunge anche la delinquenza degli emigranti e per questi ultimi si cercano delle giustificazioni come: “saranno affamati!” il che non mi sembra molto corretto.

Però, non penso che il 3d proposto da Tammy voleva sottolineare questo aspetto.

Un esempio concreto di interscambio culturale e non voglio fare riferimento all’arte perché sarebbe troppo facile, può essere (visto dal punto di vista femminile) un interscambio di ricette culinarie.
Premetto che agli inizi del mio matrimonio non sapevo cucinare un gran che. Quindi, sono venuta senza un gran bagaglio di tradizioni . Tutto ciò che so fare adesso è stato appreso dopo, sia da una nazione che dall’altra. Anche in questo modo si può crescere. (in peso )

Ma … vogliamo considerare l’altro come un essere umano diverso sì, ma poi non tanto tanto?
Dove iniziamo a riconoscerci? Quando? Le agape che sono la condivisione di una gioia. I funerali che sono la condivisione di un dolore. Gli innamoramenti ed i tradimenti. I cammini della vita insomma. Senza arrivare agli estremi.

x Tommy. Cosa intendi per
Citazione:
Originalmente inviato da Tommy2005
entrato nella mia tana per lo smodato bisogno di devolvere la sua cultura amorevolmente
?

Sinceramente non riesco a comprendere “smodato bisogno di devolvere la cultura”


edali is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it