Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 11-02-2006, 16.53.30   #1
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
La logica dell'universo

Se l'universo non è una costruzione logica, perché la materia si forma sotto forma di "spirale"?
La spirale è la forma più adatta per descrivere o simbolizzare "sviluppo", cioè la trasformazione da uno stato piccolo, nel centro della spirale, a uno stato più grande nella periferia della spirale. Vedete:
http://imgsrc.hubblesite.org/hu/db/2..._wallpaper.jpg
Il nostro sistema solare si trova nella perifiria di una galassia simile a quella nell'immagine.

La terra ruota attorno il suo proprio asse con 0,5 chilometro/secondo

La terra orbita il sole con 30 chilometro/secondo

Il sistema solare orbita la galassia con 250 chilometro/secondo.

La nostra galassia, la via lattea, si muove attorno il gruppo locale di galassie con 300 chilometri/secondo.

La quantità delle galassie nell'universo è infinita, e tutti mostrano movimenti logici.
Come può esistere questa organizzazione logica di movimenti "piccoli" dentro movimenti più "grandi", se non sono prodotto di riflessione, ed espressione di un piano?

Ciao

Ultima modifica di Rolando : 11-02-2006 alle ore 17.00.06.
Rolando is offline  
Vecchio 12-02-2006, 12.22.11   #2
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
La risposta non credo sia difficile.

Immagina di mettere un centinaio di sassolini dentro un grosso contenitore e mescolarlo.

Ogni sassolino ha una propria attrazione gravizationale, massa ecc. Dunque questi inzieranno ad attrarsi a vicenda e a regolarsi al meglio.

Vi saranno violenti scontri, alcuni sassolini si fonderanno con altri, alcuni comincieranno a ruotare attorno ai loro fretelli più grandi, altri si isoleranno alla fine raggiungeranno un equilibrio per forza di cose.


Quello che noi vediamo oggi non è nato dall'ordine ma dal caos.

Questo è il risultato della combinazione delle varie forze dell'universo.

Queste forze benchè paiano stabili sono tuttora in forte movimento e contrasto.

Quello che definisci ordine in realtà e tutt'altro.

Biuchi neri che inghiottono intere galassie e relative civiltà.

Veri e prorpi SCONTRI tra galassie; perfino la nostra si sconterà con la galassia di andromeda fra 1 milione di anni e entrambe diventeranno una sola.

Stelle che esplodono e distruggono i pianeti che ruotano loro attorno (cosa che succederà anche al notro sole)

E tantissimi altri fenomeni inimmaginabili.

Con questo non voglio dire che non vi sia ordine.

L'ordine esiste, ma nasce dal caos.

L'universo nasce dal caos e si sta espandendo casualmente. Mentre si espande, si organizza.
alessiob is offline  
Vecchio 12-02-2006, 17.12.35   #3
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Arrow x Rolando.

Prima la scienza, poi le congetture.

Per quanto riguarda le galassie:

1. esse non vengono considerate essere in numero infinito, ma dell’ordine di 150-200 miliardi circa (l'incertezza su questa cifra è grande, poichè le stime variano a seconda dei metodi utilizzati).

http://hypertextbook.com/facts/1999/TopazMurray.shtml

http://imagine.gsfc.nasa.gov/docs/as...s/021127a.html

2. la maggior parte delle galassie vengono considerate essere le ellittiche nane, ma negli ultimi anni è stata avanzata l’ipotesi che siano invece le irregolari nane; le ellittiche e le irregolari non presentano alcun tipo di struttura a spirale. Le galassie più osservate storicamente sono sì le spirali, ma solo perché esse sono più luminose e facilmente studiabili; nei vari ammassi di galassie osservati, le ellittiche scoperte, che sono le galassie che presentano le proprietà più variabili, sono attualmente le più numerose. Le irregolari, dato proprio che non hanno strutture definite né alcuna simmetria né ‘movimenti regolari’, sono le più difficili da trovare, ma anzi proprio per questo vengono considerate facenti parte della cosiddetta ‘materia oscura’.

http://www.seds.org/messier/xtra/ngc/n6822.html (la famosa galassia irregolare di Barnard, appartenente al Gruppo Locale)

http://www.seds.org/messier/m/m087.html (la famosa galassia gigante ellittica M87, dell’ammasso della Vergine)

---------------- notizie sulla popolazione galattica:

http://imagine.gsfc.nasa.gov/docs/as...s/020130a.html

http://www.aas.org/publications/baas...s/S038005.html (abstract di una pubblicazione sulle ellittiche nane)

http://www.physics.hku.hk/~nature/CD...es/chap18.html (in generale sulle galassie ed i vari tipi)

http://www.tufts.edu/as/wright_cente...ext_gal_1.html (sui vari tipi)

http://www.astro.umd.edu/education/a...al/spiral.html (sulle spirali)

http://www.vialattea.net/hubble/1995/9508.htm (in italiano sulle galassie deboli)


3. la maggior parte della materia (percentuale variabile, ma sempre MOLTO elevata) di ogni galassia viene considerata essere attualmente materia ‘oscura’, ovvero materia che non emette radiazione, ma di cui è possibile avere conoscenza tramite gli ‘effetti’ gravitazionali sulla galassia stessa; la sola materia osservata NON può spiegare, per esempio, le proprietà di rotazione delle spirali.

http://www.scienzagiovane.unibo.it/darkmatter.html

http://en.wikipedia.org/wiki/Dark_matter

4. la nostra galassia ospite, appunto la Galassia ovvero la Via Lattea, attualmente viene considerata essere una galassia di grandi dimensioni di tipo SBb o SBc ovvero un tipo di spirale barrata; la bella galassia Sombrero è di un tipo non ben accertato (dato che la osserviamo lungo il piano galattico) tra Sa ed Sb, ma comunque non barrata.

http://www.seds.org/messier/more/mw.html (la Via Lattea)

http://www.seds.org/messier/more/mw_type.html (una ricostruzione grafica della Via Lattea)

http://www.seds.org/messier/m/m104.html (la Sombrero)

http://skyserver.sdss.org/dr1/en/pro...tuningfork.asp (classificazione delle galassie di Hubble)


5. La Galassia ed il Gruppo Locale, alla quale appartiene, compiono diversi movimenti a seconda del sistema di riferimento che si prende in considerazione (naturalmente, come sai, quando specifichi una velocità devi sempre dire anche rispetto a che cosa); quella che tu citi probabilmente è la velocità solidale con la quale tutti i membri del nostro gruppo si muovono verso quello della Vergine.

http://hypertextbook.com/facts/1999/PatriciaKong.shtml (qui c’è un po’ di materiale sui vari moti della nostra Milky Way)


Dopo un po’ di Astrofisica, due domande:

1. perchè prima di parlare di questi argomenti non ci si documenta in modo appropriato, per evitare che i propri discorsi siano totalmente campati per aria?

2. quale piano cosmico intravedi? E non mi rispondere che c'è anche se non lo vediamo, poichè comprendi bene che sarebbe alquanto contraddittorio.

Ricordo che la presente è la sezione 'Scienze'.


Saluti.

Ultima modifica di nexus6 : 12-02-2006 alle ore 17.22.26.
nexus6 is offline  
Vecchio 12-02-2006, 20.16.48   #4
spensierata-mente
Ospite abituale
 
L'avatar di spensierata-mente
 
Data registrazione: 30-01-2006
Messaggi: 43
che differenza c'è...

tra la congettura e l'ipotesi?
ho visto nominare con certa sicumera delle "ipotesi" cioè delle presunzioni cioè delle congetture che però non si sà a quale titolo sono definite scienza.....
boh
spensierata-mente is offline  
Vecchio 13-02-2006, 00.35.59   #5
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Thumbs down tanto per muovere le dita...

Citazione:
Messaggio originale inviato da spensierata-mente
tra la congettura e l'ipotesi?
ho visto nominare con certa sicumera delle "ipotesi" cioè delle presunzioni cioè delle congetture che però non si sà a quale titolo sono definite scienza.....
boh

Sicumera?

Ma se mi sono preoccupato di spulciare tutti quei siti che ho linkato, proprio per non apparire sicumerico... bel ringraziamento!

Ma li hai visitati, almeno oppure è stato tutto inutile?

Certo che l'atteggiamento ambivalente delle masse verso la Scienza è strano: si pretende l'impossibile, l'inafferrabile e poi quando molto pragmaticamente e realisticamente vengono fornite le proprie congetture scientifiche, le proprie ipotesi scientifiche le si schernisce dicendo: "Ah! Ma quanto siete presuntuosi! Sono solo ipotesi!".

A questo punto, se la cortesia fosse stata un micron maggiore, mi sarei pazientemente messo a blablare sul metodo e sul carattere delle ipotesi e delle teorie scientifiche, fornendo pure un'ampia documentazione di siti web, ma non muoverò le dita inutilmente, vista la sconcertante banalità di certi discorsi.


Ci vuole relativismo, comunque: che ognuno si continui sterilmente a muovere nel proprio rispettivo campo d'ignoranza poichè, in certi casi, ho scoperto che l'evangelizzazione non serve proprio a nulla.



nexus6 is offline  
Vecchio 13-02-2006, 06.02.51   #6
3gonus
Ospite
 
L'avatar di 3gonus
 
Data registrazione: 19-10-2004
Messaggi: 35
Spero si comprenda presto che l'Universo segue un paradigma frattale, che non ci è ancora possibile identificare..
3gonus is offline  
Vecchio 13-02-2006, 12.30.21   #7
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Re: che differenza c'è...

Citazione:
Messaggio originale inviato da spensierata-mente
tra la congettura e l'ipotesi?
ho visto nominare con certa sicumera delle "ipotesi" cioè delle presunzioni cioè delle congetture che però non si sà a quale titolo sono definite scienza.....
boh

La differenza, sostanziale, è la seguente:
A) Un'ipotesi segue e consegue ad un corpus teoretico (cioè ad una immagine scientifica del mondo), costituendosi ad "interpretazione" di quei fenomeni che non sono immediatamente spiegati dal corpo teoretico stesso.
Ogni ipotesi attende conferme sperimentali (spesso ne ha già, ma non definitive, oppure coesistenti con altre conferme di ipotesi diverse).
B) Una congettura è un tentativo di interpretazione di alcuni o molti fenomeni, ma che non tiene conto del corpus teoretico e dottrinale conosciuto.

Esempio: la "gravitazione quantistica a loop" è un'ipotesi; invece, la supposizione che i terremoti siano provocati dalle ire di una divinità, quella è una congettura.
Weyl is offline  
Vecchio 13-02-2006, 18.19.09   #8
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Citazione:
Messaggio originale inviato da alessiob
L'universo nasce dal caos e si sta espandendo casualmente. Mentre si espande, si organizza.
Se l'ordine potesse nascere dal "caos" ciò significherebbe che il caos è il "creatore" dell'ordine che prevale nell'universo, e con ciò il "caos" ha in sé la facoltà di creare, e quindi non può in realtà essere un vero caos, ma deve essere considerato un essere vivente, visto che è sol un essere vivente che può "creare" qualcosa.
Ciao
Rolando is offline  
Vecchio 13-02-2006, 19.08.45   #9
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Re: x Rolando.

Citazione:
Messaggio originale inviato da nexus6
Prima la scienza, poi le congetture.

Per quanto riguarda le galassie:

1. esse non vengono considerate essere in numero infinito, ma dell’ordine di 150-200 miliardi circa (l'incertezza su questa cifra è grande, poichè le stime variano a seconda dei metodi utilizzati).
Queste cifre sono appunto delle "congetture" basata sull'ipotesi "big bang", ma in realtà nessuno ha visto il vonfine dell'universo e più lontano si vede con Hubble più galassie si scopre. In realtà la logica mostra che l'univeso deve assolutamente essere infinito visto che altrimento deve confinare a, ed esistere in "nulla".
Ma siccome un "nulla" non può esistere senza essere qualcosa, dato che è solo ciò che è qualcosa che può esistere, il nulla non può assolutamente esistere. Quindi si l'evoluto indagatore capisce che l'universo è infinito.
Citazione:
2. la maggior parte delle galassie vengono considerate essere le ellittiche nane, ma negli ultimi anni è stata avanzata l’ipotesi che siano invece le irregolari nane; le ellittiche e le irregolari non presentano alcun tipo di struttura a spirale. Le galassie più osservate storicamente sono sì le spirali, ma solo perché esse sono più luminose e facilmente studiabili; nei vari ammassi di galassie osservati, le ellittiche scoperte, che sono le galassie che presentano le proprietà più variabili, sono attualmente le più numerose. Le irregolari, dato proprio che non hanno strutture definite né alcuna simmetria né ‘movimenti regolari’, sono le più difficili da trovare, ma anzi proprio per questo vengono considerate facenti parte della cosiddetta ‘materia oscura’.
Anche se esistono galassie che hanno altre forme ciò non significa che non sono organizzate logicamente.
Citazione:
3. la maggior parte della materia (percentuale variabile, ma sempre MOLTO elevata) di ogni galassia viene considerata essere attualmente materia ‘oscura’, ovvero materia che non emette radiazione, ma di cui è possibile avere conoscenza tramite gli ‘effetti’ gravitazionali sulla galassia stessa; la sola materia osservata NON può spiegare, per esempio, le proprietà di rotazione delle spirali.
Appunto, le forze che organizzano le forme visibili dell'universo, le spirali, ecc., sono appunto "invisibili". Anche la logica è in se stessa invisibile ma si rivela attraverso i processi naturali nel micro- e nel macrocosmo.
Citazione:
1. perchè prima di parlare di questi argomenti non ci si documenta in modo appropriato, per evitare che i propri discorsi siano totalmente campati per aria?2. quale piano cosmico intravedi? E non mi rispondere che c'è anche se non lo vediamo, poichè comprendi bene che sarebbe alquanto contraddittorio.
Penso che sia una questione di percezione. Quando io vede la galassia o un sistema solare vedo una funzione logica. Il sole crea la luce ed il roteare della terra attorno se stesso ed attorno il sole, crea respettivamente giorno e notte e il ciclo dell'anno. Così vengono create esattamente i contrasti necessari perche l'esperienza della vita potrà aver luogo. Io non vedo il "caos" da nessuna parte. Dappertutto vedo cicli e processi che seguono piani. La galassia spirale o qualsiasi altra formazione di materia che è sospesa in "aria" per milioni d'anni rivela per me che ci sia un piano e un'eneriga invisibile che mantiene sia i movimenti e la forma della galassia.
La superstizione materialistica che tutte queste organizzazioni macrocosmiche sono create da se stesse trovo invece un po' puerile ed illogca.
Citazione:
Ricordo che la presente è la sezione 'Scienze'.
Appunto, ma la scienza non significa limitarsi alla scienza materialistica, la quale non può mai scoprire niente altro di materia. I piani e le energie creative dell'universo sono immateriali e si rivelano come detto solo attraverso le strutture logiche della materia.
Ciao
Rolando is offline  
Vecchio 13-02-2006, 21.47.12   #10
spensierata-mente
Ospite abituale
 
L'avatar di spensierata-mente
 
Data registrazione: 30-01-2006
Messaggi: 43
per nexus

la domanda di rolando era precisa
riesci ad intuire l'intelligenza che sottende all'universo si o no?
sai spiegare l'architettura e il senso di ciò che vedi si o no?
o ti accontenti di snocciolare ipotesi alle masse ignoranti senza che tu riesca a penetrare un minimo di Verità?
poi ignoranti di cosa? delle tue ipotesi?

buona e proficua continuazione entro i paletti della "scienza"
spensierata-mente is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it