Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 04-01-2007, 15.29.26   #11
arwen
Ospite
 
Data registrazione: 06-05-2005
Messaggi: 32
Riferimento: Dio

Citazione:
Originalmente inviato da atomico
DIO è l'unica cosa possibile.

E se vuoi prove scientifiche sulla sua esistenza, aspetta ancora qualche anno, male che vada, qualche decennio, e vedrai che la scienza dimostrerà che DIO esiste.
E' bello davvero per me vedere tanta convinzione! in effetti da qualche anno in qua nelle librerie si vedono testi che titolano cose tipo: "il tao della fisica", oppure quell'altro scritto da un noto scienziato che titola "perchè credo in Dio"
(o per lo meno un titolo simile). Confesso che non li ho letti questi libri, perchè ho paura di restare delusa...vedete, io non cerco altro che una prova , anche piccola, un qualcosa che razionalmente mi possa dare un piccolo appiglio.
Una volta credevo di esserci andata vicina, perchè avevo identificato Dio con una forza, quella forza che permette a uomini come Gandhi di fare le cose meravigliose che hanno fatto...però poi ho pensato che non era sufficiente come "prova", perchè per un uomo di tal fatta ce ne sono 100, 1000 e 1000 come Bokassa, Hitler e chissà quanti altri che distruggono tutto ciò che di "divino" ci si può sforzare di trovare nell'uomo...
La logica non è il mio forte, so solo che l'umanità delude, e Dio è sempre più difficile da definire...o da immaginare, non so..
Arwen
arwen is offline  
Vecchio 04-01-2007, 18.08.24   #12
salvatoreR
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 351
Riferimento: Dio

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Parlate un sacco di Dio…… desumo che dovete conoscerlo bene e sapere un sacco di cose su di lui.

Mi spiegate cos’è Dio e di cosa state parlando quando pronunciate quella parola di 3 lettere?

…..Un uomo con la barba ed il tridente?
…..Il signore e creatore del cielo e della terra?
…..L’essere supremo?
…..Il sommo bene?
…..La massima perfezione?
…..Altro?

Qualcuno di voi può descriverlo a chi non lo conosce?

Potete fornire prove oggettive e verificabili della sua esistenza?

Se non potete farlo è giusto dare per scontato che tutti vi capiscano e che tutti abbiano la stessa vostra idea di Dio?


La parola Dio da molto tempo mi è sconosciuta. Io penso che esiste “un Intelligenza Suprema “ che governa il Tutto. Che io chiamo “incommensurabile”. La fonte di cui proviene la vita.
Secondo il mio parere l’ incommensurabile non ha bisogno di preghiere o di adorazione e non può essere descritto in termini umani.
Esistono delle leggi universali che l’uomo deve osservare. ((la legge della rinascita, dell’Amore, del karma o di causa e effetti, di compassione, di polarità, di onestà e sincerità, di risonanza, di analogia e di corrispondenza.)
L’uomo è libero di agire, anche violando le leggi universali, ma poi, dovrà necessariamente subirne le conseguenze, perché le leggi violate tendono naturalmente a ristabilire l’equilibrio infranto.
L’Intelligenza Suprema non punisce, ma ha messo nelle leggi stesse il premio o la punizione.
Mi fermo qui.
SalvatoreR.

PS. Il “dio personale umanizzato” della mia infanzia, l’ho messo in soffitta fra le cose belle che non m’interessano più.
salvatoreR is offline  
Vecchio 04-01-2007, 18.23.28   #13
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Dio

Citazione:
Originalmente inviato da arwen
E' bello davvero per me vedere tanta convinzione! in effetti da qualche anno in qua nelle librerie si vedono testi che titolano cose tipo: "il tao della fisica", oppure quell'altro scritto da un noto scienziato che titola "perchè credo in Dio"
(o per lo meno un titolo simile). Confesso che non li ho letti questi libri, perchè ho paura di restare delusa...vedete, io non cerco altro che una prova , anche piccola, un qualcosa che razionalmente mi possa dare un piccolo appiglio.
Una volta credevo di esserci andata vicina, perchè avevo identificato Dio con una forza, quella forza che permette a uomini come Gandhi di fare le cose meravigliose che hanno fatto...però poi ho pensato che non era sufficiente come "prova", perchè per un uomo di tal fatta ce ne sono 100, 1000 e 1000 come Bokassa, Hitler e chissà quanti altri che distruggono tutto ciò che di "divino" ci si può sforzare di trovare nell'uomo...
La logica non è il mio forte, so solo che l'umanità delude, e Dio è sempre più difficile da definire...o da immaginare, non so..
Arwen

Ma dai c'è anche una umanità che solleva lo spirito:!!!!!
Guarda i giovani di oggi! Giovanni Allevi che compone musica divina,
cantautori che parlano di problemi sociali in modo genuino,
creativi di ogni genere, direttori d'orchestra a vent'anni
ricercatori che scoprono cose meravigliose, giovani che fanno volontariato,
giovani che credono in una politica di servizio,
guarda il bicchiere mezzo pieno.
Il pianeta si sta risvegliando E' in piena fioritura
ma perchè nasca il nuovo il vecchio e il marcio deve venire a galla
e deve scomparire per diventare concime per il nuovo.
paperapersa is offline  
Vecchio 04-01-2007, 22.11.57   #14
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: Dio

Citazione:
Originalmente inviato da salvatoreR
La parola Dio da molto tempo mi è sconosciuta. Io penso che esiste “un Intelligenza Suprema “ che governa il Tutto. Che io chiamo “incommensurabile”. La fonte di cui proviene la vita.
Secondo il mio parere l’ incommensurabile non ha bisogno di preghiere o di adorazione e non può essere descritto in termini umani.
Esistono delle leggi universali che l’uomo deve osservare. ((la legge della rinascita, dell’Amore, del karma o di causa e effetti, di compassione, di polarità, di onestà e sincerità, di risonanza, di analogia e di corrispondenza.)
L’uomo è libero di agire, anche violando le leggi universali, ma poi, dovrà necessariamente subirne le conseguenze, perché le leggi violate tendono naturalmente a ristabilire l’equilibrio infranto.
L’Intelligenza Suprema non punisce, ma ha messo nelle leggi stesse il premio o la punizione.
Mi fermo qui.
SalvatoreR.

Dalla parola “karma”, che hai usato, deduco che tu non ti riconosci parte della stessa chiesa (= confessione religiosa) nella quale mi riconosco io, ma per il resto direi che non abbiamo fra noi sostanziali differenze.
Intelligenza Suprema, con le due maiuscole, per me non fa differenza da Dio; e credo nemmeno per lui, se lo chiamiamo in modo diverso.
Certamente non ha bisogno di preghiere e di incensi, Lui, ma questo lo dicono tutti. I culti servono agli uomini per propiziare il proprio rapporto con l’Assoluto (toh! un altro nome!), e non certo viceversa; Lui, che ci ha creato (o ci governa, se preferisci) ci conosce già perfettamente.

Una piccola differenza, ma non sostanziale, la trovo nel paragrafo dopo, quello delle leggi. Anch’io credo che queste leggi esistono, ma quando ne parlo tengo a sottolineare sempre il mio convincimento che Lui, oltre che a stabilirle universalmente le ha scritte anche dentro ognuno di noi, in modo da permetterci di controllare quello che ci dicono gli altri.
Chissà che qualche birbone di falso profeta non cerchi di far passare per “universale” una leggettina inventata da lui!
Io le ho scritte tutte dentro, e con una cosa che si chiama coscienza (ma se vuoi possiamo darle anche un altro nome) verificare sempre la giustezza di quello che sento dire dai miei maestri.

Io dico: «Il Vangelo ce l’abbiamo inciso in cuore!»… ma naturalmente al posto di Vangelo ci puoi mettere il Catechismo che guida te!

Esattamente concorde invece sui due punti successivi, la libertà di scelta e l’inferno (punizione?... punizione) contenuta già nella legge; esattamente nella consapevolezza di aver violato la legge.

Ed anche a fermarti, hai fatto giusto giusto. Infatti non ci interessa affatto di sapere se ci definiamo cattolici, o induisti, o in qualunque altro modo ci piaccia.

E non ci importa nemmeno di chiamare l’Amore in mille modi diversi… che tanto sempre Amore è!
Lucio Musto is offline  
Vecchio 07-01-2007, 04.30.47   #15
atomico
Ospite
 
Data registrazione: 12-09-2006
Messaggi: 7
Riferimento: Dio

Citazione:
Originalmente inviato da arwen
Una volta credevo di esserci andata vicina, perchè avevo identificato Dio con una forza, quella forza che permette a uomini come Gandhi di fare le cose meravigliose che hanno fatto...però poi ho pensato che non era sufficiente come "prova", perchè per un uomo di tal fatta ce ne sono 100, 1000 e 1000 come Bokassa, Hitler e chissà quanti altri che distruggono tutto ciò che di "divino" ci si può sforzare di trovare nell'uomo...
La logica non è il mio forte, so solo che l'umanità delude, e Dio è sempre più difficile da definire...o da immaginare, non so..
Arwen

Nei tempi antichi, DIO ha parlato di se tramite profeti e santi.
Parlo di uomini toccati divinamente, le cui parole erano pietre, i cui gesti miracoli.

Oggi i tempi sono diversi, e gli esseri umani infarciti di scienza, dipendenti dalla scienza, non crederebbero neppure ai miracoli.
E molti dubitano che miracoli veri ci siano mai stati.
Quindi se oggi riapparisse Gesu, ancora lo crocifiggerebbero, ma non con i chiodi bensì con lo scetticismo della scienza.

Ma questo DIO lo sapeva, ed è questo che DIO ha voluto.
Perchè ha in servo per l'epoca moderna il suo più grande miracolo. Parlerà all'uomo con la lingua dell'uomo, e sarà la scienza ha dispiegare le verità più grandi.
E come dicevo, molti di voi saranno ancora vivi quando tutto questo avverrà.

Per quanto riguarda il resto del tuo discorso, ti dico che sbagli a diffidare di DIO perchè il mondo ti delude.
Se il mondo fosse perfetto (vita eterna, felicità eterna per tutti) allora si che sarebbe sensato dubitare di DIO. Perchè se ci avesse dato sulla terra le gioie più grandi, cosa mai avremo dovuto cercare in lui?
E così io dico che se il mondo fosse stato perfetto, l'uomo probabilmente non avrebbe neppure sentito il bisogno di chiedersi se ci fosse un DIO.

Mentre DIO ci ha creati imperfetti in un mondo imperfetto, in modo che fosse praticamente impssibile per ciascuno di noi trovare una felicità duratura.
Ci ha obbligati a rivolgerci a lui. Lui vuole questo da noi: che impariamo ad amarlo più di ogni altra cosa, perchè solo lui può darci ciò che null'altro può.
atomico is offline  
Vecchio 07-01-2007, 13.04.29   #16
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Riferimento: Dio

Di Dio non ve ne è uno solo o centinaia.

Vi è un Dio per ogni essere umano che voglia concepirlo.

Ogni uomo ha il suo Dio, poichè Dio è l'espressione del pensiero delle persone.
E il concetto di infinito, illimitato, perfetto, onnipotente che ogni persona si fa nella sua testa.

Dio è un concetto personale. Ogni persona si aggiusta questa idea come meglio crede, prendendo come base una religione, solitamente quella della propria cultura, per poi attuare tutta una serie di piccoli aggiustamenti, limitazioni, scarti, e aggiunte che produrranno il risultato finale: Il personale concetto di DIo.

L'uomo cerca Dio da migliaia di anni, ossia da quando ha avuto abbastanza intelligenza per accorgersi di esistere e non sapere il perchè.

Lo ha cercato ovunque, nei fiumi, negli oceani, nei venti, nei fulmini, nelle montagne, negli animali, nel cielo....
Lo ha cercato, sempre, insorabilmente. Senza sapere che Dio era sempre stato li, fin dal principio. Nella sua testa.

Era lui che aveva realizzato DIo e lo cercava perchè non riusciva a toccarlo, ad afferarlo.

Ecco l'unica definizione Di DIo.
Un idea generata dall'uomo assetato di conoscere le risposte che non avrà mai.
alessiob is offline  
Vecchio 07-01-2007, 15.28.14   #17
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Dio

Citazione:
Originalmente inviato da alessiob
Dio è l'espressione del pensiero delle persone.
È il concetto di infinito, illimitato, perfetto, onnipotente che ogni persona si fa nella sua testa.
[...]
Un'idea generata dall'uomo assetato di conoscere le risposte che non avrà mai.

Interessante intervento.
Vorrei ora comunque porti una domanda:

Secondo te, questa idea di un Essere Perfetto, da dove arriva?
Può arrivare da un essere Imperfetto come l'essere umano?
In altro modo: Può un essere Imperfetto creare l'idea di un Essere Perfetto?

Secondo René Descartes (latinizzato in Cartesio) la risposta è no. Lui, in quanto Imperfetto, non può aver creato da sé tale idea, ma tale idea (di un Essere Perfetto), deve per forza di cose provenire direttamente da questo Essere Perfetto, e Cartesio pensa chiaramente a Dio.

Quindi Dio esiste (deve esistere). Tale è la conclusione a cui arrivò Cartesio - razionalista - tramite la RAGIONE, e tralasciando appositamente i suoi SENSI (che lui mise in dubbio sulla affidabilità).

Citazione:
L'uomo cerca Dio da migliaia di anni, ossia da quando ha avuto abbastanza intelligenza per accorgersi di esistere e non sapere il perché.

Lo ha cercato ovunque [...]
Senza sapere che Dio era sempre stato lì, fin dal principio. Nella sua testa.
Piccola osservazione:
I razionalisti, partendo già da Platone (V-IV sec. a.C), erano consapevoli del fatto che nel mondo non si avrebbero trovate le risposte, dato che i SENSI di cui disponiamo mentono e sono fasulli.
Bisogna fidarsi solo della RAGIONE, e tramite essa si avranno le risposte, e si scoprirà cosa è veramente reale e cosa no.
Le idee innate e la ragione ci dicono cosa è vero e cosa no.
Questa è più o meno la loro posizione.

Elijah is offline  
Vecchio 07-01-2007, 15.39.31   #18
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: Dio

Citazione:
Originalmente inviato da alessiob
Di Dio non ve ne è uno solo o centinaia.

Vi è un Dio per ogni essere umano che voglia concepirlo.

Ogni uomo ha il suo Dio, poichè Dio è l'espressione del pensiero delle persone.
E il concetto di infinito, illimitato, perfetto, onnipotente che ogni persona si fa nella sua testa.

Dio è un concetto personale. Ogni persona si aggiusta questa idea come meglio crede, prendendo come base una religione, solitamente quella della propria cultura, per poi attuare tutta una serie di piccoli aggiustamenti, limitazioni, scarti, e aggiunte che produrranno il risultato finale: Il personale concetto di DIo.

L'uomo cerca Dio da migliaia di anni, ossia da quando ha avuto abbastanza intelligenza per accorgersi di esistere e non sapere il perchè.

Lo ha cercato ovunque, nei fiumi, negli oceani, nei venti, nei fulmini, nelle montagne, negli animali, nel cielo....
Lo ha cercato, sempre, insorabilmente. Senza sapere che Dio era sempre stato li, fin dal principio. Nella sua testa.

Era lui che aveva realizzato DIo e lo cercava perchè non riusciva a toccarlo, ad afferarlo.

Ecco l'unica definizione Di DIo.
Un idea generata dall'uomo assetato di conoscere le risposte che non avrà mai.

Visto che hai fatto una serie di affermazioni senza argomentarle, mi prenderò l’arbitrio di fare altrettanto nel commentare.

Dio è uno solo, come la Luna o il dipinto che ho davanti. Sembrano tanti quanti sono gli uomini perché ognuno lo percepisce con la sua mente. Unica, irripetibile, imperfetta.

L’uomo ha cercato Dio da quando si è reso conto che la sua esistenza non si giustificava da sola.

Tutta la vita dell’uomo, come persona e come specie, è una tensione alla conoscenza di Dio, ed un lento, faticoso progresso in quel senso. La persona conosce Dio alla fine dei suoi giorni, così come la specie umana alla fine logica della sua esistenza.

La sete di conoscenza dell’uomo è la forza che ci spinge ad approfondire la conoscenza di Dio.
Lucio Musto is offline  
Vecchio 07-01-2007, 18.59.29   #19
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Riferimento: Dio

Elijah scrive: "Vorrei ora comunque porti una domanda:
Secondo te, questa idea di un Essere Perfetto, da dove arriva?
In altro modo: Può un essere Imperfetto creare l'idea di un Essere Perfetto?"

Ovvio che può.
-Può un essere mortale creare il concetto di immortalità? Certo.
-Può un essere mortale creare il concetto di intelligenza artificiale, sebbene questa non esista. Sicuro!
-Può un essere umano creare il concetto di viaggio nel tempo? Ovviamente!
-Può creare il concetto di quarta, quinta, sesta dimensione oltre alla terza?
Certo!
E questo che caratterizza l'uomo e lo rende la cosa più incomprensibile dell'universo.

"Quindi Dio esiste (deve esistere). Tale è la conclusione a cui arrivò Cartesio"

Cartesio ha sbagliato. Anche perche credo che se fosse vissuto abbastanza per arrivare fino al mondo moderno avrebbe riformulato drasticamente le sue teorie.

Rudello dice: "ognuno lo percepisce con la sua mente. Unica, irripetibile, imperfetta"

Dici quello che ho detto io. Di qualcosa di diverso. Per esempio, smentiscimi.
alessiob is offline  
Vecchio 07-01-2007, 20.48.33   #20
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: Dio

Citazione:
Originalmente inviato da alessiob
...
Rudello dice: "ognuno lo percepisce con la sua mente. Unica, irripetibile, imperfetta"

Dici quello che ho detto io. Di qualcosa di diverso. Per esempio, smentiscimi.

Rudello dice: "Dio è uno solo, come la Luna o il dipinto che ho davanti. Sembrano tanti quanti sono gli uomini perché ognuno lo percepisce con la sua mente. Unica, irripetibile, imperfetta."

Cortesemente, quando facciamo le citazioni, facciamole intere, in modo da non stravolgere il senso, come ci hanno abituato certi giornaliasti televisivi che tagliano l'audio per non far sentire la frase completa.

Grazie

non si fa!
Lucio Musto is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it