Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 04-01-2007, 09.28.36   #51
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Che cos'è la Verità?

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Direi che sei decisamente fuori tema il 3d su Dio è un altro….. Questo è sulla verità, quindi lascio perdere Hume e Berkeley e rispondo al tuo primo quesito.


Il reale esiste indipendentemente dal pensiero e dalla nostra interpretazione soggettiva. Una montagna esiste, poi soggettivamente uno può dire che fa schifo ed uno che è bella…. Ma per entrambi esiste. Quel dato inequivocabile è il terreno comune tra me e te.


Questa domanda non la capisco. I sensi sono ricettori la ragione poi elabora gli input che arrivano attraverso gli organi sensoriali.

La sequenza degli eventi è questa:

Un allarme suona.
L’orecchio cattura il suono e lo trasmette cervello.
Il cervello lo decodifica.
Il cuore lo valuta come bello o brutto, (trattandosi di un allarme lo valuterà brutto se era Mozart forse lo avrebbe valutato bello).

Il conflitto che esponi tu probabilmente è tra mente e cuore, tra ragionare e sentire, tra ragione e passione.
La passione spingerebbe a cercare i suoni di mozart e ad evitare gli allarmi, ma essendo noi degli installatori di impianti anti furto la ragione ci dice che dobbiamo provare quel suono.

Ho fatto un errore nell’enunciato precedente te ne sei accorto?

Ho detto: - un allarme suona – questo significa che la ragione era già intervenuta ed aveva decodificato il suono. La sequenza giusta quindi è?

Viene prodotto un suono.
L’orecchio cattura il suono e lo trasmette cervello.
Il cervello lo decodifica.
Il cuore lo valuta come bello o brutto.

Così va meglio no?

Esiste poi un modo di sentire nel quale il meccanismo del pensiero non interviene, non c’è decodifica, nemmeno c’è valutazione e noi siamo "uno col suono". Ma parlare di questo non serve a nessuno.


Bellissimo intervento.
Yam is offline  
Vecchio 04-01-2007, 10.01.45   #52
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Che cos'è la Verità?

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah

Come ha fatto ad arrivarci? Con la RAGIONE e fidandosi ciecamente di essa (idee innate, quindi credeva in una conoscenza a priori, non a posteriori tramite i sensi).

Sei sicuro di questo?
I paradigmi della Gnoseologia in occidente sono, da sempre, sostanzialmente due, ma di questo si potrebbe discutere in Filosofia, dove il tuo intervento (ahime') sarebbe stato perfetto. Filosofia e Spiritualita' non dovrebbero essere separate, ma di fatto, qui in occidente lo sono e lo sono proprio per un motivo che qui e' molto evidente.
Sarebbe bello non agganciarsi a questo o a quello e partire da zero, da se stessi e dalla propria esperienza....da una bella tabula rasa, come se si fosse innocenti bambini filosofi all'inizio dei tempi. Mi e' piaciuto l'intervento di Van per questo motivo....
Stai dando troppa importanza alla Filosofia, alla mente e poca al cuore...occorre trovare il punto di collegamento dei due.


Citazione:
Provo a dirtelo con altre parole e chiarendo alcune cose che avrei dovuto dire:
Possiamo fidarci di quello che percepiscono i nostri 5 sensi? O quanto essi ci dicono sul mondo che ci circonda, è falsato, non vero, non affidabile, da mettere nel cestino?

Ecco questa e' una domanda importante, ma non andiamo a vedere come la risposta a questa domanda dette origine a questo o a quel paradigma...gnoseologico....e' possibile partire dall'esperienza diretta.
Cio' che propongo e' una sorta di metodo socratico, ho visto che funziona in altre sedi diverse da questa....

Citazione:
Insomma, dobbiamo forse fidarci solo della nostra ragione, di quello che noi possiamo pensare, le nostre idee - che non hanno a che fare con quanto ci dicono i sensi -, tramite - detto in altro modo - idee innate, da sempre presenti in noi?

Questo si scopre piano, piano attraverso l'autosservazione. Se compulsivamente cerchi sempre una risposta nella mente, non troverai mai nulla, se non grovigli di concetti sempre piu' complessi che anche se apparentemente "costruzioni" perfette....in realta' non sono che castelli di carte o di sabbia. Il Vento e il Mare li distruggeranno in un attimo.
Yam is offline  
Vecchio 04-01-2007, 10.02.26   #53
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Che cos'è la Verità?

Citazione:
Originalmente inviato da freedom
Beh.......senza simboli non potremmo nemmeno comunicare. Ho sonno dunque dormo. Vero o falso?


non è detto.
puoi anche scegliere di rimanere sveglio?

"in principio era il verbo, e il verbo era presso dio e il verbo era dio"

cosa significa secondo te?

non ti pare tanto un'esaltazione mistica dell'avvento dell'alfabeto?

e se si come mai?

forse perchè ha permesso la comunicazione (seppur limitata) tra gli individui?
turaz is offline  
Vecchio 04-01-2007, 10.50.11   #54
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Che cos'è la Verità?

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Prova a prendere un aereo, un piccolo aereo da turismo e viaggia in rotta di collisione con la "non esistente montagna", poi ne riparliamo......



Cerco di riportari il pensiero di George Berkeley, lui era un empirista estremo.
Sosteneva che quanto noi percepiamo nel mondo con i sensi è proprio così.
Attenzione però:
Lui, al contrario di filosofi come Locke (empirista), Cartesio, Spinoza (razionalisti) ecc., non arrivò alla conclusione che il mondo è reale.
Per lui era un salto che non si poteva fare.
L'unica cosa che esiste è quello che percepiamo con i sensi, ma noi non percepiamo la materia o la sostanza materiale.
Avere l'idea che noi percepiamo una sostanza preesistente e reale significa non essere coerenti con se stessi (se ci si affida solo ai SENSI). Non si hanno prove a riguardo dall'esperienza per giungere a tali conclusioni.

Se tu vai a schiantarti contro una montagna con un aeroplano...
Potrai sentire con i SENSI che la montagna è dura, che il tuo dolore è forte ecc. ecc. ma NON potrai percepire la materia stessa della montagna.

Berkeley arriva insomma a credere che il mondo materiale non è vero, ma siamo circondati dalla coscienza. Noi possiamo sapere solo di essere fatti di spirito. Le idee che abbiamo del mondo, della materia sono causate da un qualcosa di spirituale, che "opera ogni cosa e per opera del quale tutte le cose esistono".

Ecc. Ecc.

Insomma: Cioè che è reale, è di natura spirituale, e Berkeley con questo spirito, pensava a Dio (era vescovo-filosofo).
Elijah is offline  
Vecchio 04-01-2007, 12.27.06   #55
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Che cos'è la Verità?

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah

Berkeley arriva insomma a credere che il mondo materiale non è vero, ma siamo circondati dalla coscienza. Noi possiamo sapere solo di essere fatti di spirito. Le idee che abbiamo del mondo, della materia sono causate da un qualcosa di spirituale, che "opera ogni cosa e per opera del quale tutte le cose esistono".


Si e' sicuramente qualcosa del genere, ma perche' non provi a staccarti dalle voci dei filosofi?
A sentire te stesso?
Dove ti percepisci, nella testa o dove?
(per esempio)
Tu percepisci te stesso?
Quanti siete?
Tu e quello che si percepisce?
Yam is offline  
Vecchio 04-01-2007, 13.53.32   #56
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Che cos'è la Verità?

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Perche' non provi a staccarti dalle voci dei filosofi?
A sentire te stesso?
Perché per il momento mi ritorna più "utile" sapere cosa pensavano gli altri, piuttosto che capire cosa penso io.

Questo per il semplice motivo che se devo andare a fare una qualsiasi forma di esame (come è il mio caso), mi si chiederà il pensiero degli altri. Cosa penso io, sarà irrilevante (per modo di dire).
Importante è di norma poi capire cosa pensa il professore che si ha di fronte e dire cosa LUI vuole sentire, non altro.

È triste, ma purtroppo mi pare che le cose stanno proprio così... Non trovi?
(Un allievo intelligente non dirà di non concordare con il suo insegnante fino a quando non avrà superato gli esami - parlo a livello scolastico e accademico -... dopo, può iniziare a dire quel che gli pare e piace, con la SUA di testa, ma solo dopo. Farlo prima, porta un sacco di problemi e discussioni inutili).

Elijah is offline  
Vecchio 04-01-2007, 15.49.07   #57
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Che cos'è la Verità?

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Perché per il momento mi ritorna più "utile" sapere cosa pensavano gli altri, piuttosto che capire cosa penso io.

[...]


Capisco, tuttavia ho un caro amico docente di estetica che non la pensa cosi...non sono tutti cosi come dici i prof.....ma la maggior parte si e questo e' molto triste, ma almeno ti consente di vedere e tastare cio' che sostengo e cioe' che molto tempo fa', nella filosofia occidentale e' accaduto qualcosa di terribile.....una separazione....

Comunque mi sembra una scusa. Non ti ho chiesto di dire cosa pensi tu, ma semmai di essere un vero filosofo e di non usare solo la testa...puoi farlo, puoi non separare...
Yam is offline  
Vecchio 04-01-2007, 16.08.47   #58
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Che cos'è la Verità?

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Capisco, tuttavia ho un caro amico docente di estetica che non la pensa cosi...non sono tutti cosi come dici i prof.....ma la maggior parte si e questo e' molto triste, ma almeno ti consente di vedere e tastare cio' che sostengo e cioe' che molto tempo fa', nella filosofia occidentale e' accaduto qualcosa di terribile.....una separazione....

Comunque mi sembra una scusa. Non ti ho chiesto di dire cosa pensi tu, ma semmai di essere un vero filosofo e di non usare solo la testa...puoi farlo, puoi non separare...


ciò che separa d'altra parte è l'ego
turaz is offline  
Vecchio 07-01-2007, 12.01.36   #59
dasca
Ospite
 
Data registrazione: 11-12-2006
Messaggi: 31
Riferimento: Che cos'è la Verità?

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
credo non si stia parlando di questo genere di verità, la matematica è una scienza inventata dall'uomo che serve per dare una definizione univoca. ma se parliamo di Dio, l'unità è già composta da 3 elementi, che facciamo allora, 1 + 1 =6?

Personalmente penso che la matematica, come ogni cosa "manifesta" nel nostro mondo fisico, sia comunque derivata dalle verità del mondo spitituale.... non "invenzione" dell'uomo ma "immaginazione" e presa di coscienza....
E se parliamo di Dio e ci inseriamo l'idea della trinità in unità forse non è più "invenzione" dell'uomo questa Idea che non la matematica?
La verità della chiesa in particolare Cattolica si basa su di un'idea assurta a dogma che non trovo nelle scritture e che ha, mi pare, raggiunto la fede dei credenti alcuni secoli d.c.
Se studiamo le religioni prima di Cristo troviamo molte similitudini col Dio Padre del Cristianesimo (Zeus o Giove ..ecc); poi troviamo molte altre "divinità" o esseri spirituali chiamati con vari nomi.... ma queste "moltitudini" mi pare esistano anche nel Nuovo Testamento come schiere di Angeli (ben definite anche da Dante in NOVE gerarchie!! e nelle scritture e non solo presenti con nomi propri: Gabriele, Michele, ecc..), senza contare la "venerazione " nella "vergine Maria" nei Santi ecc.... tutte figure Spirituali alle quali viene tributata venerazione e fede...
Ma allora siamo "politeisti" anche noi Cristiani!!! o no??? Io, che accolgo, o almeno cerco, l'insegnamento del Cristo, mi ritengo "monoteista" come penso lo siano tutte le religioni che individuano una sola Figura Divina Genitrice (a volte vista in femminila e altre in maschile); questo non esclude l'esistenza di molte altre realtà spirituali tra le quali anche l'"UOMO".
E questo mi fa credere che la "verità oggettiva" sia nel mondo spirituale e che l'uomo ne giunga a "vedere" solo una parte "soggettiva" in quanto la sua "vista" fisica non consente altro!
E con questo non pretendo di conoscere la Verità, me sento di "avere" la verità in me ma di non essere ancora in grado di "vederla e viverla" con pienezza..... se così fosse non sarei qui a scriverne!
dasca is offline  
Vecchio 13-01-2007, 23.47.16   #60
Flavio**61
Ospite abituale
 
L'avatar di Flavio**61
 
Data registrazione: 12-03-2005
Messaggi: 388
Riferimento: Che cos'è la Verità?

Citazione:
Originalmente inviato da dasca
Personalmente penso che la matematica, come ogni cosa "manifesta" nel nostro mondo fisico, sia comunque derivata dalle verità del mondo spitituale.... non "invenzione" dell'uomo ma "immaginazione" e presa di coscienza....
E se parliamo di Dio e ci inseriamo l'idea della trinità in unità forse non è più "invenzione" dell'uomo questa Idea che non la matematica?
La verità della chiesa in particolare Cattolica si basa su di un'idea assurta a dogma che non trovo nelle scritture e che ha, mi pare, raggiunto la fede dei credenti alcuni secoli d.c.
Se studiamo le religioni prima di Cristo troviamo molte similitudini col Dio Padre del Cristianesimo (Zeus o Giove ..ecc); poi troviamo molte altre "divinità" o esseri spirituali chiamati con vari nomi.... ma queste "moltitudini" mi pare esistano anche nel Nuovo Testamento come schiere di Angeli (ben definite anche da Dante in NOVE gerarchie!! e nelle scritture e non solo presenti con nomi propri: Gabriele, Michele, ecc..), senza contare la "venerazione " nella "vergine Maria" nei Santi ecc.... tutte figure Spirituali alle quali viene tributata venerazione e fede...
Ma allora siamo "politeisti" anche noi Cristiani!!! o no??? Io, che accolgo, o almeno cerco, l'insegnamento del Cristo, mi ritengo "monoteista" come penso lo siano tutte le religioni che individuano una sola Figura Divina Genitrice (a volte vista in femminila e altre in maschile); questo non esclude l'esistenza di molte altre realtà spirituali tra le quali anche l'"UOMO".
E questo mi fa credere che la "verità oggettiva" sia nel mondo spirituale e che l'uomo ne giunga a "vedere" solo una parte "soggettiva" in quanto la sua "vista" fisica non consente altro!
E con questo non pretendo di conoscere la Verità, me sento di "avere" la verità in me ma di non essere ancora in grado di "vederla e viverla" con pienezza..... se così fosse non sarei qui a scriverne!

Sono d’accordo con te ….non invenzione ….ma immaginazione e presa di coscienza…..

Ma è cosi anche per la trinità…..ci sono molti testi detti trinitari …..

Mt 3, 16-17; 28, 18-20 Mc 1, 9-11……e altri……. dai quali ha preso vita questa verità….come dici tu con

immaginazione e presa di coscienza…..

D’accordo con te ..l’unico intercessore verso Dio è Gesù…la madonna e i vari santi sono si da ammirare …ma non fanno miracoli…e se diventano idoli allora siamo politeisti…

D’accordo quando dici della verità” soggettiva “e “ oggettiva “

D’accordo che la verità è anche dentro di noi….

Ma non ti condivido quando dici che se fossi in grado di vederla e viverla con pienezza non saresti più qui…..
….perché sono convinto che una volta raggiunta…la prima cosa che vorremmo fare è aiutare gli altri a raggiungerla…

Io credo che la verità sia nella nostra coscienza……credo che Gesù volesse dirci questo …..

….se ci facessimo guidare in tutto dalla nostra coscienza allora si che vivremmo la verità con pienezza

Ciao Flavio
Flavio**61 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it