Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 25-02-2007, 07.57.31   #21
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Salve e buon giorno!
anzi, secondo me, è solo un titanismo non salutare se si volesse escludere l'apporto di altri, presenti o del passato, che fanno prediche o filosofia, o morale e moraleggiamenti, sino ad arrivare ( solo per questa strada) a riti e anche ritualismi sulla parte rossa sono d'accordo, non capisco il perchè la parte verde debba essere conseguenzale (esiste questa parola)(debba essereconseguanza) ; ringraziando per un eventuale chiarimento ho il desiderio di condividere con voi un pezzo di Pippo Franco; casualmente (non avevo sonno) mi è capitato di ascoltarlo nella trasmissione "Il senso della vita" ;non mi piace molto; nella quale raccontava (non lo ricordo parole per parola) del suo "senso della vita"....... < il corpo agglomerato di organi e di una miriade di funghi, batteri .... è una illusione (ricordo di avere letto che in alcune scuole in tibete si medita sulla corruttibilità del corpo umano per giungere al concetto da lui espresso), non siamo umani che cercano la spiritualità, ma spirituali che cercano l'umanità> interessante come concetto,lo concludei..... .vivendo ,secondo me, un diverso stato di "consapevolezza" di essere in ricerca. claudio
fallible is offline  
Vecchio 25-02-2007, 10.14.30   #22
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Citazione:
Originalmente inviato da erasmo
paperapersa
io non credo che umanamente e razionalmente parlando si debbano elidere a vicenda le cose che tu elenchi
mi spiego
si possono avere valori etici, rispetto e tolleranza, condivisione e apprezzamnto e tante altre cose, come accenni tu, senza però escludere prediche riti e morale del proprio tempo
l'importante, secondo me, è in quale ordine si mettono queste cose:
ossia se io ho dei valori e ascolto tutti, prediche di chiunque, illuminazioni di tanti altri, ma ( e questo è importante ) passando tutto al vaglio della mia ragione, che, anche se ha limiti e carenze, è ancora la cosa migliore su cui basarmi per vivere decentemente, allora dopo ci puoi mettere tutto quello che vuoi

anzi, secondo me, è solo un titanismo non salutare se si volesse escludere l'apporto di altri, presenti o del passato, che fanno prediche o filosofia, o morale e moraleggiamenti, sino ad arrivare ( solo per questa strada) a riti e anche ritualismi
ciao
io mi riferivo agli atei o agnostici, che non ritengo titani, ma molto mentali.
Chi è mentale vaglia, confronta, chiede fatti e prove reali e pur rispettando chi segue e professa una religione e i suoi riti se ne astiene, ma si prodiga egualmente per il bene comune.
D'altra parte io credo proprio che il rito serva più a chi lo frequenta che a Dio
Dio non ha bisogni!!! siamo noi umani che sentendoci separati e minuscoli
come formiche abbiamo bisogno di pregare....
Ma la miglior preghiera è il silenzio e l'ascolto.....nel silenzio soltanto
si ode il proprio Sè, lo si riconosce e ci si immerge nell'infinito.
Gesù docet.
paperapersa is offline  
Vecchio 25-02-2007, 17.54.22   #23
erasmo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-01-2007
Messaggi: 92
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
io mi riferivo agli atei o agnostici, che non ritengo titani, ma molto mentali.
Chi è mentale vaglia, confronta, chiede fatti e prove reali e pur rispettando chi segue e professa una religione e i suoi riti se ne astiene, ma si prodiga egualmente per il bene comune.
D'altra parte io credo proprio che il rito serva più a chi lo frequenta che a Dio
Dio non ha bisogni!!! siamo noi umani che sentendoci separati e minuscoli
come formiche abbiamo bisogno di pregare....
Ma la miglior preghiera è il silenzio e l'ascolto.....nel silenzio soltanto
si ode il proprio Sè, lo si riconosce e ci si immerge nell'infinito.
Gesù docet.


paperapersa
avevo capito che ti riferivi ad atei o agostici
ma ( e l'hai precisato anche questa volta ) non sono d'accordo che chi è ateo o agnostico è per definizione mentale
secondo me ci sono mentali tra gli atei, i gnostici e i credenti
ma ci sono anche non mentali fra gli atei, i gnostici e i credenti

non è certamente la "categoria" ( che brutto termine!) in cui ti incaselli, che ti fa definire mentale o non mentale, ma, secondo me, come ti vai a porre in questa categoria:
in ogni categoria ci sono quelli che vagliano, controllano, chiedono prove e poi decidono
ma in ogni categoria ci sono quelli che fan il contrario

poi affermi
<<<D'altra parte io credo proprio che il rito serva più a chi lo frequenta che a Dio
Dio non ha bisogni!!! siamo noi umani che sentendoci separati e minuscoli
come formiche abbiamo bisogno di pregare....>>> paperapersa

non credo proprio ci sia qualcuno che dica che il rito debba servire a Dio: ma da quando?
non capisco proprio questa tua affermazione

poi affermi ancora
<<<Dio non ha bisogni!!! siamo noi umani che sentendoci separati e minuscoli
come formiche abbiamo bisogno di pregare....
Ma la miglior preghiera è il silenzio e l'ascolto.....nel silenzio soltanto
si ode il proprio Sè, lo si riconosce e ci si immerge nell'infinito.>>> paperapersa

anche questo ( "Dio non ha bisogni" ) scusami la franchezza, è una cosa ovvia:
mica si prega per Dio, di certo.
Non commento l'altra tua affermazione ( siamo noi...ecc) che non mi pare corrisponda al motivo vero per cui preghiamo: ma qui ( credo ) andremmo fuori troppo
son d'accordo con te sul valore del silenzio e dell'ascolto
ottimo
ma anche quella forse non è preghiera?

<<<Gesù docet>>> paperapersa
è vero che Gesù ci ha insegnato, e Lui stesso ha praticato il ritiro e il silenzio,
ma ci ha anche insegnato il Padre Nostro, per esempio
ciao
erasmo is offline  
Vecchio 25-02-2007, 18.10.57   #24
erasmo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-01-2007
Messaggi: 92
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Citazione:
Originalmente inviato da fallible
Salve e buon giorno!
anzi, secondo me, è solo un titanismo non salutare se si volesse escludere l'apporto di altri, presenti o del passato, che fanno prediche o filosofia, o morale e moraleggiamenti, sino ad arrivare ( solo per questa strada) a riti e anche ritualismi sulla parte rossa sono d'accordo, non capisco il perchè la parte verde debba essere conseguenzale (esiste questa parola)(debba essereconseguanza) ; ringraziando per un eventuale chiarimento claudio


claudio
forse nella fretta non ho certamente dettagliato quanto volevo esprimere:
brevemente.
Dò per scontato che sei d'accordo su quella parte che tu hai segnato come rossa.
Perchè dico che si può arrivare, come conseguenza, a riti e anche ritualismi?
semplicemente perchè tutti noi, dopo aver cercato, vagliato, collegato, scartato e scelto, alla fine, normalmente, volendo essere umani e non fuori dalla realtà umana, inseriamo il nostro modo di pensare e vivere ( ateo, credente, agnostico o anche indifferente ) in un modo di esprimere questo nostre scelte

possono essere modi di pensare o di esprimersi ( vedi chi parla di consapevolezza, per esempio, ) ;
oppure modi di stare con gli altri ( vedi per esempio le agapi cristiane ) oppure tentativi di rapportarsi con l'Infinito ( vedi tipologie di preghiere come l'esicasmo o la preghiera del cuore ) o chi si affida ad altre modalità o tecniche ( vedi lo zen, la meditazione profonda ecc)
sono questi alcuni esempi
spero di essermi spiegato meglio ( o forse ho solo ingarbugliato di più la cosa?)
a risentirci
erasmo is offline  
Vecchio 25-02-2007, 19.03.12   #25
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Citazione:
Originalmente inviato da erasmo
paperapersa
avevo capito che ti riferivi ad atei o agostici
ma ( e l'hai precisato anche questa volta ) non sono d'accordo che chi è ateo o agnostico è per definizione mentale
secondo me ci sono mentali tra gli atei, i gnostici e i credenti
ma ci sono anche non mentali fra gli atei, i gnostici e i credenti

non è certamente la "categoria" ( che brutto termine!) in cui ti incaselli, che ti fa definire mentale o non mentale, ma, secondo me, come ti vai a porre in questa categoria:
in ogni categoria ci sono quelli che vagliano, controllano, chiedono prove e poi decidono
ma in ogni categoria ci sono quelli che fan il contrario

poi affermi
<<<D'altra parte io credo proprio che il rito serva più a chi lo frequenta che a Dio
Dio non ha bisogni!!! siamo noi umani che sentendoci separati e minuscoli
come formiche abbiamo bisogno di pregare....>>> paperapersa

non credo proprio ci sia qualcuno che dica che il rito debba servire a Dio: ma da quando?
non capisco proprio questa tua affermazione

poi affermi ancora
<<<Dio non ha bisogni!!! siamo noi umani che sentendoci separati e minuscoli
come formiche abbiamo bisogno di pregare....
Ma la miglior preghiera è il silenzio e l'ascolto.....nel silenzio soltanto
si ode il proprio Sè, lo si riconosce e ci si immerge nell'infinito.>>> paperapersa

anche questo ( "Dio non ha bisogni" ) scusami la franchezza, è una cosa ovvia:
mica si prega per Dio, di certo.
Non commento l'altra tua affermazione ( siamo noi...ecc) che non mi pare corrisponda al motivo vero per cui preghiamo: ma qui ( credo ) andremmo fuori troppo
son d'accordo con te sul valore del silenzio e dell'ascolto
ottimo
ma anche quella forse non è preghiera?

<<<Gesù docet>>> paperapersa
è vero che Gesù ci ha insegnato, e Lui stesso ha praticato il ritiro e il silenzio,
ma ci ha anche insegnato il Padre Nostro, per esempio
ciao

il rito viene per definizione della CCR considerato un dovere di partecipazione dei fedeli
quanto alPadre Nostro, stupenda recitazione, io la considero più un Fiat
e un Amen che una preghiera che chiede!!!
paperapersa is offline  
Vecchio 26-02-2007, 15.07.16   #26
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa

quanto alPadre Nostro, stupenda recitazione, io la considero più un Fiat
e un Amen che una preghiera che chiede!!!

Per “spiegare” agli ex-colleghi spirituali quanto mentale e di bassa lega sia l’origine della spiritualità, colgo al volo lo spunto di Papera relativamente alla “stranezza” della preghiera, estendendo il concetto a tutte quelle pratiche che ci assomigliano.

Il “Padre Nostro” è anch’essa una supplica del pregante rivolta a dio:
- …Dacci…venga…non ci indurre…liberaci…

La preghiera è l’umano tentativo di impossessarsi dell’assenso di dio affinché egli possa riservarci il miglior destino…
…e la spiegazione di quanto sia stravagante e grottesca la preghiera ci viene fornita direttamente dal “credente”, ovverosia da colui che, in buona fede inginocchiato, rivolge il suo sguardo al cielo e supplica il suo creatore.
Il pregante esprime tutta la sua comunione con dio e in alcuni passi della sua preghiera, oltre alle suppliche, risulta chiara ed evidente l’accettazione di ciò che il suo dio desidera….
…ma cosa desidera dio se non ciò che accade? Nulla può compiersi senza la sua volontà…"sia fatta la tua volontà"...

La “non logica” del pregare e quindi il cieco credere oltre ogni senso razionale, risiede proprio in questi passaggi. Le parole della preghiera, chiare suppliche rivolte a dio, non potranno mai cambiare la sua volontà…in quanto dio vuole che essa sia.

A fronte di certe “credenze” credo di poter concludere a rigor di logica che, non solo la spiritualità è uno stato mentale (senza M maiuscola)… ma addirittura, in certe sue forme, quello più lontano da una “normale” consapevolezza della propria esistenza.

maxim is offline  
Vecchio 26-02-2007, 16.19.56   #27
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Per “spiegare” agli ex-colleghi spirituali quanto mentale e di bassa lega sia l’origine della spiritualità, colgo al volo lo spunto di Papera relativamente alla “stranezza” della preghiera, estendendo il concetto a tutte quelle pratiche che ci assomigliano.

Il “Padre Nostro” è anch’essa una supplica del pregante rivolta a dio:
- …Dacci…venga…non ci indurre…liberaci…

La preghiera è l’umano tentativo di impossessarsi dell’assenso di dio affinché egli possa riservarci il miglior destino…
…e la spiegazione di quanto sia stravagante e grottesca la preghiera ci viene fornita direttamente dal “credente”, ovverosia da colui che, in buona fede inginocchiato, rivolge il suo sguardo al cielo e supplica il suo creatore.
Il pregante esprime tutta la sua comunione con dio e in alcuni passi della sua preghiera, oltre alle suppliche, risulta chiara ed evidente l’accettazione di ciò che il suo dio desidera….
…ma cosa desidera dio se non ciò che accade? Nulla può compiersi senza la sua volontà…"sia fatta la tua volontà"...

La “non logica” del pregare e quindi il cieco credere oltre ogni senso razionale, risiede proprio in questi passaggi. Le parole della preghiera, chiare suppliche rivolte a dio, non potranno mai cambiare la sua volontà…in quanto dio vuole che essa sia.

A fronte di certe “credenze” credo di poter concludere a rigor di logica che, non solo la spiritualità è uno stato mentale (senza M maiuscola)… ma addirittura, in certe sue forme, quello più lontano da una “normale” consapevolezza della propria esistenza.


C'è un vecchio detto che ha sempre guidatolamia vita "aiutati che Dio ti aiuta"
e più in là una profonda conoscenza delle parole del vangelo.
Quando pregate pregate come se aveste già ottenuto.
E da allora io sempre faccio così
Anche il Padre Nostro lo trasformo in tu ci dai il nostro pane quotidiano
tu rimetti i nostri debiti etc....
Nessuna supplica, ma fede e pensiero creativo e positivo.
paperapersa is offline  
Vecchio 26-02-2007, 17.19.25   #28
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Salve e buon oomeriggio!
Riguardo la prehiera non mi pronuncio......
A fronte di certe “credenze” credo di poter concludere a rigor di logica che, non solo la spiritualità è uno stato mentale (senza M maiuscola)… ma addirittura, in certe sue forme, quello più lontano da una “normale” consapevolezza della propria esistenza.

Non capisco in concetto di " "consapevolezza normale" ...........credo che essa sia sempre e solo la capacità cogliere il momento che si sta vivendo......il concetto di normale mi sembra non "congruo", si corre il rischio di aprire un 3d sulla normalità ci potrei andare a nozze claudio
fallible is offline  
Vecchio 27-02-2007, 09.00.00   #29
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
C'è un vecchio detto che ha sempre guidatolamia vita "aiutati che Dio ti aiuta"
e più in là una profonda conoscenza delle parole del vangelo.
Quando pregate pregate come se aveste già ottenuto.
E da allora io sempre faccio così
Anche il Padre Nostro lo trasformo in tu ci dai il nostro pane quotidiano
tu rimetti i nostri debiti etc....
Nessuna supplica, ma fede e pensiero creativo e positivo.

Converrai con me che, ufficialmente, le preghiere sono delle suppliche…però, supponendo che tu abbia saputo modificare il pregare secondo tuoi personalissimi schemi, quale funzione avrebbe per te questa comunione con dio il quale, imperterrito, continua a volere la sua volontà anche a dispetto di quelle anime che lo supplicano nelle loro preghiere?
No…non potrei mai pregare e ringraziare un dio di tutte le sofferenze che, per sua volontà, vengono da lui impartite alla sua creatura più riuscita..pessimo fabbricante questo divino…crea carne molto difettosa e non concede mai un minimo di garanzia.

maxim is offline  
Vecchio 27-02-2007, 10.37.19   #30
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: cos'è la spiritualità?

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Converrai con me che, ufficialmente, le preghiere sono delle suppliche…però, supponendo che tu abbia saputo modificare il pregare secondo tuoi personalissimi schemi, quale funzione avrebbe per te questa comunione con dio il quale, imperterrito, continua a volere la sua volontà anche a dispetto di quelle anime che lo supplicano nelle loro preghiere?
No…non potrei mai pregare e ringraziare un dio di tutte le sofferenze che, per sua volontà, vengono da lui impartite alla sua creatura più riuscita..pessimo fabbricante questo divino…crea carne molto difettosa e non concede mai un minimo di garanzia.


Maxim, quel dio non e' credibile, ma sembra che tu ci creda e ce l'abbia con lui
Yam is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it