Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 02-04-2007, 12.59.21   #51
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: non se ne parla, ma l'inferno esiste...

FALSE OPINIONI


Quelle che seguono sono alcune delle false idee sull'inferno, purtroppo molto diffuse, che in alcuni casi nascono da una lettura distorta della Scrittura, mentre in altri casi sono del tutto arbitrarie.

a. Universalismo

Insegna che alla fine tutti saranno salvati. "Iddio è troppo buono per escludere qualcuno dal Cielo", è l'argomento preferito da questa teoria, la quale è contraddetta e smentita da versetti come Romani 6:23, Luca 16:19-31, Giovanni 3:36 ed altri. In realtà, quello di escludere i peccatori dal Cielo è un atto di misericordia di Dio, perché un peccatore corrotto sarebbe infelice in Cielo come sarebbe infelice un santo di Dio all'inferno.

b. Restaurazionismo

Insegna che la punizione all'inferno non è una punizione eterna, ma un'esperienza temporanea che ha lo scopo di purificare il peccatore e renderlo adatto per il Cielo. Se le cose stessero così, le fiamme dell'inferno avrebbero maggiore potenza del sangue di Cristo. Inoltre, l'esperienza ci insegna che la punizione in se stessa non è rigeneratrice: può frenare, ma non trasformare.
Inoltre, secondo Matteo 25:41, se la punizione degli empi ha un termine, deve averlo anche la felicità dei giusti.

c. Seconda opportunità

Afferma che tutti avranno una seconda opportunità di accettare la salvezza, tra la morte e la risurrezione. Le Scritture, però, insegnano che al momento della morte il destino eterno dell'uomo è fissato (Ebrei 9:27). Inoltre, se la gente pensasse di avere un'altra opportunità, chi approfitterebbe della prima? E se essi trascurano la prima opportunità, per le leggi della natura umana saranno ancora più deboli quando dovranno approfittare della seconda.

d. Annichilazionismo

Insegna che Dio annienterà gli empi. L'Annichilazionismo trae questo insegnamento da una lettura errata di versi come II Tessalonicesi 1:9 ed altri passi, che dicono che gli empi saranno distrutti. In realtà nelle Scritture, questa parola non significa annichilimento, ma rovina.
D'altronde, se la parola "distruzione" in questo versetto significasse annichilimento, la parola "eterna" sarebbe superflua, perché l'annichilimento dura per sempre.
Nell'ambito di questa teoria vengono citati anche dei passi che mostrano la morte come punizione per il peccato. Ma in questi casi il riferimento è alla morte spirituale, non a quella fisica, e la morte spirituale significa separazione da Dio. La promessa della vita, fatta da Dio a colui che ubbidisce, non significa il dono dell'esistenza, perché questa la posseggono tutti. E se la vita come ricompensa non significa il dono della semplice esistenza, la morte come punizione non significa la perdita della semplice esistenza
joannes is offline  
Vecchio 02-04-2007, 14.47.48   #52
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: non se ne parla, ma l'inferno esiste...

Citazione:
Originalmente inviato da fallible
Buon giorno e salve a tutti,
vedo con piacere che si riesce a postare lasciando da parte citazioni varie e si leggono pensieri molto interessanti e che accomunano "sentire" differenti; su le "virtu" dello Spirito siamo parzialmente daccordo...è il rendersi "manifesto" che gli "impone" la 4° qualità, su i due punti successivi ci si discosta un pò , non credo che ci possano essere ricompense e punizioni nell'altro mondo; quando si afferma :I mondi di Dio sono infiniti, lo Spirito dell'uomo dopo la morte materiale continua la sua evoluzione nella direzione di DIO il Creatore, la differenza tra "Paradiso ed Inferno" sta nel diverso grado di perfezione raggiunto in questa vita. è molto importante perchè si sottointende una ulteriore evoluzione al termine della manifestazione impermanente (la vita terrena) ; ma siccome l'evoluzione continua fino a raggiungere "il Creatore" la "dannazione" non sarà mai eterna perchè il ricongiungimento a "dio padre" è nella Sua Volontà ;(ho usato una terminologia che umanizza il volere divino per comprensione...non credo che l'E' possa essere "razionalizzabile" ; grazie per la con-divisione claudio

Non ho mai parlato di "DANNAZIONE ETERNA" non esiste inquanto esistono infiniti mondi di Dio ed infinita è l'evoluzione dello Spirito.
E' il grado di evoluzione, che ogni essere umano ha ragiunto nel proprio Spirito, che fà la differenza, gli unici esseri che raggiungono Dio sono le Sue Manifestazioni da cui noi dobbiamo prendere esempio.
hetman is offline  
Vecchio 02-04-2007, 22.51.05   #53
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: non se ne parla, ma l'inferno esiste...

buona sera!
sono stanco ,torno dal lavoro, questa però la devo postare:sono le Sue Manifestazioni da cui noi dobbiamo prendere esempio.scusa...ma noi che siamo? no figli di dio? quindi sue manifestazioni in evoluzione..perchè passare un "messaggio" di punizione?
fallible is offline  
Vecchio 03-04-2007, 02.04.12   #54
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: non se ne parla, ma l'inferno esiste...

Citazione:
Originalmente inviato da fallible
buona sera!
sono stanco ,torno dal lavoro, questa però la devo postare:sono le Sue Manifestazioni da cui noi dobbiamo prendere esempio.scusa...ma noi che siamo? no figli di dio? quindi sue manifestazioni in evoluzione..perchè passare un "messaggio" di punizione?

Le Manifestazioni raggiungono subito Dio senza ulteriori evoluzioni, gli esseri umani, perchè imperfetti, hanno bisogno di ulteriore evoluzione.
Se questo è un messaggio di punizione allora è giusto passarlo, nessuno è perfetto, non siamo noi a giudicare ma Dio, ciò non toglie che la buona volontà e l'impegno sono doti che insieme all'amore per il prossimo aiutano il nostro spirito ad evolvere.
hetman is offline  
Vecchio 03-04-2007, 12.51.20   #55
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: non se ne parla, ma l'inferno esiste...

Buon giorno!
Sono perfettamente daccordo che nessuno è perfetto e che il miglioramento è inseto nell'essere umano, non capisco perchè se il fine ultimo, su questo credo si sia daccordo, è la ricongiunzione a Dio si debba passare attraverso l'inferno (nell'immaginario collettivo fuoco, fiamme stridor di denti); nelle quattro nobili verità del Buddha (non voglio fare proseliti )c'è una via differente per giungere allo stesso ,simile a quello di Cristo, che però viene tramandato in modo differente, risultato, dove prevale l'amore per la vita terrena anche se è "sofferenza" claudio
ps spero si capisca (avere messo le virgole giuste )
fallible is offline  
Vecchio 03-04-2007, 13.41.05   #56
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: non se ne parla, ma l'inferno esiste...

Citazione:
Originalmente inviato da fallible
Buon giorno!
Sono perfettamente daccordo che nessuno è perfetto e che il miglioramento è inseto nell'essere umano, non capisco perchè se il fine ultimo, su questo credo si sia daccordo, è la ricongiunzione a Dio si debba passare attraverso l'inferno (nell'immaginario collettivo fuoco, fiamme stridor di denti); nelle quattro nobili verità del Buddha (non voglio fare proseliti )c'è una via differente per giungere allo stesso ,simile a quello di Cristo, che però viene tramandato in modo differente, risultato, dove prevale l'amore per la vita terrena anche se è "sofferenza" claudio
ps spero si capisca (avere messo le virgole giuste )

Avevo detto:
<<L'inferno esiste ed è peggiore di quanto si possa umanamente immaginare.>>

L'uomo ha creato una sua umana visione della "PENA" con pene che incidono sul corpo (FUOCO ETERNO etc.), ciò con è possibile inquanto l'Anima non prova alcun dolore fisico inquanto non è fisica.

Banale esempio:
Ami fortemente una donna, ma essa è molto lontana da Te, soffri fortemente per questa lontananza anche perchè sai di non poterla avvicinare in breve tempo. Questo può essere definito inferno sentimentale o spirituale, esso è 1000 volte più doloroso rispetto al essersi bruciato accendendo un fornello o scottato con un ferro da stiro. La scottatura materiale dura poco, la ferita si rimargina, ma la lontananza dalla persona amata, l'impossibilità di esserle accanto a breve termine ciò è infinitamente più doloroso ed è questo il tipo di inferno che dovrà sopportare l'anima che in vita non ha avuto la necessaria evoluzione. La lontananza da Dio nell'aldilà è la lontananza dall'Amore Supremo ed Eterno.

Spero di aver chiarito il concetto di punizione, Non è Dio che "PUNISCE" ma siamo noi stessi che lasciamo la nostra anima allontanarsi da Lui ponendola poi in una condizione di sofferenza nell'altra vita, questo è l'"INFERNO" per un'anima. Per evitare detta situazione bisogna che in vita cerchiamo di raggiungere le "PERFEZIONI" che sono state in Abramo, Mosè, Cristo, Muhammad, etc; Essi siedono tutti accanto al Padre inquanto "SPECCHIO" delle qualità del Padre, ma non sono il Padre, sono Anime Elette scelte dal Padre per insegnarci come raggiungerLo e come realizzare il Suo Regno anche nel mondo materiale.

Saluto.
hetman is offline  
Vecchio 03-04-2007, 13.54.08   #57
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: non se ne parla, ma l'inferno esiste...

Citazione:
Originalmente inviato da fallible
Buon giorno!
Sono perfettamente daccordo che nessuno è perfetto e che il miglioramento è inseto nell'essere umano, non capisco perchè se il fine ultimo, su questo credo si sia daccordo, è la ricongiunzione a Dio si debba passare attraverso l'inferno (nell'immaginario collettivo fuoco, fiamme stridor di denti); nelle quattro nobili verità del Buddha (non voglio fare proseliti )c'è una via differente per giungere allo stesso ,simile a quello di Cristo, che però viene tramandato in modo differente, risultato, dove prevale l'amore per la vita terrena anche se è "sofferenza" claudio
ps spero si capisca (avere messo le virgole giuste )



Ciao Claudio, scusami ma no ho ben afferrato il significato di ciò che vuoi dire. Potresti perfavore spiegarlo meglio?
Non mi sebra si stia dicendo, che per arrivare a Dio bisogna passare per l'inferno, ma forse non ho capito.
Lucio P. is offline  
Vecchio 03-04-2007, 14.21.50   #58
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: non se ne parla, ma l'inferno esiste...

Potremmo andare avanti all'infinito, chi non vuole credere, alla fine non credera'.
E' inutile stare qui a darsi battaglia per niente,per chi crede e' giusto che creda nell'esistenza reale dell'inferno, anche perche' ne ha parlato Gesu' prima di tutti, invece per gli altri non bisogna dannarsi...
Alla fine ognuno scieglie quello che piu' gli piace.
massylety is offline  
Vecchio 03-04-2007, 15.39.09   #59
Aleksandr
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-05-2005
Messaggi: 575
Riferimento: non se ne parla, ma l'inferno esiste...

Citazione:
Originalmente inviato da hetman
Sono daccordo con Te, come le vogliamo leggere queste Sacre Scitture (non solo Bibbia, ma anche Corano etc.), letteralmente oppure metaforicamente, se dovessimo leggere letteralmente allora dovremmo restare al sistema tolemaico e ritenere la terra al centro dell'universo, vedi Mosè nel deserto "Fermati o sole".

saluti.
Non è scritto da nessuna parte nella Bibbia che la terra sia al centro dell'universo, mi dispiace ma ti sbagli...quindi non è neanche possibile leggerlo metaforicamente!..

Ultima modifica di Aleksandr : 03-04-2007 alle ore 20.43.07.
Aleksandr is offline  
Vecchio 03-04-2007, 16.40.35   #60
Il Cavallo Bianco
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-03-2007
Messaggi: 74
Riferimento: non se ne parla, ma l'inferno esiste...

Citazione:
Originalmente inviato da massylety
Potremmo andare avanti all'infinito, chi non vuole credere, alla fine non credera'.
E' inutile stare qui a darsi battaglia per niente,per chi crede e' giusto che creda nell'esistenza reale dell'inferno, anche perche' ne ha parlato Gesu' prima di tutti, invece per gli altri non bisogna dannarsi...
Alla fine ognuno scieglie quello che piu' gli piace.


Potremmo andare avanti all'infinito, chi non vuole credere, alla fine non credera'.
E' inutile stare qui a darsi battaglia per niente,per chi crede e' giusto che creda nell'esistenza reale dell'inferno, anche perche' NON ne ha parlato Gesu' prima di tutti, invece per gli altri non bisogna dannarsi...
Alla fine ognuno scieglie quello che piu' gli piace.

Caro amico con una piccola ma sostenziale correzzione al tuo scritto suona molto meglio anchè perchè è la verità.

Se esprimendo il tuo pensiero anche condivisibile ma poi dici a proposito dell'inferno: "anche Gesù ne ha parlato"allora vizi tutto il tuo pensiero.

Buone cose.
Il Cavallo Bianco is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it