Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 20-02-2007, 21.28.52   #11
cardif
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 16-02-2007
Messaggi: 2
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Ciao a tutti, sto provando il mio primo messaggio.
Comunque io credo che la spiritualita' di ogni uno sia il colmarsi o l'essersi fatto colmare i propri vuoti.

ciao a tutti
cardif is offline  
Vecchio 22-02-2007, 08.38.29   #12
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Citazione:
Originalmente inviato da Rasputin
io me lo chiedo da un po di tempo. è una prerogativa dei credenti? per chi è ateo o magari agnostico la spiritualità in cosa consiste?
Forse nell'avere valori etici ,rispetto e tolleranza, condivisione e apprezzamento senza avere bisogno di prediche, imposizioni ritualistiche
o seguire pedisssequamente la "morale" del tempo.
In tal senso ci sono esseri "spirituali" ovunque......
paperapersa is offline  
Vecchio 23-02-2007, 11.26.45   #13
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Citazione:
Originalmente inviato da salvatoreR

PS: essendo che la visione spirituale è molto soggettiva perché dipende da molti fattori, si spera che Maxim non insiste a volere imporre la sua a tutti.


Soggettiva tanto quanto è soggettiva la mente di ognuno di noi...ecco perchè ci sono tante diverse spiritualità quante menti ci sono al mondo.

Non c'è un punto fermo che possa ergersi a verità assoluta ed accettata dalla globalità delle menti...c'è solo uno stato di personalissimo equilibrio mentale ove i processi si sono stabilizzati ed hanno accettato ciò che dovevano accettare per pacare la mente e di conseguenza il corpo...al di fuori di essa non v'è nessuno!

...e ciò che mi è più divertente, ma anche affascinante, è che questa "ipotesi" non può essere accettata da colui che si definisce spirituale.

Io sto ricercando un credente, praticante, professante il divino che come premessa di ogni suo discorso metafisico ponga innanzi il fatto che tutto ciò in cui crede è partorito dalla sua mente...comincio io:
- quanto ho appena scritto, e che credo "più vero" di altre ridicole fantasie, è puro frutto del mio personalissimo pensare, quindi altrettanto ridicolo...sono solo con la mia fantastica-mente.

maxim is offline  
Vecchio 23-02-2007, 13.25.03   #14
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Salve e buon giorno!
sono in tremendo ritardo ma non posso esimermi da un obbligo
tutto bene ateaccio :quanto ho appena scritto, e che credo "più vero" di altre ridicole fantasie, è puro frutto del mio personalissimo pensare, quindi altrettanto ridicolo...sono solo con la mia fantastica-mente.; non essendo leghista lascio a te le concluisioni claudio
il lavoro mi aspetta ciao a tutti
fallible is offline  
Vecchio 23-02-2007, 13.25.53   #15
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Citazione:
Originalmente inviato da maxim

Non c'è un punto fermo che possa ergersi a verità assoluta ed accettata dalla globalità delle menti...c'è solo uno stato di personalissimo equilibrio mentale ove i processi si sono stabilizzati ed hanno accettato ciò che dovevano accettare per pacare la mente e di conseguenza il corpo...al di fuori di essa non v'è nessuno!

Scusa se correggo...c'è solo uno stato di personalissimo squilibrio mentale ....per il resto tutto e' mente, come dicono i Buddisti.
Ma c'e' mente e mente e la mente che mente.
C'e' una mente che precede il sorgere del pensiero.
Quella di cui parli tu e' il Manas del Vedanta.



Citazione:
...e ciò che mi è più divertente, ma anche affascinante, è che questa "ipotesi" non può essere accettata da colui che si definisce spirituale.

Ti sbagli, hai proprio ragione.

Citazione:
Io sto ricercando un credente, praticante, professante il divino che come premessa di ogni suo discorso metafisico ponga innanzi il fatto che tutto ciò in cui crede è partorito dalla sua mente...comincio io:
- quanto ho appena scritto, e che credo "più vero" di altre ridicole fantasie, è puro frutto del mio personalissimo pensare, quindi altrettanto ridicolo...sono solo con la mia fantastica-mente.

Certo, io sono di quella categoria di non credenti che stai cercando.
Di fronte al misero fallimento di ogni mia visione della vita ho scoperto il Silenzio.
Da li ho iniziato a vedere come la mente funziona.
Quel solo vedere, osservare, e' cio' che potresti perlomeno provare a fare, altrimenti non sei obiettivo.
Una volta sperimentato il silenzio, almeno al punto in cui i pensieri non disturbano e si scorge lo spazio tra uno e l'altro, potrai essere piu' obiettivo nel discriminare tra chi crede e chi ha scoperto qualcosa che va oltre le credenze...e che ama la verità (aletheia) e non insegue l'opinione (doxa).
Yam is offline  
Vecchio 23-02-2007, 14.59.11   #16
salvatoreR
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 351
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Diamo ascolto a Maxim: è parliamo della sua “fantastica –mente”, senza scomodare il divino.

Cos’ è la mente? La mente ha un ampio archivio di ricordi (memoria) e ricorre a loro in continuazione. Paragona il “Nuovo” al “Vecchio” e prende la sua decisione.
La mente consulta la sua banca dati e ha come reazione la SCELTA.
Scegliere non è sbagliato ma richiede sforzo. L’essere non è raggiungibile attraverso lo sforzo; l’amore non può essere raggiunto attraverso lo sforzo.
Scegliere significa anche RIFIUTARE.
Le cose che noi rifiutiamo tendono a colorarsi di paura. Rifiutando qualcosa la mente si sente importante. La domanda è: funziona la tattica della mente?

Il mondo che noi percepiamo non è altro che il prodotto della nostra MENTE basata sulla memoria, la paura, l’ansia e il desiderio. La personalità non è altro che una proiezione, un’abitudine fabbricata dalla mente ed alimentata dal desiderio. Noi siamo rinchiusi in questo MONDO ILLUSORIO. Il problema è come liberarsi dalla CONFUSIONE MENTALE?

La nostra attenzione si perde negli oggetti, nelle idee, e ci sfugge completamente il senso di Essere. Da qui inizia la nostra RICERCA SPIRITUALE, osservando e ascoltando il NOSTRO MENTALE senza idee preconcette, osservando com’entra in azione, come procede…. Ecc. ecc…

Vi è in noi una condizione costante di rifiuto e asserzione di ciò che vogliamo essere, rispetto a ciò che siamo. Tale stato di contraddizione determina conflitto interiore.
“Ciò che è “ è realtà. È un fatto.
Lottiamo continuamente per evitare di affrontare “ ciò che è “ ( il nostro stato reale ), oppure cerchiamo di sfuggirgli, o di trasformare o modificare la realtà dell’essere.
Senza comprendere “ciò che è” non potremo trovare la realtà, e senza tale intendimento la vita sarà una battaglia ininterrotta ove si perpetueranno dolore e sofferenza.
La realtà sarà comprensibile soltanto comprendendo “ciò che è”. Non si potrà comprendere se vi siano condanne o identificazione.
La realtà non è una cosa di cui fare esperienza.
Essa si accetta non si combatte.
Osservare “ciò che è” significa osservare senza distorcere quel che si sta osservando.
Quando c’è accettazione, non c’è conflitto interiore; c’è energia, c’è intelligenza che mostra qual è il modo giusto per vivere.
Allora avviene una straordinaria COMPRENSIONE che fa trascendere tutto… E VA OLTRE LA MENTE.


PS: Grazie J.Krishnamurti.
salvatoreR is offline  
Vecchio 23-02-2007, 15.25.30   #17
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: cos'è la spiritualità?

concordo con yam
diciamo che quel primo silenzio ti collega al "tempio" interiore.

ciao
turaz is offline  
Vecchio 23-02-2007, 15.54.02   #18
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Scusa se correggo...c'è solo uno stato di personalissimo squilibrio mentale ....per il resto tutto e' mente, come dicono i Buddisti.
Ma c'e' mente e mente e la mente che mente.
C'e' una mente che precede il sorgere del pensiero.
Quella di cui parli tu e' il Manas del Vedanta.





Ti sbagli, hai proprio ragione.



Certo, io sono di quella categoria di non credenti che stai cercando.
Di fronte al misero fallimento di ogni mia visione della vita ho scoperto il Silenzio.
Da li ho iniziato a vedere come la mente funziona.
Quel solo vedere, osservare, e' cio' che potresti perlomeno provare a fare, altrimenti non sei obiettivo.
Una volta sperimentato il silenzio, almeno al punto in cui i pensieri non disturbano e si scorge lo spazio tra uno e l'altro, potrai essere piu' obiettivo nel discriminare tra chi crede e chi ha scoperto qualcosa che va oltre le credenze...e che ama la verità (aletheia) e non insegue l'opinione (doxa).


COME NON DARTI RAGIONE......!
ho visto che hai modificato la firma........bella!
MIMMO is offline  
Vecchio 24-02-2007, 23.23.55   #19
erasmo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-01-2007
Messaggi: 92
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
cosa intendi con essere ateo...? NOn appertenere ha nessuna religione o non credere....
io per esempio affermo che credere è essere ignoranti ed affidarsi ad altri che si pensa sappiano....e questo è innagabile altrimenti diresti "so" non "credo"!

dunque cosa intendi per ateo


mimmo
credo assai interessanti parecchie tue affermazioni, anche se non tutte condivisibili
la prima
<<<Personalmente quindi non credo a nessuno religione, ma mi ritengo razionale non ateo......penso di essere molto spirituale, ma su basi d'esperienze non di credo......>>>(Mimmo)

è un po contorta, ma credo esprima molto bene quello che dicevano insieme Norberto Bobbio e il Card. Martini: le persone non si dividono fra credenti e non credenti, ma fra coloro che pensano e che coloro che non pensano

credo che il tuo volere essere razionale possa corrispondere a questo:
da questa base razionale, di chi pensa, credo si possano poi raggiungere tutti i traguardi umani possibili

un po' meno condivisibile l'altra tua affermazione, anche perchè non vera:
infatti dici
<<<io per esempio affermo che credere è essere ignoranti ed affidarsi ad altri che si pensa sappiano....e questo è innegabile, altrimenti diresti "so" non "credo"!>>>( Mimmo)

non mi pare proprio che credere voglia dire quanto tu affermi:
credere è avere fiducia in qualche altro, non credere delle cose, che al massimo potrebbero essere una conseguenza, non sempre lampante
come, ad esempio, quando tu hai fiducia in una persona a te cara, credi in quello che ti dice e naturalmente ( e qui potrebbe essere vero quello che tu scrivi ) credi anche delle cose che lei ti dice e che tu non sai
ma non vorrei che scambiassi credere con dogmi e altre sovrapposizione ( necessarie, utili, inutili o del tutto fuorvianti )
ciao
erasmo is offline  
Vecchio 24-02-2007, 23.43.20   #20
erasmo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-01-2007
Messaggi: 92
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Forse nell'avere valori etici ,rispetto e tolleranza, condivisione e apprezzamento senza avere bisogno di prediche, imposizioni ritualistiche
o seguire pedisssequamente la "morale" del tempo.
In tal senso ci sono esseri "spirituali" ovunque......


paperapersa
io non credo che umanamente e razionalmente parlando si debbano elidere a vicenda le cose che tu elenchi
mi spiego
si possono avere valori etici, rispetto e tolleranza, condivisione e apprezzamnto e tante altre cose, come accenni tu, senza però escludere prediche riti e morale del proprio tempo
l'importante, secondo me, è in quale ordine si mettono queste cose:
ossia se io ho dei valori e ascolto tutti, prediche di chiunque, illuminazioni di tanti altri, ma ( e questo è importante ) passando tutto al vaglio della mia ragione, che, anche se ha limiti e carenze, è ancora la cosa migliore su cui basarmi per vivere decentemente, allora dopo ci puoi mettere tutto quello che vuoi

anzi, secondo me, è solo un titanismo non salutare se si volesse escludere l'apporto di altri, presenti o del passato, che fanno prediche o filosofia, o morale e moraleggiamenti, sino ad arrivare ( solo per questa strada) a riti e anche ritualismi
ciao
erasmo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it