Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 10-07-2004, 18.58.56   #21
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Se esistono i tumori ci sarà un perchè...anche la distruzione ha una sua funzione
Senza variabili che sfuggono agli schemi sarebbe tutto racchiuso in cellette invalicabili, non esisterebbe il concetto di libertà, non esisterebbe il concetto di evoluzione, di superamento di se stessi...sarebbe tutto immobile...
Anche la distruzione è un gradino per l'evoluzione...tesi antitesi e sintesi...noi siamo nel periodo di antitesi alla vita, chissà dopo che sarà...presente odissea nello spazio?
sisrahtac is offline  
Vecchio 12-07-2004, 09.26.22   #22
Giulma
Utente bannato
 
Data registrazione: 09-07-2003
Messaggi: 558
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mary
Sì, Giulio

è sbagliato mettere gli animali sullo stesso piano dell'uomo.

L'umanità si è distaccata da quel piano. Ma in verità se fosse rimasta a quello stadio ne avrebbe beneficiato il Pianeta.

L'uomo non ha portato nulla di buono al Pianeta che lo ospita.
Solo morte e distruzione.


...





L'umanità è una cosa diversa dagli animali. Vedi, se non ci fossimo noi, umanità, che credi che ci sarebbe questo pianeta?
Ci sono troppe cose che dovete ancora imparare, tante. Con il tempo si impareranno: sappiate, sto parlando molto in generale, che nelgli insegamenti del passato sono state spiegate molte cose, come la nascita del nostro universo e il senso della vita. Provate a leggere del Buddha, credete che non ci sia proprio tanto da imparare in quei "sutra" di saggezza? E Lao Tze? Wimalakirti? Molti forse non sanno neanche chi è? Eh? E atnti tanti altri, compreso Cristo (non quello raccontato dalla chiesa pero). Perchè non leggete, non studiate, non vi interessate per conoscere sempre più, e vi accontentate di quello che credete aver capito credento di satre bene così? E perchè non approfittate di insegnamenti importanti che sono stati dati, che credete che chi parlava di universi tondi, quadrati, capovolti, ecc... ecc... fosse un pazzo mentre ne parlava migliaia di anni fa? Quando solo oggi si sta ipotizzando in modo seri l'esistenza di altri universi? Chissà, forse infiniti? Eh?

Ciao, Giulio
Giulma is offline  
Vecchio 12-07-2004, 09.36.55   #23
Giulma
Utente bannato
 
Data registrazione: 09-07-2003
Messaggi: 558
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mary


...


Noi siamo parte di quel gruppo. Da soli non possiamo niente ma insieme possiamo fare tanto. E non solo con le azioni, ma con il pensiero, con le intenzioni, e non ultimo chiedere a Dio di darci una mano.

Mary


Vedi cara Mary, spero tu non ti offenda se io mi permetto di riprenderti su alcune cose che tu dici, mi sei simpatica, e proprio per questo mi va di dirti come la penso. Come su questa ultima frase che hai appena scritto:

"chiedere a Dio di darci una mano"


Secondo te ha un senso? Non credi, forse, che Dio una mano la dà sempre, e dico sempre, anche quando si crede di no. Bisogna stare attenti, secondo me, quando si parla di Dio, perchè si scorda spesso quanto è grande, infinitamente grande.
Non bisogna credere che chiedendo si ottiene qualcosa, è solo vivendo e con le nostre reali azioni che otteniamo qualcosa, qualcosa da donare agli altri. L'umanità esiste per volontà di Dio, e pensare che se non ci fosse il pianeta starebbe meglio equivale a dire che Dio ha pensato male di crearci, perchè ci poteva fare meglio. Vedi, certo che il pianeta va rispettato e se non lo rispettiamo ne pagheremo le conseguenze, ma è giusto che ci siamo, anche sbagliando, capito?

Ciao, Giulio



Giulio
Giulma is offline  
Vecchio 12-07-2004, 10.17.14   #24
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
***

Dal Caos nasce il Cosmo, secondo un’antica filosofia.
Dal disordine nasce l’ordine.
In questa esistenza caotica che gli esseri umani si sono imposti, c’è dunque l’auspicio che fiorisca un nuovo equilibrio.
Ma la vita è un continuo divenire. Tornerà il caos, da qualche parte, e poi un nuovo ordine prenderà forma.
Il nostro lato distruttivo è quello razionale? Probabilmente stiamo rispondendo erroneamente a tensioni e pulsioni che serpeggiano nel nostro animo e che non appartengono alla sfera razionale. E sono queste che in primis spingono. L’uomo è ansioso, è aggressivo, egoista, anche se molto spesso non sa ammetterlo, o non gli fa comodo ammetterlo. La razionalità dovrebbe servire a prendere coscienza di questi contenuti e non solo a studiare le cellule impazzite, il sole (che indubbiamente prima o poi morirà, come tutte le stelle), le galassie, o quale sia il modo migliore per tirare a campare fino a domani.
E’ difficile, molto più difficile che parlare di queste stesse cose.
Agora is offline  
Vecchio 12-07-2004, 10.51.38   #25
Giulma
Utente bannato
 
Data registrazione: 09-07-2003
Messaggi: 558
Re: ***

Citazione:
Messaggio originale inviato da Agora
Dal Caos nasce il Cosmo, secondo un’antica filosofia.
Dal disordine nasce l’ordine.
In questa esistenza caotica che gli esseri umani si sono imposti, c’è dunque l’auspicio che fiorisca un nuovo equilibrio.
Ma la vita è un continuo divenire. Tornerà il caos, da qualche parte, e poi un nuovo ordine prenderà forma.
Il nostro lato distruttivo è quello razionale? Probabilmente stiamo rispondendo erroneamente a tensioni e pulsioni che serpeggiano nel nostro animo e che non appartengono alla sfera razionale. E sono queste che in primis spingono. L’uomo è ansioso, è aggressivo, egoista, anche se molto spesso non sa ammetterlo, o non gli fa comodo ammetterlo. La razionalità dovrebbe servire a prendere coscienza di questi contenuti e non solo a studiare le cellule impazzite, il sole (che indubbiamente prima o poi morirà, come tutte le stelle), le galassie, o quale sia il modo migliore per tirare a campare fino a domani.
E’ difficile, molto più difficile che parlare di queste stesse cose.


Il cosmo nasce da Dio.

Il caos non esiste, è solo apparente, esiste per noi, che ci crediamo. Ordine e disordine sono sempre nel duale. Trascendilo, e scoprirai le leggi.

Ciao, Giulio
Giulma is offline  
Vecchio 12-07-2004, 11.03.02   #26
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
***

X Giulma

Dipende dal concetto che si ha di Dio.
Certo che c'è dualismo. Dal caos al cosmo, dal cosmo al caos, ecc.
Questo è il divenire.
Certamente la dualità nasce dall'Uno, ma poi i due termini di ogni dualismo si generano l'un l'altro, si compenatrano a volte. Al massimo dello Yin nasce lo Yang, e viceversa.
Agora is offline  
Vecchio 12-07-2004, 11.07.39   #27
Giulma
Utente bannato
 
Data registrazione: 09-07-2003
Messaggi: 558
Re: ***

Citazione:
Messaggio originale inviato da Agora
X Giulma

Dipende dal concetto che si ha di Dio.
Certo che c'è dualismo. Dal caos al cosmo, dal cosmo al caos, ecc.
Questo è il divenire.
Certamente la dualità nasce dall'Uno, ma poi i due termini di ogni dualismo si generano l'un l'altro, si compenatrano a volte. Al massimo dello Yin nasce lo Yang, e viceversa.


Dio è il Creatore. Anche del dualismo, quindi, lo "comprende".

Il divenire è ciò che nell'illusione in cui siamo immersi diviene, ma, nella realtà, è illusione. Va vissuto, è necessario, ma è illusione. C'è altro.
Yin and Yang, è duale. Trascendilo.



Ciao, Giulio.
Giulma is offline  
Vecchio 12-07-2004, 11.27.08   #28
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
***

Giulio, non ho mai detto il contrario di quello che tu affermi riguardo alla comprensione della dualità nell'Uno.
Il dualismo è illusione (maya) e se va vissuto, come tu dici, qualche motivo ci sarà; trascenderlo significa non viverlo più come elemento fondante la realtà, ma arrivare all'Essere.

Tuttavia non so cosa intendi tu per "illusione" e questo potrebbe già porci in ottiche diverse.

Riguardo al Dio creatore, bè anche questa concezione andrebbe spiegata.
Agora is offline  
Vecchio 12-07-2004, 11.34.12   #29
Giulma
Utente bannato
 
Data registrazione: 09-07-2003
Messaggi: 558
Re: ***

Citazione:
Messaggio originale inviato da Agora
Giulio, non ho mai detto il contrario di quello che tu affermi riguardo alla comprensione della dualità nell'Uno.
Il dualismo è illusione (maya) e se va vissuto, come tu dici, qualche motivo ci sarà; trascenderlo significa non viverlo più come elemento fondante la realtà, ma arrivare all'Essere.

Tuttavia non so cosa intendi tu per "illusione" e questo potrebbe già porci in ottiche diverse.

Riguardo al Dio creatore, bè anche questa concezione andrebbe spiegata.



Sembra che tu voglia rispondere a me, che illusione. E se io non ci fossi? Se non esistessi? Chi ti dice che ci sono? Solo perchè ti scrivo, o magari se ci incontriamo mi vedi. O meglio ancora, mi puoi toccare. E credi di parlare con me, di parlare con qualcuno, con chi? Con la sua mente e tu con la tua, forse, illusione con illusione. Ecco, questa è per me "illusione". Adesso lo sai.
Spiegare Dio? Inutili parole. Ne potremmo parlare da quì fino alla fine di questo universo, e non avremmo detto nulla di Lui.

Ciao, Giulio.
Giulma is offline  
Vecchio 12-07-2004, 12.00.23   #30
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
***

D'accordo, Giulio, allora non parliamo per niente di Dio, e non diciamo neanche che è il "creatore" a questo punto.

Se tu sei un' illusione, allora ci troviamo sullo stesso piano, perchè ovviamente lo sono anch'io. E tuttavia stiamo dialogando. Dire che non esisti potrebbe essere fuorviante; esisti, esistiamo, sul piano dell'illusione.
Se per te l'illusione è semplice non-esistenza, allora non possiamo trovarci d'accordo. Il tuo stesso pensiero sarebbe illusione, persino quello che ti porta a credere in Dio.
Agora is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it